Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione

di redazione

Questa Honda Integra Type R elaborata con 480 CV vanta prestazioni straordinarie, grazie alla magistrale preparazione di Autech, uno dei più bravi specialisti su Honda oggi in Italia. Da sottolineare l’incredibile erogazione della potenza e la brutalità nel salire di giri senza incertezze né buchi di erogazione.

Honda Integra Type R – Tuning motore

Cosa spinge una persona sana di mente a sovralimentare uno dei migliori motori aspirati che siano mai stati realizzati? Dietro questa scelta c’è proprio la consapevolezza che i margini d’intervento su un propulsore che nasce con 105 CV/litro sono davvero esigui e se ci si vuole discostare dalle prestazioni oggi alla portata anche delle utilitarie la strada della sovralimentazione è l’unica percorribile.

D’altra parte trasformare un motore Honda VTEC da aspirato a turbo non è mai stato un intervento facile, soprattutto lasciando attivo il VTEC. Andrea Sergio, Etiliko per gli amici, è uno dei maggiori esperti in Italia su questi propulsori; infatti ha una competenza tecnica incredibile e i risultati si toccano con mano. Il preparatore ha costruito un motore ad hoc, con un basamento B18 JDM, canne wet sleeve integrali Autech, pistoni CP stampati, bielle Manley ad H rovesciata e modifica testa completa.

Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione - posteriore
Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione – posteriore

Scheda tecnica tuning Honda Integra Type R Turbo by Autech

  • Motore-cambio
  • Monoblocco B18C JDM
  • Incamiciatura con canne wet sleeve integrali by Autech
  • Pistoni CP Carrillo
  • Bielle Manley H beam
  • Bronzine Honda OEM
  • Pompa olio lavorata
  • Coppa olio con paratie artigianali
  • Testa lavorata
  • Valvole Ferrea 6000
  • Guidavalvole Ferrea
  • Guarnizione testa JE MLS
  • Prigionieri testa ARP 2000
  • Pulegge camme regolabili in ergal
  • Guarnizione collettori aspirazione in teflon
  • Corpo farfallato 70 mm
  • Volano alleggerito + perni ARP
  • Frizione con parastrappi rinforzato e disco in carbonio
  • Sincronizzatori cambio Sincrotech
  • Rapporto finale derivazione Civic EK4 (4,27:1)
  • Pompa benzina Walbro 255 lph
  • Regolatore pressione benzina AEM
  • Flauto iniettori AEM
  • Iniettori Grams 750 cc
  • Radiatore Mishimoto
  • Ventole Spal
  • Pompa acqua ausiliaria elettrica
  • Termoswitch Spoon
  • Kit tubazioni siliconiche
  • Cavi candela siliconici da 100 mm
  • Alternatore derivazione Honda S2000
  • Oil catch can
  • Kit turbo con collettori Ramhorn, turbina Precision 5558, Vband, wastegate esterna Tial 38 mm
  • Blow off Tial 50 mm
  • Scarico diam. 76 mm inox by SG Motorsport
  • Kit intercooler frontale Go Autoworks
  • Filtro aria conico Pipercross
  • Radiatore olio 19 file con termostatica Mocal
  • Kit pulegge servizi alleggerite
  • Cinghia distribuzione in kevklar Gates
  • Semiassi rinforzati
  • Elettronica – Strumentazione
  • Centralina motore Hondata S300, mappatura al banco by Autech
  • Doppia mappa, flat shift, launch control
  • Sensore MAP Hondata 4 bar
  • Solenoide 3 port AEM
  • Pressione olio AEM
  • Wideband AEM
  • Temperatura olio AEM
  • Pressione turbo
  • EGT PLX
  • Turbo timer HKS
  • Kit iniezione acqua metanolo (ancora da mettere a punto)
  • Sospensioni-telaio
  • Kit silentblock Hardrace
  • Boccole culla motore in acciaio
  • Freni
  • Dischi freno baffati
  • Pastiglie EBC Yellowstuff
  • Olio freni RBF660 Motul
  • Tubazioni aeronautiche
  • Allestimento
  • Eliminazione ABS e A/C (l’auto è stata concepita per occasionali gare di drag racing)
  • Costo totale intervento tuning 23.000 Euro
Honda Integra Type R elaborata 480 CV - motore
Honda Integra Type R elaborata 480 CV – motore

Cerca la Honda Integra nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Honda Integra Type R by Autech è su Elaborare 257.

Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione - Elaborare 257
Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione – Elaborare 257

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 257 Febbraio 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020
Cover Elaborare n. 257 Febbraio 2020

L'articolo Honda Integra Type R elaborata 480 CV con preparazione proviene da ELABORARE.

Telecamere al posto degli specchietti: l’NHTSA frena il lancio negli USA

di Antonio Elia Migliozzi

Negli Usa non è ancora arrivato il via libera ufficiale agli specchietti digitali. Ecco allora che le case automobilistiche rinnovano il loro accorato invito all’Autorità nazionale NHTSA perché proceda a fornire le autorizzazioni necessarie. Da parte sua l’NHTSA ha bloccato da diverso tempo le richieste arrivate dai costruttori in attesa di svolgere dei test di sicurezza completi. Le Autorità americane prendono tempo mentre Europa e Giappone hanno già permesso la vendita di auto prive di specchietti esterni. Sul nuovo SUV 100% elettrico Audi e-Tron come sulla ammiraglia giapponese Lexus LS troviamo monitor e telecamere al posto dei tradizionali specchietti. Si tratta di una soluzione che convince sempre di più i costruttori ed è per questo che la prossima compatta elettrica Honda e ricorrerà a questa tecnologia. Vediamo allora pregi e difetti di questa tecnologia per potrebbe rivoluzionare il nostro approccio alla guida.

SPECCHIETTI E SICUREZZA

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) testerà gli specchietti esterni digitali prima di autorizzarne l’uso su strada. L’obiettivo dei regolatori americani è capire come i conducenti useranno le telecamere esterne al posto degli specchi tradizionali. Il test pianificato dall’NHTSA verificherà il “comportamento di guida e l’esecuzione di manovre di cambio corsia” in auto con specchi tradizionali e su veicoli con sistemi che sfruttano delle telecamere. Insomma su vuole capire se questi strumenti possano indurre i conducenti in errore magari distraendoli in modo eccessivo dalla guida. Nel marzo 2014, un gruppo di produttori di automobili tra cui General Motors, Volkswagen, Toyota e Tesla avevano presentato una petizione all’NHTSA. La richiesta era chiara, poter utilizzare sistemi di visione posteriore o laterale basati su delle telecamere. Una istanza simile era stata presentata da Daimler nel 2015. In quel caso si faceva riferimento ad un sistema di telecamere da impiegare sui camion.

USA AL PALO

Tutte queste richieste di verifica risultano ancora pendenti. Lo scorso anno l’NHTSA aveva fatto sapere che stava esaminando il problema per arrivare ad una rapida soluzione. I nuovi test sugli specchietti digitali partiranno dall’esame di veicoli per il trasporto passeggeri e successivamente saranno estesi a mezzi più grandi. Da alcuni anni i produttori di automobili sfruttano telecamere anteriori, posteriori e laterali per aiutare i conducenti nelle manovre di parcheggio. La tecnologia fa ora l’ultimo passo rimpiazzando i tradizionali retrovisori esterni. Le telecamere laterali sono già state approvate sia in Europa che in Giappone. Dallo scorso anno Toyota ha iniziato a commercializzare in Giappone l’ammiraglia Lexus ES provvista di specchietti laterali digitali. All’inizio di quest’anno si è mosso anche il gruppo Volkswagen, che ora propone il SUV elettrico Audi e-Tron. Siccome i retrovisori digitali non sono per ora ammessi negli Usa, i clienti americani devono accontentarsi di quelli tradizionali.

LE RICHIESTE DEL MERCATO

Come abbiamo visto gli specchietti digitali sono, per ora, appannaggio di vetture di segmento premium e rappresentano un optional davvero molto costoso. Sembra però che le cose stiano per cambiare. Honda ha reso noto l’arrivo entro la fine dell’anno, o all’inizio del prossimo, della sua compatta elettrica “e”. La vettura offrirà una plancia centrale a sviluppo orizzontale caratterizzata dalla presenza di molti schermi a colori alle cui estremità ci saranno due display per i retrovisori digitali. I sistemi mirrorless sono: “Un esempio di come la tecnologia automobilistica sia in anticipo rispetto al legislatore degli Stati Uniti, ha dichiarato Mark Dahncke, portavoce di Audi America. L’autorizzazione all’uso dei retrovisori digitali sarà di grande aiuto per i brand dell’auto al lavoro sullo sviluppo della guida autonoma. Nel prossimo futuro l’intelligenza artificiale sarà in grado di valutare la situazione che circonda il veicolo e prendere decisioni senza l’intervento del conducente.

The post Telecamere al posto degli specchietti: l’NHTSA frena il lancio negli USA appeared first on SicurAUTO.it.

Airbag angolare per passeggero: come funziona il nuovo sistema Honda

di Redazione

Un airbag passeggero di nuova generazione che migliora la sicurezza in caso di incidenti frontali, riducendo le lesioni nel 56% degli incidenti più frequenti. Il sistema realizzato da Honda e dall’azienda di componentistica svedese Autoliv, è un airbag definito “angolare” per evitare che la testa scivoli lateralmente. La notizia riportata da Autonews annuncia il debutto dell’airbag angolare sui prossimi modelli Honda.  Come funziona l’airbag Honda di nuova concezione e cosa cambia rispetto a un airbag passeggero tradizionale?

QUATTRO CUSCINI IN UNO

L’airbag integrato nella plancia utilizza quattro cuscini d’aria: uno centrale, più due laterali, più uno che collega questi ultimi due. La differenza rispetto ai sistemi tradizionali (con un un’unica camera d’aria) sta proprio qui. L’obiettivo, almeno stando alle promesse delle due aziende, è proteggere meglio il corpo del passeggero anteriore, soprattutto negli urti frontali non paralleli. Nei casi in cui l’impatto del veicolo è inclinato o su una parte ridotta del frontale (vedi crash test small overlap), infatti, le forze generate possono produrre delle rotazioni sulla testa degli occupanti. Nei casi più critici, la testa dell’occupante può anche scivolare sull’airbag tradizionale e colpire altre parti dell’auto. L’airbag angolare di Honda e Autoliv invece mantiene stabile la testa del passeggero durante l’impatto, minimizzando le torsioni del collo. A proposito, sai come è fatto e come funziona un airbag? Lo abbiamo visto direttamente dove viene prodotto.

COME UNA CULLA

Per far capire meglio il funzionamento dell’airbag angolare, Honda parla di “pannello velico” che si estende tra i due pannelli laterali: così da “cullare” la testa del passeggero e “tirarlo” verso l’interno. Il sistema utilizza un gonfiatore a due stadi separati da 150 millisecondi: in questo lasso temporale, viene ospitato il volume extra del sacco più grande. Honda ha annunciato che il nuovo airbag debutterà nel corso del 2020 negli USA, senza indicare i modelli sui quali verrà installato. Dopodiché, si vedrà se estendere il sistema sulla gamma. Qualora davvero l’airbag angolare si attivi come nelle intenzioni, ci potranno essere anche effetti positivi a livello assicurativo: le lesioni dei passeggeri anteriori saranno inferiori rispetto a quanto avviene oggi, e quindi i risarcimenti diverranno meno pesanti, con conseguenze sui prezzi Rc auto, che dovrebbero calare.

L’AIRBAG DEL RISCATTO

Vale la pena ricordare che un’operazione del genere è utile anche a livello d’immagine: è recente il mega-richiamo Honda su 1,1 milioni di auto proprio per gli airbag difettosi. Prodotti da Takata, questi cuscini malfunzionanti potrebbero esplodere al momento dell’attivazione. Honda a parte, in totale il numero totale di meccanismi di gonfiaggio richiamati è ora di 21 milioni.

The post Airbag angolare per passeggero: come funziona il nuovo sistema Honda appeared first on SicurAUTO.it.

Honda S2000 elaborata 267 CV con preparazione Autech

di redazione

La Honda S2000 elaborata con 267 CV dal tuner Autech è una preparazione made in Salento e si rivela un’auto straordinaria con un motore eccezionale. Splendida da guidare, la Honda S2000 by Autech ha un carattere così spiccato che non guasta anche l’elaborazione estetica, che da ferma può apparire un po’ sopra le righe, ma che al momento giusto serve a caratterizzare una vettura fantastica elaborata con arte e maestria.

Honda S2000 elaborata

Per descrivere la preparazione del prodigioso Honda F20C occorrerebbe un intero numero di Elaborare. La finalità dell’elaborazione era quella di realizzare un motore potentissimo, ma affidabile e fruibile su strada, con un’erogazione corposa per una guida divertente e redditizia anche senza doverlo “scannare” sempre in zona rossa. Il monoblocco di serie è stato rincamiciato con canne Darton in acciaio, in grado di conferire maggiore robustezza ai cilindri.

All’interno di esse scorrono pistoni stampati, realizzati su specifiche del preparatore, connessi a bielle Carrillo Pro H. L’albero motore è rimasto quello di serie, microlucidato ed equilibrato insieme al volano Toda e al complessivo frizione rinforzato. Il tutto è montato su bronzine ACL. La testata, che poggia su una guarnizione rinforzata Tomei, è lavorata in ogni parte (condotti e camere di scoppio) e ottimizzata con l’ausilio del banco prova flussi.

Honda S2000 elaborata 267 CV con preparazione Autech

Honda S2000 modificata

Sulla Honda S2000 modificata il comparto sospensioni, studiato e messo a punto dal proprietario Christian, annovera l’ottimo binomio tra coilover Öhlins Road & Track e boccole rinforzate Powerflex. Quello che per tanti sarebbe un punto di arrivo, per questa S2000 invece è solo la partenza: troviamo infatti le barre duomi anteriore DC e posteriore Cusco, tutte le barre di rinforzo inferiori del telaio, il kit regolazione camber anteriore/posteriore, le barre antirollio da 30 mm Tanabe e numerosi altri dettagli per trasformare la ciclistica di questa vettura in qualcosa di veramente unico.

Honda S2000 tuning

Sulla Honda S2000 con tuning Autech l’abitacolo ha ricevuto numerose “chicche”, tra cui il volante staccabile, molti componenti in carbonio e cubicati nonché l’indispensabile strumentazione aggiuntiva per monitorare i parametri vitali del mostruoso F20C.

Scheda tuning Honda S2000 by Autech

Motore-cambio 16.000€
Monoblocco reincamiciato con Darton dry sleeve by Autech
Pistoni forgiati realizzati su progetto Autech
Bielle Carrillo Pro-H
Albero motore microlucidato ed equilibrato
Bronzine ACL
Guarnizione testa Tomei
Prigionieri testa ARP
Corpi farfallati TWM 52 mm con tromboncini in carbonio
Flauto iniettori e regolatore pressione benzina TWM
Plenum artigianale in VTR
Guarnizione testa/corpi farfallati Hondata
Testata e camere di scoppio lavorate
Alberi a camme Spec B Toda Racing
Molle valvole Toda Racing
Pulegge regolabili Toda Racing
Tendi catena distribuzione Ballade
Piattelli molle valvole in titanio Skunk2
Guidavalvola in bronzo
Valvole di scarico Inconel Supertech
Valvole di aspirazione black nitride Supertech
Collettori di scarico Toda Racing Torque Kun
Impianto di scarico in titanio Litespec
Airbox Mugen
Candele NGK iridium
Volano alleggerito Toda Racing
Frizione Spec Stage 3
Pompa benzina Walbro 255lph
Paratia coppa olio artigianale
Kit pulegge servizi alleggerite
Vaschetta liquido radiatore/vapori olio “dual” integrata Schumck
Termoswitch e termostatica Spoon
Radiatore olio Mocal
Radiatore acqua Mishimoto
Tubazioni radiatore in silicone
Pompa frizione Omnipower
Distanziali semiassi differenziale
Olio motore Motul V300
Olio differenziale Motul
Liquido refrigerante Motul
Olio cambio Honda MTF
Short shifter
Coppia conica 4.44 JS Racing

Elettronica – Strumentazione 2.200€
Centralina motore AEM gen1, mappatura al banco by Autech
Wideband AEM
Serial data stream gauge AEM
Strumento temp. gas di scarico AEM
Strumento temp. olio
Strumento pressione olio
Strumento temp. acqua
Strumento pressione benzina

Sospensioni-Telaio 7.800€
Ammortizzatori Öhlins Road & Track
Kit Silentblock Powerflex
Collari rigidi supporti motore
Collari rigidi supporti differenziale
Ammortizzatore motore
Barra duomi anteriore in titanio DC Sport
X-brace inferiore anteriore Whiteline
Lower bar-sub frame Cusco
Barra duomi posteriore superiore Cusco
Barra inferiore posteriore Ultraracing
Barra inferiore anteriore Cusco
Bracci inferiori posteriore camber regolabili
Front camber joint anteriore superiore regolabile
Front camber joint inferiore
Barre di torsione 30 mm Tanabe
Rigid collar Spoon
Rack rigid bushing Spoon
Ball socket rear /front regolabili
Distanziali anteriori 1,8 cm
Distanziali posteriori
Cerchi OZ Alleggerita 17”
Pneumatici Kumho KU36

Freni 2.000€
Pinze freni anteriori Brembo monoblocco
Dischi anteriori 315 mm CTF su campana in ergal Project Mu
Dischi posteriori 330 mm Ballade
Pastiglie freno anteriori HC + Project Mu
Pastiglie freno posteriori Racing 777 Project Mu
Tubazione freni in kevlar Frentubo
Tubazioni raffreddamento freni
“Brake stopper” pompa freni
Olio freni Motul RBF 660

Allestimento Esterni e Interni 4.000€
Cofano ant. in carbonio con prese d’aria
Cofano posteriore in carbonio
Estrattore posteriore Voltex replica
Specchietti in carbonio Desmofra@libero.it
Side skirt in carbonio
Alettone in carbonio
Paraurti anteriore replica Mugen
Splitter anteriore in carbonio
Winglet anteriori Password JDM
Parafanghi anteriori replica ASM
Overfender Voltex
Maniglie porte in carbonio
Sterzo in carbonio
Sgancio rapido sterzo D1 spec
Consolle centrale in carbonio
Pomello cambio in carbonio
Fari angel eyes
Cubicatura plastiche interne effetto carbonio by Carrozzeria Stefedercar – Surbo (LE)

Honda S2000 elaborata 267 CV con preparazione Autech

Cerca la Honda usata su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti dell’Honda S2000 by Autech è su Elaborare 251.

Cover Elaborare 251 luglio-agosto 2019

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 251 Luglio-Agosto 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 251 luglio-agosto 2019

 

L'articolo Honda S2000 elaborata 267 CV con preparazione Autech proviene da ELABORARE.

Honda e con specchietti digitali di serie: +50% di visuale al volante

di Redazione

Honda ha confermato che la sua nuova compatta elettrica “e”, monterà di serie degli specchietti retrovisori digitali. Questa nuova tecnologia rappresenta una novità assoluta per le auto compatte. Fino ad oggi, infatti, la si era vista solo sulla Audi e-tron. Garantisce svariati vantaggi. Prima di tutto una visuale migliore dal 10% al 50%.

VISUALE ESTERNA SU DUE DISPLAY INTERNI

Proprio il Giappone è stato il primo Paese a sdoganare questa tecnologia. Spariscono i tradizionali specchietti laterali, in favore di due telecamere che trasmetteranno le immagini su due schermi interni all’auto. Due display da 6” sono stati posti agli estremi del cruscotto. Permettono al conducente di monitorare la situazione con più facilità. La posizione ergonomica degli stessi si unisce alle due possibili impostazioni di visualizzazione, naturale e panoramica. Garantiscono a chi guida una migliore visuale, rispettivamente del 10% e del 50% migliore rispetto ai vecchi specchietti. Un’impostazione specifica è disponibile in caso di retromarcia. Così da agevolare ulteriormente il conducente nelle fasi di manovra. Per aumentare ancora di più la sicurezza e la visibilità delle immagini, gli schermi adattano automaticamente la luminosità in base alla luce naturale, garantendo immagini sempre ben visibili.

MIGLIORA L’AERODINAMICA DELL’AUTO

Le videocamere digitali esterne sono perfettamente integrate con la carrozzeria della vettura. Non sporgono oltre i passaruota. Questo, rispetto ai tradizionali specchietti, favorisce una migliore aerodinamica del veicolo. La resistenza causata dall’attrito con l’aria si riduce infatti del 90%. Tutto ciò contribuisce anche ad aumentare l’efficienza complessiva dell’auto, garantendo un’autonomia maggiore del 3,8% circa. In più, la mancanza degli specchietti tradizionali contribuisce a diminuire il rumore prodotto dall’attrito con l’aria ad alte velocità. Honda ha inoltre predisposto di serie delle maniglie a scomparsa per le portiere anteriori, cosa che aiuta ancora di più a ridurre gli attriti esterni e migliorare l’aerodinamicità complessiva del veicolo.

NON TEMONO IL BUIO O LA PIOGGIA

Sia le telecamere esterne che gli schermi interni sono stati testati in condizioni sfavorevoli di luce e meteo. Si voleva infatti essere certi dell’efficacia di questa soluzione. Le immagini notturne per esempio sfruttano la funzione anti abbagliamento, che garantisce immagini ancora più nitide dei normali specchietti. Le videocamere invece sono situate in appositi alloggiamenti, realizzati con una specifica forma e un rivestimento idrorepellente che impedisce la formazione di condensa e gocce sulle lenti.

RICARICA VELOCE E 200 KM DI AUTONOMIA

La nuova Honda e è una compatta elettrica che si inserisce nella strategia del marchio di commercializzare entro il 2025, in Europa, solo auto con propulsioni alternative. Le prenotazioni dell’auto, che garantisce un’autonomia superiore ai 200 km e gode di una funzione di ricarica veloce (80% della batteria in 30 min), sono infatti già state aperte in alcuni paesi del Vecchio Continente.

L'articolo Honda e con specchietti digitali di serie: +50% di visuale al volante proviene da SicurAUTO.it.

Honda con CiNet per le reti neurali e l’intelligenza artificiale

di Antonio Elia Migliozzi

Honda annuncia una nuova partnership con il Centro per le reti informatiche e neurali (CiNet). Allo studio una serie di nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale per migliorare il confronto tra driver ed auto. L’idea di Honda è quella di dotare la sua prossima gamma di una tecnologia hardware e software di assoluto spessore. Per superare le differenze tra uomo e auto Honda guarda alle neuroscienze. Per questo la collaborazione avviata con CiNet vuole anche capire che tipo di connessione si può creare tra una autovettura ed un robot. Se molti di voi conoscono il robot Honda Asimo ecco allora la conferma che quel tipo di studio sarà sempre più vicino all’auto del futuro. Approfondiamo l’accordo.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Honda presenta una nuova partnership importante per la sua sussidiaria specializzata nei settori ricerca e sviluppo. Il brand giapponese ha annunciato che a partire da questo mese lavorerà insieme al Centro per le reti informatiche e neurali. Si tratta di un Istituto in prima linea a livello internazionale nella ricerca neuroscientifica sugli esseri umani. L’idea di Honda è quella di approfondire i rapporti tra la mobilità e la robotica. CiNet lavora da molti anni sul funzionamento del cervello umano e ha avviato studi anche sull’intelligenza artificiale. Le sue attività ruotano attorno all’Institute of Information and Communications Technology (NICT). Honda vuole creare prodotti e tecnologie migliori guidata dall’idea che “lo scopo della tecnologia è quello di aiutare le persone”. Lo sviluppo della guida autonoma e il passaggio alla mobilità condivisa sono principali sfide per Honda.

UNITA’ DI RICERCA

Alla luce dei cambiamenti della mobilità lo studio degli esseri umani è diventato più importante che mai. Del resto a partire dal 1 aprile 2019, Honda ha fondato l’Innovative Research Excellence. Si tratta di una divisione che sarà responsabile del lavoro a soluzioni nuove per la mobilità e la vita quotidiana delle persone. Questa nuova organizzazione di ricerca avrà un ruolo centrale in Honda proprio perché lavorerà con CiNet sulle relazioni tra gli umani, la mobilità e la robotica. Per essere più chiari, in collaborazione con CiNet, Honda cercherà di capire qualcosa di più sulle neuroscienze. Queste serviranno a sapere come un guidatore possa diventare un tutt’uno con il veicolo su cui viaggia. In questo modo si potrà determinare l’interfaccia ottimale per il collegamento uomo-macchina. Honda e CiNet cercheranno di stabilire degli standard per lo sviluppo di tecnologie di mobilità e robotica più sicure e confortevoli.

LO SVILUPPO

Honda è soprattutto preoccupata dalla sfiducia con la quale spesso l’uomo si avvicina alle macchine. Il ragionamento del brand giapponese è che per arrivare ad un rapporto di fiducia con la tecnologia serva capire i ragionamenti umani. Il CiNet lavora da anni proprio in questo campo. Operativo ad Osaka, in Giappone, appartiene sia all’Istituto Nazionale di Tecnologia dell’Informazione e delle Comunicazioni che all’Università di Osaka. Honda vuole quindi creare un ponte tra hardware, software e uomo. L’intelligenza artificiale sempre più diffusa nel settore auto potrebbe essere la soluzione migliore. Insomma un lavoro complesso che potrebbe aprire le porte ad una robotica con la quale l’uomo si confronterà sia a casa che in auto. Non è un caso se la relazione cervello-macchina, la misurazione delle funzioni del cervello e la robotica sono tutte legate.

L'articolo Honda con CiNet per le reti neurali e l’intelligenza artificiale proviene da SicurAUTO.it.

Honda dà la scossa: in arrivo la Jazz ibrida e l’elettrica “e”

di Redazione

Non è la prima volta che Honda si cimenta nel campo dell’elettrificazione spinta. La Honda Insight è forse l’esempio più illustre. Ma anche con numerose concept ha espressamente dichiarato di puntare sulla mobilità green. Oggi la Casa fa un passo avanti su questo percorso annunciando due interessanti novità. Si tratta della versione ibrida della prossima Honda Jazz e della citycar elettrica “e”, che arriverà presto sul mercato.

UN PROGRAMMA GREEN PER L’EUROPA

Fanno parte entrambe di quel programma chiamato dalla stessa Honda “Visione elettrica” che porterà la Casa a vendere sui mercati europei solo vetture con propulsori alternativi. La conversione ad una mobilità interamente green sui mercati del Vecchio Continente si concluderà nel 2025. Permetteranno a Honda di rispettare i limiti sulle emissioni di CO2 che, entro il 2025 appunto, sono stati fissati a 95 g/km. Il piano, a livello globale, si sposa con la riorganizzazione della gamma annunciata dal CEO Takahiro Hachigo che porterà ad unificare in un solo modello vetture simili che oggi si presentano come auto distinte su diversi mercati. Con la riorganizzazione Honda punterà ad avere due terzi delle vendite globali realizzate con vetture elettrificate entro il 2030. Questo processo porterà ad una riduzione del 10% nei costi di produzione e un accorciamento del 30% dei tempi di sviluppo di nuove vetture.

UNA JAZZ CON IL CUORE DELLA CR-V HYBRID

Partiamo dalla Honda Jazz, di cui qui riportiamo i test EuroNCAP. L’auto si presenterà in una veste completamente rinnovata al prossimo Salone di Tokyo, che aprirà i battenti questo autunno. L’auto adotterà lo stesso schema ibrido i-MMD (intelligent Multi-Mode Drive) introdotto a febbraio dalla Honda CR-V Hybrid. Si tratta di uno schema che sfrutta un motore benzina da 2 litri a ciclo Atkinson abbinato a un’unità elettrica alimentata da batterie agli ioni di litio. Il sistema riesce ad erogare una potenza complessiva di 184 CV e una coppia di 315 Nm.

DA EV A “E”

La nuova Honda “e” non è una novità assoluta. La versione concept della prossima citycar a zero emissioni è stata presentata al Salone di Ginevra di quest’anno. L’auto, visto il forte gradimento riscosso da parte di pubblico e addetti ai lavori, che ha portato la Casa a ricevere oltre 22.000 manifestazioni di interesse intorno al progetto, è stata quindi confermata come futuro modello di serie. Oggi, si sa che l’auto si chiamerà semplicemente “e”. Avrà 200 km di autonomia. E ricalcherà molto da vicino lo stile e i contenuti della concept, che ha carrozzeria due volumi dalle forme pulite e un po’ retrò e interni minimal, impreziositi da un grande schermo che occupa gran parte della plancia.

L'articolo Honda dà la scossa: in arrivo la Jazz ibrida e l’elettrica “e” proviene da SicurAUTO.it.

La TECNOLOGIA di HONDA CR-V Hybrid

di Andrea Galeazzi
E’ una vettura più elettrica che termica. E’ infatti dotata si di un i-VTEC quattro cilindri a ciclo Atkinson da 2.0 litri con potenza massima di 107 kW (145 CV) a 6.200 giri/min. ma ha anche un motore elettrico da […]

Honda, solo auto elettriche nel 2025 in Europa

di Candido Romano

Honda al Salone di Ginevra 2019 ha annunciato molto di più di un’auto elettrica in pre-produzione. Certo c’è la e-Prototype, una citycar elettrica molto interessante, ma le promesse della casa automobilistica puntano molto più in alto. Entro il 2025 vuole infatti produrre solo auto ibride o elettriche, destinate esclusivamente al mercato europeo.

Leggi il resto dell’articolo

Honda e Prototype, tutto sulla citycar elettrica

di Candido Romano

Honda e-Prototype è il nuovo veicolo elettrico urbano della casa nipponica e la sua più grande novità che sarà mostrata in anteprima al Salone dell’automobile di Ginevra. Il modello è sviluppato dall’Urban EV Concept del 2017 ed è parte essenziale della strategia europea sull’elettrificazione di Honda. Il design appare minimalista, ma propone una serie di funzionalità avanzate e pensate per l’ambiente urbano.

Leggi il resto dell’articolo

Elaborare Dicembre n° 244 2018

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 244 Dicembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

app-digitali-magazine-tuning-elaborare

COVER – LOTUS EXIGE brutale 533 CV!!! Sezione speciale CLASSIC con la mitica FIAT RITMO ABARTH 75 GRUPPO 2

Test Drive con Lotus Exige S 3.5 V6 533 CV by Mauriello Motorsport, Honda Civic Type R 530 CV by Garage Caldè, Seat Arosa TDi 280 CV by Rudicar Corse, Abarth 500 248 CV by Risi Engineering, Peugeot 106 XS 150 CV by Autotecnica Sansonetti e tanto altro che trovi nel sommario completo con tutti i contenuti di Elaborare 244 Dicembre 2018 CLICCA QUI

Passa in edicola ed acquista il nuovo numero! 

(dal 9 dicembre in tutta Italia)

(SOMMARIO COMPLETO)

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 244 Dicembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 244 dicembre 2018 - magazine

L'articolo Elaborare Dicembre n° 244 2018 proviene da ELABORARE.

Honda Civic EG5 preparazione 250 CV very hybrid!

di redazione

Ci credereste mai che questa Honda Civic EG5 da 250 CV qualche anno fa è stata acquistata da José per soli 500 Euro? Il proprietario sicuramente ci ha visto lungo e così ha potuto investire il resto del budget principalmente sul motore, effettuando il cosiddetto K swap con un’unità più moderna proveniente da una Civic Type R EP3. Queste Honda degli anni ’90 sono come i Lego: hanno tantissime parti intercambiabili con cui puoi “giocare” per migliorare ogni aspetto! Non è la prima volta che il tuner José Gómez ci regala degli “ibridi” interessanti.
La Honda Civic EG5 è piuttosto facile da guidare. La frizione non è troppo pesante e le marce sono facili da individuare; inoltre la spinta del motore è davvero eccezionale. Peccato lo sterzo pesante, ma per andare più forte si è dovuto rinunciare al servosterzo. Ogni aspetto meccanico è stato migliorato: motore, freni, assetto e cambio rendono questa Honda Civic EG5 imprendibile in pista.

Motore – Questa Civic nasce come una ESi, ovvero una EG5 con il 1.6 L SOHC VTEC da 125 CV; per gli appassionati il codice motore è D16Z6. Per raddoppiare la potenza si è reso necessario uno swap: sostituzione propulsore con uno sempre di casa Honda, ma nettamente più potente. Si tratta infatti del K20A, un’unità con doppio albero a camme e sistema VTEC degli anni 2000. Sulle Civic di quinta generazione, come quella del nostro servizio, è piuttosto comune trovarlo sotto il cofano, per via della sua affidabilità e facilità di elaborazione… proprio come in questo caso!

Assetto e freni – Le sospensioni originali hanno lasciato il posto ad un assetto N+ Spec della Buddyclub. Si tratta di coilover monotubo con 15 regolazioni e placcati al cadmio per prevenire la corrosione. Ovviamente non mancano i bracci per la campanatura, mentre tutte le boccole sono in poliuretano e le barre antirollio sono quelle dell’Integra Type R.

Estetica – La vettura si discosta davvero poco dalla linea originale. All’anteriore i fari Denji Gen1 le regalano un tocco di personalità, mentre i canard laterali la schiacciano maggiormente a terra. Interessante la modifica mono tergicristallo in stile DTM. Lateralmente spiccano i bei specchietti replica Spoon e gli adesivi bianchi DOHC VTEC a contrasto con il nero della carrozzeria. Al posteriore, partendo dall’alto, troviamo uno spoiler replica Spoon, l’eliminazione del tergi, i fari clear style e un estrattore artigianale come sulle più moderne hatchback sportive.

Interni – ’abitacolo è tipico degli anni ’90, ma in perfetto stato di conservazione. All’interno il proprietario ha sostituito soltanto il volante con uno a calice marchiato OMP e installato i sedili a guscio Sparco, abbinati alle cinture Takata nella caratteristica colorazione verde. Sulla plancia trova posto lo staccabatteria con sotto due manometri analogici da 60 mm della Race Sport (pressione e temperatura olio) che verranno presto cambiati, mentre più in basso fa capolino lo stechiometrico della AEM. A farla da padrone sul tunnel centrale c’è l’asta del cambio Hybrid Racing, accoppiata al sistema di short shifter. La pedaliera, infine, è griffata Momo.

Scheda tuning Honda Civic EG5 by Gomez
MOTORE
Motore K20A completo di cambio JDM 3.500€
Supporti Hasport, cablaggi, cavi del cambio, linea carburante, tubazioni varie, collettori scarico tutto per K swap 4.500€
Collettori aspirazione RRC 500€
Scarico artigianale completo da 60 mm 500€
Airbox VP3 in carbonio 450€

ELETTRONICA
Centralina Hondata Kpro 900€

ASSETTO
Assetto Buddyclub N+ 1.350€
Bracci per campanatura e boccole varie in poliuretano 700€
Barre antirollio Honda Integra

GRUPPO RUOTA
Impianto frenante ant. pinze Brembo + dischi CTF e post. ITR 1.000€
Pastiglie ant. Pagid RS29 270€
Cerchi OZ Ultraleggera da 15″ 700€
Pneumatici ant. Dunlop DZ03G 215/50R15 360€
Pneumatici post. Dunlop DZ03G 195/50R15 280€

ESTETICA
Spoiler replica Spoon 170€
Specchietti laterali replica Spoon 70€
Fari ant. Denji Gen1 150€
Fari post. clear 100€
Canard anteriori artigianali
Estrattore artigianale
Eliminazione tergi post. e modifica tergi mono ant.
Adesivi DOHC VTEC

INTERNI
Short shifter Hybrid Racing 400€
Volante OMP, sedili Sparco, cinture Takata 900€
Pomello in alluminio
Manometri pressione e temperatura olio Race Sport
Manometro rapporto stechiometrico AEM
Pedaliera Momo
Staccabatteria

Costo totale intervento tuning 16.800 Euro

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i segreti della Honda Civic EG5 è su Elaborare 237.

Honda Civic EG5 by Gomez

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 237 Aprile 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

L'articolo Honda Civic EG5 preparazione 250 CV very hybrid! proviene da ELABORARE.

Honda NSX preparazione 415 CV by Simoni Racing

di redazione

La Honda NSX by Simoni Racing con la sua sgargiante livrea rossa e il V6 portato a 415 CV è un un progetto unico, un lavoro in costante aggiornamento. Una Honda NSX d’impatto, sia estetico sia funzionale, grazie ad un mix di design e funzionalità racing che non si trova tanto spesso. Un’emozione d’altri tempi con il V6 e il telaio che ti stanno addosso senza filtri. La Honda NSX è infatti un autentico work in progress che abbiamo provato in quest’ulteriore, ma non definitivo, stadio di sviluppo. “Vero, non si finisce mai di lavorarci!”, ci ha confermato Alan Simoni, proprietario, preparatore e pilota, durante il nostro test presso l’Autodromo di Franciacorta.

Motore – In origine era il V6 3 litri VTEC Honda con 270 CV. Ora invece ha 415 CV con la coppia lievitata a quota 409 Nm. Rispetto alla nostra precedente prova, quando i cavalli a disposizione erano 316, sono state introdotte alcune modifiche, come l’LMA kit, che comprende molle e sedi delle valvole in titanio. Anche gli alberi a camme, con relative pulegge regolabili, sono nuovi e marchiati Toda Racing.

Cambio H5… colpito! – È quello originale della NSX R ad “H” e a 5 rapporti. Per l’uso stradale, è quasi perfetto; ma per la pista, soprattutto a causa della durezza degli innesti e della quinta davvero troppo lunga, un po’ penalizzante. C’è chiaramente l’autobloccante, un OS Giken.

Assetto, freni e ruote – Per l’assetto si è puntato su un kit KW Clubsport a due vie. Non mancano le barre di torsione regolabili sia davanti sia dietro. Il grado di camber dell’anteriore durante la prova era di 2 gradi, ma “stiamo pensando di modificarlo perché l’idea è quella di portarlo a 4 gradi grazie a kit specifici di boccole racing. Soluzione con la quale vogliamo ridurre il sottosterzo”, ci ha spiegato Simoni.

Aerodinamica e design – L’estetica e la funzionalità di questa vettura s’intersecano e convivono ovunque. La base di partenza è stato il kit Rocket Bunny che comprende cofano anteriore, parafanghi, splitter anteriore, minigonne, portellone motore, paraurti posteriore ed estrattore.

Interni – È un autentico cockpit racing quello in cui ci s’infila per mettersi alla guida. Doppio sedile da corsa in vetroresina con cinture a sei punti, volante sganciabile, pedaliera Tilton e schermo con tanto di telecamera per vedere chi c’è dietro, come sulle più moderne auto da corsa.

Scheda tuning Honda NSX by Simoni Racing
Motore
Honda C30A 3.0L DOHC VTEC V6, Stroker Kit 3,5L Brian Crower, pistoni forgiati PC Carrillo, bielle in titanio, bronzine Honda Racing tolleranza Pink, valvole aspirazione maggiorate in titanio e valvole di scarico in inconel AS Motorsport, Kit LMA in titanio Science Of Speed, kit aspirazione a 6 corpi farfallati da 48 mm con acceleratore Drive by Wire custom by Evosystem, ECU Life Racing F88RS, collettori di scarico, bendaggio in titanio per collettori di scarico Simoni Racing, terminale di scarico con silenziatori Simoni Racing, kit tubi in silicone, sistema frontale di raffreddamento, olio motore custom con radiatore maggiorato Setrab, coppa dell’olio modificata con oil pan baffle, radiatore acqua maggiorato in alluminio Koyo, puleggia in ergal RF Yamamoto, cinghia in Kevlar, iniettori da 750 cc, kit batteria al litio alleggerita, regolatore pressione benzina, pompa benzina Twin Bosch 044, serbatoio frontale custom da 35 litri, candele (Audi R8) NGK Racing, bobine compatte BERU (Audi R8), alberi a camme con pulegge cams regolabili Toda Racing, pompa olio maggiorata custom Autotecnica Motori.

Trasmissione
Cambio manuale originale a 5 rapporti, autobloccante OS Giken Super Lock LSD / 4.44:1 rapporto finale, rapporti cambio corti Honda JDM, frizione Exedy hyper single plate con volano alleggerito

Assetto e Freni
Kit KW Clubsport 2 vie, sistema non-compliance front Pivot clamps, braccetti assetto regolabili anteriori e posteriori, barre di torsione anteriori e posteriori regolabili, convogliatori d’aria per raffreddamento freni anteriori, pinze Brembo GT 6 pompanti anteriore e 4 pompanti posteriore con dischi freno flottanti con campane in ergal nero e fasce frenanti baffate da 355×32 mm anteriori e 328×28 mm posteriori

Pneumatici Yokohama Advan A005 compound S ant. 250/65 R18, Advan A005 compound S post. 280/65R18
Cerchi Ksport forged 9Jx18” ET15 front / 11Jx18”ET0 rear

Interni
Gabbia completa omologata FIA by DNA Racing, sedili Simoni Racing in vetroresina omologati FIA, console centrale in carbonio custom, pomello SET Simoni Racing, cinture 6 punti per Hans omologate FIA Simoni Racing, volante in pelle scamosciato Defender da 350 mm Simoni Racing, sgancio rapido volante QR2 Simoni Racing, mozzo Simoni Racing, display digitale a colori Plex Tuning con aquisizione dati e GPS, estintore brandeggiabile OMP, pedaliera Tilton con sistema Drive by Wire e ripartitore di frenata, telecamera posteriore Simoni Racing

Aerodinamica
Kit aerodinamico Rocket Bunny, cofano anteriore completo di parafanghi allargati, splitter anteriore, 2 canards anteriori, minigonne complete di canards laterali, parafanghi allargati posteriori, paraurti posteriore, baule a becco d’anatra, estrattore posteriore, spoiler GT con rinforzi a baule, presa aria AirScoop GT Route KS, prese aria laterali allargate Kite, montanti B pillar in carbonio Kite, gancio traino anteriore Simoni Racing, kit completo vetri in lexan Plastics 4 Performance, specchietti in carbonio Craft Square, fanali posteriori a led custom Simoni Racing, porte in carbonio Seibon, wrapping completo con pellicola rosso cromo Simoni Racing by Autoaccessori Zanzelli.

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i segreti della Honda NSX by Simoni Racing è su Elaborare 235.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 235 Febbraio 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 2018.

Cover Elaborare 235

L'articolo Honda NSX preparazione 415 CV by Simoni Racing proviene da ELABORARE.

Honda S2000 elaborazione 260 CV

di redazione

La Risi Engineering ha completato l’elaborazione di una Honda S2000 con 260 CV destinata all’impiego in pista. Oltre ad un importante alleggerimento, la vettura ha subito una rivisitazione a livello di assetto e freni, rispettivamente con il montaggio di un kit ammortizzatori coilover BC Racing e un impianto maggiorato D2. Il favoloso 4 cilindri Honda F20C è stato rivisto tramite alberi a camme più spinti, impianto di scarico artigianale e centralina elettronica AEM. Questa Honda S2000 sarà presto oggetto di un test in pista di Elaborare.

Info: Risi Engineering Tel. 059/654966

L'articolo Honda S2000 elaborazione 260 CV proviene da ELABORARE.

Honda Civic V6 Turbo elaborazione Bierre Racing

di redazione

Tra le tante novità della Bierre Racing dobbiamo sicuramente menzionare l’elaborazione della Honda Civic V6 EG con swap V6. Il motore J35A8 di derivazione Acura RL, è abbinato a un volano più leggero, a una frizione in rame e all’elettronica AEM. L’impianto frenante è Willwood. La vettura è stata alleggerita e dotata di parafanghi allargati…. Ora è pronta per il debutto in pista!

Info: Bierre Racing Tel. 06/89236429

L'articolo Honda Civic V6 Turbo elaborazione Bierre Racing proviene da ELABORARE.

Honda NSX elaborazione 415 CV by Simoni Racing

di redazione

La Honda NSX elaborata da Simoni Racing, prestigiosa factory emiliana di accessori auto, vanta ben 415 CV aspirati!
La Honda NSX è ancora capace di infiammare gli animi degli appassionati, grazie alle sue grandi doti di handling, così l’azienda Simoni Racing ha voluto realizzare la preparazione di una NSX davvero eccezionale, che sarà pronta a breve. Oltre al kit estetico widebody Rocket Bunny, infatti, si è lavorato molto sul poderoso V6 nipponico, portando la cilindrata a 3,5 litri grazie ad un kit stroker Brian Crower abbinato ad una batteria di 6 corpi farfallati separati.
In questa configurazione la potenza massima raggiunta dalla Honda NSX by Simoni Racing è di 415 CV, con ben 408 Nm di coppia massima: una supercar d’annata di nuovo in grado di graffiare.
Sarà pubblicata sulle pagine di Elaborare con un approfondito test in pista sul numero in edicola a febbraio 2018

Info: www.simoniracing.com

L'articolo Honda NSX elaborazione 415 CV by Simoni Racing proviene da ELABORARE.

Honda S2000 preparazione 245 CV

di redazione

La Honda S2000 dalla livrea bianca e con 245 CV nel motore è il bolide fortemente voluto da Eddi La Marra, Campione italiano Superbike e grande appassionato di motori, tra auto, kart e moto!

Tuning… da pilota!“La uso tutti i giorni, è la mia auto. L’ho elaborata in base alle mie esigenze, privilegiando l’handling rispetto alla potenza del motore in sé che, già di serie, è uno spettacolo”, esordisce con orgoglio Eddi. Il 4 cilindri F20C infatti è stato semplicemente ottimizzato con un impianto di scarico completo, composto da collettori Megan Racing (replica dei costosissimi e introvabili Mugen), centrale e finale Spoon; oltre a donare qualche cavallo in più, esalta il sound del meraviglioso 4 cilindri VTEC, in grado di girare fino a 9.600 g/m grazie ad alcuni interventi sull’elettronica di gestione.

Gran manico anche con le 4 ruote! – Quando chiediamo ad Eddi di fare qualche giro con la sua Honda sulla pista dell’ISAM accetta con entusiasmo e, prese le misure col tortuoso nastro d’asfalto, inizia a spingere al limite. È sorprendente vedere come trovi immediatamente la linea ideale, e tutti noi ammiriamo la grande classe nel gestire il sovrasterzo di potenza. È un fan del drifting e non fa nulla per nasconderlo, mostrando una grande conoscenza delle manovre al limite di tenuta del retrotreno.

Scheda tuningHonda S2000 Ultimate Edition
Motore
Collettore di scarico Megan Racing 800 Euro
Centrale e terminale Spoon 900 Euro
Air duct artigianale per airbox di serie
Messa a punto centralina elettronica, limitatore a 9.600 g/m
Assetto
Barra duomi DC 180 Euro
Assetto Öhlins regolabile 2.500 Euro
Impianto frenante anteriore Brembo con dischi 300 mm e pinze 4 pompanti 2.500 Euro

Costo totale intervento 7.000 Euro

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i dati strumentali della Honda S2000 di Eddi La Marra è su Elaborare 232.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 232 Novembre 2017 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

L'articolo Honda S2000 preparazione 245 CV proviene da ELABORARE.

Honda Civic VTI 1600 preparazione 176 CV

di redazione

La preparazione della Honda Civic VTI 1600 da 176 CV ha visto la testata lavorata, scarico completo e centralina Hondata,  interventi che esaltano il sound e le performance del VTEC 1.600, insieme ai cerchi OZ da 18”, la carrozzeria anabolizzata e gli interni lavorati che tradiscono invece la vocazione expo di questa Civic. Dietro ai cerchi in lega OZ Alleggerita ci sono ancora i freni originali, considerando che il punto debole di queste vetture, già di serie, era proprio l’impianto frenante. La carrozzeria, personalizzata con un kit estetico Feels, è stata allargata di 35 mm per lato anteriormente e 75 mm posteriormente; i parafanghi sono modificati per alloggiare i pneumatici maggiorati. Il cofano originale ha lasciato il posto ad uno in carbonio con un diverso profilo. Poi figurano il paraurti anteriore con spoiler integrato, le minigonne laterali, il paraurti posteriore ribassato e il grosso spoiler da lunotto. Prima di riverniciare l’auto sono stati eliminati i paracolpi laterali. L’immagine d’insieme è riuscita, anche se lo “spazzaneve” anteriore è un po’ troppo alto da terra, compromettendo il risultato finale. Gli interni, forse la parte meno riuscita di questa elaborazione, sfoggiano un cruscotto rivestito in pelle bianca, finiture in carbonio e strumenti aggiuntivi, oltre ad accessori tipicamente “anni ‘90” come la pedaliera Momo Design. Belli i sedili Recaro, la cosa più “figa” che si può vedere aprendo la portiera!

Honda Civic VTI 1.600

Dio salvi il VTEC – Riguardo al motore, il preparatore è intervenuto in modo piuttosto radicale per raggiungere una potenza massima di 200 CV. La testata, completamente rivista, è abbinata a doppie molle e valvole Supertech. Le pulegge in ergal registrabili hanno consentito di personalizzare la messa in fase degli alberi a camme.

Scheda tuning Honda Civic VTI 1.600
Motore
Regolatore pressione benzina AEM
Short Shifter e kit leveraggi cambio DC Sports
Doppie molle valvole Supertech
Valvole Supertech
Pulegge regolabili AEM kit
Pompa benzina Blue Print
Candele al platino HKS
Collettori di scarico Try-Y OBX R
Catalizzatore EK9 JDM corto
Centrale custom da 60 mm
Terminale Vibrant 1126 da 2,5”
Airbox VP3
Flangia aspirazione Tegiwa
Centralina Hondata

Abitacolo
Sedili sportivi Recaro
Neon blu abitacolo
Cruscotto rivestito in pelle bianca
Parti in plastica verniciate di bianco
Strumentazione al plasma della Autotechinc
Tappetini in alluminio Type R
Pedaliera Momo Design

Estetica
Cofano in carbonio allungato
Fari Angel Eyes
Kit estetico Feels con widebody artigianale da 35 mm ant. e 75 mm post. per lato
Paraurti anteriore e posteriore allargati
Eliminazione paracolpi
Tappo benzina Sparco
Alettone Wings West
Pellicole vetri di colore rosso Modo&Modo
Specchietti FK

Assetto
Barra duomi Mugen
Kit coilover BC Racing
Camber kit anteriore e posteriore Skunk2
Cerchi in lega OZ Racing Alleggerita 18”
Pneumatici Firenza
Distanziali artigianali da 18 mm sull’asse anteriore e 36 mm sull’asse posteriore

Costo totale intervento tuning 35.000 Euro

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i dati strumentali della Honda Civic VTI 1.600 è su Elaborare 229.

Honda Civic VTI 1600

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

 

L'articolo Honda Civic VTI 1600 preparazione 176 CV proviene da Tuning - ELABORARE Gt Tuning Sport & Magazine elaborazioni preparazioni modifiche track day.

Elaborare Luglio-Agosto 2017 Alfa Romeo Giulia

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI  ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€  app-digitali-magazine-tuning-elaborare COVER - Questo mese in copertina l'Alfa Romeo Giulia TM7 180 CV by TecnoMagnesio-TRC Perfomance: che perfomance!   Editoriale NEWS Shop I migliori accessori per la tua auto Accessori Racing Abbigliamento Racing SUPERCAR Top Car Mercedes-AMG S 63 Coupé 740 CV | Fostla Giannini 350 GP Anniversario 350 CV | GRAM Test Drive Alfa Romeo Giulia TM7 180 CV | Tecnomagnesio-TRC Performance Nissan Skyline R34 GT-T 366 CV | FFF Drifting Abarth Grande Punto 272 CV | Bius Power Seat Leon FR TDI 279 CV | Carburatori Bergamo Honda Civic 1.6 VTi 176 CV | Remida BMW 120d 218 CV | Ecu-Tronika Racing Test Renault Clio Cup Newsauto Primo Contatto Honda Civic Type R MY 2017 320 CV Skoda Octavia RS 245 CV Peugeot 308 Restyling GARAGE Tecnica Masse Radianti Posta I consigli dell’esperto Preparazioni 98 Novità dai professionisti del tuning EVENTI Racing Campionato Italiano Accelerazione Tuning Fashion and Tuning U.S. Car Reunion Lotus Meeting Tour Trofeo Master Cup Campionato ER CarAudio 2017 TMR Village WTC La Base Japanese Car Meeting 15º Raduno MX-5 Raduni Sprint Calendari Racing Calendario eventi La mia supercar Miss Martina Meneghini Elenco Club Anteprima Prossimamente su Elaborare ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI  ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€   

Elaborare Luglio-Agosto 2017 Alfa Romeo Giulia

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI  ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€  app-digitali-magazine-tuning-elaborare COVER - Questo mese in copertina l'Alfa Romeo Giulia TM7 180 CV by TecnoMagnesio-TRC Perfomance: che perfomance!   Editoriale NEWS Shop I migliori accessori per la tua auto Accessori Racing Abbigliamento Racing SUPERCAR Top Car Mercedes-AMG S 63 Coupé 740 CV | Fostla Giannini 350 GP Anniversario 350 CV | GRAM Test Drive Alfa Romeo Giulia TM7 180 CV | Tecnomagnesio-TRC Performance Nissan Skyline R34 GT-T 366 CV | FFF Drifting Abarth Grande Punto 272 CV | Bius Power Seat Leon FR TDI 279 CV | Carburatori Bergamo Honda Civic 1.6 VTi 176 CV | Remida BMW 120d 218 CV | Ecu-Tronika Racing Test Renault Clio Cup Newsauto Primo Contatto Honda Civic Type R MY 2017 320 CV Skoda Octavia RS 245 CV Peugeot 308 Restyling GARAGE Tecnica Masse Radianti Posta I consigli dell’esperto Preparazioni 98 Novità dai professionisti del tuning EVENTI Racing Campionato Italiano Accelerazione Tuning Fashion and Tuning U.S. Car Reunion Lotus Meeting Tour Trofeo Master Cup Campionato ER CarAudio 2017 TMR Village WTC La Base Japanese Car Meeting 15º Raduno MX-5 Raduni Sprint Calendari Racing Calendario eventi La mia supercar Miss Martina Meneghini Elenco Club Anteprima Prossimamente su Elaborare ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI  ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 
❌