Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Zalando testa le consegne smart, apriresti la porta senza essere in casa?

di Valerio Porcu

Fareste entrare uno sconosciuto in casa vostra aprendo la porta da remoto? E se fosse un corriere con un pacco? Sembra una proposta indecente ma è proprio quello che ha provato a fare Zalando insieme a Bpost, l’operatore postale principale del Belgio.

In un test svolto in due fasi, infatti, le due aziende hanno scoperto che la maggior parte delle persone è più che pronta ad aprire la porta. Prima hanno provato con 750 persone, delle quali il 50% si è detta “a proprio agio” con questo tipo di servizio. Successivamente hanno installato nelle abitazioni campanelli e serrature smart, controllabili da remoto.

I clienti potevano quindi vedere chi c’era alla porta e aprirla, se si trattava del corriere con il pacco Zalando da consegnare. Risultato? “Nella seconda fase il 90% dei clienti ha affermato di voler continuare a utilizzare questa tecnologia e che una volta installato l’hardware e provato il servizio, ogni dubbio o preoccupazione sono scomparsi in favore dei benefici ottenuti e della comodità riscontrata”.

Dettaglio importante, grazie alle videocamere IP il cliente può seguire in diretta streaming l’operazione, assicurandosi che il corriere consegni il pacco e se ne vada. Se necessario, è anche possibile interagire con l’operatore, magari per dare istruzioni su dove posare il pacco.

Si tratta sicuramente di un ostacolo enorme per la maggior parte di noi, che vivrebbe con sofferenza l’idea di uno sconosciuto che entra liberamente a casa nostra, e per di più perché gli abbiamo aperto noi. Forse però anche in Italia ci sono almeno alcune persone che sarebbero pronte a fare un passo del genere, ammesso e non concesso che sia possibile installare il necessario hardware – ma non dovrebbe essere un problema nella maggior parte delle abitazioni.

In ogni caso Zalando non sembra avere l’intenzione di aggiungere subito questo servizio al suo portfolio. Il test è andato bene e ha prodotto risultati interessanti, come commenta il vice presidente Jan Bartels, ma è opportuno procedere con cautela. “La tecnologia apre una serie di opportunità, ma al tempo stesso vediamo che i consumatori hanno bisogno di essere informati”, commenta infatti il dirigente.

Ad oggi non ci sono sistemi di consegna come quello proposto da Zalando, ma potete comunque dotarvi di un campanello smart per casa vostra.

Project Alias mette i “tappi per le orecchie” a Google Home e Amazon Echo

di Roberto F.

Project Alias è un hack fai-da-te che impedisce ad Amazon Echo e ai dispositivi Google Home di ascoltare le conversazioni quando non dovrebbero farlo

L'articolo Project Alias mette i “tappi per le orecchie” a Google Home e Amazon Echo proviene da TuttoAndroid.

Sharp mette Alexa dentro il forno

di Antonino Caffo

Seguendo la lunga coda del CES 2019, dove gli assistenti vocali hanno giocato un ruolo da protagonisti, è Sharp l’ennesima compagnia a introdurre dei dispositivi integrati con le AI consumer.

Leggi il resto dell’articolo

La Skill di iRobot per Alexa è finalmente disponibile anche in Italia

di Vittorio Pipia
La collaborazione tra Alexa e iRobot per rendere compatibili i robot aspirapolvere dell’azienda statunitense con l’assistente vocale di Amazon era stata annunciata a novembre ma è adesso ufficialmente disponibile anche per l’Italia. Complice il periodo di vacanze appena trascorso, vi sarà forse sfuggito il suo arrivo nell’applicazione Alexa, necessaria per gestire tutti i dispositivi Echo, […]

Yi Home Camera 3: adesso smart con l’intelligenza artificiale

di Andrea Genovese

Yi Home Camera 3 è stata presenta durante il CES di Las Vegas, mantenendo la medesima estetica della versione precedente ma adesso è più “intelligente”.

(...)
Continua a leggere Yi Home Camera 3: adesso smart con l’intelligenza artificiale su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: ,

Da Black Mirror a Savvy Mirror, al CES lo specchio del futuro è smart e con Android

di Alessandro Crea
Da Black Mirror a… Savvy Mirror: lo specchio del futuro arriva ai giorni nostri grazie a Electric Mirror che ha presentato la sua soluzione al CES di Las Vegas. Nel corso degli ultimi due anni di specchi smart se ne sono visti diversi, ma si è sempre trattato di prototipi o di prodotti con software […]

Ikea, la tenda smart si controlla con Alexa, Google Assistant e Apple HomeKit

di Vittorio Pipia
Ikea espande la linea di prodotti TRÅDFRI presentando una tenda smart che si controlla da applicazione e compatibile con tutti gli assistenti vocali ovvero Alexa, Google Assistant e Apple HomeKit. La linea TRÅDFRI è disponibile anche in Italia, con diversi prodotti relativi all’illuminazione domestica smart, che comprendono lampadine, strisce LED, lampadari e lampade di vario […]

LaMetric Sky è un display colorato e compatto che può visualizzare dati in tempo reale sulla parete

di Gerardo Orlandin

LaMetric Sky è una versione più piccola di Nanoleaf e si differenzia da quest'ultima mostrando informazioni tra le quali i conteggi dei social media, i dati sulle vendite e il meteo. Il prodotto è in mostra al CES 2019 e offre pannelli con 32 elementi di luce triangolari di dimensioni più contenute che permettono di realizzare creazioni con una piacevole qualità vetrata e più piccole rispetto a Nanoleaf.

L'articolo LaMetric Sky è un display colorato e compatto che può visualizzare dati in tempo reale sulla parete proviene da TuttoAndroid.

Kena Mobile aumenta i Giga utilizzabili in roaming in UE

di Vincenzo

Kena Mobile ha aggiornato le proprie offerte aumentando i Giga che gli utenti possono sfruttare in roaming nei Paesi dell'Unione europea.

L'articolo Kena Mobile aumenta i Giga utilizzabili in roaming in UE proviene da TuttoAndroid.

Ikea, in arrivo tende smart controllabili con Google Home e Amazon Echo

di Niccolò Proietti Savina

Ikea continua ad investire nel settore della domotica: la catena svedese è in procinto di lanciare delle tende intelligenti controllabili con i più diffusi assistenti vocali.

(...)
Continua a leggere Ikea, in arrivo tende smart controllabili con Google Home e Amazon Echo su Androidiani.Com


© niccoloproietti for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Bticino Living Now è un nuovo smart hub con supporto Alexa

di Lorenzo Spada
Bticino Living Now

Bticino è una delle grandi firme legate all’attrezzatura elettrica sia di livello domestico che di livello industriale, motivo per cui riscuote sempre molta attenzione ogni nuovo prodotto che lancia. In collaborazione con l’azienda madre Legrand (e l’azienda di recente acquista Netatmo), al CES 2019 è stato presentato il nuovo Bticino Living Now, uno smart hub con […]

L'articolo Bticino Living Now è un nuovo smart hub con supporto Alexa proviene da TuttoTech.net.

LG, finalmente il TV OLED che si arrotola arriva sul mercato

di Vittorio Pipia

Il nuovo TV OLED di LG con diagonale da 65 pollici che si arrotola, è stato una chimera per circa un anno. La prima volta presentato come prototipo al CES 2018 e poi avvistato in moltissime ferie e manifestazioni internazionali, tra cui anche IFA 2018, sono passati esattamente 365 giorni per poter vedere una versione pronta a essere commercializzata.

Al CES 2019 LG ha infatti portato un modello quasi definitivo, che adotta diverse soluzioni molto avanzate per garantire il corretto funzionamento nell’uso quotidiano. Il nuovo 65 pollici OLED farà parte del brand Signature di LG, che identifica i prodotti top di gamma con un design particolarmente curato dell’azienda sudcoreana. Il funzionamento è concettualmente molto semplice: quando acceso il sottilissimo pannello da 65 pollici con risoluzione 4K HDR fuoriesce dal supporto dedicato, mentre quando spento viene arrotolato al suo interno.

La realizzazione è chiaramente molto più complicata, in quanto bisogna garantire non solo il corretto funzionamento della procedura, ma anche la durabilità sul lungo termine. Gli ingegneri di LG hanno lavorato sodo e garantiscono adesso che il nuovo TV sarà in grado di fuoriuscire e rientrare per 50.000 volte, ovvero circa 13 anni se l’operazione venisse fatta per 10 volte al giorno.

LG aggiungerà inoltre ulteriori opzioni di garanzia, anche se non ha fornito ulteriori dettagli a riguardo.

Al di là del puro aspetto pratico e di un ingombro notevolmente ridotto quando non si usa il televisore, i vantaggi di avere una TV di questo tipo sono molteplici. LG permette infatti di far fuoriuscire non solo l’intero schermo, ma anche porzioni di esso. Può dunque tornare utile far fuoriuscire solo una piccola parte per leggere le notizie o consultare il meteo, oppure poter visualizzare film e serie TV in formato 21:9 a schermo pieno.

Insomma, tanta flessibilità d’uso in più senza rinunciare all’immersività di un pannello OLED con risoluzione 4K HDR che dovrebbe arrivare sul mercato nella seconda metà del 2019. LG non ha ancora comunicato dettagli in merito al prezzo di vendita.

Se volete un televisore curvo per godere di maggiore immersione durante la visione dei vostri contenuti preferiti, questo Samsung da 49 pollici potrebbe fare al caso vostro.

L'articolo LG, finalmente il TV OLED che si arrotola arriva sul mercato proviene da Tom's Hardware.

CES 2019: Google Assistant su 1 miliardo di device

di Marco Locatelli

Massiccia la presenza di Google al CES di Las Vegas di quest’anno: monorotaie, stand tre volte più grande rispetto all’anno scorso ma, soprattutto, numeri da snocciolare. In occasione dell’apertura della fiera elettronica più importante del pianeta il colosso di Mountain View ha infatti fatto sapere che il suo Assistente Google sarà su un miliardo di dispositivi entro fine gennaio, contro i “solo” 500 milioni dello scorso anno.

Leggi il resto dell’articolo

Google Assistant sarà presto su 1 miliardo di device dopo un 2018 da record

di Vincenzo

Google Assistant sarà presto disponibile su 1 miliardo di dispositivi ed il 2018 da poco concluso è stato un anno da record per gli speaker Google Home.

L'articolo Google Assistant sarà presto su 1 miliardo di device dopo un 2018 da record proviene da TuttoAndroid.

Apple spinge HomeKit al CES 2019

di Marco Grigis

Non è di certo un segreto: Apple non è solita partecipare al CES, eppure ogni anno riesce a far comunque sentire la sua presenza. L’edizione 2019 della kermesse di Las Vegas non sembra fare differenza: il gruppo di Cupertino, infatti, ha avviato alcune iniziative per spingere i prodotti compatibili con HomeKit. Ma non è il tutto, poiché vi è anche un’intensa promozione della linea iPhone.

Leggi il resto dell’articolo

CES 2019: LG presenterà un armadio e uno specchio intelligente

di Francesco Ciannamea

LG sta annunciando la sua line-up per il CES 2019. La società ha svelato due prodotti per la casa: un nuovo Styler e uno Smart Mirror.

(...)
Continua a leggere CES 2019: LG presenterà un armadio e uno specchio intelligente su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Hacker si intrufola su Chromecast, Google Home e SmartTV. Ma la colpa è dei router mal configurati

di Valerio Porcu

Si chiama TheHackerGiraffe ed è un fan sfegatato dello youtuber PewDiePie. Ci tiene così tanto al successo del suo beniamino che qualche settimana fa ha violato decine di migliaia di stampanti, così da consegnare alla scrivania delle vittime un volantino promozionale. E nelle ultime ore è tornato all’attacco prendendo di mira Google Chromecast, Google Home e SmartTV di diverse marche.

I possessori dei dispositivi colpiti così hanno avuto l’occasione di ascoltare, volenti o nolenti, un messaggio che mette in guardia da una vulnerabilità informatica, e già che ci siamo chiede di iscriversi al canale di PewDiePie.

Tecnicamente l’azione non sembra essere delle più raffinate: pare che TheHackerGiraffe abbia realizzato uno script che cerca router accessibili, probabilmente sfruttando Shodan o qualcosa di simile, e poi cerca di riprodurre il video “promozionale”.

Non si può parlare, dunque, di problemi di sicurezza nei dispositivi Google o nei televisori colpiti, ma di un noto problema inerente a router e modem: i dati di accesso sono uguali per tutti i dispositivi e se il proprietario non si prende la briga di cambiarli è relativamente facile accedere senza permesso. Tant’è che in California hanno varato una legge per contrastare il fenomeno – ed è lecito sperare che succeda anche in altri Paesi.

Inoltre, sarebbe opportuno, per chiunque possieda dispositivi connessi a casa o in ufficio, regolare le impostazioni del router affinché questi oggetti non siano raggiungibili dall’esterno. Anche disabilitare la funzione UPGP (Universal Plug and Play) è una buona idea, a meno che non vi serva esplicitamente.

Diversamente si affrontano dei rischi, e a ben guardare azioni come quella di TheHackerGiraffe sono del tutto innocue – sebbene possa spaventare vedersi comparire sul televisore un video non richiesto. Che qualcuno vi spii usando le vostre stesse webcam invece sarebbe meno divertente, o che ascoltino le vostre conversazioni private solo perché non avete pensato di configurare il router come si deve. O magari un giorno il vostro televisore potrebbe dire “Hey Alexa, comprami 3000 rotoli di carta igienica!”.

In ogni caso l’hacker ha pensato bene di togliersi di torno almeno per un po’. Lo ha comunicato lui stesso tramite una lettera aperta; nel testo lascia intendere di essere preoccupato per il suo immediato futuro, e soprattutto eccessivamente stressato dai messaggi privati che ha ricevuto tramite Twitter – da persone che non hanno gradito il suo gesto.

Ma ricorda anche che “ci sono ancora molti dispositivi esposti su Internet“, e raccomanda a tutti noi di metterli in sicurezza. Sottolinea poi che c’è stato anche chi lo ha ringraziato per aver portato alla luce il problema, innescando una risposta positiva che ha reso almeno alcune reti più sicure. Suggerisce a tutti quelli che volessero “seguire il suo esempio”, e diventare hacker etici, di cominciare studiandosi i materiali inclusi in questa pagina.

Se non temete intrusioni illecite o se sapete cambiare la password del router, vale la pena di provare la FireTV Stick.

L'articolo Hacker si intrufola su Chromecast, Google Home e SmartTV. Ma la colpa è dei router mal configurati proviene da Tom's Hardware.

Google Home Hub nasconde un browser Chrome ridotto

di Gerardo Orlandin

Alcuni utenti e siti web hanno notato che in Google Home Hub è presente un'interfaccia che assomiglia molto a un browser Chrome che si comporta come una versione ridotta dello stesso. Il browser in questione viene visualizzato al completamento di una ricerca vocale che restituisce un risultato con informazioni dettagliate come Wikipedia e consente di navigare su altri siti, senza inserire l'URL diretto, se i collegamenti sono presenti nella pagina della popolare enciclopedia online.

L'articolo Google Home Hub nasconde un browser Chrome ridotto proviene da TuttoAndroid.

Xiaomi: svelato Mi Home Projector Lite, il proiettore laser dal prezzo contenuto

di Christian Mazza

Xiaomi ha appena svelato Mi Home Projector Lite, proiettore dalle dimensioni contenute e dal prezzo accessibile destinato, almeno per il momento, al solo mercato cinese. Il nuovo prodotto dedicato all’intrattenimento dell’azienda cinese succede a Mi Laser Projector, presentato nel giugno 2017 e che ha saputo raccogliere diversi consensi. I motivi? Anche qui un prezzo contenuto e caratteristiche tecniche degne di nota.

Proprio questo successo ha spinto Xiaomi a proporre una versione Lite del proiettore laser, rendendola subito disponibile all’acquisto attraverso la piattaforma di crowdfunding Mijia ad un prezzo che non supera i 2.199 Yuan, circa 320 dollari.

Soffermandoci su quelle che sono le caratteristiche di Mi Home Projector Lite, è capace di proiettare uno schermo di dimensioni che possono variare dai 40 ai 200 pollici ad una risoluzione di 1920 x 1080 pixel. Presente il supporto all’HDR 10, con una luminosità fino a 800 ANSI lumen. Ricercato anche il design che propone uno stile minimal ma allo stesso accattivante, sarà possibile sfruttare i comandi vocali per interagire con il dispositivo e gli speaker integrati con certificazione Dolby Atmos e DTS, offriranno la possibilità di beneficiare di una buona qualità audio.

Mi Home Projector Lite disporrà di un software integrato – si tratta di Mi TV – che permetterà la fruizione di contenuti come film e serie TV. Il pacchetto si completa con un’uscita HDMI, una porta USB e jack audio. Come abbiamo accennato in precedenza, la commercializzazione di Mi Home Projector Lite è prevista per il solo mercato cinese ma non è da escludere che, come accaduto con Mi Laser Projector, il nuovo prodotto di casa Xiaomi arrivi anche da noi.

Xiaomi Mi 8 è caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo e con a bordo lo Snapdragon 845 è acquistabile a 424 euro attraverso Amazon. Lo trovate a questo link.

L'articolo Xiaomi: svelato Mi Home Projector Lite, il proiettore laser dal prezzo contenuto proviene da Tom's Hardware.

Google Assistant permette di fare beneficenza

di Marco Locatelli

Effettuare donazioni attraverso Google Play Store era già possibile dall’inizio del mese scorso grazie ad una funzione integrata nella piattaforma di Android, ma d’ora in avanti questa opzione sarà possibile anche attraverso Google Assistant, quindi in maniera molto più semplice e veloce.

Leggi il resto dell’articolo

❌