Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 20 Aprile 2019RSS feeds

Google Chrome desktop: finalmente in arrivo la modalità lettura

di Alessandro Signori

Nonostante la maggior parte dei browser web su desktop utilizzi questa funzionalità già da tampo, Chrome non l’ha ancora implementata ma, finalmente, ha dato il via ai primi test per mettersi in pari.(...)
Continua a leggere Google Chrome desktop: finalmente in arrivo la modalità lettura su Androidiani.Com


© alessandrosignori for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Google Opinion Rewards è tutta nuova con il Material Theme, finalmente

di Marco Grasso

Finalmente è arrivato il turno di Google Opinion Rewards, che con la versione 2019040804 può vantare alla fine la nuova veste grafica del Material Theme, così come molte altre app di Google.

L'articolo Google Opinion Rewards è tutta nuova con il Material Theme, finalmente proviene da TuttoAndroid.

Ecco come cambieranno Google Lens e App Google: vediamo le novità in arrivo

di Gerardo Orlandin

L'App Google 9.72 beta oscura alcune funzionalità, come i promemoria e i suggerimenti intelligenti e aggiunge alcune novità e bug. Questo aggiornamento posiziona cinque filtri nella parte inferiore dell'interfaccia di Google Lens, ognuno dei quali probabilmente attiva delle modalità specifiche dedicate a ristoranti, acquisti e traduzioni per ottenere risultati più raffinati. La Ricerca Google questa settimana ha ricevuto una nuova scheda meteo, tuttavia la versione 9.72 presenta un bug in cui il nuovo risultato della ricerca è l'unico modo disponibile per vedere la previsione, in quanto l'app dedicata non si avvia. Gli elenchi di podcast nella Ricerca Google ora consentono agli utenti di ordinare gli episodi in base al più recente o al meno recente per i vari show.

L'articolo Ecco come cambieranno Google Lens e App Google: vediamo le novità in arrivo proviene da TuttoAndroid.

Qualcomm sarebbe già al lavoro sul SoC Snapdragon 735 a 7 nm con modem 5G

di Paolo Giorgetti

Iniziano a spuntare le prime indiscrezioni sul prossimo SoC di fascia medio-alta di Qualcomm: ecco tutto quello che sappiamo sullo Snapdragon 735, che dovrebbe avere un modem 5G.

L'articolo Qualcomm sarebbe già al lavoro sul SoC Snapdragon 735 a 7 nm con modem 5G proviene da TuttoAndroid.

Kojima ha in mente un gioco per Google Stadia?

di Giacomo Todeschini
A quanto pare Google Stadia, l’enigmatica console di Google, gode di un inaspettato quanto prezioso estimatore. Hideo Kojima sembra infatti apprezzare particolarmente l’idea alla base del game streaming. La deriva dei contenuti disponibili tramite tale tecnologia è anzi uno dei più grandi sogni del game designer giapponese, che spera un giorno di fruire di qualsivoglia […]

Compaiono in rete le prime custodie per Pixel 3a e Pixel 3a XL

di Giovanni Pardo

In rete sono trapelate le foto di due case "Made for Google Pixel" di Case-Mate dedicati a Google Pixel 3a e Pixel 3a XL.

L'articolo Compaiono in rete le prime custodie per Pixel 3a e Pixel 3a XL proviene da TuttoAndroid.

Il tasto dedicato a Google Assistant in arrivo su più Chromebook e vari accessori

di Roberto F.

In futuro dovrebbe essere sempre più semplice utilizzare Google Assistant grazie ad un apposito pulsante implementato in tastiere e altri accessori

L'articolo Il tasto dedicato a Google Assistant in arrivo su più Chromebook e vari accessori proviene da TuttoAndroid.

Addio a Inbox by Gmail: ora non funzionano più nemmeno i rimedi alternativi

di Roberto F.

Pare che ora nemmeno con le precedenti versioni di Inbox by Gmail sia consentito l'accesso al servizio, che può essere quindi considerato definitivamente cessato

L'articolo Addio a Inbox by Gmail: ora non funzionano più nemmeno i rimedi alternativi proviene da TuttoAndroid.

Ieri — 19 Aprile 2019RSS feeds

Fotocamera subacquea: le migliori da comprare

di Giuseppe Brandi
In questa guida sempre aggiornata vi consiglieremo la miglior fotocamera subacquea da comprare. Nel mondo della fotografia ci sono migliaia di tipologie di macchine fotografiche disponibili all’acquisto, ognuna con le proprie caratteristiche e i suoi punti leggi di più...

La UE vara nuove regole per avere maggiore trasparenza da parte di Amazon, Google, Facebook e Instagram

di Lorenzo Spada
Unine Europea film e serie TV europa catalogo

Nonostante l’errata in vigore del GDPR, il Parlamento Europeo considera la situazione attuale legata agli e-commerce e ai social network una sorta di “Far West”, con ognuno dei concorrenti che interpreta a modo proprio le regole. A tal proposito il Consiglio Europeo ha varato delle nuove regole che garantiranno una maggiore trasparenza che copre non […]

L'articolo La UE vara nuove regole per avere maggiore trasparenza da parte di Amazon, Google, Facebook e Instagram proviene da TuttoTech.net.

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

di Redazione

Automobilisti italiani

Secondo un recente rapporto della Cgia di Mestre il numero di multe per infrazioni stradali è aumentato del +81% in dieci anni, eppure la stragrande maggioranza (il 79,5%) degli automobilisti italiani si autodefinisce coscienziosa e rispettosa delle regole del Codice della Strada. Che dire, forse qualcuno mente e abbiamo il sospetto che non sia la Cgia…

GLI ITALIANI E LA SICUREZZA STRADALE

L’auto-assoluzione degli automobilisti di casa nostra è emersa nel primo ‘Osservatorio Continental sulla Sicurezza Stradale’, realizzato dall’omonima azienda di pneumatici con Euromedia Research. L’indagine ha posto varie domande a un campione di intervistati per tracciare una fotografia del vissuto, delle percezioni, dei valori e delle aspettative degli utenti della strada in merito alla sicurezza, con lo scopo ultimo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di adottare comportamenti sicuri alla guida. Soprattutto in un contesto in cui, dati Ocse alla mano, il 93% degli incidenti stradali continua a derivare dal comportamento dei conducenti.

L’AUTO È SICURA PER I CONDUCENTI MA NON PER I PEDONI

Ma vediamo i risultati. Innanzitutto l’automobile si è confermata di gran lunga il mezzo di trasporto più utilizzato (78,2%), facendo però emergere un dato contraddittorio. Se l’auto è ancora percepita come il mezzo di trasporto più sicuro per sé (44,1%), nel contempo buona parte degli intervistati (68%) ha bollato il veicolo a quattro ruote come il più pericoloso in assoluto per la paura di essere investiti. La cosa in realtà non ci sorprende. Nella malaugurata ipotesi di un contatto ravvicinato tra un’auto e un pedone, corre decisamente più rischi quest’ultimo e non viceversa…

GLI AUTOMOBILISTI ITALIANI SI AUTO-ASSOLVONO

La parte più interessante del sondaggio è però risultata un’altra. Quella in cui, come anticipavamo all’inizio, il 79,5% degli italiani ha risposto di non percepirsi affatto come un pericolo per la sicurezza stradale. Definendosi, udite udite, “rispettoso delle regole indipendentemente dalla presenza di un controllo” e, con percentuale salita all’87,4%, “assolutamente sicuro delle proprie capacità al volante di un mezzo di trasporto”. Solo un 8,7% di onesti temerari ha dichiarato di rispettare le regole soltanto in presenza di un controllo.

LA SICUREZZA SULLE STRADE DIPENDE SOPRATTUTTO DAI GUIDATORI

Gli automobilisti italiani sono stati poi chiamati a dare soluzioni per avere maggiore sicurezza sulle strade. Il 34,9% ha risposto che bisogna contare in primis sul senso di responsabilità dei guidatori. Una percentuale più bassa, il 16,7%, ha optato invece per una maggiore severità da parte delle Forze dell’Ordine attraverso una presenza più massiccia sulle strade. Mentre un buon 15,5% ha chiamato direttamente in causa le aziende che producono automobili e pneumatici, chiedendo di dar vita a nuovi sistemi di sicurezza tecnologici. Richiesti soprattutto dispositivi di frenata più efficaci e sensori di rilevazione della stanchezza.

L'articolo Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole proviene da SicurAUTO.it.

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno

di Redazione

Secondo i dati che emergono dallo studio di Federpneus, associazione nazionale dei rivenditori specializzati di pneumatici, il controllo della pressione delle gomme aiuterebbe gli automobilisti a risparmiare  in media circa 83 euro all’anno. Non solo risparmio in termini di soldi, attenzione, ma anche più sicurezza e cura dell’ambiente con le emissioni di CO2 che diminuirebbero di circa 120 kg. Vediamo in dettaglio.

GOMMA GIÙ, CONSUMI SU

Partiamo proprio dalla relazione tra pressione delle gomme e i consumi. Una pressione troppo bassa dei pneumatici comporta una maggior resistenza al rotolamento. Quest’ultima aumenterebbe il consumo di carburante di circa il 4%. Calcolando una percorrenza media annuale di 15.000 km con un consumo medio di 12 km/l, i litri consumati in un anno sono 1.250. A questi andrebbero aggiunti i circa 50 litri dovuti ad un gonfiaggio troppo basso dei pneumatici. Al costo medio attuale del carburante si stima così un aumento di spese di circa 83 euro all’anno.

PIÙ INQUINAMENTO E PIÙ USURA

Non solo risparmio di soldi ma anche una diminuzione notevole delle emissioni di CO2 e intervalli di cambio aumentati. Infatti considerando una produzione di circa 2,4 kg di CO2 prodotta da un litro di benzina e i 50 litri in più si arriverebbe a 120 kg di anidride carbonica prodotti in un anno. Inoltre, la durata dei pneumatici diminuirebbe di circa il 45%. Ciò implica una diminuzione nell’intervallo di sostituzione dei pneumatici con un rilevante effetto economico per l’automobilista.

CONTROLLO PERIODICO

Quali sono i principali modi per evitare lo spreco di soldi? Secondo Paola Colombo, responsabile prodotto auto e LCV Michelin, il principale accorgimento è il controllo della pressione dei pneumatici. Quest’ultimo deve avvenire almeno una volta al mese e prima dei lunghi viaggi, rigorosamente a freddo. Inoltre, far controllare gli pneumatici fa aumentare la sicurezza nella circolazione su strada degli automobilisti. Il consiglio è di far compiere queste verifiche a rivenditori specializzati che, grazie alle loro conoscenze tecniche e attrezzature aggiornate, possono garantire una messa in strada sicura della gomma.

L'articolo Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno proviene da SicurAUTO.it.

Xiaomi a lavoro su due top di gamma con fotocamera pop-up?

di Lucia Massaro
Alla ricerca di design sempre più borderless, i produttori hanno cominciato a proporre soluzioni innovative per ridurre all’osso le cornici. Tra notch e fori sul display, si sono fatte strada anche le fotocamere a scorrimento e quelle pop-up. Pare proprio che Xiaomi sia a lavoro su quest’ultima soluzione per ben due smartphone top di gamma, […]

Google Home riprodurrà musica senza annunci da YouTube Music

di Simone Pozzebon

Google ha annunciato oggi sul blog di YouTube che chiunque abbia Google Home o Google Home Mini potrà riprodurre musica senza annunci da YouTube Music.
Ma annuncia che questa funzione non permette di selezionare e scegliere quali brani o album si desidera ascoltare.(...)
Continua a leggere Google Home riprodurrà musica senza annunci da YouTube Music su Androidiani.Com


© simonepozzebon for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Rende il suo Pixel difettoso, chiede il rimborso ma riceve dieci Google Pixel 3

di Giuseppe Biondo

La vicenda ha come teatro gli Stati Uniti, con un utente che ha mandato indietro il suo Google Pixel 3 difettoso chiedendo il rimborso di quanto speso

L'articolo Rende il suo Pixel difettoso, chiede il rimborso ma riceve dieci Google Pixel 3 proviene da TuttoAndroid.

Gomorra stagione 4, in arrivo due nuovi episodi su Sky Atlantic!

di Francesco Caputo
Le vicende della quarta stagione di Gomorra proseguono con due nuovi episodi, che saranno trasmessi in prima tv esclusiva venerdì 19 aprile alle 21.15 su Sky Atlantic e Sky Cinema Uno, anche in 4K HDR per i clienti Sky Q e disponibili già dal già dal mattino di venerdì, prima della messa in onda serale, […]

La nuova app NiceLock porta le funzionalità di Samsung Good Lock anche in Europa

di Giovanni Pardo

Nice Lock porta le funzioni di Samsung Good Lock anche nelle regioni in cui normalmente non è disponibile, come qui in Europa.

L'articolo La nuova app NiceLock porta le funzionalità di Samsung Good Lock anche in Europa proviene da TuttoAndroid.

Nissan produrrà il 15% di auto in meno: l’effetto Ghosn e le azioni in calo

di Redazione

Non sembra essere un bel momento, per Nissan. La Casa nipponica, dopo l’uscita di scena del numero uno Carlos Ghosn, taglierà la produzione del 15% per quest’anno fiscale, che per le aziende giapponesi va da marzo 2019 a marzo 2020. L’operazione, annunciata dal Nikkei, il più importante giornale finanziario del Giappone, rappresenta la più significativa riduzione a livello produttivo dell’ultimo decennio per la Casa. E arriva proprio in un momento in cui cerca di riguadagnare quote di mercato su mercati strategici, come quello statunitense, in cui è in sofferenza.

LE AZIONI TENGONO IL VALORE

Rispetto allo scorso anno, le azioni Nissan quotate alla borsa di Tokyo hanno subito un consistente calo, perdendo oltre il 15%. Da gennaio 2019, però, il titolo tiene e, anzi, mostra deboli segni di ripresa. Pari andamento hanno registrato anche a Wall Street. Proprio quando lo shock dell’arresto di Ghosn, che a fine gennaio si è dimesso da tutte le cariche, arriva questa nuova doccia fredda.

4,6 MILIONI DI AUTO IN UN ANNO

A quanto riportato dal Nikkei, che è il più importante quotidiano economico giapponese, Nissan avrebbe comunicato ai propri fornitori che per l’anno fiscale appena iniziato avrebbe previsto di produrre soltanto 4,6 milioni di auto. Questa mossa, se confermata, avrebbe due conseguenze negative. Potrebbe indebolire l’alleanza con Renault e limerebbe ulteriormente i guadagni che, secondo le previsioni, dovrebbero attestarsi intorno ai 3,58 miliardi di euro: il 22% in meno. Si tratterebbe del peggior risultato economico dal 2013.

IN ATTESA DI CONFERME

Al momento da parte di Nissan non arrivano dichiarazioni ufficiali. Unico commento alle dichiarazioni del Nikkei è arrivato via mail. Nella comunicazione la Casa si è limitata a chiarire che le notizie riportate dal quotidiano finanziario non si basano su annunci o informazioni diramati da Nissan. Ma altri chiarimenti al riguardo non sono stati resi noti. Di certo, per il nuovo consiglio dell’Alleanza, che sarà nominato a breve da Jean-Dominique Senard, Presidente di Renault, Hiroto Saikawa, nuovo CEO di Nissan, Thierry Bolloré, CEO di Renault e Osamu Masuko, CEO di Mitsubishi Motors, ci sarà molto da lavorare. La strada per superare l’era Ghosn, che per quanto sia stato criticato in tempi recenti anche per gli enormi compensi ha fatto crescere la Casa con continuità, non sarà in discesa.

L'articolo Nissan produrrà il 15% di auto in meno: l’effetto Ghosn e le azioni in calo proviene da SicurAUTO.it.

Google Home accoglie Youtube Music, streaming musicale gratuito

di Dario D'Elia
I possessori italiani di Google Home, oltre quelli di altri 14 Paesi, da ieri possono accedere gratuitamente a YouTube Music. Il servizio di streaming musicale gratuito, basato su pubblicità analogamente a Spotify Free, a questo punto è gestibile comodamente sia tramite l’app omonima per smartphone Android e iPhone che su tutta l’intera linea di prodotti […]

Voleva sostituire un Pixel 3 in garanzia, Google gliene spedisce 10

di HDblog.it

Google è scesa in campo in prima persona nel business degli smartphone oltre tre anni fa con i nuovi Pixel, ma ci sono ancora alcuni aspetti che vanno migliorati. L'ultimo, curioso caso riguarda un utente statunitense che ha chiesto una sostituzione per un Pixel 3 difettoso. Google l'ha accordata, ma il meccanismo funziona in un modo un po' peculiare: si spedisce indietro l'unità difettosa, e intanto se ne compra un'altra pagandola con il proprio denaro. Quando Google riceve il pacco, rimborsa il secondo acquisto.

Ebbene, Google non ha restituito i soldi, ma ha inviato ben 10 smartphone al malcapitato (si fa per dire) invece di uno solo - ognuno in un pacco separato. Calcolando il prezzo di listino in Italia, si tratta di 8.999 euro di "rimborso"! Degno di nota il particolare per cui dal Google Store non sarebbe possibile fare un acquisto del genere nemmeno volendo: il limite è di due acquisti per account.

L'utente su Reddit ha spiegato che, benché non ritenga di avere un obbligo legale, sta comunque cercando di fare la cosa giusta e restituire i 9 Pixel 3 in surplus. Prima, però, vorrebbe il rimborso completo del denaro speso. Altrimenti, cercherà di vendere i dispositivi - e magari anche farsi una bella vacanza alla salute di Google - che comunque ha già contattato l'utente su Reddit e promette una risoluzione della disputa in privato.


Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, compralo al miglior prezzo da Media World a 299 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

❌