Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 18 Ottobre 2019RSS feeds

Offerte Amazon Smart Home: sconti su domotica, elettrodomestici e Fai-da-Te!

di Manuel Baldassarre
Nelle Offerte Amazon Smart Home troverete costantemente aggiornate le offerte che Amazon dedica ai suoi utenti, con sconti ed offerte lampo su tantissime categorie differenti come: SmartTV, domotica, pulizia della casa, sicurezza e sorveglianza, elettrodomestici e molto leggi di più...

Incidente auto e dolore al collo: 4 consigli per evitare il colpo di frusta

di Donato D'Ambrosi

Le conseguenze di un incidente auto anche banale, oltre ai danni al veicolo, si manifestano fin da subito con forti dolori al collo legati al colpo di frusta. Piuttosto che affrontare le problematiche post incidente oggi vogliamo proporvi alcuni consigli che ogni automobilista dovrebbe conoscere e adottare al volante. Evitare i rischi di un colpo di frusta e quindi i dolori al collo in caso d’incidente è molto semplice, basta dedicare qualche minuto a se stessi prima di partire.

1.LA POSIZIONE DEL SEDILE PREVIENE I DOLORI AL COLLO

Siamo d’accordo sul fatto che condividere l’auto in famiglia comporta continue discussioni sugli oggetti lasciati in giro, la pulizia e l’ordine nel bagagliaio. Ma il primo consiglio per evitare dolori al collo e alla schiena anche se non si viene coinvolti in un incidente è regolare correttamente la distanza e l’inclinazione dello schienale. Non si potrà certo farne una colpa agli altri conducenti della famiglia se hanno una corporatura diversa. Quindi assieme ai retrovisori regolate anche lo schienale e la seduta in modo che stendendo in avanti il braccio, il polso arrivi sulla sommità del volante.

2.IL COLPO DI FRUSTA E L’ALTEZZA DEL POGGIATESTA

L’inclinazione ottimale dello schienale dell’auto per guidatori e passeggeri non può essere casuale e votata esclusivamente al confort. Per evitare dolori al collo e le conseguenze di un colpo di frusta non si può guidare semi distesi come dal dentista o protratti in avanti come alla tastiera di un pc. L’inclinazione dello schienale e la regolazione lombare devono permettervi di sentire con la nuca la parte centrale del poggiatesta. L’altezza del poggiatesta va regolata in modo che il poggiatesta sia allineato alla testa dell’occupante, come mostra la foto di copertina. Questo in particolare serve alle persone di statura maggiore della media.

3.POGGIATESTA POSTERIORI E COLPO DI FRUSTA

Il colpo di frusta è una conseguenza post incidente che può interessare sia i passeggeri anteriori che quelli posteriori. Questo rischio però trova spesso scarse misure di prevenzione soprattutto nelle utilitarie più economiche e diffuse in città. In città è statisticamente più facile essere coinvolti in un tamponamento posteriore eppure i poggiatesta posteriori sono un optional che su alcuni allestimenti d’accesso neppure si possono avere (Vedi la Fiat Panda 1.2 Pop). Meglio investire qualche soldo anche nella sicurezza dei passeggeri posteriori.

4.POGGIATESTA ATTIVI CONTRO IL COLPO DI FRUSTA

E’ vero che quando si decide l’acquisto di un’utilitaria molto spesso è il budget ad attirare l’ago della bilancia. Tuttavia se volete evitare davvero le conseguenze del colpo di frusta vi consigliamo di non sottovalutare le auto che hanno i poggiatesta attivi. Sono un dispositivo sempre più diffuso anche sulle utilitarie, in particolare ai posti anteriori, che hanno un peso importante anche nella valutazione dei crash test. Per prevenire i dolori al collo di chi soffre di cervicale sono indispensabili la telecamera posteriore e i sensori di parcheggio. Ma anche mettendo in conto la possibilità di un colpo di frusta in un banale tamponamento da città ci si mette al riparo al meglio da evitabili dolori al collo.

The post Incidente auto e dolore al collo: 4 consigli per evitare il colpo di frusta appeared first on SicurAUTO.it.

Sareste disposti a pagare per caricare video completi nel cloud? Wyze ci sta pensando

di Gerardo Orlandin

Wyze sta testando la nuova funzionalità Complete Motion Capture nella versione 2.6 beta dell'app, un'opzione a pagamento che permette di caricare eventi completi sul cloud senza restrizioni.

L'articolo Sareste disposti a pagare per caricare video completi nel cloud? Wyze ci sta pensando proviene da TuttoAndroid.

Ieri — 17 Ottobre 2019RSS feeds

Recensione Microtech e-book Pro: molto equilibrato nella fascia bassa

di Leonardo Zannini
Probabilmente molti di voi non conosceranno Microtech, o comunque la conosceranno da poco. Infatti Microtech è un’azienda italiana che produce notebook e convertibili 2-in-1 molto interessanti a prezzi buoni e con caratteristiche hardware sicuramente non leggi di più...

L’Oxford English Dictionary aggiunge alcune parole provenienti da Star Wars

di Lorenzo Ferrero
Grazie ad un recente aggiornamento della sua lista di parole, l’Oxford English Dictionary ha dato ufficialmente il benvenuto a diversi termini provenienti dall’universo di Star Wars, che entrano così a far parte del linguaggio moderno di uso comune. Leggi anche: Star Wars: chi è il più potente Jedi? Ce lo spiega una teoria! L’Oxford English […]
Meno recentiRSS feeds

Se Monkey D. Luffy fosse stato un Ronin, recensione della statua di Banpresto

di Matteo Garattoni
Oggi abbiamo il piacere di recensire un prodotto davvero originale, facente parte della linea One Piece BWFC – Banpresto World Figure Colosseum – che ritrae Monkey D. Luffy (Rufy/Rubber nell’edizione italiana) in abiti da Samurai. L’idea dell’artista autore della statua,  Noriuki Yamaguchi di Zero Studio, era proprio quella di creare un prodotto che nascesse da un “what […]

Amazon Blink XT2, una videocamera di sorveglianza che dialoga con Alexa

di Dario D'Elia
La nuova videocamera di sorveglianza Blink XT2 di Amazon è appena arrivata in Italia. Si tratta di un modello intelligente sviluppato per operare sia in ambienti esterni che interni grazie anche alla presenza di una batteria ricaricabile; non manca poi uno schermo HD da 1080p abbinato a microfonazione bidirezionale. Quest’ultima offre maggiore sicurezza consentendo di conversare […]

Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti

di redazione

L’Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti è stata realizzata “a motore chiuso”. Questo Multiair infatti è più coppioso, regolare e piacevole da guidare di un T-Jet con pari elaborazione, più rapido a salire di giri oltre i 5.000 e più pieno da 2.000 a 4.000 g/m.

Forse, con una preparazione estrema e con camme più spinte, il T-Jet può dare qualcosa di più agli alti regimi, ma se consideriamo il punto di partenza e quanto fossero indecenti i primi Multiair elaborati, ci si può rendere conto di quanto le cose possano trasformarsi in modo più o meno veloce, anche quando hai in mente un’idea ben radicata.

Abarth Punto Evo elaborata

La preparazione di questa Abarth Punto Evo è stata eseguita “a motore chiuso” su un’unità che ha percorso oltre 120.000 km. La proprietaria ci ha tenuto a sottolinearlo in quanto, almeno nei primi periodi, il Multiair si fece conoscere per la delicatezza del sistema di fasatura e alzata variabile della camma di aspirazione.

Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti
Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti

Se è vero che alcuni inconvenienti furono riscontrati nelle prime forniture, è altrettanto vero che in molti non seguirono le precise indicazioni Fiat in merito al tipo di olio motore da utilizzare e agli intervalli di manutenzione. Chi ha sempre usato il giusto lubrificante, e soprattutto, chi ha effettuato i tagliandi ad intervalli più frequenti, di problemi ne ha avuti molti meno di chi non è stato altrettanto ligio.

Abarth Punto Evo modificata

Sulla Abarth Punto Evo modificata la messa a punto della mappatura della centralina elettronica di gestione è stata effettuata sul banco prova frenato di Elaborazioni Taglienti, dove si sono ottenuti 268 CV di potenza a 6.000 g/m e 34 kgm di coppia a 3.700 g/m con una pressione di sovralimentazione di 1,6 bar di picco e 1,5 costanti. Valori praticamente da record in Italia, ma quello che conta di più è l’andamento delle curve: a 3.500 g/m ci sono già 165 CV a disposizione. Infine troviamo il camber kit da 1,75°, gli ammortizzatori Bilstein B12 con molle Eibach e gli immancabili tubi freno in treccia.

Scheda tuning Abarth Punto Evo by Elaborazioni Taglienti
Turbocompressore Mitsubishi TD04 con girante in avional 900€
Intercooler frontale 8 lt 350€
Airbox BMC CDA 200 €
Iniettori Bosch EV14 390 cc 150€
Impianto di scarico artigianale completo da 63 mm 350€
Tubazioni intercooler in alluminio €300
Pop- off HKS 170€
Mappatura ECU Elaborazioni Taglienti 500€ 
Ammortizzatori Bilstein B12, molle Eibach 1.000€
Camber kit da 1.75° 120€
Tubi freno in treccia €200
Manodopera €1.500

Motore Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti
Motore Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti

Cerca l’Abarth Punto Evo nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Abarth Punto Evo by Elaborazioni TAglienti è su Elaborare 253.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 253 Ottobre 2019 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 € 

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Cover Elaborare Ottobre n° 253 2019

L'articolo Abarth Punto Evo elaborata 268 CV con preparazione Elaborazioni Taglienti proviene da ELABORARE.

Offerte Amazon di oggi: smartphone, portatili e tanti gadget in super sconto!

di Giuseppe Spera
Nelle Offerte Amazon del Giorno troverete costantemente aggiornate le offerte che Amazon dedica ai suoi utenti, con sconti ed offerte lampo su tantissime categorie differenti come: smartphone, accessori, computer, gaming, fotografia, elettronica e molto altro! leggi di più...

Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali

di Donato D'Ambrosi

Scegliere i migliori pneumatici invernali prima che inizi l’obbligo con le ordinanze invernali è la strategia di chi investe sulla sicurezza di guida piuttosto che cercare una marca di gomme qualsiasi a prezzo stracciato. Se la temperatura scende stabilmente sotto i 10 °C montare le gomme invernali diventa fondamentale al di là delle ordinanze sulle gomme o le catene da neve. Se si guida un’auto ad alte prestazioni poi, montare le gomme invernali giuste permette anche di risparmiare soldi sulla durata delle gomme nel tempo. Con l’inverno alle porte Goodyear ha rinnovato completamente la gamma di pneumatici invernali con le UltraGrip9+, dalle utilitarie alle sportive, ecco come migliorano frenata e durata su ghiaccio.

PNEUMATICI INVERNALI GOODYEAR 2019

Gli pneumatici invernali Goodyear UltraGrip Performance+ migliorano le prestazioni sulle auto sportive, nella guida su asciutto e bagnato, grazie a due tecnologie. La Traction Protect Technology sfrutta una mescola contenente resina che migliora l’elasticità e il ripristino della forma dello pneumatico e migliora l’aderenza in frenata. La Winter Grip Technology, invece, consiste in un nuovo mix di mescole che forniscono una maggiore elasticità della gomma a bassa temperatura su neve e ghiaccio.

DURATA MIGLIORATA DEGLI PNEUMATICI INVERNALI

Con la nuova gamma UltraGrip 9+, Goodyear ottimizza la durata delle gomme invernali. La tecnologia Mileage Plus protegge il pneumatico dalle rotture e dal distacco di pezzi di gomma provocati dalle avverse condizioni stradali. Analogamente alle altre gomme invernali, la Winter Grip Technology assicura un’aderenza migliorata su neve e ghiaccio.

PNEUMATICI INVERNALI PER VAN

La sicurezza degli pneumatici invernali non esclude anche i mezzi da lavoro, dove peso e dimensioni richiedono abilità e dotazioni all’altezza. Con miglioramenti del disegno del battistrada e delle mescole della gomma, il nuovo Goodyear UltraGrip Cargo per i veicoli commerciali è pensato per migliorare le performance ma contenere anche i costi di utilizzo. L’introduzione di UltraGrip Performance+ sarà graduale, con più dell’60% delle misure disponibili già da settembre così come tutte le misure di UltraGrip 9+ e UltraGrip Cargo.

The post Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali appeared first on SicurAUTO.it.

Migliori smartphone Android | La classifica di ottobre 2019

di Marco Grasso

Quali sono i migliori smartphone Android? Quale smartphone Android acquistare? Sei arrivato nella pagina giusta, quella che ti illustrerà la nostra classifica dei migliori smartphone Android aggiornata a ottobre 2019, per cui con tutte le ultime novità offerte da tutti i produttori come Samsung, Huawei, Honor, LG, Sony, Xiaomi, OnePlus, ecc. Il mercato degli smartphone […]

L'articolo Migliori smartphone Android | La classifica di ottobre 2019 proviene da TuttoAndroid.

Xiaomi Mi9 lite: migliori cover e pellicole di vetro

di Valentino Viscito
Xiaomi sta ampliando sempre più il suo catalogo con prodotti per ogni fascia di prezzo e dalle caratteristiche sempre allettanti. Non è da meno il nuovo Xiaomi Mi9 lite, che va ad accrescere la già leggi di più...

Io, Robotto: la storia dei robot in mostra a Milano

di Mabelle Sasso
Io, Robotto – Automi da compagnia è una mostra a cura di Massimo Triulzi, che vuole comunicare ai suoi visitatori un tema diverso della tecnologia: il rapporto emotivo che si crea tra gli esseri umani e i robot. Io, Robotto, in mostra presso la Fabbrica del Vapore di Milano, affronta il tema del rapporto uomo […]

OnePlus 7T e OnePlus 7T Pro: per voi un buono di 10 euro!

di Manuel Baldassarre
Il 10 Ottobre OnePlus ha presentato quello che sembra essere lo smartphone più veloce mai realizzato: il OnePlus 7T Pro, con a bordo il nuovo Snapdragon 855+. Con uno speciale codice sconto però, voi lettori di leggi di più...

Smartphone top di gamma: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questa guida costantemente aggiornata vi parleremo degli smartphone top di gamma, una fascia sicuramente molto costosa, ma che vi darà anche molte soddisfazioni nell’uso quotidiano, in quanto tutti questi smartphone sono il meglio disponibile leggi di più...

Smartphone 400 euro: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questo articolo costantemente aggiornato vi parleremo dei migliori smartphone a 400 euro, una fascia di prezzo davvero interessante. Al suo interno è possibile trovare dispositivi davvero incredibili e anche qualche top di gamma oramai leggi di più...

FBI, l’uso non autorizzato dei dati di sorveglianza dell’NSA ha violato la privacy degli americani

di Alessandro Crea
Tra il 2017 e il 2018 l’FBI (Federal Bureau of Investigation) ha effettuato decine di migliaia di accessi non autorizzati ai database di sorveglianza dell’NSA (National Security Agency) relative a cittadini statunitensi, violando così sia la legge che regola le autorizzazioni al programma di sorveglianza utilizzato, sia il Quarto Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti. […]

Power Bank per tutte le tasche: ecco i migliori a ottobre 2019

di Irven Zanolla

Power Bank – Nonostante la capacità delle batterie degli smartphone stia aumentando, e i nuovi chipset siano in grado di ottimizzare i consumi, non è così raro ritrovarsi con la batteria scarica e nessun caricabatterie a disposizione. La soluzione migliore, ovunque vi troviate, è rappresentata dai power bank, quelle batterie portatili che permettono di ricaricare lo smartphone, e […]

L'articolo Power Bank per tutte le tasche: ecco i migliori a ottobre 2019 proviene da TuttoAndroid.

Google Documenti, Fogli e Presentazioni si rifanno il look su Android

di Gerardo Orlandin

Il feed ufficiale del team di G Suite annuncia un nuovo design per le app Google Documenti, Fogli e Presentazioni e sebbene non ci siano novità in termini di funzionalità, ora sono presenti dei miglioramenti visivi, tra i quali un elenco di documenti ridisegnato, caratteri più leggibili, controlli più coerenti e un'iconografia aggiornata.

L'articolo Google Documenti, Fogli e Presentazioni si rifanno il look su Android proviene da TuttoAndroid.

Smartphone 200 euro: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questa guida costantemente aggiornata vi parleremo dei migliori smartphone 200 euro sul mercato. La fascia dei device sui 200 euro è ancora una fascia bassa, ma negli ultimi anni tantissime aziende hanno puntato a leggi di più...
❌