Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Ford vuole sfidare la Tesla Model Y

di Filippo Vendrame

Ford sfida apertamente Tesla e la sua Model Y. Come noto, il costruttore americano si sta preparando a lanciare il suo primo vero veicolo elettrico. Si dovrebbe trattare di un crossover progettato da zero, ispirato alla Mustang e che dovrebbe a questo punto porsi in diretta concorrenza con la Tesla Model Y. Con l’arrivo di Jim Hackett come CEO dell’azienda, Ford ha virato seriamente verso la mobilità elettrica. Il nuovo CEO ha costituito un nuovo gruppo interno, chiamato “Team Edison”, per supervisionare i programmi dedicati alle auto elettriche.

Leggi il resto dell’articolo

Ford Fiesta ST: novità hitech per i clienti sportivi

di Redazione

Su molte auto ormai non é raro trovare pulsanti che attivano specifici programmi per aumentare le prestazioni. Incidono sulla potenza, sulla prontezza del motore e del cambio e anche il comportamento dello sterzo e del telaio. Nessuno però aveva ancora pensato di farlo tramite lo smartphone. L’idea è degli specialisti di Mountune, azienda poco nota ai più ma conosciuta dagli appassionati di auto elaborate, in particolare Ford. Sì, perché sono già diversi anni che questa factory californiana offre kit per elaborare le auto dell’Ovale Blu, in particolare Ford Fiesta ST e Ford Focus ST e RS, approvati dalla Casa che oltre a confermare la garanzia anche per le vetture così modificate su alcuni mercati arriva ad offre i kit direttamente come optional.

UN’INIEZIONE DI POTENZA

La nuova proposta di Mountune per la Fiesta ST si concentra unicamente sul motore, rinvigorendo senza esagerare la già ragguardevole potenza del 1.5 Ecoboost. Si tratta, lo ricordiamo, del primo 3 cilindri utilizzato per un modello ad alte prestazioni (a meno di non rispolverare centre piccole fuoriserie giapponesi degli Anni ’90…). L’intervento di Mountune porta così la Ford Fiesta ST dai 200 CV standard a 225 e incrementa la coppia di 55 Nm per un valore massimo di 340 Nm.

CENTRALINA ORIGINALE

Per attivare il tuning non occorre nemmeno sostituire la centralina, che rimane quella di serie: il kit, del costo di 770 euro, include un filtro e un cassetto di aspirazione specifici che sono la parte “hardware” della preparazione. C’è poi una chiave OBD da connettere alla presa per la diagnosi che modifica i parametri di gestione del motore.

LO “SWITCH” TRAMITE APP

La particolarità è questa: il profilo che incrementa le prestazioni, si attiva tramite smartphone, collegato via bluetooth alla chiave OBD, utilizzando l’app mTune SmartFlash disponibile per Android e iOs. La sua interfaccia consente di passare dalla mappatura di serie (identificata come “Stock Performance”) a quella potenziata chiamata semplicemente “Performance”. In più c’è un terzo profilo “AntiTheft”, che permette di immobilizzare l’auto in caso di furto. Il kit è disponibile anche in una variante “base” priva dei componenti sostitutivi per il sistema di aspirazione.

L'articolo Ford Fiesta ST: novità hitech per i clienti sportivi proviene da SicurAUTO.it.

Guida autonoma: il test del Co-Pilot360 su Ford Focus

di Donato D'Ambrosi

Continua la rassegna di test Euro NCAP sui sistemi di assistenza alla guida o di guida semi autonoma, dopo aver visto in azione la DS 7 Crossback, l’Audi A6 e la BMW Serie 5. Questa volta nel video che vi proponiamo qui sotto viene messo alla prova il Co-Pilot360 che equipaggia la Ford Focus. Un sistema che secondo Euro NCAP non illude il conducente di poterlo sostituire totalmente e sembra dare il meglio (e meglio di altre auto) soprattutto nelle situazioni di guida longitudinale. Va peggio invece quando un’auto taglia la strada alla Focus e si immette all’improvviso sulla carreggiata monitorata dal sistema Co-Pilot360 Ford.

ASSITENTE ALLA GUIDA NON INVADENTE

Nelle valutazioni del sistema Co-Pilot360 della Ford Focus, Eur NCAP evidenzia subito il rischio nullo che il guidatore possa sopravvalutare le funzionalità di guida autonoma del sistema. Sia il manuale che le indicazioni sul quadro della Focus pongono sempre il conducente al centro del controllo dell’auto. Ma non per questo il sistema resta dormiente quando il guidatore si distrae troppo. Alla richiesta di tenere le mani sul volante, serve una impercettibile sterzata per non illudere il sistema sfiorando solamente la corona. E se il guidatore ignora la richiesta del Co-Pilot360, l’auto viene gradualmente arrestata portandola in una condizione di sicurezza.

A 130 KM/h ALLERTA SOLO IL CONDUCENTE

Nei test di guida a velocità autostradali il Co-Pilot dà il meglio di se. Sebbene – come ricorda Euro NCAP – non funzionando tramite GPS, al sistema basta una chiara segnaletica orizzontale per funzionare al meglio anche su strade extraurbane. Come si vede nel video qui sopra, quando il Co-Pilot360 della Ford intercetta davanti un’auto ferma, attiva la frenata di emergenza sia da 50 km/h sia da 80 km/h. Lo stesso però non avviene se l’Adaptive Cruise Control è impostato a 130 km/h. In questo caso il guidatore riceve solo un “warning” ed è invitato a prendere il controllo dell’auto per evitare l’impatto.

FRENA CON OSTACOLI FERMI E MOBILI

Quando davanti alla Ford Focus si para all’improvviso un’auto lenta ma in movimento a 20 km/h, il Co-Pilot360 attiva la frenata di emergenza anche se l’ACC è settato a 100 km/h. Quando la differenza di velocità sale a 70 km/h (60 per l’auto lenta e 130 km/h per la Focus) il Co-Pilot360 chiede al guidatore di mettere le mani sul volante e attiva la frenata di emergenza. Anche quando la differenza di velocità è di 5 km/h (50 contro 55) il comportamento è buono, immaginando un contesto meno autostradale.

VEDE MENO GLI OSTACOLI TRASVERSALI

Va peggio invece nelle situazioni di traffico cittadino o intenso, dove è più facile che le auto possano all’improvviso cambiare corsia. Sono le situazioni che Euro NCAP riproduce con i test Cut-in e Cut-out. Con il test Cut-out, un’auto lepre precede la Ford Focus e si sposta all’improvviso rivelando un ostacolo fermo: in questo caso il Co-Pilot360 riesce da 70 km/h a fermare quasi completamente l’auto. Mentre se all’improvviso un’auto cambia corsia e si mette di traverso davanti all’auto (Cut-in) il Co-Pilot360 della Focus non riesce a fare nulla. Nonostante la velocità relativa delle due auto (10 km/h contro i 50 km/h) solo l’intervento del conducente riesce ad evitare l’impatto.

L'articolo Guida autonoma: il test del Co-Pilot360 su Ford Focus proviene da SicurAUTO.it.

La mitica Ford Mustang diventa un set Lego!

di Francesco Caputo
Dopo moltissime indiscrezioni apparse in rete nelle scorse settimane, Lego ha ufficializzato l’arrivo di un nuovo set della linea Creator Expert dedicato interamente alla mitica Ford Mustang, in particolare al modello GT 390 Fastback del 1968. Si tratta senza ombra di dubbio di una chiara occasione di possedere un gioiellino da collezione che si ispira […]

Sul Ford SYNC 3 arrivano le app di Sygic, What3words e Tidal

di Lorenzo Spada
Ford SYNC 3

Le auto del marchio Ford realizzate negli ultimi anni adottano, come sistema operativo dell’infotainment, il Ford SYNC 3. Si tratta di uno dei migliori sistemi operativi per la gestione multimediale all’interno delle auto e, attraverso l’ultimo aggiornamento, è diventato ancora migliore. Il colosso dell’ovale blu ha infatti aggiunto il supporto per tre nuove applicazioni: Sygic Truck Navigation, […]

L'articolo Sul Ford SYNC 3 arrivano le app di Sygic, What3words e Tidal proviene da TuttoTech.net.

Nuova Ford Focus ST: 280 cavalli pronti a correre

di Nicolò Guccione
I nuovi motori EcoBoost su Focus ST adottano soluzioni prese in prestito da Ford GT, come il sistema di anti-lag del turbocompressore twin-scroll. I 280 cavalli promettono molto in fatto di sensazioni, amplificate dalla presenza del differenziale a slittamento limitato a controllo elettroico (eLSD) composto da una frizione con attuatori idraulici in grado di avere […]

Ford Focus ST 2019 ufficiale: dotazioni tecniche e infotainment

di Lorenzo Spada

Il colosso americano Ford ha appena presentato la nuova generazione di Ford Focus ST, un’auto di fascia media che negli anni ha attirato molto l’attenzione del pubblico grazie alle sue dotazioni di alta qualità. Partendo dal design, la nuova Ford Focus ST 2019 ha uno spirito sportivo a 360°. Con accorgimenti stilistici funzionali, oltre all’esclusivo […]

L'articolo Ford Focus ST 2019 ufficiale: dotazioni tecniche e infotainment proviene da TuttoTech.net.

Ford ha annunciato un “letto smart” che fa restare il compagno di letto “nella propria corsia”

di Lorenzo Spada
Ford Lane Keeping Bed letto smart

Ford, nonostante sia un colosso del settore automobilistico, ha sfruttato il proprio know-how per annunciare un nuovo “letto smart” chiamato Lane Keeping Bed. L’obiettivo del letto smart di Ford è quello di garantire un ottimo riposo notturno alle coppie che, per loro sfortuna, non riescono a rimanere nella loro parte del letto. Dal momento che il […]

L'articolo Ford ha annunciato un “letto smart” che fa restare il compagno di letto “nella propria corsia” proviene da TuttoTech.net.

Una ricerca inglese non trova legami tra la violenza nei videogame e i comportamenti aggressivi

di Nicola Armondi
È stato condotta una nuova ricerca presso l’Università di Oxford, in Inghilterra, la quale ha studiato 1000 ragazzi di età compresa tra i quattordici e quindici anni: l’obbiettivo era cercare delle prove degli effetti dei videogame violenti sui giovani. Lo studio, invece che basarsi sulle informazioni date dai partecipanti stessi (come fatto da altri precedentemente), […]

Ford lavora a un linguaggio visivo per le auto a guida autonoma, così i pedoni non si allarmano

di Dario D'Elia
Ford ha condotto una serie di test in Germania per capire se la segnaletica luminosa possa rendere più sicura la convivenza fra veicoli a guida autonoma e agli altri utenti della strada, come pedoni, conducenti umani e ciclisti. Il tutto sviluppando un linguaggio visivo di riferimento . La sperimentazione ha qualche elemento di bizzarria, ma […]

Ford, realtà virtuale per progettare le auto

di Filippo Vendrame

Ford sta valutando la possibilità di progettare le auto utilizzato la realtà virtuale. La casa automobilistica ha iniziato a sperimentare Gravity Sketch, uno strumento che consente ai suoi progettisti di disegnare auto in 3D utilizzando la realtà virtuale e che permette di risparmiare molto tempo prezioso. Normalmente, i progettisti iniziano a disegnare l’auto partendo da schizzi che poi vengono rielaborati in 3D per valutare la fattibilità del progetto.

Leggi il resto dell’articolo

Ford Mondeo: al salone di Bruxelles le versioni Hybrid e wagon

di Vittorio Pipia

Ford ha presentato al Motor Show di Bruxelles la gamma rinnovata di Mondeo, con una nuova versione Hybrid anche station wagon, che offre maggiore versatilità e spazio. Sul listino sono anche arrivati i nuovi motori Ford EcoBlue da 2.0 litri e il cambio automatico a otto rapporti che adatta marce e stile di cambiate allo stile di guida e controllabile elettronicamente grazie alla manopola e-shifter.

La nuova Mondeo Hybrid Wagon mantiene il piacere di guida offerto dal motore termico, aggiungendo l’efficienza del motore elettrico. Il propulsore ibrido ha una potenza di 187 cavalli ed è composto da un motore a benzina da 2.0 litri di cilindrata con ciclo Atkinson e un motore elettrico da 1.4kWh, abbinati a una trasmissione sviluppata da Ford. Grazie alla frenata rigenerativa riesce a recuperare fino al 90% dell’energia persa durante la frenata, caratteristica che contribuisce al raggiungimento di 96g/km di CO2 e un consumo di 4.2l/100km, per la versione berlina, mentre di 101g/km di CO2 e 4.4l/100 km per la versione wagon.

All’interno trova posto l’interfaccia Ford Smart Gauge, che consente al guidatore di tenere sotto controllo il livello di carica della batteria e lo stato del sistema di rigenerazione, oltre a un sistema di recupero del calore dei gas di scarico che contribuisce a riscaldare più velocemente l’abitacolo.

Assieme alla versione ibrida saranno disponibili inoltre i motori diesel EcoBlue 2.0 nelle varianti da 150 e 190 cavalli, con consumi rispettivamente di 4,5l/100km e di 4,9 l/100km. Soddisfano già i requisiti antinquinamento Euro 6.2 (Euro 6d Temp).

Sempre per le versioni Diesel è disponibile anche la trazione integrale Intelligent All-Wheel Drive, che valuta il livello di aderenza e distribuisce la coppia motrice fino al 50/50 tra l’asse anteriore e quello posteriore, adeguandola con una velocità di soli 20 millisecondi.

Piccole novità anche per quanto riguarda lo stile e il design. La griglia trapezoidale superiore presenta finiture cromate per le versioni Titanium e nere per i modelli ST-Line. L’allestimento Vignale invece assume l’esclusiva finitura “flying-V”, color argento satinato. La griglia inferiore è stata ridisegnata completamente per integrarsi con i nuovi fendinebbia, assieme alle luci diurne a LED. Il paraurti presenta infine una linea maggiormente sportiva con uno spoiler più pronunciato.

Tra gli optional, nuove scelte per quanto riguarda i cerchi in lega da 17 e 18 pollici, mentre quelli da 19 pollici sono disponibili anche con l’esclusiva finitura Liquid Aluminium. Arrivano anche nuove colorazioni tra cui il Blue Panther per Vignale, il grigio Stealth per il modello ST-Line e l’Urban Teal per l’intera gamma.

Tutti i modelli dotati di cambio automatico a otto rapporti includeranno la manopola del cambio e-shifter, che consente di liberare spazio sul tunnel centrale.

Infine, novità anche per la tecnologia a bordo. Arriva infatti l’Adaptive Cruise Control (ACC) insieme alla modalità Stop&Go, che consente alla vettura di muoversi in maniera semiautonoma in situazioni di coda. Lo schermo a colori da 8 pollici integra il sistema SYNC 3, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Ford, il robot per testare i sedili ora può anche sudare

di Alessandro Crea
Prima o poi i robot ci sostituiranno al lavoro e probabilmente competeranno con noi nello sport, ma per il momento hanno acquisito una nuova capacità, quella di sudare. Almeno, l’ha acquisita Robutt, il robot che Ford utilizza da alcuni anni per testare la durevolezza dei propri sedili. Come dice sostanzialmente il suo nome in inglese, […]

Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors

di redazione

La Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors è un meraviglioso esemplare di Escort Cosworth, restaurato ed elaborato fino a 364 CV, scatena forti emozioni e scariche di adrenalina! Una bella Escort, insomma… Ma no, non in quel senso! Una vera Escort… Cosworth, quella con l’alettone e il propulsore longitudinale, con le 4 ruote motrici e i parafanghi bombati. Ford Escort RS Cosworth modificata dalla Alpe2 Motors di Genzano (RM) è perfetta per celebrare il nostro rifiuto categorico all’involuzione del concetto di automobile.

Ford Escort RS Cosworth elaborata

Quando si elabora un grande classico dell’automobilismo come la Ford Escort Cosworth bisognerebbe rispettare alcuni canoni essenziali. Il più importante è quello di non esagerare per mantenerne comunque, almeno dal punto di vista estetico, l’originalità. Migliorare assetto, freni (magari senza sostituirli, ma lavorando su tubi e pastiglie) e regalare al motore quella giusta quantità di cavalli in più che non guasta mai è quanto di più lecito si possa fare.

Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors

Ford Escort RS Cosworth modificata

Il glorioso 4 cilindri bialbero 16V sovralimentato della Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors ha subìto una totale revisione, che ha riguardato il montaggio di 4 pistoni stampati Wossner abbinati a bielle RP, oltre a bronzine di banco e biella trimetalliche. Il turbocompressore originale, il mitico Garrett T04B, ha lasciato il posto ad un più moderno ed efficiente GT 30/76 Gen2. Lo scarico è della Ragazzon con downpipe 76 mm, centrale e finale 70 mm. A dissetare il nobile 4 cilindri ci pensano gli iniettori Siemens da 800 cc gestiti da una centralina elettronica Microsquirt, installata con apposito cablaggio.

Scheda tuning Ford Escort RS Cosworth

Pistoni stampati Wossner
Bronzine banco e biella trimetalliche King
Turbocompressore Garrett 30/76 Gen 2
Bielle in acciaio RP
Centralina elettronica Microsquirt con cablaggio dedicato
Filtro aria ad aspirazione diretta
Impianto di scarico Ragazzon downpipe 76 mm, centrale e finale 70 mm
Iniettori Siemens 800 cc
Cerchi in lega Evo Corse 17”
Ammortizzatori Bilstein con molle Eibach -30 mm
Distanziali 16 mm

Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors - Motore

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors è su Elaborare 243.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 243 Novembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 243 magazine novembre 2018

L'articolo Ford Escort RS Cosworth elaborata con preparazione Al.Pe. 2 Motors proviene da ELABORARE.

Elaborare Novembre n° 243 2018

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 243 Novembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

app-digitali-magazine-tuning-elaborare

COVER – ABARTH 500 DA RECORD CON 424 CV!!! Sezione speciale CLASSIC con la mitica ALFA ROMEO GTAM – 2000 GTV

Test Drive con Mitsubishi Lancer EVO VIII 442 CV by De Mitri, Abarth 500 “Speedy” 424 CV e Abarth 595 Competizione 262 CV by Gemelli Motors, Subaru Impreza STi 366 CV by Ganazzin, Ford Escort RS Cosworth 364 CV by Al.Pe.2 Motors e Alfa Romeo 156 2.0 TS 265 CV by Risi Engineering e tanto altro che trovi nel sommario completo con tutti i contenuti di Elaborare 243 Novembre 2018 CLICCA QUI

Passa in edicola ed acquista il nuovo numero! 

(dal 10 novembre in tutta Italia)

(SOMMARIO COMPLETO)

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 243 Novembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 243 magazine novembre 2018

L'articolo Elaborare Novembre n° 243 2018 proviene da ELABORARE.

Ford Fiesta ST 2018, come va? Prova in pista e pareri dei lettori di Elaborare

di redazione

La Ford Fiesta ST, come va? Abbiamo portato sulla pista dell’Isam e sentito il parere di 6 lettori condividendo l’esperienza di guida con la nuova Ford Fiesta ST 2018 abbiamo invitato in pista sei lettori, scelti fra i possessori del Marchio dell’Ovale. Ecco le loro impressioni!

Ford Fiesta ST 2018, come va? Prova in pista e pareri dei lettori di Elaborare

Ford Fiesta ST 2018, come va? Prova in pista e pareri dei lettori di Elaborare – Il parere dei lettori

Abbiamo portato sulla pista Isam di Anagni (FR) alcuni lettori, scelti fra i possessori del Marchio con l’Ovale, per condividere con loro l’esperienza di guida a bordo della stupefacente! La Ford Fiesta ST 2018 si rivela una piccola hot hatch, che non ha nulla da invidiare alle rivali a 4 cilindri, forte anche di un prezzo particolarmente invitante.

Giuliano Rizzo (presidente Ford Club Roma) – Ford Fiesta 1.0 Ecoboost
“Esteticamente mi piace moltissimo. Il rumore del motore appena messo in moto mi è subito piaciuto. Guidandola è impressionante, la spinta è eccezionale. Mi soddisfa in pieno, fa quello che dici tu senza problemi… è divertentissima!”

Andrea Lorenzetti – Ford Fiesta ST 150
“Il motore riprende subito bene anche dal basso e in curva è sincera. È più ballerina al posteriore rispetto alla mia (ST150). Bello anche il suono del limitatore che si avverte quando taglia potenza. L’autobloccante fa la differenza… se uno si vuole divertire di più, la macchina si presta anche all’uso in pista. Promossa!”

Antonio Antonucci – Ford Focus 1.5 Ecoboost 150 CV
“Ho notato subito una risposta diversa della frizione e il sound del motore non sembra un 3 cilindri. Caspita come tiene in curva! Belli i freni superiori alla mia.”

 

Massimiliano Emili – Ford Fiesta ST 182
“Appena ho svoltato ho notato lo sterzo molto diretto! Scarica molto bene i cavalli e, rispetto alla precedente, è più pronta ai bassi giri. Il Quaife ti aiuta pure se sbagli la curva e l’assetto è bello rigido. L’inserimento mi sembra più preciso, i pneumatici Michelin in combinazione con il cerchio da 18” fanno la differenza. Il cambio e la frenata invece mi sembrano rimasti invariati. Questa ST è un’evoluzione della precedente. Sono riusciti a migliorare una vettura che era già molto buona!”

Orlando Orlandi – Ford Fiesta ST 182
“La nuova ST ha proprio un bel tiro, il motore c’è e sotto è prontissimo. Lo sterzo è diretto… più della precedente, mi ricorda quello della ST 150. L’assetto è granitico, il posteriore quando si alleggerisce ti permette di giocare in sicurezza, mentre la mia perdona di meno. Mi ha impressionato particolarmente, e di certo anche le Michelin fanno tantissimo. Davvero incollata alla strada!”

Daniele di Bartolomeo – Ford Fiesta ST 200
“Bella macchina! All’inizio ero un po’ scettico, ma guidandola mi sono ricreduto. Lo sterzo è più pronto e la vettura chiude bene le curve; in uscita è fantastica. Non si sposta in percorrenza, è bella stabile. Il Turbolag è assente, si sente che spinge molto più in basso della mia. Il rumore del motore non mi dispiace. È davvero molto divertente da guidare… hanno fatto un bel lavoro!”

Leggi la prova completa della Ford Fiesta ST 2018 su Newauto.it CLICCA QUI

NUOVA FORD FIESTA ST PROVA COMPLETA

 

GUARDA IL VIDEO DELLA PROVA SU PISTA E SU STRADA DELLA NUOVA FORD FIESTA ST

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Fiesta ST 2018, con lo speciale sulle 4 Ford Fiesta più potenti provate da Elaborare, è su Elaborare 242.

Ford Fiesta ST 2018

Ford Fiesta elaborate le più potenti e veloci provate in pista!

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 242 Ottobre 2018

L'articolo Ford Fiesta ST 2018, come va? Prova in pista e pareri dei lettori di Elaborare proviene da ELABORARE.

Ford Fiesta elaborate le più potenti e veloci provate in pista!

di redazione

Grintose e scattanti, ecco le Ford Fiesta elaborate più potenti provate in pista dal test team di Elaborare, grazie al tuning effettuato da 4 preparatori con le loro elaborazioni speciali e performance al top!

Ford Fiesta modificate più potenti

Una classifica della Ford Fiesta modificate più potenti provate in pista con le più svariate elaborazioni, che hanno coinvolto in primo luogo la meccanica, ma anche assetto, freni e in molti casi estetica e interni.

Ovale superstar! Ecco le 4 più potenti Ford Fiesta preparate, tra le tante Ford che in oltre vent’anni di attività abbiamo provato, preparate dai migliori tuner specializzati.

Ford Fiesta 1.4 16V GPL by Cristian Toni

Ford Fiesta tuning più potenti

Ne abbiamo provate diverse di Ford Fiesta con tanti livelli di potenza e tuning. Quelle più potenti con tutti i dettagli delle diverse elaborazioni da 225 a 265 CV, le 4 Ford Fiesta più potenti e veloci sono nello speciale pubblicato su ELABORARE OTTOBRE 2018, con brillanti performance!

In questa raccolta vi proponiamo le quattro Fiesta più potenti che abbiamo mai provato, in un avvincente speciale pubblicato su questo stesso numero a pag. 67.

Ford Fiesta RS Turbo 1.6i by Franco Alosa

Ford Fiesta ST 2014 by F-Tech Motorsport

Ford Fiesta più potenti e preparatori specializzati Ford

Davvero emozionante scoprire il tuning delle 4 Ford Fiesta più potenti da noi testate e che sono state preparate da 4 tuner preparatori tra i più bravi e specializzati, tra cui Leone Motosport, Franco Alosa, Cristian Toni e F-Tech Motorsport

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti delle 4 Ford Fiesta più potenti è su Elaborare 242: una raccolta imperdibile delle 4 Ford Fiesta più potenti da noi testate.

Ford Fiesta elaborate le più potenti e veloci provate in pista!

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 242 Ottobre 2018

 

L'articolo Ford Fiesta elaborate le più potenti e veloci provate in pista! proviene da ELABORARE.

Ford Fiesta ST Racing elaborata con preparazione Leone Motorsport

di redazione

La Ford Fiesta ST Racing elaborata con preparazione Leone Motorsport vanta 265 CV, quattro farfalle, cambio sequenziale, un peso di soli 990 kg e un passo di 2,4 metri. Una vera Fiesta dei record, cattiva e veloce, ma anche vanitosa grazie al kit estetico completo della Lester!

Ford Fiesta ST Racing elaborata

La Ford Fiesta ST Racing elaborata si presenta con un look decisamente racing. Ad impreziosire gli esterni, infatti, troviamo il kit completo della Lester composto da un nuovo paraurti anteriore con griglia maggiorata, cofano in alluminio con sfogo d’aria e nuovi fianchetti laterali. La vista laterale si giova dell’assetto ultraribassato, abbinato ai cerchi OZ Racing Superleggera da 17” e alle nuove minigonne sempre Lester. Anche il posteriore è stato rivisto, adottando un nuovo paraurti e l’alettone maggiorato sopra il lunotto della Lester. Una Fiesta cattiva, ma anche decisamente vanitosa!

Ford Fiesta ST Racing modificata

Il motore che respira dalle quattro farfalle separate è il Ford Duratec da 2 litri, e in questa configurazione è in grado di sprigionare ben 265 CV al regime di 8.100 g/m, con un valore di coppia massima di 24,5 kgm a 6.200 g/m. Capite bene che su soli 988 kg, questa vettura è in grado di far impallidire anche le Super Turismo del mondiale WTCC. Il tutto è stato ottenuto lavorando sul “basso” con bielle, albero motore e volano in acciaio della Cosworth, per una riduzione di peso complessiva di oltre 15 kg. Al posto dei quattro pistoni di serie ne troviamo altri specifici della Wossner, che hanno permesso di operare con un rapporto di compressione geometrico di 13:1. Gli alberi a camme, specifici, hanno un’alzata di 13 mm in aspirazione e 12,5 mm allo scarico.

Scheda tuning Ford Fiesta 2.0 ST by Leone Motorsport

Albero motore Cosworth in acciaio -8 kg
Volano in acciaio -7 kg
Bielle in acciaio Cosworth
Bronzine trimetalliche
Pistoni Wossner
Rapporto di compressione 13:1
Valvole originali
Molle valvola speciali Cosworth
Testata lavorata
Assi a camme 13 mm aspirazione, 12,5 mm scarico
Aspirazione 4 farfalle da 44 mm Lumenition
Scarico completo artigianale
Centralina Motec
Iniettori da 300 cc
Impianto frenante anteriore Tarox a sei pompanti da 320 mm
Cerchi in lega OZ Racing Superleggera da 17”
Radiatore artigianale
Cambio sequenziale a sei rapporti Bacci
Semiassi rinforzati Bacci
Assetto da competizione ammortizzatori Bilstein/molle Eibach
Cruscotto Stack
Pneumatici Dunlop Slick 205/620
Esterni
Kit completo Lester comprendente:
paraurti ant. e post., fianchetti, minigonne, cofano e spoiler

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della Ford Fiesta ST Racing by Leone Motorsport è nello Speciale Ford Fiesta su Elaborare 242.

Ford Fiesta ST Racing elaborata con preparazione Leone Motorsport

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 242 Ottobre 2018

L'articolo Ford Fiesta ST Racing elaborata con preparazione Leone Motorsport proviene da ELABORARE.

Il differenziale autobloccante: dal TorSen al Ferguson come funziona

di redazione

Per scaricare a terra i cavalli dell’auto c’è un componente meccanico importante e fondamentale, il differenziale autobloccante l’unica soluzione in grado di garantire la giusta trazione. Scopriamo come funziona e le varie tipologie dal TorSen al Ferguson, dal differenziale a lamelle a quello a controllo elettronico.

Come funziona il differenziale autobloccante

Se hai una vettura con tanti cavalli sicuramente sarai interessato a sapere come scaricarli tutti a terra. Come abbiamo già anticipato per fare questo c’è un componente fondamentale che si chiama autobloccante.
Se sei arrivato a questo punto sicuramente sarai interessato a sapere come funziona il differenziale autobloccante. Consulta anche il FORUM di ELABORARE nella discussione sull’autobloccante.
Il differenziale permette alle due ruote motrici di girare ad una velocità diversa tra loro. La quasi totalità delle automobili circolanti è dotata di un differenziale aperto. In sostanza questo dispositivo, tramite una serie di ingranaggi, invia lo stesso valore di coppia alle ruote motrici indipendentemente dal loro regime di rotazione che può essere diverso, come in curva, tra ruota interna ed esterna. Esso è genericamente costituito da una gabbia portasatelliti cui sono vincolati due assi. Su questi ultimi sono installati due satelliti, in presa con due planetari (ingranaggi conici) solidali con i semialberi.

Come funziona il differenziale autobloccante a lamelle

Se la quasi totalità delle automobili circolanti è dotata di un differenziale autobloccante aperto, il differenziale autobloccante a lamelle è il componente meccanico più adatto all’utilizzo racing e nei track day, in quanto è estremamente versatile come taratura personalizzabile in tiro e rilascio; inoltre è compatto e consente trasferimenti di coppia molto elevati, oltre ad essere estremamente reattivo e rapido nella sua azione.

L’effetto bloccante, generato dalle lamelle presenti nel corpo differenziale, è basato sulla differenza di rotazione tra le due ruote dello stesso asse (speed sensing): una parte di queste lamelle è solidale con il corpo del differenziale stesso, mentre le altre sono solidali con i planetari e, di conseguenza, con i semiassi. L’effetto bloccante inoltre è proporzionale alle condizioni di carico: queste ultime aumentano col crescere della differenza di coppia motrice tra le due ruote. In poche parole e riassumendo il concetto, questo è come funziona il differenziale autobloccante a lamelle.

Differenziale autobloccante-a-lamelle-tecnica Elaborare

Come funziona il differenziale autobloccante TorSen

Abbiamo visto che il differenziale autobloccante è  l’unica soluzione in grado di garantire la giusta trazione, ma oltre al differenziale autobloccante a lamelle esiste un altro dispositivo assai efficace perscaricare a terra i cavalli dell’auto. Si tratta del differenziale TorSen (Torque Sensing, ovvero “sensibile alla coppia”) che funziona attraverso una serie di ingranaggi ed è privo di lamelle o frizioni. In sostanza, con trazione ottimale, funziona come un differenziale aperto. Quando una ruota inizia a pattinare, il dispositivo del differenziale autobloccante TorSen trasferisce la coppia a quella con maggiore trazione.

Come funziona il differenziale autobloccante TorSen

Come funziona il differenziale autobloccante Ferguson

Per scaricare a terra i cavalli dell’auto e garantire la giusta trazione alle ruote c’è un altro componente meccanico il differenziale a giunto viscoso Ferguson (viscous coupling) che permette di collegare due alberi, lasciandoli liberi di avere piccoli slittamenti relativi affinché possano ruotare a velocità leggermente differenti tra loro. Il giunto viscoso è costituito da un involucro pieno di uno speciale liquido siliconico che diventa gelatinoso e sempre più denso all’aumentare della sua temperatura.

Questa viscosità limita, fino a impedire del tutto, lo slittamento reciproco fra una serie di dischi metallici tra loro vicini e collegati alternativamente all’albero d’entrata e a quello d’uscita. Al salire della temperatura, i dischi diventano pressoché solidali e si crea l’effetto di bloccaggio. Il giunto Ferguson può essere posizionato facilmente fuori dalla scatola del cambio.

Come funziona il differenziale autobloccante Ferguson

Differenziali autobloccante a controllo elettronico

Dopo avere esaminato i vari tipi di differenziale autobloccante per garantire la giusta trazione dell’auto, è bene conoscere l’ultima frontiera degli autobloccanti che è quella dei differenziali a controllo elettronico, come quello impiegato da Volkswagen sulla Golf GTI Clubsport o sull’ultima Ford Focus RS 4×4. I pacchi frizione all’interno dei differenziali sono azionati tramite attuatori elettroidraulici estremamente veloci e reattivi. La possibilità di un controllo elettronico consente di raggiungere elevate percentuali di bloccaggio senza i classici risvolti negativi del differenziale meccanico a lamelle. Il limite di questi dispositivi può derivare da un eccessivo calore sviluppato nell’uso prolungato, che può indurre l’elettronica di gestione ad escluderne il funzionamento.

In questo spazio abbiamo cercato di semplificare il concetto dell’autobloccante, spiegandone funzionamenti e tipologie. Per conoscere a fondo come funziona un differenziale autobloccante ti consigliamo di leggere la rivista ELABORARE che sul numero 240 ha un articolo completo con tutti i dettagli su tipologie e funzionamento del differenziale autobloccante in edicola a luglio ed agosto 2018.
Ma è possibile anche acquistarlo dallo shop on line 

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 240 Luglio-Agosto 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare n° 240 Luglio-Agosto 2018

L'articolo Il differenziale autobloccante: dal TorSen al Ferguson come funziona proviene da ELABORARE.

Elaborare Ottobre n° 242 2018

di redazione

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

app-digitali-magazine-tuning-elaborare
COVER – FORD FIESTA 1.5 ST 200 CV – SPECIALE 4 FORD FIESTA PIU’ POTENTI MAI PROVATE

FORD FIESTA 1.5 ST 200 CV - SPECIALE 4 FORD FIESTA PIU' POTENTI MAI PROVATE

Test Drive con Audi TTS 2.0 S-Tronic 369 CV by Ecu-Tronika, Fiat Uno Turbo 1.4 240 CV by Gregori Motorsport, Abarth 595 225 CV by Podo, Fiat 126 Proto 175 CV by Cataldo e tanto altro che trovi nel sommario completo con tutti i contenuti di Elaborare 241 Settembre 2018 CLICCA QUI

Passa in edicola ed acquista il nuovo numero! 

(da 3 ottobre a MILANO, martedì 4 ottobre a ROMA, 6/7/8 settembre in tutta Italia)

(SOMMARIO COMPLETO)

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 242 Ottobre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 242 Ottobre 2018

L'articolo Elaborare Ottobre n° 242 2018 proviene da ELABORARE.

❌