Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 22 Marzo 2019RSS feeds

Metano al Self: pubblicato il Decreto sul rifornimento con la “Patente”

di Donato D'Ambrosi

Dopo una serie di ritardi rispetto all’Europa è finalmente stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che predispone le modalità per il rifornimento del metano in Self Service. Una novità attesa in Italia di cui vi abbiamo anticipato qui estratti della bozza che renderà felici gli automobilisti “metanizzati” e i gestori delle flotte, poiché si potrà fare rifornimento oltre l’orario di esercizio (anche di notte) ma con non poche condizioni. Il decreto, infatti, da una parte dà la facoltà (non l’obbligo) ai distributori di adeguare l’impianto per il rifornimento dei consumatori in autonomia. Dall’altra però stabilisce dei paletti sulla formazione degli automobilisti e la responsabilità in caso di negligenze o false dichiarazioni. Ecco cosa dice il decreto sul metano al Self Service e quali potrebbero essere le criticità per gestori e automobilisti.

IL SELF SERVICE SARA’ FACOLTATIVO

Il Decreto sul rifornimento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.67 del 20 marzo 2019, entrerà in vigore il trentesimo giorno successivo a tale data. La parte più rilevante per i gestori riguarda cosa devono fare per consentire il rifornimento di metano. Quella che interessa gli automobilisti invece obblighi e responsabilità per poter fare metano, ma di questo ne parliamo più avanti. Partendo dalle disposizioni tecniche per i gestori, bisogna sottolineare che le novità non costituiscono un obbligo di adeguamento, e forse è un bene. Perché da un lato il numero di auto circolanti a metano è passato da 911.246 a 926.704 tra il 2016 e il 2017 secondo il report dell’Osservatorio ACI. Dall’altro si stanno rimescolando le carte sulle le immatricolazioni di auto nuove a metano in Europa con numeri altalenanti. E poi non si può sottovalutare anche la proposta di auto nuove dei Costruttori, che vede il passaggio recente del testimone da Fiat a Volkswagen nella classifica delle vendite.

GLI OBBLIGHI (FACOLTATIVI) DEI GESTORI

I gestori però che volessero aggiornare gli impianti offrendo anche il metano in modalità Selfservice dovranno rispettare non pochi obblighi. Molti, soprattutto riguardo alla formazione dei clienti non ancora chiari dal punto di vista dei costi. Conoscerli anche per gli automobilisti è un vantaggio poiché aiuterà a capire in pochi istanti se ci si trova in un distributore dotato di self service:

1) I gestori potranno predisporre il rifornimento in impianti a multi erogazione di diversi prodotti, ma non deve essere possibili rifornire più carburanti sulla stessa auto.
2) I gestori dovranno attivare un sistema di videosorveglianza e di una linea di chiamata di emergenza tramite pulsante collegata a un centralino. Il centralino deve essere presidiato da un addetto specializzato a rispondere alle possibili emergenze che si possono verificare.
3) Oltre alle varie disposizioni tecniche di sicurezza devono esserci chiare indicazioni visive su cosa l’automobilista può fare, come deve farlo e cosa non può fare, almeno in italiano e inglese, sia riguardo al rifornimento sia riguardo alla messa in sicurezza.
4) Il corso di istruzione agli utenti, propedeutico per ottenere la “licenza al self” a carico del Gestore, in alternativa ai video tutorial.

IL CORSO E LA LICENZA PER GLI AUTOMOBILISTI

E con il corso obbligatorio dell’utente per poter accedere al rifornimento  quando la pompa non è presidiata, entriamo nel vivo degli obblighi degli automobilisti. L’utente infatti deve seguire un corso organizzato dal Gestore o tramite un tutorial video che spiega come utilizzare il distributore in self service ma senza alcuna prova finale. Basta semplicemente registrarsi su un portale (che sarà attivato dal Ministero) e con una serie di autocertificazioni entra in possesso della Card elettronica per attivare la pompa e della Licenza sul rifornimento del metano in Self. L’utente infatti:

1) Dovrà dichiarare di essere stato adeguatamente istruito sulle modalità di effettuazione del rifornimento self-service e dei rischi connessi,sulle avvertenze, limitazioni, divieti e comportamento da tenere incaso di emergenza.
2) Dovrà dichiarare che i veicoli destinati al rifornimento devono essere in possesso dei requisiti per la circolazione nel rispetto delle disposizioni vigenti, compresi gli aspetti relativi all’omologazione delle bombole installate e alle relative verifiche periodiche, assumendosi ogni responsabilita’ in merito al corretto uso di tale sistema di rifornimento.

IL RISCHIO DI AIUTARE AUTOMOBILISTI INESPERTI

Ora se consideriamo l’impegno in termini di costi e organizzazione per un Gestore a offrire i corsi per gli utenti, è prevedibile che la maggior parte degli automobilisti si orienterà sui tutorial online, se e quando saranno disponibili. E viene da pensare che, con queste previsioni, non pochi automobilisti potrebbero non essere così precisi sulla legalità dell’impianto e sull’osservanza dei termini di collaudo delle bombole. Inoltre, il divieto di rifornire altri utenti che non siano già stati abilitati può esporre gli automobilisti con licenza al rischio di rifornire auto illegalmente. Non è raro infatti trovarsi davanti il vicino di pompa che chiede aiuto e prodigarsi pensando di fare la cosa giusta. Ma vedremo come il Ministero limiterà i rischi attraverso tutorial chiari e, soprattutto, attività di controllo per prevenire incidenti.

L'articolo Metano al Self: pubblicato il Decreto sul rifornimento con la “Patente” proviene da SicurAUTO.it.

Meno recentiRSS feeds

Guardiani della Galassia 3: James Gunn torna in regia!

di Francesco Caputo
Guardiani della Galassia 3 è un titolo di tale peso da far tornare sui propri passi un colosso come Disney! E questo “dietro front” potrebbe esaltare tutti gli appassionati di alcune delle pellicole più profittevoli dell’universo Marvel. James Gunn, infatti, tornerà a dirigere la regia del prossimo episodio dei Guardiani della Galassia, celebre saga cinematografica che […]

Huawei Mate X: il nostro hands-on con il foldable più atteso

di Federico Gualdi

Huawei Mate X è probabilmente uno dei dispositivi più attesi al mondo: si tratta di un “foldable” ovvero uno smartphone pieghevole che può trasformarsi in un tablet. Graze a Huawei abbiamo avuto la possibilità di testarlo in anteprima e ne siamo rimasti piacevolmente stupiti.

(...)
Continua a leggere Huawei Mate X: il nostro hands-on con il foldable più atteso su Androidiani.Com


© Federico Gualdi for Androidiani.com, 2019. | Permalink |
Scopri qui i migliori smartphone android scelti da Androidiani.com! Classifica aggiornata a Marzo - 2019!
Tags del post: , , ,

Android Q è ufficiale: tutte le novità e DOWNLOAD

di Francesco Ciannamea

La prima anteprima per sviluppatori di Android Q è finalmente arrivata. Scoprite tutti i dettagli sulla nuova versione di Android e come scaricarlo nel nostro articolo.

(...)
Continua a leggere Android Q è ufficiale: tutte le novità e DOWNLOAD su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Myth Cloth EX: Isaac di Kraken, la recensione

di Raffaele Giasi
Continua la pubblicazione, da parte di Bandai e della sua linea Tamashii Nation, delle versioni EX delle Myth Cloth dedicate ai Generali di Nettuno o, più propriamente noti come “Marine”. Arrivati all’inizio del 2019, la compagnia ha quindi messo in commercio la terza figure dedicata ai Guardiani dei Mari tratti dalla serie Seint Seiya, ridando […]

SicurAUTO.it e SicurMOTO.it iniziano un grande e nuovo progetto con Gazzetta.it

di Redazione

SicurAUTO.it e SicurMOTO.it si rifanno totalmente il look e annunciano ufficialmente la partnership con il progetto digitale Motori de “La Gazzetta dello Sport”. I due noti portali, riconosciuti non solo per l’informazione a 360 gradi su sicurezza, attualità, tecnica, manutenzione, crash test e tanto altro, sono adesso più moderni, facili da navigare e ricchi di contenuti.

LA PARTNERSHIP CON GAZZETTA.IT

Con notizie quotidiane sempre nuove, particolarmente orientate agli automobilisti, ai motociclisti e agli autoriparatori dell’aftermarket, SicurAUTO.it e SicurMOTO.it sono stati scelti dal gruppo RCS grazie alla loro verticalità e riconosciuta qualità. Risultati che permettono, in particolar modo a SicurAUTO.it, di raggiungere mensilmente oltre 500.000 utenti unici (fonte Google Analytics).

NUOVI PROGETTI SPECIALI E CONTENUTI WEB

Nei prossimi mesi altre novità verranno lanciate e nuovi progetti saranno svelati al grande pubblico. Progetti che si andranno ad affiancare al famoso #SicurEDU – progetto video unico in Italia – che permette ad automobilisti e autoriparatori di informarsi e conoscere più da vicino tutti i componenti più importanti per la manutenzione auto. Il progetto speciale #SicurEDU ha infatti già raggiunto oltre 3.000.000 di visualizzazioni sul canale Youtube di SicurAUTO.it (canale con 70.000 iscritti e più di 57 Mio di views).

IMPEGNO SFIDANTE E APPASIONATO CON I LETTORI

Siamo molto felici ed orgogliosi di far parte di questo nuovo e ambizioso progetto editoriale del Gruppo RCS – ha dichiarato Claudio Cangialosi, CEO e Direttore di SA & SMessere stati scelti per la nostra unicità conferma che la strada intrapresa, ormai quasi 20 anni fa, era quella giusta. Oggi siamo leader del nostro settore e siamo certi che questa nuova partnership rafforzerà il nostro posizionamento e arricchirà il nostro progetto editoriale“.

L'articolo SicurAUTO.it e SicurMOTO.it iniziano un grande e nuovo progetto con Gazzetta.it proviene da SicurAUTO.it.

L’Angelo del Male – Brightburn, ecco il nuovo trailer tutto italiano!

di Francesco Caputo
Dopo il successo delle due pellicole dedicate agli eroi de I Guardiani della Galassia (2014 e 2017), James Gunn si lancia a capofitto nella produzione di L’Angelo del Male – Brightburn. Questo lungometraggio è recentemente stato immortalato nel nuovo trailer ufficiale (rigorosamente in italiano ndR), in vista del suo debutto ufficiale il prossimo 13 giugno. […]

42 mila patenti ritirate nel 2018 dalla Polizia

di Antonio Elia Migliozzi

Tempo di resoconti sullo stato di sicurezza delle strade italiane. Le forze dell’ordine tracciano il bilancio delle azioni condotte nel 2018 ed emergono luci ed ombre. A colpire è certamente il numero delle patenti ritirate; lo scorso anno sono state oltre 42mila. Nei fatti il 2018 ha visto crescere il numero degli incidenti stradali che hanno registrato un preoccupante +1,2%. Se le strade italiane sono meno sicure è sicuramente colpa di cellulari, alcol e droga. Nonostante lo scorso anno siano stati scomputati dalle patenti dei driver italiani oltre 2 milioni di punti per le varie infrazioni, alcuni vizi sono duri a morire. Se la Puglia è maglia rosa alla Lombardia spetta quella nera. Vediamo i dettagli.

NUMERI ALLA MANO Lo scorso anno sono oltre 42.000 le patenti ritirate dalle Autorità di polizia in Italia. I controlli congiunti di Polizia, Carabinieri e Polizia locale non sono comunque riusciti a debellare alcuni annosi vizi degli automobilisti italiani. Utilizzo del cellulare al volante, uso di sostanze stupefacenti o abuso di alcol continuano a rappresentare una seria minaccia al volante, rendendo particolarmente insicure le strade italiane. Ecco allora che l’altrui irresponsabilità mette in serio pericolo la vita di tanti automobilisti onesti e corretti anche per gli automobilisti modello, spesso vittime innocenti dell’incoscienza altrui. All’elevato numero di patenti ritirate si aggiungono i ben 2 milioni di punti sottratti. I numeri, quindi, sono tutt’altro che positivi ma qualche speranza arriva sul fronte sicurezza nel settore automotive (Leggi guida con il cellulare arriva la sospensione immediata della patente).

TREND NEGATIVO Il 2018 ha, purtroppo, fatto registrare un aumento di incidenti rispetto all’anno precedente (+1,2 %) ma a calare è stato il numero delle vittime. Sebbene la riduzione non sia stata significativa ne deve essere attribuito merito anche alle accresciute dotazioni di sicurezza, attiva e passiva, presenti sulle moderne vetture in commercio. A questo seppur timido spiraglio rispetto al passato si aggiungono annosi problemi. Le principali violazioni del codice stradale si confermano le più pericolose alla guida. Uso del cellulare alla guida, assunzione di sostanze stupefacenti e abuso di alcol si confermano difficili da debellare nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione intraprese anche in età scolare (Leggi il 40% degli automobilisti italiani non supererebbe l’esame teorico).

LA CLASSIFICA I dati relativi alle infrazioni del 2018 ci permettono di tracciare anche una cartina dell’Italia al volante. Dal canto loro gli automobilisti pugliesi conquistano il primo posto essendo i più prudenti su strada. Cartina geografica alla mano i meno attenti alla guida sono i driver lombardi. Eppure l’inglorioso primato per la scarsa attenzione al volante è condiviso anche con Lazio e l’Umbria. Purtroppo le cose non vanno molto meglio in Piemonte e Val d’Aosta. Come detto rispetto delle regole e scarsa incidentalità sono valsi agli automobilisti pugliesi il primato nazionale, ma nella categoria dei migliori troviamo, rispettivamente in seconda ed in terza posizione, siciliani ed abruzzesi. Giù dal podio i, e precisamente al quarto posto, i molisani.

L'articolo 42 mila patenti ritirate nel 2018 dalla Polizia proviene da SicurAUTO.it.

Vodafone: giga illimitati a tutti per la Festa della Donna

di Alessio Sensi

In occasione della Festa della Donna, Vodafone ha deciso di regalare a tutti i suoi clienti giga illimitati di traffico internet. L’8 Marzo chi è in possesso quindi di una SIM dell’operatore rosso potrà navigare tutto il giorno senza pensieri.

(...)
Continua a leggere Vodafone: giga illimitati a tutti per la Festa della Donna su Androidiani.Com


© Alessio Sensi for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , , ,

Il Nome della Rosa – La serie: prime impressioni

di Alessandro Crea
Ecco le nostre prime impressioni dopo le due puntate iniziali di “Il Nome della Rosa – La serie”, andate in onda ieri sera. Un prodotto che è parso sin da subito finalmente maturo, di grande qualità e dal respiro internazionale, in grado di offrire diversi livelli di lettura e di parlarci del nostro presente. Un […]

Google Maps: in Italia arriva la realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5

di Andrea Genovese

Google come precedentemente annunciato, ha rilasciato su Google Maps la possibilità di testare la modalità realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5 o superiore. Scopriamo la funzione nel dettaglio.

(...)
Continua a leggere Google Maps: in Italia arriva la realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5 su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Il tasto Bixby è ufficialmente riprogrammabile su tutti i Samsung Galaxy

di Andrea Genovese

Samsung ha mantenuto la promessa e da oggi il tasto Bixby è diventato ufficialmente programmabile anche su gli altri ex top di gamma 2018 e 2019, oltre che sui nuovi Galaxy S10.

(...)
Continua a leggere Il tasto Bixby è ufficialmente riprogrammabile su tutti i Samsung Galaxy su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Inchiesta ecobus auto elettriche 2019: 1 concessionaria su 3 è in alto mare

Abbiamo sondato tra le concessionarie come funzionano gli incentivi 2019 sulle auto elettriche, ma da nord a sud si prevede una partenza a 2 velocità

HoloLens, Nadella difende l’accordo con l’esercito

di Filippo Vendrame

Il CEO di Microsoft Satya Nadella ha difeso il contratto multimilionario della società con il Pentagono per offrire i visori HoloLens ai soldati. La scorsa settimana dozzine di dipendenti della società avevano criticato pubblicamente questo contratto e avevano chiesto alla loro compagnia di porre fine ai legami con l’esercito americano. Più nello specifico, venerdì, un gruppo di circa 50 dipendenti Microsoft aveva pubblicato una lettera in cui chiedeva alla compagnia di stracciare il contratto da quasi 480 milioni di dollari per fornire fino a 100.000 dispositivi HoloLens alle forze armate statunitensi.

Leggi il resto dell’articolo

Metano al Self Service: firmato il decreto. I prossimi step

Il decreto che semplifica il rifornimento del metano al self è stato firmato da MIT e MISE, ora si passa alla fase operativa

Aerei sempre più inquinanti delle auto: +42% di voli entro il 2040

Il numero di aerei in Europa continua a crescere, e anche le emissioni: entro il 2040 +21% di CO2 e +16% di NOx

Guida con il cellulare: la Polizia chiede sospensione immediata della patente

La sospensione immediata della patente per chi guida con il cellulare: la richiesta della Polizia in Parlamento contro le distrazioni al volante

MS Edizioni annuncia l’uscita italiana di LUNA di Stefan Feld

di Davide Vincenzi
MS Edizioni, casa editrice italiana che localizza, pubblica e distribuisce giochi da tavolo, ha annunciato la prossima pubblicazione dell’edizione italiana di LUNA, il celebre boardgame di Stefan Feld. Uscito nel 2010, ma mai in lingua italica, LUNA vede i giocatori ricoprire il ruolo di capi fazione di un ordine religioso in competizione tra loro. Poiché […]

Guida in città: il 75% delle auto in Europa va oltre i limiti di velocità

Nelle strade rurali si verificano più vittime da incidente, ma è nelle città che si corre di più con l’auto. Lo rivela un’indagine europea

Telepedaggio unico europeo: approvata la direttiva della Commissione EU

Per attraversare l’Europa non serviranno più diversi dispositivi: il Parlamento EU approva la direttiva sul pagamento del pedaggio con il sistema SET
❌