Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Cellulare alla guida: niente multa se la telefonata è d’emergenza

di Raffaele Dambra

cellulare alla guida multe

Tolleranza zero per chi usa il cellulare alla guida, ma la multa può essere annullata se la telefonata è dovuta a motivi d’emergenza. Lo dicono alcune sentenze di giudici di pace, proprio mentre nel pacchetto di modifiche al Codice della Strada sono state inasprite le sanzioni per chi maneggia smartphone e tablet durante la marcia, fino all’immediata sospensione della patente. Sanzioni che comunque saranno in vigore solo dopo l’approvazione definitiva delle modifiche da parte dei due rami del Parlamento. Quindi sicuramente non prima del prossimo autunno.

CELLULARE ALLA GUIDA: NO MULTA SE C’È STATO DI NECESSITÀ

Per la cancellazione di eventuali multe dovute all’uso del cellulare alla guida si fa riferimento alla nozione di ‘stato di necessità’ (art. 54 del Codice Penale) che si applica anche in caso di sanzioni amministrative (legge 689/1981, art. 4 comma 1). Tale legge prevede infatti che “non risponde delle violazioni amministrative chi ha commesso il fatto nell’adempimento di un dovere o nell’esercizio di una facoltà legittima ovvero in stato di necessità o di legittima difesa”.

MULTE ANNULLATE PER TELEFONATE D’EMERGENZA DURANTE LA GUIDA: LE SENTENZE

È quanto per esempio il giudice di pace di Perugia ha riconosciuto, annullandole la multa (sentenza n. 507/14), a una donna sanzionata dalle Forze dell’ordine per essere stata trovata impegnata in una conversazione telefonica mentre era alla guida della sua autovettura. La donna aveva fatto ricorso richiamando lo stato di necessità, in quanto la telefonata a cui aveva risposto era urgente e proveniva dalla casa di riposo in cui era ricoverata la nonna, le cui condizioni di salute erano rapidamente peggiorate. Evento poi confermato dal certificato di morte prodotto in giudizio, che ha documentato l’avvenuto decesso dell’anziana subito dopo. Senza il quale, probabilmente, la multa non sarebbe stata cancellata. Perché non basta affermare di avere avuto un’urgenza ma va pure provata e circostanziata, altrimenti lo farebbe chiunque.

CELLULARE ALLA GUIDA, MULTE CANCELLABILI: DEV’ESSERCI EFFETTIVO STATO DI NECESSITÀ

Anche il giudice di pace di Taranto, con la sentenza 537/2012, ha dato ragione al conducente sanzionato per l’uso del cellulare alla guida. Ritenendo sussistente la causa di giustificazione qualora la necessità sia attestata da certificato medico relativo alla figlia affetta da grave malattia. Tuttavia la Corte di Cassazione ha recentemente ricordato, forse per evitare una linea di giudizio troppo indulgente verso i trasgressori, che l’utilizzo del telefono cellulare durante la guida è giustificato solo qualora risulti integrato un effettivo stato di necessità. Configurabile, ricordiamolo, dall’esigenza immediata di evitare a sé o ad altri il pericolo di un danno grave alla persona, non causato volontariamente e non evitabile attraverso altre condotte. Criteri che si applicano anche alle multe per eccesso di velocità.

The post Cellulare alla guida: niente multa se la telefonata è d’emergenza appeared first on SicurAUTO.it.

Multe: ricorsi al prefetto più facili con le ultime modifiche al Codice della Strada

di Raffaele Dambra

multe ricorsi prefetto

Il lungo e faticoso iter per l’approvazione del nutrito pacchetto di modifiche al Codice della Strada ha superato lo step della commissione Trasporti alla Camera, ed è finalmente pronto per la discussione in Aula. L’ok definitivo arriverà non prima del prossimo autunno con possibilità di ulteriori cambiamenti e cancellazioni. Quindi tutti i provvedimenti annunciati fino ad oggi sono ancora provvisori ed entreranno in vigore solo dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Tra questi sta suscitando una certa attenzione una novità dell’ultim’ora che riguarda le multe e i ricorsi al prefetto.

MULTE: RICORSO AL PREFETTO, L’ATTUALE NORMATIVA

Attualmente l’art. 203 del Codice della Strada prevede che si possa presentare ricorso al prefetto contro una multa ricevuta per violazione di una o più norme del suddetto codice. Il prefetto può accogliere il ricorso, in presenza di motivazioni valide, emettendo un’apposita ordinanza di archiviazione; oppure può rigettarlo, fissando per il ricorrente un’ingiunzione di pagamento per un importo non inferiore al doppio della sanzione minima prevista per la violazione. In pratica chi presenta un ricorso al prefetto e se lo vede respingere si vede raddoppiare la multa! Un vero e proprio disincentivo ad avanzare ricorsi…

MULTE: I RICORSI AL PREFETTO SARANNO PIÙ CONVENIENTI?

Ma con la novità approvata dalla commissione Trasporti alla Camera potrebbero cambiare molte cose. L’aggravio che si applica alla sanzione in caso di respingimento del ricorso da parte del prefetto è infatti sceso dal 100% al 50%. Quindi non più raddoppiata (la sanzione) ma ampliata soltanto della metà dell’importo. Una buona notizia per gli automobilisti, che potranno far valere le proprie ragioni senza il timore di subire un salasso economico, ma pessima per i tempi della giustizia. Se i ricorsi per le multe aumenteranno (e con questo ‘sconto’ aumenteranno senz’altro) le prefetture torneranno a intasarsi di richieste, col rischio di sforare i termini perentori (da 180 a 210 giorni) entro cui i prefetti devono emettere le loro decisioni, trascorsi i quali i ricorsi vanno intesi come accolti. C’è quindi il rischio che parecchie multe saranno cancellate non in quanto ingiuste, ma solo per decorrenza dei termini. Insomma, su questo punto ci sarà secondo noi ancora molto da discutere e non è detto che la norma passi così com’è stata formulata.

ADDIO ALLE MULTE A STRASCICO

Nel pacchetto di modifiche al Codice della Strada è stato inserito in extremis anche un emendamento che intende metter fine alle cosiddette ‘multe a strascico’. Parliamo delle infrazioni rilevate con l’ausilio di telecamere alle auto in divieto di sosta o in altre situazioni nelle quali il conducente dell’auto può ignorare di aver preso una multa. Con l’introduzione dell’obbligo del preavviso di notifica si consentirà invece all’automobilista di pagare la contravvenzione in tempi rapidi e senza ulteriori costi. Per tutte le altre possibili novità del Codice della Strada 2019, dall’inasprimento delle sanzioni per chi guida con il cellulare, alle moto 125 in autostrada e all’introduzione delle strade scolastiche, vi rimandiamo ai nostri precedenti servizi.

The post Multe: ricorsi al prefetto più facili con le ultime modifiche al Codice della Strada appeared first on SicurAUTO.it.

Microsoft aumenta l’Ambizione Italia, anche in vacanza

di Antonino Caffo
Microsoft, con il programma Ambizione Italia per la Scuola, promosso insieme a Fondazione Mondo Digitale, continuerà per tutto il periodo estivo con corsi di formazione online sulle competenze digitali, dedicati a studenti e docenti. Nell’anno scolastico appena concluso, sono stati oltre 60 mila i ragazzi e 55 mila i professori che hanno partecipato agli eventi […]

Oppo presenta i Creators Awards 2019, un concorso per gli appassionati di fotografia

di Alessandro Signori

L’azienda cinese ha lanciato un concorso per promuovere l’arte della fotografia da smartphone che, negli ultimi anni, grazie ad un miglioramento costante degli obbiettivi presenti sui terminali, è entrata anche nell‘ambito professionale del settore fotografico. (...)
Continua a leggere Oppo presenta i Creators Awards 2019, un concorso per gli appassionati di fotografia su Androidiani.Com


© alessandrosignori for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Corsi di Guida Sportiva in pista

di redazione

School-driving-elaborare-peugeot-308gti-laterale

Corso di Guida Sportiva auto in pista  per chi vuole imparare ed acquisire una padronanza dell'auto totale! Il corso di guida sportiva in pista è organizzato da Elaborare Driving School nei principali autodromi e piste italiane. Il Corso di guida Sportiva auto di Elaborare è un corso teorico/pratico nel quale sono affrontate le tecniche di guida da impiegare per una corretta guida sicura/sportiva con tanta pratica in pista al fianco di un pilota/istruttore. L'obiettivo è di acquisire nel singolo corso do guida la totale padronanza di un'auto per sfruttarla fino al limite attraverso un'esperienza di guida full time e con tanti km percorso nel tracciato.

CORSO GUIDA SPORTIVA AUTO IN PISTA PROSSIMO CORSO 4 Dicembre 2016 Autodromo di Modena Una giornata full immersion di Guida Sportiva con i piloti istruttori Elaborare Driving School e le "potentissime" auto sportive Peugeot 208 GTi by Peugeot Sport (208 cv) o Peugeot 308 GTi (270 cv) a trazione anteriore con autobloccante di serie. Piloti istruttori Alessandro Tedeschini e Giovanni Mancini (Posti limitati) Tel. +39 388 3654521 | E-mail  school@elaborare.org

308-ortonamarchio-ELABORARE-DRIVINGCorso guida Sportiva pista peugeotortona-staff

Guidare è una azione puramente tecnica e compierla bene non può che gratificare e salvare la vita. Questo vale per il pilota e per il normale conducente, ricordando che per entrambi il modo di guidare correttamente l'auto è unico, indipendentemente dalla velocità e dalla vettura posseduta.

School-driving-elaborare-peugeot-208gti-peugeot-sport School-driving-elaborare-peugeot-308gti-laterale

CONTATTI Mail school@elaborare.org Tel  +393883654521

Peugeot-208-GTI-30-84-710x399[1]TEST PEUGEOT 208 GTi QUI      Driving-School-corso ELABORARE DAY 8 MAGGIO MODENA info QUI Elaborare Day
❌