Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

MasterBox NR200 e NR200P, i nuovi case Cooler Master con form factor Mini-ITX

di Antonello Buzzi
Il noto produttore taiwanese Cooler Master, conosciuto principalmente per la realizzazione di componenti hardware per personal computer, come alimentatori, sistemi di dissipazione e case, ha presentato oggi i nuovi chassis MasterBox NR200 e NR200P, pensati per la creazione di sistemi compatti con form factor Mini-ITX. Nonostante le dimensioni piuttosto contenute, MasterBox NR200 e NR200P sono […]

Cooler Master fa il suo ingresso nel mondo dei case per Raspberry Pi 4

di Antonello Buzzi
Cooler Master, compagnia nota per la produzione di chassis ed accessori inerenti al raffreddamento per PC, ha fatto il suo ingresso nel mondo dei Single Board Computer, nello specifico del più popolare di tutti, Raspberry Pi, presentando il suo primo case progettato appositamente per Raspberry Pi 4. Al posto di offrire il prodotto direttamente presso […]

Gigabyte, i dissipatori a liquido Aorus portano l’Intel Core i9-10900K a 5,2GHz senza problemi

di Antonello Buzzi
L’overclocking del processore Intel Core i9-10900K e la stabilizzazione della sua temperatura di esercizio potrebbero essere compiti piuttosto difficili. Per nostra fortuna, sembra che i dissipatori a liquido prodotti da Gigabyte possano effettuare queste operazioni senza sforzi particolari. Gigabyte, infatti, ha dimostrato la qualità del suo sistema di dissipazione Aorus portando la CPU Core i9-10900K […]

Possessori del Louqe Ghost S1 non disperate, il Noctua NH-L12 è tornato

di Vittorio Rienzo
Quando si parla di raffreddamento ad aria, Noctua rappresenta senza dubbio un punto di riferimento per i builder appassionati. È proprio per la popolarità che Noctua riscuote con ogni dissipatore, che Louqe ha deciso di collaborare con l’azienda per riproporre una versione specifica dell’NH-L12 originale per il case mini-ITX Ghost S1. A dispetto delle dimensioni piuttosto […]

Seat Leon Cupra elaborata by SP elettronica

di redazione

In Sicilia abbiamo provato questa splendida Seat Leon Cupra elaborata by SP elettronica. Le Cupra sono vetture molto difficili da trovare con alimentazione benzina in Italia. Ma quando ne guidi una capisci subito il grande potenziale che hanno, figuriamoci con una preparazione da quasi 400 CV!

Il bianco della carrozzeria aumenta la rarità di questa Leon Cupra. Inoltre maschera la cattiveria che si cela sotto il cofano. Questa Cupra infatti è accreditata in origine di 240 CV, invece ora il motore 2.0 TFSI sfiora 390 CV.

Seat Leon Cupra elaborata by SP elettronica frontale
Seat Leon Cupra elaborata by SP elettronica frontale

Seat Leon Cupra elaborata by SPelettronica – Tuning motore

Per quanto riguarda il motore di questa Seat Leon elaborata la SP elettronica è riuscita a spremere, dal propulsore 2.0 litri turbo, oltre 387 CV e 498 Nm di coppia con la pressione del turbo a 1,8 bar e la benzina a 102 ottani.

La testata, l’albero motore e gli alberi a camme sono stati lavorati da Autorettifica Ceratto. Invece lo scarico completo maggiorato è della L&R Racing. L’intercooler maggiorato è della RS3 e la turbina KKK K04 è stata modificata da Montanaro Turbo.

Seat Leon Cupra SP elettronica posteriore
Seat Leon Cupra SP elettronica posteriore

Scheda tecnica tuning Seat Leon Cupra

  • Motore-Trasmissione
  • Turbo KKK K04 modificato da Montanaro Turbo
  • Iniettori maggiorati Audi RS6
  • Alberi a camme riprofilati
  • Pistoni stampati Pistal Racing
  • Bielle ZRP
  • Bronzine trimetalliche
  • Valvole Supertech
  • Molle valvole con piattelli Supertech
  • Kit pompa benzina HPFP Autotech
  • Lavorazione testata monoblocco e albero motore effettuata da Autorettifica Ceratto
  • Scarico completo L&R Racing
  • Intercooler maggiorato Audi RS3
  • Aspirazione artigianale
  • Guarnizione testa Cometic
  • Assemblaggio motore presso Officina Mauriello Motorsport
  • Mappa a cura di SP Elettronica e Frantik Professional ChipTuning
  • Kit volano 7,2 kg e frizione bidisco Sachs Performance
  • Shortshifter
  • Assetto
  • Ammortizzatori Bilstein B8 e molle Eibach
  • Cerchi 18” Audi RS3
  • Pneumatici Triangle Sportex TSH11 225/40 R18
Seat Leon Cupra SP elettronica motore TFSI elaborato 387 CV
Seat Leon Cupra SP elettronica motore TFSI elaborato 387 CV

Cerca la Seat Leon nell’usato su newsauto.it

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti di questa Seat Leon by SP elettronica è su Elaborare 259 di aprile 2020.

Seat Leon Cupra Elaborare 259
Seat Leon Cupra Elaborare 259

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 259 aprile 2020 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 24,99 €

CLICCA QUI

VERSIONE PDF ON LINE ACQUISTA QUI

Copertina Elaborare 259 Aprile 2020
Copertina Elaborare 259 Aprile 2020

L'articolo Seat Leon Cupra elaborata by SP elettronica proviene da ELABORARE.

Come allungare la vita di un pc portatile

di Aggregator

La principale causa di guasto dei computer portatili è rappresentata dal surriscaldamento dei componenti. Spesso i sistemi di dissipazione sono inadeguati rispetto al calore prodotto da CPU e schede video dovendosi adattare agli spazi ridotti presenti negli chassis sempre più sottili. Inoltre vengono sempre adottate ventoline piccole o poco potenti per evitare un’eccessiva rumorosità. Solo nei modelli di fascia alta lo chassis è completamente in alluminio favorendo così la dissipazione di tutti i componenti hardware all’interno, ma il più delle volte vengono comunque utilizzati materiali plastici per questioni di costi produttivi.

Per risolvere tutte mancanze è possibile utilizzare delle basi dissipanti che tengono sollevato il computer portatile permettendo una maggiore areazione dalle forature previste. La migliore base dissipante per notebook è sicuramente Cooler Master NotePal U2 Plus in quanto oltre a funzionare da rialzo come tutte le altre è completamente in alluminio traforato favorendo al massimo la dissipazione del calore.

Inoltre, altra caratteristica degna di nota che fa la differenza con tutti gli altri modelli, è la possibilità di sganciare le ventole per posizionarle dove si vuole magari in prossimità dei fori di areazione già presenti sulla base del portatile. Le ventole sono USB e hanno attacco maschio/femmina in modo da restituire la porta USB occupata.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Model: R9-NBC-U2PK-GP(Black) R9-NBC-U2PS-GP(Sliver) R9-NBC-U2PT-GP (Titanium)
Color: Black / Silver / Titanium
Materials: Aluminum, metal mesh, plastic, rubber
Weight: 0.65 kg (1.43 lbs)
Dimension: 346 x 282 x 60mm (13.6 X 11.1 x 2.4 inch) (W x H x D)
Fan Dimension: 80 x 80 x 10mm (3.2 x 3.2 x 0.4 inch) (W / H / D)
Fan Speed: 2000 ± 10% RPM
Fan Airflow: 31 CFM (each fan)
Fan Noise Level: 21 dBA
Power: USB 5V DC
USB: USB 2.0/1.1 x 1 (for power input)
Power Consumption: 0.36A, 1.8W
Compatibility: Supports up to 17″ laptops

Fonte

Sistema di raffreddamento a liquido economico Cooler Master

di Aggregator

La famiglia di sistemi di raffreddamento a liquido All-in-One di Cooler Master si allarga con l’arrivo di un modello performante ad un prezzo molto competitivo. Cooler Master aggiunge alla sua linea di sistemi di raffreddamento a liquido integrati un nuovo modello, denominato Seidon 120V, che va a posizionarsi un gradino sopra il Seidon 120XL. Il Seidon 120V è caratterizzato dalla presenza di un gruppo waterblock-pompa più massiccio rispetto ai precedenti modelli e da un radiatore dello spessore di 27mm.

Il gruppo ha la forma di parallelepipedo con misure pari a 62 x 62 x 36,4 millimetri (LxPxA) e viene bloccato sulla CPU tramite un sistema di ritenzione molto simile nel design a quello utilizzato dal Corsair Hydro H80i. Il waterblock ha una base in rame di forma rettangolare e presenta una struttura micro-fin che facilita la dissipazione del calore della CPU, quando viene attraversata dal liquido refrigerante.

La ventola in dotazione è una PWM da 120mm con un regime di rotazione compreso tra i 600 ed i 2.400 giri, spingendo fino a 86,15 CFM di aria, con un massimo di 40 dBA di rumore. La pompa, rispetto ai vecchi modelli, è stata completamente rivista: sia la girante che la camera interna sono state ridisegnate per limitare al minimo l’effetto cavitazione e l’utilizzo di cuscinetti in ceramica, inoltre, ne garantisce una maggiore durata nel tempo.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

Model: RL-S12V-24PK-R1
CPU Socket: Intel LGA 2011-3 / 2011 / 1366 / 1150 /1155 / 1156 / 775
AMD Socket: FM2+ / FM2 / FM1 / AM3+ / AM3 / AM2
Dimension: 62 x 62 x 36.4 mm (2.4 x 2.4 x 1.4 inch)
Radiator Dimensions: 154 x 119 x 27 mm (6.0 x 4.7 x 1.1 inch)
Radiator Material: Aluminum
Fan Dimension: 120 x 120 x 25 mm (4.7 x 4.7 x 1 in)
Fan Speed: 600~2400 RPM (PWM) ± 10%
Fan Airflow: 19.17 ~ 86.15 CFM ± 10%
Fan Air Pressure: 0.31 ~ 4.16 mm H2O ± 10%
Fan Life Expectancy: 40,000 hours
Fan Noise Level: (dB-A) 19 ~ 40 dBA
Bearing Type: Rifle bearing
Connector: 4-Pin
Fan Rated Voltage: 12 VDC
Fan Rated Current: 0.3A
Power Consumption: 3.6W
Pump Life Expectancy: 70,000 hrs
Pump Noise:

Fonte

Chassis Full Tower Cooler Master Cosmos II

di Aggregator

La nuova generazione del Cosmos, il popolare chassis enthusiast di Cooler Master debutta oggi, nell’anno del 20° anniversario dell’azienda leader nell’universo dei case, delle soluzioni termiche, degli alimentatori, delle periferiche e degli accessori. Incomparabile nello stile del design e nelle caratteristiche tecniche, il Cosmos II è unico nel suo genere: un Ultra Tower con la struttura principale che resta quasi sospesa, un vero punto di riferimento per tutti i case che seguiranno in un prossimo futuro.

La perfezione nel Design
Ispirato alle supercar di lusso, l’esterno del Cosmos II combina elegantemente alluminio di alta qualità, mesh ed acciaio, che ne esaltano la stabilità e la potenza.
Il design ergonomico e lineare è il vero “marchio di fabbrica” del Cosmos sin dal primo modello realizzato ben 5 anni fa. Seguendo lo sitle delle supercar, i pannelli laterali si aprono in maniera quasi automatica premendo delicatamente su un tasto.
Una mascherina a scorrimento in alluminio protegge il pannello di controllo delle ventole, dei LED e del pannellino I/O (che dispone di due porte USB 3.0 che consentono un rapido e semplice accesso a dati o dispositivi esterni, 4 porte USB 2.0, una E-SATA ed Audio In and Out) posizionate nella parte superiore del case unitamente ai drive bays frontali.
Raffreddamento a liquido portato all’ “estremo”.
Nel Cosmos II è possibile installare un radiatore da 360mm posizionabile nella sezione superiore. Rimuovendo le gabbie per hard drive inferiori si ricava uno spazio sufficiente per un radiatore da 240mm e si ricava un accesso diretto all’aria fresca proveniente dall’esterno del case.
Unità di raffreddamento a liquido All-in-one (AIO) da 120mm oppure da 140mm sono compatibili con il porta-ventola posteriore.

Supporto Hardware
Il case ha un’area interna molto spaziosa, piu’ ampia di circa il 20% del suo predecessore Cosmos S, il Cosmos II può contenenere fino a 13 Hard Disks oppure SSD (2 negli X-docks, 5 nei cestelli mediani, 6 nei cestelli inferiori).
Il sistema di fissaggio è antivibrazione, con predisposizione per ventole supplementari dedicate al raffreddamento dei soli hard disk.
Lo spazio interno è sufficiente a supportare 10+1 slot di espansione che consentano di installare sistemi “enthusiast” che includono fino a 4 schede grafiche in configurazione SLI oppure Crossfire SLI.
Lo slot di espansione aggiuntivo consente invece l’installazione di schede PCI, oppure installare altri pannelli di controllo per CCFL e “Cold Cathode lighting”, sistemi di raffreddamento aggiuntivi e molto altro.

Coloro che desiderano realizzare i sistemi più estremi saranno soddisfatti di venire a conoscenza del fatto che la slitta del Cosmos II può tranquillamente ospitare schede madri basate su form factor XL-ATX.
I possessori di Cosmos II saranno orgogliosi del fatto che non dovranno temere il calore: è dotato infatti di raffreddamento eccezionale: una ventola frontale a LED da 200mm, una ventola da 140mm posteriore, una ventola superiore da 120mm e la possibilità di installare due ventole laterali da 120mm, due da 120mm per HDD posizionati inferiormente e nell’area mediana.
Il tutto progettato con lo scopo di ottenere un flusso d’aria ottimale per il raffreddamento di tutti i componenti di un Pc ad alte prestazioni.
Il design interno include il supporto per un alimentatore montato sulla parte inferiore con numerose predisposizioni per il passaggio dei cavi da un’area all’altra così da ottimizzare sia il flusso d’aria sia l’impatto estetico complessivo.
Il pannello frontale ha una struttura a scorrimento verso il basso, rendendo visibili 3 slot da 5 pollici e 1/4 che sormontano due altri slot per hard disk da 3 pollici e 1/2, dotati di chiave di serraggio per il cassettino.
Gestione dei cavi & Storage
Altre caratterisitche peculiari sono rappresentate dal design tool-free (installazione dei componenti senza ausilio di attrezzi), un sistema di gestione dei cavi di alto livello (che include una copertura per cavi), per mantenere l’interno del case sempre ordinato e sicuro.

[adv1]

Un ampio sistema di ritenzione dell’heat sink del processore è stato inserito nella slitta della scheda madre per fare in modo che possa essere compatibile con la maggior parte dei processori e dei layouts delle schede madri (attualmente sono supportati sia i socket LGA2011 sia gli AMD FM1).

Fonte

❌