Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

City of Brass gratis su PC per un tempo limitato

di Giacomo Todeschini
Continuano le ottime notizie per gli amanti del gaming su PC, che dopo The Sims 4 e RiME, possono rimpolpare ulteriormente le proprie librerie digitali in modo completamente gratuito. Così come con RiME è infatti l’Epic Games Store a regalarci un altro bellissimo titolo. A essere reso liberamente scaricabile dallo store di Epic Games è questa volta l’ottimo […]

In arrivo nuovi set di Minifigure Lego, c’è anche Spider-man!

di Mabelle Sasso
Sono state diffuse le prime immagini dei nuovi minifigure character packs, che Lego metterà in commercio questa estate. I minifigure character pack sono delle confezioni tematiche speciali che, come si evince dal nome, contengono solo minifigure complete di accessori. Queste confezioni speciali non sono da confondersi con le bustine delle serie Minifigure, si tratta infatti di […]

Recensione G.Skill TridentZ RGB DC

di Marco Pedrani
Le G.Skill TridentZ RGB DC sono le prime RAM ad arrivare sul mercato con il nuovo design Double Capacity, che prevede il doppio dei chip di memoria e dei moduli EPROM e di gestione energetica rispetto alle memorie convenzionali. Le dimensioni dei moduli DIMM non sono però diverse da quelle di una comune memoria DDR4, […]

City of Mist: disponibile lo Starter Set

di Mabelle Sasso
Il gioco di ruolo City of Mist racconta di una metropoli avvolta da una nebbia magica in cui avvengono eventi sovrannaturali e di come i suoi abitanti convivano con questa situazione. Se non conoscevate questo gioco di ruolo, ma sono bastate queste poche parole per incuriosirvi, potrete avvicinarvi al gioco grazie al suo Starter Set realizzato da […]

La smart mobility migliora la qualità della vita per il 96% degli italiani

di Redazione

Per gli italiani non ci sono dubbi. La qualità della vita migliore al verificarsi certe condizioni. Stiamo parlando di città meno inquinate, di soluzioni di mobilità flessibile e di aree urbane a misura d’uomo. Il 96% ne è convinto. Lo rivela “Sostenibilità, smart city e smart mobility”, studio promosso da Arval Italia, sempre più attenta ai servizi legati al mondo dell’auto. Lo ha fatto in collaborazione con Doxa e Corporate Vehicle Observatory (CVO).

QUALITÀ, LA PAROLA D’ORDINE

Il 96% degli italiani conferma che il miglioramento della qualità di vita deriva necessariamente da un mondo più sostenibile. Per ottenere questo è necessario che ognuno prenda consapevolezza di tale necessità singoli ed istituzioni. Da un campione di 1500 italiani è emerso che il 62% degli intervistati ritiene che siano indispensabili città non inquinate. Per il 51% è indispensabile essere attori principali per il risparmio di componenti naturali come l’acqua. Per il 42%, invece, l’utilizzo dei mezzi pubblici in sostituzione alle auto è indispensabile alla qualità dell’ambiente. La necessità di una vita in un contesto sano e vivibile è il desidero dell’81% degli intervistati. Di questi, il 18% ha a cuore quella dei propri figli e nipoti. Purtroppo il 50% non crede che nei prossimi 5 anni si potranno notare differenze sostanziali nella qualità della vita.

INSIEME È PIÙ SEMPLICE

Uno dei dati confortanti di questa ricerca è che il 56% ritiene che si avrà maggiore attenzione alle nuove generazioni grazie all’informazione. È considerata una componente necessaria per ottenere buoni risultati per un mondo maggiormente vivibile. Eppure, il 68% ritene che il processo di miglioramento possa essere rallentato sia da interessi di carattere economico sia a causa degli egoismi dei singoli (55%). Secondo il campione intervistato, questi sono stili d vita che è necessario assimilare se si vuole invertire la tendenza: bisogna puntare sulla tutela dell’ambiente e su quella che gli anglosassoni chiamano “usability”. Si tratta della facilità di accesso ai servizi. Anche Nissan ha da poco annunciato di aver avviato uno studio simile.

LO STATO FACCIA LA SUA PARTE

Il 55% ritiene che il cambiamento deve partire dal singolo soggetto, ma chiede anche alle istituzione pubbliche un aiuto a gestire il cambiamento attraverso la scuola con la formazione, oltre ad una maggiore comunicazione sui benefici della smart city e smart mobility (94%). Eppure in Italia qualcosa si muove. Il 91% desidera una più chiara campagna sui benefici, e il 93% chiede di conoscere meglio le differenze di combustibile utilizzati dalle auto. Nella realizzazione di un propria proposta, gli intervistati, hanno evidenziato come la smart city e la smart mobility si concretizzerebbero con la costruzione di maggiori piste ciclabili, l’utilizzo di mezzi pubblici e privati elettrici, monopattini, senza trascurare l’aumento di senso civico di ogni singolo.

DISPOSTI A QUALCHE RINUNCIA

È interessante rilevare che gli italiani, pur di contribuire al raggiungimento di una migliore qualità di vita , sono disposti a rinunciare ad una parte della propria privacy. Mettendo a disposizione dati inerenti l’auto (33%) al comune di residenza (32%) o per trasferire dati sulla propria guida (38%).

L'articolo La smart mobility migliora la qualità della vita per il 96% degli italiani proviene da SicurAUTO.it.

Nissan progetta la città del futuro: sarà connessa e sicura

di Redazione

Sono ufficialmente iniziate le attività operative del progetto Elis Open Connected City, che si propone di riprogettare e sviluppare servizi per la mobilità nell’ambito delle smart city. Le città  del futuro che per promuovere la diffusione delle vetture a guida autonoma punta sulla connessione tra vetture e ambiente circostante. Il progetto si realizzerà grazie alla collaborazione tra Nissan, Elis e altre sette grandi aziende. Senza contare il coinvolgimento di 12 studenti del Politecnico di Milano.

CONCLUSE LE OPERAZIONI PRELIMINARI

La prima fase di progettazione del programma si è conclusa. Prevedeva la definizione dei casi d’uso e la scelta delle tecnologie di riferimento da usare in fase di test. Quest’operazione di selezione è stata portata a termine da Nissan grazie alla collaborazione con numerose aziende partner. Sono Anas, Bridgestone, Cellnex, Huawei, Open Fiber, Sas e Tim. Il team di lavoro si è quindi dotato delle tecnologie necessarie per realizzare concretamente il progetto Open Connected City, che vedrà la luce in una sorta di versione demo all’interno del Campus Elis.

LA PRIMA “CITTÀ DEL FUTURO”

Il programma entra dunque nella sua fase operativa. Il gruppo di lavoro prevede di procedere alla prototipazione e alla realizzazione dei primi test entro giugno. La sperimentazione avverrà interamente all’interno del Campus, che diventerà un esempio di smart city del futuro. Il team di sviluppo ha già anche previsto quale sarà l’auto utilizzata per mettere alla prova le tecnologie introdotte. Si tratta della Nissan Leaf, vettura elettrica più venduta della storia, ideale perché già dotata dalla Casa giapponese di numerosi strumenti utili alla sua integrazione all’interno di una smart city.

TRE CASI D’USO ALLA PROVA

Gli sviluppatori hanno individuato i tre casi d’uso da sperimentare in queste prime fasi. Innanzitutto verrà realizzato, con il sostegno di Tim, Sas e Huawei, un sistema di riconoscimento dei veicoli in tempo reale. Consentirà di inviare notifiche riguardanti scadenza bollo, assicurazione e patente del guidatore. Il secondo caso approvato riguarda la guida al parcheggio libero. È possibile per mezzo di sensori e riconoscimento immagine. Questo sistema, sviluppato con il supporto di Cellnex, Sas e Huawei, potrà essere potenziato con il coinvolgimento di alcune start-up, che offriranno servizi come il lavaggio e la ricarica dell’autovettura direttamente al posteggio. Infine, Nissan e Bridgestone si occuperanno della realizzazione di un sistema di check-up delle vetture, che sarà possibile grazie all’accesso al computer di bordo. Ci si propone quindi di identificare gli stili di guida dei conducenti, per prevedere l’usura di alcuni componenti e quando si renda necessaria la loro sostituzione.

L'articolo Nissan progetta la città del futuro: sarà connessa e sicura proviene da SicurAUTO.it.

5G, dove posizionare le antenne? Nel Regno Unito si lavora al mapping in tempo reale

di Dario D'Elia
Nel Regno Unito l’ente pubblico che si occupa della cartografia della nazione, Ordnance Survey ha avviato un progetto di mapping in tempo reale delle strade per agevolare lo sviluppo della 5G e la guida autonoma. Il progetto pilota prevede in questa fase 11 veicoli equipaggiati con tecnologia Mobileye 8 Connect (Intel) capaci di video-registrare ogni […]

Lego City si espande con l’esplorazione su Marte!

di Francesco Caputo
Lego, si sa, è una delle poche società internazionali a raccogliere un grandissimo numero di appassionati sotto la propria bandiera. In queste ultime ore, un sito e-commerce olandese ha inserito nel proprio catalogo un gran numero di nuovi set appartenenti alla linea Lego City, precedentemente conosciuta come World City. Leggi anche: LEGO Singapore mostra un […]

Ravenna a 1 Gbps grazie a Open Fiber, vendite abbonamenti sbloccate

di Alessandro Crea
Da oggi i servizi ad alto contenuto innovativo abilitati dalla banda ultra larga sono disponibili anche a Ravenna: Open Fiber ha infatti ultimato il cablaggio in fibra ottica delle prima 10mila unità immobiliari della città, che possono così già beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. La società guidata da […]

Olivetti, al via nuova piattaforma IoT per automotive, smart city e agrifood

di Alessandro Crea
Olivetti, polo digitale del Gruppo TIM, ha integrato la piattaforma ThingWorx di PTC nei propri processi con l’obiettivo di ampliare gli asset tecnologici in grado di rispondere alle esigenze dei clienti e del mercato e accelerare la diffusione dell’Internet of Things. La piattaforma ThingWorx di PTC è stata identificata da ABI Research come la migliore […]

Renault City K-ZE: ecco la nuova crossover elettrica

di Redazione

Quello di Shanghai è il salone più grande del mondo. Normale, quindi, che rappresenti l’occasione ideale per svelare numerose novità. Soprattutto se queste novità riguardano in qualche modo il mercato asiatico. Renault, ad esempio, ha svelato la nuova crossover compatta City K-ZE, piccola cinque porte elettrica. L’auto sarà interamente prodotta in Cina, dove entrerà sul mercato entro fine anno. Nelle intenzioni della Casa, però, in futuro sarà destinata anche ad altri mercati, inclusi quelli europei.

DIVERSI SISTEMI DI RICARICA

La nuova Renault City K-ZE monta un motore elettrico alimentato da una batteria da 26,8 kWh. Ha un’autonomia di 271 km nel ciclo NEDC. Renault ha previsto diversi metodi di ricarica, dalle prese di casa con corrente da 220 Volt (necessarie quattro ore per la ricarica completa) alle colonnine di ricarica rapida (80% di ricarica in 50 minuti). La Casa francese l’ha anche dotata di dispositivi che consentiranno la ricarica anche grazie a sistemi che sono ancora in fase di sviluppo. L’auto, quindi, sarà compatibile con gli standard di ricarica odierni e futuri presenti nelle varie aree del mondo. Il motore, con 45 CV e 125 Nm di coppia, regala al veicolo un’accelerazione 0-60 km/h in 7″ e una velocità massima di 105 km/h. Le dimensioni sono quelle di un piccolo SUV: 3,735 mm di lunghezza, 1,559 di larghezza e 1,579 mm di altezza, con un bagagliaio che ha una capacità di 300 litri.

AL RIPARO DA INCIDENTI E INQUINAMENTO

La crossover francese sarà dotata di avanzati sistemi di assistenza alla guida. Renault ha pensato anche alla salute dei passeggeri. Il climatizzatore infatti è dotato di un filtro che intercetta le polveri sottili dannose (fino a PM 2.5) presenti all’esterno, impedendogli di entrare nell’abitacolo. Il sistema di filtraggio sarà eventualmente attivato nel caso in cui un sensore interno all’auto rilevi alte concentrazioni di polveri sottili nell’aria. Sempre all’interno del veicolo, inoltre, si troverà uno schermo da 8 pollici, posto al centro della plancia, per gestire il sistema di infotainment e il dispositivo di controllo della ricarica, che si potrà comandare da remoto.

ASSEMBLATA IN CINA, VENDUTA NEL MONDO

La City K-ZE sarà prodotta in Cina, già durante l’anno in corso. Chi si occuperà dell’assemblaggio sarà la eGT New Energy Automotive, una joint venture tra il gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi e Dongfeng, impresa pubblica cinese tra i quattro maggiori produttori di auto del Paese orientale, con sede a Wuhan. Gli standard qualitativi e di sicurezza saranno all’altezza delle normative estere (in particolare quelle europee) per permettere una futura esportazione del veicolo verso il Vecchio Continente.

L'articolo Renault City K-ZE: ecco la nuova crossover elettrica proviene da SicurAUTO.it.

Tim lancia “Share the Code”, contest digitale per la città intelligente

di Tom's Hardware
Tim, in collaborazione con Codemotion, ha lanciato ufficialmente l’iniziativa “Share the Code”, un contest digitale rivolto ai ragazzi di tutte le scuole secondarie di primo grado che abbiano un’età compresa tra i 10 e i 14 anni. Il progetto, attivo fino al 19 maggio, prevede che chiunque voglia partecipare carichi un video della durata di […]

Anno 1800 Recensione

di Lorenzo Quadrini
Anno 1800 è il settimo titolo della famosa serie di strategici in tempo reale, edita oramai da un decennio da Ubisoft. Si tratta di uno dei filoni più prolifici all’interno della cerchia degli RTS, ottenendo nel corso del tempo l’apprezzamento di utenti e critica. Come chiaramente espresso dal titolo, quest’ultima produzione è ambientata nel 1800, […]

TIM e Ascoli, attivi i primi servizi Smart City

di Dario D'Elia
Ieri il Comune di Ascoli Piceno e TIM hanno svelato i primi servizi Smart City già attivi sul territorio. Nell’ambito del progetto “Ascoli Connessa”, sostenuto dall’Amministrazione, l’obiettivo è di ottenere uno sviluppo urbano sostenibile coadiuvato da applicazioni e soluzioni innovative. In sintesi migliorare la qualità della vita delle persone e garantire all’Amministrazione un maggiore controllo […]

TIM, al via i servizi per Ascoli Smart City

di Filippo Vendrame

TIM ha presentato assieme al Comune di Ascoli i primi servizi di Smart City disponibilità all’interno della città. L’obiettivo del progetto è quello di dare impulso allo sviluppo digitale del territorio. L’iniziativa “Ascoli Smart City” si colloca nell’ambito del progetto “Ascoli Connessa”, curato dall’Amministrazione, che ha come obiettivo lo sviluppo urbano sostenibile del territorio comunale, e all’interno della strategia di TIM di porsi quale partner tecnologico delle Pubbliche Amministrazioni mettendo a disposizione infrastrutture, applicazioni e soluzioni innovative per dare impulso al modello di “città intelligente”.

Leggi il resto dell’articolo

Verona Smart City grazie alle sperimentazioni di TIM, Comune e AGSM

di Dario D'Elia
Ieri TIM, Comune di Verona e Azienda Generale Servizi Municipali di Verona S.p.A (AGSM) hanno siglato un accordo per sperimentare nel capoluogo veneto servizi e applicazioni Smart City riguardanti la sicurezza, i trasporti, il turismo e la valorizzazione del territorio. Il focus sarà sulle tecnologie NB-IoT (Narrowband-Internet of Things) e 5G. Il cosiddetto memorandum d’intesa […]

TIM, accordo con Verona per i servizi 5G

di Filippo Vendrame

Verona, grazie a TIM, sarà tra le prime città d’Italia ad avviare la sperimentazione dei servizi di nuova generazione “Smart and Interactive City”, basati sull’innovativa tecnologia NB-IoT (Narrowband-Internet of Things) e sul 5G, in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso soluzioni riguardanti la sicurezza, i trasporti, il turismo e la valorizzazione del territorio.

Leggi il resto dell’articolo

TIM lancia i servizi per Novara Smart City

di Filippo Vendrame

TIM continua con la sua operazione di innovazione in Italia. L’operatore assieme al Comune di Novara ha ufficializzato il lancio dei primi servizi di Smart City dedicati esplicitamente alla città piemontese. L’obiettivo del progetto è migliorare la qualità della vita delle persone attraverso una serie di interventi riguardanti la sicurezza, il controllo, il turismo e la valorizzazione del territorio grazie ad alcune applicazioni e soluzioni innovative adatte a soddisfare le sempre più specifiche necessità di tutti i soggetti, pubblici e privati, realizzate da TIM.

Leggi il resto dell’articolo

❌