Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Vertiv, batterie agli ioni di litio per rivoluzionare i data center

di Antonino Caffo
Le batterie agli ioni di litio possono essere una valida alternativa alle batterie al piombo-acido per l’utilizzo nei sistemi UPS dei data center? Uno degli aspetti più interessanti è l’autonomia: non solo offrono un leggero miglioramento rispetto a quelle al piombo-acido, ma la loro maggiore durata può potenzialmente eliminare almeno due cicli di sostituzione. Un […]

Nvidia acquisisce SwiftStack espandendo la divisione AI

di Vittorio Rienzo
Stando alle dichiarazioni delle due società, l’accordo secondo il quale Nvidia acquisirà SwiftStack è ormai firmato e non rimane che chiudere la transazione la quale, sempre stando alle dichiarazioni, dovrebbe ultimarsi nelle prossime settimane. SwiftPack è un’azienda specializzata nello sviluppo di software per la raccolta di file oggetto utilizzati da AI, HPC ed applicazioni di […]

OVHcloud, l’importanza di rendere i datacenter sostenibili

di Antonino Caffo
Adottare nuove tecniche per migliorare la sostenibilità è una necessità crescente anche nel mondo dei data center. D’altra parte, un recente studio di PwC ha mostrato che utilizzando sistemi di intelligenza artificiale, settori come l’agricoltura, i trasporti, l’energia e quello idrico potrebbero contribuire a una riduzione del 4% delle emissioni di gas serra a livello […]

AMD annuncia CDNA, la nuova architettura per le GPU dedicate a server e datacender

di Marco Pedrani
Non solo RDNA 2: durante il Financial Day AMD ha presentato anche CDNA, architettura che sarà alla base dei prodotti Radeon Pro e Radeon RX di prossima generazione dedicati a server e datacenter, come gli acceleratori Radeon Instinct. La scelta di differenziare RDNA e CDNA (Compute DNA) nasce dalla necessità di differenziare i prodotti che […]

Arrow Electronics con Nvidia per il Data Center AI-Driven

di Antonino Caffo
Arrow Electronics ha siglato un accordo strategico di distribuzione anche in Italia con Nvidia. In base ai termini dell’accordo, già operativo nell’intera regione EMEA, Arrow distribuirà le piattaforme di data center Nvidia DGX, Nvidia virtual GPU (vGPU) e Nvidia Tesla. L’accordo consente al canale di rivendere, fra gli altri, GPU virtuali con le altre soluzioni […]

Kingston DC1000M, i nuovi SSD NVMe per datacenter

di Francesco Palermo
Kingston ha annunciato il suo ultimo SSD destinato ai datacenter ad alta velocità. Il nuovo DC1000M è un SSD NVMe SSD da 2,5″ U.2 NVMe. L’anno scorso, Kingston aveva già presentato gli SSD DC500M, DC500R e DC450R per il mercato SATA, ma avevano poche proposte per il mercato NVMe. Nel 2017 Kingston aveva collaborato con […]

KIOXIA, nuovi SSD NVMe PCIe 4.0 dedicati ai data center

di Vittorio Rienzo
Con la spinta data da AMD alla nuova specifica PCIe 4.0 avviata con i processori EPYC, sono diversi i produttori che si stanno impegnando a fornire prodotti in grado di sfruttare le capacità del nuovo standard; tra questi c’è KIOXIA che ha presentato gli SSD NVMe PCIe 4.0 delle serie CM6 e CD6. “AMD sta […]

Nvidia segna un aumento del 41% nel quarto trimestre, ma il Coronavirus spaventa

di Francesco Palermo
Nvidia ha pubblicato il proprio rapporto sugli utili per l’anno fiscale 2020. I ricavi per il quarto trimestre conclusi il 26 gennaio 2020 sono pari a 3,11 miliardi di dollari con un aumento del 41% rispetto ai 2,21 miliardi dell’anno precedente. Tuttavia le previsioni per il futuro non sono le migliori: a causa del coronavirus, la […]

I data center emettono carbonio quanto le compagnie aeree

di Alessandro Matthia Celli

Le tecnologie digitali sono spesso presentate come soluzione ai dilemmi ambientali. Con la diffusione di Internet abbiamo avuto la presunzione di pensare che sostituendo la carta con i byte avremmo potuto ridurre l’impatto negativo con l’ambiente.

(...)
Continua a leggere I data center emettono carbonio quanto le compagnie aeree su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2020. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Le novità di Dell con il data center autonomo PowerOne

di Antonino Caffo
Il Dell PowerOne è un concentrato di tutte le soluzioni Dell Technologies esistenti in ambito data center. Possiamo vederlo come un layer software che tiene unite tra loro le piattaforme per soddisfare varie esigenze IT. In concreto, si traduce in un data center autonomo, pronto a rispondere alle richieste del mercato. Ad esempio, se un’azienda […]

Ottimizzare le prestazioni

di Giuseppe Maggi
Impariamo a mettere in pratica alcune delle funzionalità supportate da Hive, che ci permettono di ottimizzarne le prestazioni. Leggi Ottimizzare le prestazioni

TIM, sanzione da oltre 27 milioni di euro dal Garante per la privacy

di Lucia Massaro
Il Garante per la privacy ha irrogato a TIM una sanzione di 27.802.946 euro “per trattamenti illeciti di dati legati all’attività di marketing”. Dopo la multa annuniciata dall’Antitrust solo pochi giorni fa, arriva una nuova batosta per l’operatore telefonico. Le indagini condotte con l’ausilio della Guardia di Finanza avrebbero accertato una serie di violazioni in […]

Aruba Enterprise sviluppa per Ducati Motor Holding il New Generation Data Center

di Antonino Caffo
Aruba Enterprise, divisione di Aruba che sviluppa progetti e soluzioni IT personalizzate per aziende e Pubblica Amministrazione, ha sviluppato per Ducati Motor Holding un progetto di un nuovo data center, caratterizzato da una soluzione ibrida che di fatto coinvolge due centri, quello esistente di Borgo Panigale e il Global Cloud Data Center di Aruba. Nello […]

Join

di Giuseppe Maggi
Impariamo come possiamo realizzare le operazioni di JOIN utilizzando al meglio le funzionalità offerte dal framework Hive. Leggi Join

Partizioni e bucket

di Giuseppe Maggi
Per analizzare grandi moli di dati, è facile penalizzare le prestazioni. Per risolvere questo problema, Hive permette l'uso di partizioni e bucket. Leggi Partizioni e bucket

Raggruppamento e ordinamento

di Giuseppe Maggi
Impariamo ad implementare le operazioni di raggruppamento ed ordinamento, utilizzando il linguaggio di interrogazione di Hive. Leggi Raggruppamento e ordinamento

Volkswagen: i server delle auto connesse saranno a zero emissioni

di Antonio Elia Migliozzi

Volkswagen lavora alla sua prossima gamma di auto elettriche ma allarga l’impegno a zero emissioni. L’azienda ha annunciato l’apertura di un nuovo data center in Norvegia che sarà alimentato al 100% con energia idroelettrica. Si tratta di una infrastruttura importante nell’ambito dei piani di espansione del gruppo che punta ad investire sempre di più sulle tecnologie di bordo. Lo sviluppo dei nuovi prodotti porta Volkswagen a dover gestire sempre più dati ed informazioni. Il nuovo data center permetterà al Gruppo Volkswagen di avere un maggiore potere computazionale per lo sviluppo digitalizzato dei prodotti a marchio VW e Audi. Ecco allora che nello sviluppo della sua capacità di calcolo Volkswagen guarda ai fattori economici ma anche all’ecologia. Il nuovo centro taglio di 5.800 tonnellate la CO2 emessa ogni anno. Vediamo i dettagli.

IL DATA CENTER

Volkswagen prosegue sulla strada tracciata dal suo data center in Islanda. L’azienda ha aperto un nuovo sito ad impatto neutrale sul clima a Rjukan, in Norvegia. La struttura è nata in soli sei mesi e sarà alimentata al 100% con energia idroelettrica. Questo permetterà un risparmio di oltre 5.800 tonnellate di CO2 all’anno rispetto ad un data center che utilizza corrente elettrica prodotta in modo tradizionale. Volkswagen e Audi utilizzeranno ben 2.750 kilowatt per alimentare i server impegnati in progetti ad alta intensità di calcolo. Mario Müller, responsabile dei Servizi IT in VW: C’è un crescente bisogno di potere computazionale all’interno dell’azienda, ne risulta che stiamo continuamente ampliando la nostra capacità.” Muller sottolinea inoltre che: “I fattori economici e la sostenibilità sono aspetti importanti per noi. Il nuovo data center in Norvegia soddisfa entrambi.”

INFRASTRUTURA IT

Volkswagen e Audi sono al lavoro per allargare gli orizzonti tecnologici della propria gamma. Ecco che il nuovo data center diventa importante nello sviluppo delle vetture, incluse le simulazioni dei crash test e i test in gallerie del vento virtuali. Si tratta di operazioni di calcolo che molto complesse e che richiedono una alta intensità energetica. Per questo motivo Volkswagen assegna queste operazioni a dei data center esterni alleggerendo il lavoro dell’infrastruttura IT interna. La scelta dei paesi del nord Europa non è casuale vista la buona disponibilità di energia conveniente ed ecologica e le condizioni climatiche favorevoli. Le basse temperature possono essere utilizzate per il raffreddamento efficiente delle strutture. Per Volkswagen si tratta del secondo data center neutrale in termini di CO2 dopo quello in Islanda. Il sito ha circa le stesse dimensioni di quello norvegese e risparmia più di 6.200 tonnellate di CO2 l’anno.

IMPORTANZA STRATEGICA

Oltre ai siti esterni Volkswagen usa dei data center interni ai propri stabilimenti dentro e fuori i confini della Germania. Si tratta di centri molto importanti al lavoro sulle fasi di produzione, logistica e vendita. Il Gruppo Volkswagen sfrutta numerose strategie per l’efficienza energetica. Tra queste c’è il free cooling indiretto, ovvero la regolazione della temperatura dell’acqua fredda e l’uso esclusivo di sistemi di risparmio dell’energia. Il nuovo data center in Norvegia si trova a 180 chilometri a ovest di Oslo ed è il risultato del lavoro con Green Mountain. Tor Kristian Gyland, CEO di Green Mountain, ha commentato. “Confidiamo nella nostra strategia: operare capacità di calcolo di alta qualità in modo flessibile, utilizzando solo energie rinnovabili“.

The post Volkswagen: i server delle auto connesse saranno a zero emissioni appeared first on SicurAUTO.it.

Microsoft, data center nel DNA

di Filippo Vendrame

In un futuro molto lontano, Microsoft potrebbe sostituire i server dei suoi data center con il DNA. Non è una traccia di un film di fantascienza perché la casa di Redmond, assieme ai ricercatori dell’Università di Washington, è risucita a creare un prototipo di un dispositivo che è in grado di tradurre le informazioni digitali in DNA e viceversa. Trattasi della prima volta che si riesce a creare un processo di conversione completamente automatizzato.

Leggi il resto dell’articolo

Lenovo presenta i nuovi server ThinkSystem SE350

di Antonino Caffo

In occasione del Mobile World Congress di Barcellona, Lenovo Data Center Group (DCG) ha svelato le ultime novità che ricadono nel mondo dell’IoT e dell’edge computing. L’obiettivo dell’azienda è costruire un’ampia offerta verso un’infrastruttura IT direttamente dove risiedono i dati, ossia nei data center tradizionali, ma anche nel cloud e verso i nodi centrali della nuvola, le aree cosiddette edge.

Leggi il resto dell’articolo

Microsoft inizia a dismettere alcune funzionalità di Windows 7 e 8.1

di Alexandre Milli

Se foste rimasti a Windows 7 o 8.1  presto sarete costretti a dover rinunciare ad alcune funzioni dei vecchi sistemi operativi. Addio metadata su Windows Media Player e Center Sebbene Windows 7 sia supportato per un altro anno e Windows 8.1 fino al 2023, Microsoft ha già iniziato a dismettere alcune funzioni abbastanza rilevanti dei […]

Puoi leggere l'articolo Microsoft inizia a dismettere alcune funzionalità di Windows 7 e 8.1 in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

❌