Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 24 Gennaio 2020RSS feeds

TIM Ricarica Automatica raddoppia il bonus per le nuove attivazioni

di Pietro Paolucci

Una promozione valida ancora per poche ore consente a chi attiva per la prima volta TIM Ricairca Automatica di ricevere un bonus per il traffico dati. Ecco come approfittarne, i dettagli e come funziona questa nuova offerta di TIM.

L'articolo TIM Ricarica Automatica raddoppia il bonus per le nuove attivazioni proviene da TuttoAndroid.

Revolut Business, nuova promozione per ricevere 50€ in omaggio, ecco come fare

di Raffaele Giasi
Con l’inizio del nuovo anno, vi segnaliamo il ritorno di una interessante promozione da parte di Revolut Business, ovvero la carta prepagata priva di commissioni e con il miglior tasso di cambio applicato. Di Revolut vi avevamo già parlato lo scorso anno e ne avevamo lodato l’apertura al mondo delle criptovalute: sostanzialmente si tratta di una carta prepagata con circuito […]

Chi sono i Borg? Alla scoperta della letale razza di Star Trek

di Manuel Enrico
La nuova serie di Star Trek, Picard, non poteva lasciare fuori dai giochi uno degli elementi essenziali della figura del capitano francese: i Borg. La letale razza aliena, infatti, ha un rapporto particolare con Picard, una relazione nata in momenti duri per l’ufficiale ma che hanno consentito di creare uno dei nemici più letali del […]
Meno recentiRSS feeds

Star Trek: Picard, le nostre impressioni sui primi due episodi

di Mabelle Sasso
Siamo stati alla proiezione speciale dei primi due episodi di Star Trek: Picard, la nuova serie di Star Trek prodotta da Amazon Prime Video e CBS All Access. In questa news vi racconteremo le nostre impressioni su ciò che abbiamo potuto vedere. Star Trek: Picard è una serie che fin dal suo primo annuncio ha polarizzato […]

Car sharing Roma: da maggio 2020 servizio esteso alle periferie

di Raffaele Dambra

Car sharing Roma

Con la delibera 306/2019 la Giunta Capitolina ha esteso alle periferie, fino a raggiungere Ostia, il servizio di car sharing a Roma, oggi limitato alle zone centrali e semi centrali (1, 2 e 3). Le nuove linee guida per la mobilità condivisa saranno in vigore dal 1° maggio 2020, sino ad allora rimarranno valide le attuali norme. In cambio del potenziamento del servizio gli operatori di car sharing della Capitale otterranno sconti sul canone che versano nelle casse del Comune di Roma: più si spingeranno lontano dalle aree del centro e meno pagheranno.

CAR SHARING ROMA: LE ATTUALI REGOLE E LE NOVITÀ 2020

Attualmente, infatti, gli operatori versano al Campidoglio 1.200 euro l’anno per ciascun veicolo, tariffa che comprende l’accesso libero nella ZTL e la sosta gratuita sulle strisce blu. Il canone scende a 480 euro annui se prevede solo il parcheggio libero negli stalli a pagamento. Ma dal prossimo 1° maggio, con l’estensione del servizio alle zone più periferiche, le tariffe caleranno progressivamente in base all’area di operatività. Per esempio nella zona 4, quella del GRA (Grande Raccordo Anulare), sul prezzo pieno di 1.200 euro ci saranno sconti da 90 a 540 euro a seconda della superficie dell’area, che va da 4 a 24 kmq. E per le società di car sharing che decideranno di coprire anche la zona 5 (area extra GRA) e la zona 6 (area di Ostia) di Roma, nella migliore delle ipotesi il canone potrà addirittura azzerarsi.

CAR SHARING A ROMA: FLOTTA DA CAMBIARE OGNI 4 ANNI

Per accedere alle tariffe agevolate gli operatori di car sharing a Roma, oltre ad ampliare la copertura del servizio, dovranno garantire dei servizi minimi. I più importanti sono: prevedere il noleggio in condivisione 24 ore su 24, con disponibilità di un call center per le necessità dei clienti; cambiare i veicoli ogni 4 anni, oppure al raggiungimento di 100 mila km di percorrenza, con modelli nuovi e dal minimo impatto ambientale; garantire, a partire dal 2021, una flotta composta da almeno 600 vetture o 200 se si tratta di soli veicoli elettrici. Il Comune di Roma si impegnerà invece a realizzare nuovi stalli dedicati ai veicoli in sharing e una serie di isole ambientali nei punti più strategici della città (ad esempio presso le stazioni ferrovie e della metro o al capolinea dei mezzi pubblici), dotate anche di colonnine di ricarica.

ROMA: SHARING IN PERIFERIA ANCHE PER GLI SCOOTER

Nella delibera che ha introdotto le suddette novità si specifica che le nuove linee guida saranno valide dal 1° maggio 2020 non solo per gli operatori di car sharing ma anche, ove compatibili, per quelli di scooter sharing. A Roma il servizio di noleggio auto in condivisione è attualmente offerto da Enjoy, Share Now (la nuova società nata dall’unione di Car2go e Drive Now, qui le tariffe), Sharengo e Car Sharing Roma, quest’ultimo gestito direttamente dal Comune. Per gli scooter abbiamo invece Zig Zag, eCooltra e Cityscoot.

Cliccando sul tasto Scarica PDF si può visualizzare l’intera delibera 306/2019 di Roma Capitale con tutte le specifiche delle nuove linee guida sul car sharing da maggio 2020.

The post Car sharing Roma: da maggio 2020 servizio esteso alle periferie appeared first on SicurAUTO.it.

Porsche 911 992 by DMC: ancora più aggressiva

di Redazione

L’ottava generazione della coupé-simbolo di Zuffenhausen “riveduta e corretta” dall’atelier di Dusseldorf con un bodykit dedicato e 60 CV in più.

L'articolo Porsche 911 992 by DMC: ancora più aggressiva proviene da Motori.it.

Altered Carbon: il nuovo trailer annuncia la data di uscita della seconda stagione

di Giovanni Arestia
Netflix insieme alle pagine social della serie, totalmente a sorpresa, hanno condiviso un nuovo trailer ufficiale di Altered Carbon. Lo scopo di quest’ultimo è di annunciare la data di uscita della seconda stagione che arriverà sulla piattaforma di streaming il prossimo 27 febbraio. Your re-sleeving is now complete. 2.27.20. #AlteredCarbon pic.twitter.com/h4VtaCp6Wh — Altered Carbon (@AltCarb) […]

Cancellare foto doppie presenti su PC e smartphone

di Salvo Vosal
elimina foto doppie

Le foto digitali, o comunque qualsiasi immagine digitale, sono file multimediali che spesso occupano un discreto quantitativo di spazio sui nostri computer e smartphone. Spesso capita di accumulare copie delle stesse foto occupando inutilmente spazio sui nostri dispositivi. Per recuperare lo spazio sul tuo smartphone o pc, può essere di grande aiuto l’utilizzo di un […]

Cancellare foto doppie presenti su PC e smartphone

Car Sharing Share Now: costi e novità del nuovo car sharing BMW-Daimler

di Donato D'Ambrosi

Il Car Sharing Car2Go e DriveNow da oggi sono su un’unica piattaforma, dove si potrà prendere un’auto in Car sharing ma con il brand ShareNow. E’ stata così ufficializzata la fusione tra il cars sharing Daimler e il car sharing BMW iniziata da tempo. Ecco quanto costa prende un’auto in cars sharing con Share Now e le città dove si può condividere l’auto con BMW e Daimler.

CAR SHARING SHARE NOW: COSA CAMBIA

Con il Car Sharing Share Now, le auto in Car Sharing Car2Go e DriveNow si potranno prenotare direttamente su un’unita piattaforma tramite App. La novità riguarderà principalmente i clienti Share Now a Milano, dove le auto in Car Sharing Car2Go e DriveNow hanno continuato ad operare su piattaforme distinte. Molti utenti del Car Sharing tedesco avranno notato dei cambiamenti nell’App Car2Go che già dal 12 novembre 2019 ha effettuato un rebrand completo diventando Share Now. Per gli utenti non cambierà quasi nulla, a parte un aggiornamento delle tariffe del Car Sharing Share Now. La cosa importante da fare è aggiornare l’app Car2Go se non ancora fatto. I clienti già registrati al Car Sharing DriveNow, potranno visualizzare via app il link da cui scaricare l’App Share Now e trasferire il proprio account sulla nuova piattaforma.

LE NUOVE TARIFFE DEL CAR SHARING SHARE NOW

Con la fusione tra Car2Go e DriveNow, anche le tariffe del Car Sharing Daimler-BMW sono state armonizzate. Le principali novità riguardano la tariffa sosta di DriveNow che non sarà più attiva. Al suo posto invece si potrà noleggiare un’auto in Car Sharing BMW come per quelle Daimler con la tariffa “flex fee”, cioè la tariffa in base all’orario e alla zona. Il CarSharing Share Now introduce anche nuove tariffe di rilascio delle auto presso gli aeroporti di Malpensa, Linate, Fiumicino e Caselle. Le tariffe Share Now da 19 centesimi/ minuto includono anche carburante, la ricarica (per le auto elettriche) e parcheggio, inoltre sono escluse dai blocchi al traffico. Clicca l’immagine qui sotto per vedere le nuove tariffe Share Now a tutta larghezza.

CAR SHARING SHARE NOW: AUTO E CITTA’

Logisticamente cambierà ben poco nelle città dove è attivo il Car Sharing Share Now: a Roma, Milano e Torino si potranno noleggiare 3 mila auto in base al modello. Grazie alla fusione, saremo in grado di fornire un’offerta più ampia, sia in termini di maggior varietà di modelli, sia per la maggior disponibilità di veicoli” spiega Olivier Reppert, CEO di Share Now. Le auto in Car Sharing Share Now saranno così ripartite: 1.700 a Milano (200 BMW, 200 MINI, 1.300 tra smart fortwo, forfour e fortwo cabrio); 800 a Roma (smart fortwo, forfour e fortwo cabrio) e 500 a Torino (tra smart fortwo, forfour e fortwo cabrio).

The post Car Sharing Share Now: costi e novità del nuovo car sharing BMW-Daimler appeared first on SicurAUTO.it.

IONITY, dal 31 gennaio al via il nuovo piano tariffario

di Valentina Acri
IONITY ha annunciato ufficialmente l’arrivo di un nuovo piano tariffario per le sue stazioni di ricarica. A partire dal 31 gennaio la tariffa della rete di ricariche veloci avrà un costo pari a 0,79 euro al kWh. Nata da una joint venture tra Mercedes Benz, BMW, Ford e Volkswagen Group con l’obiettivo di costruire un […]

Star Trek Picard: chi sono i personaggi noti che rivedremo?

di Manuel Enrico
Star Trek: Picard è ormai alle porte, e la curiosità di vedere nuovamente in azione il capitano interpretato da Patrick Stewart sta per essere finalmente saziata. Nei trailer che hanno preceduto l’uscita della nuova serie di Amazon Prime Video, però, si sono visti alcuni voti noti del passato di Picard e di Star Trek che […]

Live action Disney: tutti i film usciti al 2020

di Francesca Sirtori
Quali sono i live action Disney disponibili? Quali trasposizione dal cartoon al “reale” o al digitale hanno avuto successo e quali invece sono state una delusione?  Nonostante si pari di cartoon o di film dei Classici Disney son piene le sale cinematografiche. Lo abbiamo vissuto pochi mesi fa con Aladdin, lo stiamo vivendo ora con […]

Come pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli

di Donato D'Ambrosi

Pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli è un’operazione quasi sempre sgradevole ma necessaria ad evitare che la vernice sia rovinata dagli escrementi essiccati. Ecco come pulire la carrozzeria se è stata sporcata dagli uccelli tra gli alberi e quali sono gli errori da non fare per evitare che danni alla vernice nel tentativo di pulirla.

AUTO SPORCATA DAGLI UCCELLI: PULIRE SUBITO

La prima regola se si vuole pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli è la tempestività. Se non lo sapevate o vi siete accorti dopo alcuni giorni che la macchia era ormai secca, allora passate avanti senza perdere altro tempo prezioso. Se invece avete trovato il ricordo degli uccelli da poco, intervenite subito senza arricciare troppo il naso: è sufficiente un fazzolettino di carta se il misfatto è “fresco”. Per non sporcarsi le mani potreste indossare anche dei guanti in lattice monouso. Sapere come pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli è fondamentale per intervenire subito ma anche nel modo corretto.

PERCHE’ SI DANNEGGIA LA CARROZZERIA SPORCATA DAGLI UCCELLI

Non tutti sanno che gli escrementi degli uccelli sono molto aggressivi sulla vernice e vuoi per la fretta o perché può risultare disgustoso pulire escrementi di uccelli, in molti tirano dritto. E’ il primo errore che porterà quasi sicuramente a un danno indelebile sulla carrozzeria colpita dagli escrementi degli uccelli. Il cofano motore sporcato dagli uccelli è la zona più critica poiché il calore del motore fa essiccare e calcificare prima lo sporco. Una situazione che d’estate chiaramente non esclude nessuna parte della carrozzeria. Ecco perché se la carrozzeria è stata sporcata in giornata, non aspettate di rivolgervi all’autolavaggio poiché le macchie su una carrozzeria sporcata dagli uccelli peggiorano nel tempo.

PULIRE LA CARROZZERIA SPORCATA DAGLI UCCELLI: DUE METODI EFFICACI

Ci sono due modi per pulire gli escrementi lasciati dagli uccelli sull’auto: quello più immediato è usare un prodotto per rimuovere anche moscerini e catrame. Attenzione però a leggere le indicazioni (tra cui non usarlo al sole) e soprattutto attendete qualche minuto prima di pulire con un panno morbido. Se invece non avete un prodotto specifico per pulire lo sporco degli uccelli dovrete armarmi di un po’ d’acqua tiepida. Lo scopo sarà ammorbidire le incrostazioni che poi rimuoverete con un panno morbido e del sapone adatto. Vi raccomandiamo però in tutti i casi di usare estrema attenzione a non rigare la vernice insistendo troppo sullo sporco essiccato. Il più delle volte se si lasciano essiccare gli escrementi di uccelli sulla carrozzeria, dopo averla lavata resteranno macchie indelebili che solo una lucidatura potrà attenuare e nei casi migliori far sparire.

The post Come pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli appeared first on SicurAUTO.it.

Consumo carburanti in Italia: nel 2019 benzina batte diesel

di Raffaele Dambra

IRBA Italia procedura d'infrazione

La cosiddetta ‘guerra al diesel’, giusta o sbagliata che sia, inizia a dare i suoi frutti. Per la prima volta dopo molti anni (in pratica dall’abolizione del superbollo) nel 2019 il consumo dei carburanti in Italia, nell’ambito dell’autotrazione, ha visto prevalere la benzina sul gasolio. Un’inversione di tendenza figlia delle politiche di opposizione al diesel, che puntano nel volgere di pochi anni alla totale cancellazione dalle strade dei veicoli alimentati a gasolio (per esempio a Milano sarà inibita la circolazione dal 2030). Del resto hanno fatto piuttosto scalpore gli ultimi dati di Transport & Environment sui diesel Euro 6, che supererebbero di ben 1.000 volte i valori considerati a norma. Anche se non tutti sono d’accordo sul demonizzare i motori a gasolio.

CONSUMO CARBURANTE IN ITALIA 2019: DIESEL IN CALO

Dunque nel 2019, secondo i dati del ministero dello Sviluppo Economico elaborati dall’Unione Petrolifera, gli automobilisti italiani hanno consumato meno gasolio a vantaggio della benzina. Nel dettaglio, la benzina ha mostrato un lievissimo incremento del +0,1% (+ 4.000 tonnellate), mentre il diesel ha evidenziato una diminuzione del -1,3% (- 20.000 tonnellate). In totale i consumi di carburante in Italia per l’autotrazione, nell’aggregato benzina + gasolio, sono risultati pari a 31,1 milioni di tonnellate. Con un decremento del -1% (-308.000 tonnellate) rispetto al 2018. Più in generale, i consumi petroliferi italiani sono ammontati lo scorso anno a 60,4 milioni di tonnellate, in calo del -0,9% (- 552.000 tonnellate).

CARBURANTI IN ITALIA: IL TREND DEI CONSUMI

Come giustamente ha rilevato Il Sole 24 Ore, il fenomeno di ‘fuga dal diesel’ si è visto soprattutto negli ultimi mesi del 2019, quando l’allarme smog tipico di ogni autunno e inverno ha prodotto un innalzamento delle misure restrittive sulla circolazione delle auto a gasolio. Per esempio nel solo mese di dicembre la benzina ha mostrato una crescita del +1% (+ 6.000 tonnellate) su dicembre 2018. Viceversa, nello stesso periodo, il consumo di gasolio per motori è sceso del -0,6% (- 11.000 tonnellate). Se questo trend proseguirà, e al momento non ci sono segnali che dimostrino il contrario, è facile prevedere che anche nel 2020 la benzina preverrà sul diesel, segnando una sorta di definitivo ritorno al passato (anni ‘80 e ‘90), quando l’alimentazione a gasolio era quasi di nicchia.

CONSUMO CARBURANTE IN ITALIA 2019: PERCHÉ LA BENZINA HA SUPERATO IL GASOLIO

Nella nota di commento ai dati sui consumi di carburante in Italia nel 2019, l’Unione Petrolifera ha spiegato che la sostanziale stabilità della benzina (in realtà una leggerissima crescita del +0,1%) risulta quale saldo dell’aumento delle immatricolazioni (44,5% del totale contro il 35,5% del 2018) e dell’efficienza dei motori. Dall’altra parte sulla contrazione del gasolio hanno inciso la debolezza della produzione industriale (per il gasolio pesante) e la perdita della leadership di mercato delle auto diesel, conquistata nel 2004, a favore della benzina. Nei 12 mesi le immatricolazioni auto diesel si sono infatti attestate attorno a una quota del 39,8% rispetto al 51,2% del 2018. Ciò a causa della penalizzazione, con blocchi del traffico, di questo tipo di alimentazione, che sembrerebbe aver disorientato gli automobilisti nelle loro scelte.

The post Consumo carburanti in Italia: nel 2019 benzina batte diesel appeared first on SicurAUTO.it.

Recensione Stand di Ricarica wireless 3-in-1 di Lecone: stile da vendere!

di Manuel Baldassarre
Per abbellire la vostra scrivania non c’è niente di meglio di una base di ricarica come questo stand 3-in-1 di Lecone! Si è vero, se siete degli utenti Apple è sicuramente un dispositivo più “azzeccato”, leggi di più...

Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge: ecco il cast del film animato

di Mabelle Sasso
Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge, il film animato basato su Mortal Kombat, è in lavorazione e Warner Bros. Animation ha diffuso alcuni dettagli di produzione. Mortal Kombat Legends: Scorpion’s Revenge sarà un nuovo film di animazione basato sulla famosissima saga picchiaduro Midway Games che ha debuttato nei cabinati di tutto il mondo nel lontano 1992. […]

Come ricaricare Revolut

di Roberto Cocciolo
Revolut è un servizio fintech con sede nel Regno Unito. Anche in Italia però, è riuscito ad attirare tantissimi utenti interessati ai vari bonus offerti e soprattutto alle caratteristiche avanzate dell’applicazione mobile. Proprio come le leggi di più...

Xbox Scarlett e i devkit: Microsoft punterebbe all’effetto sorpresa

di Luca Salerno
A differenza di quanto sta avvenendo con Xbox Scarlett, negli ultimi mesi sono apparse regolarmente una serie di immagini e foto riguardanti i devkit di PS5 che ormai conosciamo abbastanza bene. Non si può dire lo stesso della console Microsoft che sembra essere circondata da una ben maggiore segretezza. Sono tante le ipotesi che si […]

Carte virtuali Revolut: come utilizzarle

di Roberto Cocciolo
Una delle opzioni che rende Revolut più funzionale rispetto ai diretti concorrenti, è la possibilità di creare delle carte virtuali di vario tipo. Oggi vedremo proprio in che modo generarle e utilizzarle in base alle leggi di più...

Xbox Scarlett avrà un nuovo logo?

di Gianluca Saitto
Sembra che Sony non sia la sola ad aver proposto diversi brevetti in questi ultimi mesi. Secondo la redazione di SegmentNext anche Microsoft ha dato poco classificato un nuovo brevetto che sembra sarà utilizzato per la prossima console di nuova generazione Xbox Scarlett, nel particolare sembra che la nuova console Xbox vedrà un cambio di […]
❌