Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Il co-fondatore di Apple fa causa a Youtube

di Alessandro Matthia Celli

Steve Wozniak ha intentato una causa contro YouTube. Secondo Bloomberg, il co-fondatore di Apple afferma che i truffatori usano spesso il suo nome per indurre le persone in numerose trappole e sostiene che la società ha costantemente ignorato le sue richieste di abbattere questi pericoli.

(...)
Continua a leggere Il co-fondatore di Apple fa causa a Youtube su Androidiani.Com


© alessandromatthiacelli for Androidiani.com, 2020. | Permalink |

Tags del post: , , , ,

Twitter Hacked: cos’è successo

di Vito Gentile
Diversi account (di utenti verificati) su Twitter sembrano essere stati hackerati. Ma è proprio così? Cerchiamo di capire insieme cos'è successo davvero. Leggi Twitter Hacked: cos’è successo

Twitter Hacked: cos’è successo

di Vito Gentile

Diversi account (di utenti verificati) su Twitter sembrano essere stati hackerati. Ma è proprio così? Cerchiamo di capire insieme cos'è successo davvero.

Leggi Twitter Hacked: cos’è successo

Twitter, truffa bitcoin: hackerati i profili di Bill Gates, Elon Musk, Obama e altri

di Lucia Massaro
Giornata difficile per Twitter. Gli account di aziende importanti e personaggi illustri sono stati il bersaglio di un attacco hacker con l’intenzione di mettere a segno una truffa legata ai bitcoin ai danni dei follower. I profili in questione sono del calibro di Apple, Uber, Bill Gates, Jeff Bezos, Barack Obama, Joe Biden e molti […]

HPE e Continental per una piattaforma blockchain

di Antonino Caffo

Il mondo automotive è pronto ad una rivoluzione. HPE – Hewlett Packard Enterprise e Continental hanno infatti annunciato l’avvio di una collaborazione per creare una piattaforma di blockchain che renda più sicura la guida e il comfort del pilota. Il tutto, grazie ad una soluzione entro cui i vari attori della filiera automobilistica potranno inserire i loro dati e leggere quelli degli altri, in totale trasparenza, per migliorare i loro prodotti.

Leggi il resto dell’articolo

Criptovalute: le ragioni del crollo

di Claudio Davide Ferrara

Quali sono le cause del recente crollo di prezzo delle principali criptovalute sul mercato? Come stanno reagendo le aziende?

Leggi Criptovalute: le ragioni del crollo

Bitcoin: cosa sono e cosa bisogna sapere

di Fabrizio

Avrete sicuramente sentito parlare più di una volta di Bitcoin, la criptovaluta più famosa e preziosa del mondo. Basti pensare che al cambio attuale un Bitcoin vale circa 17.000 dollari. Ma cosa sono e per quale scopo sono stati realizzati? Scopritelo insieme a noi in questo articolo di approfondimento.

Bitcoin: cosa sono e cosa bisogna sapere

Se avete deciso di leggere questo articolo, mettetevi comodi e seguitemi attentamente.

Il Bitcoin è la prima e più diffusa criptovaluta presente attualmente sul mercato. È denaro, quindi è possibile spenderlo per fare acquisti. Ma non è una moneta, ovvero non esiste fisicamente un oggetto di metallo che la rappresenti.

Una criptovaluta è una moneta digitale e decentralizzata, la quale si basa sulla crittografia per convalidare tutte le operazione effettuate su di essa.

Il Bitcoin, quindi, è stata la prima criptovaluta, ideata nel 2009 da Satoshi Nakamoto. Da quell’anno in poi sono nate una serie di altre criptovalute, dette altcoins, come ad esempio il Monero e l’Ethereum.

La sua incredibile impennata, con un conseguente aumento spropositato del valore, fa gola a molti. Al cambio attuale, infatti, un Bitcoin vale circa 17.000 dollari. Un valore che sta convincendo molti utenti ad investire in una macchina da mining creata ad hoc. Senza sapere a volte che il guadagno è enormemente inferiore alle spese, come ad esempio quelle della corrente elettrica.

Come funziona il Bitcoin?

Come abbiamo detto in precedenza, il protocollo del Bitcoin si basa su un complesso sistema di crittografia per gestire tutte le funzionalità e tutte le operazioni effettuate dalla moneta.

Ogni transazione è pubblicata e memorizzata all’interno di un database distribuito. Per farla breve, il sistema alla base di queste criptovalute è molto simile a quello che c’è alla base dei torrent.

Quindi il Bitcoin si basa sulla tecnologia peer-to-peer (P2P).

Il fulcro di questo sistema è il wallet, ovvero il conto pubblico degli utenti.

Come avviene una transazione?

Gli utenti in una fase di transazione sono due. Quando un Utente A trasferisce della criptovaluta ad un Utente B, aggiunge alle proprie monete la chiave pubblica di B, ovvero il suo iban, e autorizza la transazione firmando con la propria chiave privata.

La validazione della transazione avviene attraverso una serie di complesse operazioni matematiche che richiedono molta potenza di calcolo. Quando viene confermata la transazione, l’informazione viene aggiunta al database distribuito, il quale prende il nome di blockchain.

La blockchain, e i suoi relativi nodi, tengono traccia di tutte le transizioni avvenute per un determinato utente. In questo modo ogni singola criptovaluta, ogni singola unità di Bitcoin, è tenuta sotto controllo.

Si tratta di un sistema davvero efficace e molto efficiente, il quale potrebbe trovare applicazione in un futuro sistema.

Da cosa è determinato il valore dei Bitcoin?

A differenza delle comuni valute, il valore del Bitcoin è determinato univocamente dalla legge della domanda e dell’offerta. Ovvero più gli utenti richiedono Bitcoin più il valore si impenna.

Inoltre il valore di questa criptovaluta non è intaccato in alcun modo da fattori esterni, come ad esempio il tasso di inflazione.

Tuttavia, se uno dei maggiori finanziatori del Bitcoin, come ad esempio la Cina, decidesse di chiudere qualsiasi tipo di supporto e di compravendita si verificherebbe un crollo considerevole del valore della criptovaluta.

Anonimato e Bitcoin

Nella rete P2P l’indirizzo di un wallet, ovvero di un conto, non contiene nessuna informazione riguardo al proprietario. Questo sistema ha reso le varie criptovalute il mezzo preferito per effettuare transizioni illegali, come ad esempio l’acquisto di armi. Quindi non si ha nessuna informazione riguardo il proprietario del conto che ha effettuato quella determinata operazione.

In poche e semplici parole, è garantito l’anonimato e nessuno verrà a sapere chi ha effettuato un determinato tipo di transazione.

Miner e mining

Con l’aumento del suo valore si è registrato anche un aumento dei cosiddetti miner. Così vengono chiamati gli utenti che effettuano l’operazione di mining, ovvero la “produzione” di Bitcoin, se così si può chiamare.

Il mining sfrutta le potenzialità della CPU e soprattutto della GPU di un computer. Per questo motivo molte volte vengono create delle configurazioni con una serie di schede video in SLI. Inoltre l’aumento dei miner ha fatto registrare anche un aumento dei prezzi di schede video, soprattutto le AMD Radeon 480 RX.

Come minare BitcoinVolete entrare nel mondo delle criptovalute passando attraverso l'affascinante mondo del mining ma non sapete da dove iniziare? Questa guida potrebbe fare al caso vostro!

I Bitcoin sono legali? Come si possono utilizzare in Italia?

Al momento, nei maggiori Paesi compresa l’Italia, non esiste nessuna legge che vieti l’utilizzo dei Bitcoin. Quindi è possibile effettuare delle transizioni utilizzando la criptovaluta come denaro.

Esistono molti negozi, siti di e-commerce che accettano pagamenti con la criptovaluta. Inoltre esistono alcuni sportelli ATM con i quali è possibile prelevare denaro contante dal proprio wallet.

Conclusioni

Come abbiamo visto, quindi, il sistema che c’è dietro alla più famosa criptovaluta è davvero molto interessante. Inoltre investire nei Bitcoin può rilevarsi davvero utile. Putroppo il mining è diventata ormai una soluzione dispendiosa per i singoli utenti. Vedremo come si evolverà in futuro la questione.

PureVPN recensione: la VPN con port forwarding!La nostra recensione di questo famoso servizio no logs: scoprite con noi se conviene pagare per l'abbonamento a PureVPN, la VPN con port forwarding.

L'articolo Bitcoin: cosa sono e cosa bisogna sapere appare per la prima volta su ChimeraRevo - Il miglior volto della tecnologia.

❌