Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 21 Agosto 2019RSS feeds

Parallels 15 sbarca su macOS con supporto ai videogame di Windows e software Cad

di Antonino Caffo
Parallels 15 è arrivato a metà agosto, quale nuova e importante versione del software di virtualizzazione di Windows per Mac. L’ultimo aggiornamento porta il supporto per macOS Catalina, l’imminente update del sistema operativo che arriverà più tardi questo autunno, inclusa la possibilità di godere di funzionalità interessanti, come la visualizzazione esterna Sidecar con iPad e […]
Meno recentiRSS feeds

Investimento sulle strisce: per la Cassazione il pedone ha sempre ragione

di Raffaele Dambra

Investimento sulle strisce

In caso di investimento sulle strisce il pedone ha sempre ragione, anche se ha attraversato la strada in maniera imprudente. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con una recente sentenza, precisando che in questi casi la responsabilità cade sempre sul conducente dell’auto. Questo perché, in prossimità delle strisce pedonali, l’automobilista è tenuto a prevedere la condotta del pedone, anche se avventata, ponendo eventualmente in essere tutte le manovre di emergenza necessarie a evitare l’impatto.

AUTO IN PROSSIMITÀ DELLE STRISCE: COSA PREVEDE IL CODICE

L’articolo 141 del Codice della Strada dispone (comma 1) che “è obbligo del conducente regolare la velocità del veicolo in modo che […] sia evitato ogni pericolo per la sicurezza delle persone e delle cose e ogni altra causa di disordine per la circolazione”. Inoltre (comma 2) il conducente “deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”. Ma soprattutto (comma 4) “deve ridurre la velocità e, occorrendo, anche fermarsi […] in prossimità degli attraversamenti pedonali e, in ogni caso, quando i pedoni che si trovino sul percorso tardino a scansarsi o diano segni di incertezza”.

INVESTIMENTO SULLE STRISCE: IL CASO GIUDICATO DALLA CASSAZIONE

Basandosi su questi principi la Cassazione si è pronunciata sul caso di un uomo condannato per omicidio colposo dopo aver investito una donna sulle strisce a Roma. Dopo la condanna in appello l’uomo si era rivolto alla Suprema Corte lamentando che la vittima aveva attraversato sulle strisce pedonali di notte, in una zona scarsamente illuminata e a un incrocio segnalato da un semaforo a luce gialla lampeggiante. Giustificando quindi l’investimento sulle strisce con il fatto di non aver visto la donna a causa dell’oscurità, pur procedendo a una velocità rispettosa dei limiti.

INVESTIMENTO SULLE STRISCE: PERCHÉ IL PEDONE HA SEMPRE RAGIONE

La Cassazione ha però rigettato il ricorso di questo conducente ravvisando una condotta di guida caratterizzata da negligenza, imprudenza e imperizia, perché pur viaggiando a una velocità consentita avrebbe dovuto moderare ulteriormente l’andatura, vista l’ora notturna e le scarse condizioni di visibilità. Chi guida, ha sancito più volte la giurisprudenza, deve infatti aver la possibilità di porre in atto tutte le manovre di emergenza necessarie a evitare un urto o uno scontro, anche in caso di un comportamento imprudente altrui. Pensiamo per esempio a un pedone che cambia direzione sulle strisce, oppure che attraversa la strada con imprudenza avviandosi sull’asfalto solo in prossimità dell’attraversamento pedonale, o di notte o in un’area a scarsa illuminazione. Sono tutte situazioni che un automobilista deve prevedere e prevenire. L’unica eccezione riguarda invece un eventuale comportamento del pedone assolutamente imprevedibile: solo in questo caso si può valutare la sua corresponsabilità.

The post Investimento sulle strisce: per la Cassazione il pedone ha sempre ragione appeared first on SicurAUTO.it.

What3Words, l’app utile per i soccorsi che ti geolocalizza in 3 parole

di Lucia Massaro
What3Words è l’applicazione che può salvare vite umane nel caso in cui non si conoscano le giuste coordinate. La posizione esatta può essere conosciuta tramite tre semplici parole. L’app infatti utilizza una griglia composta da 57 trilioni di quadrati delle dimensioni di 3 metri per 3 metri. A ogni quadrato sono state assegnate tre parole […]

Tutor attivi in autostrada: la Cassazione cancella lo stop

di Raffaele Dambra

Tutor attivi in autostrada

Notizia molto importante per gli automobilisti impegnati nell’esodo e nel contro-esodo delle vacanze estive 2019. Ci sono di nuovo i tutor attivi in autostrada dopo la pronuncia della Cassazione che ha ribaltato una sentenza della Corte d’Appello del 10 aprile di un anno fa, i cui effetti avevano imposto il momentaneo spegnimento dei dispositivi per la violazione di un brevetto depositato dall’azienda Craft di Greve in Chianti. I tutor autostradali si stanno gradualmente riaccendendo, perciò consigliamo di osservare fedelmente i limiti di velocità (cosa che peraltro andrebbe fatta sempre) fin da subito per non incorrere in brutte sorprese.

TUTOR IN AUTOSTRADA: LA CAUSA LEGALE

Come forse molti ricorderanno, la vicenda dei tutor in autostrada si trascinava fin dal 2006 a causa di una disputa legale tra Autostrade per l’Italia e la Craft per una questione di brevetti. In pratica la piccola azienda toscana lamentava che il colosso Autostrade, in combutta con la Polizia Stradale, si fosse attribuita la paternità del dispositivo capace di ‘leggere’ le targhe dei veicoli, copiando di fatto una propria invenzione. Dopo alcune sentenze a favore di ASPI, il 10 aprile 2018 la Corte d’Appello di Roma aveva clamorosamente dato ragione alla Craft, riconoscendo la violazione e ordinando la rimozione e la distruzione dei tutor esistenti.

TUTOR ATTIVI IN AUTOSTRADE: LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

Ma pochi giorni fa, con un ennesimo colpo di scena, la Corte di Cassazione ha dato invece ragione ad Autostrade per l’Italia, ritenendo, così come riporta l’Ansa, “che il sistema di controllo della velocità media (ossia il tutor, ndr) non violi le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft”. E che perciò non sussistano più i motivi per imporne la rimozione. “Abbiamo già riattivato le squadre per la reinstallazione dei tutor”, ha comunicato infatti la società Autostrade, “Così da consentirne la messa a disposizione in tempi brevi alla Polstrada, al fine di potenziare i controlli già in essere sulla rete autostradale tramite il sistema SICVe-PM“.

TUTOR AUTOSTRADALI DI NUOVO IN FUNZIONE

Come già anticipato, ASPI sta lavorando a pieno ritmo per ripristinare quanto prima i tutor autostradali, in maniera da renderli tutti pienamente efficienti nei weekend del contro-esodo previsti il 24 e 25 agosto e il 31 agosto e 1 settembre 2019. “L’impiego dei tutor è fondamentale per la sicurezza stradale in autostrada”, si legge in una nota stampa della società che ha vinto il ricorso, “Dal 2004 grazie a questo sistema sulle autostrade è diminuita del 25% la velocità di picco e del 15% quella media, col risultato che il numero delle vittime è calato del 70%”.

The post Tutor attivi in autostrada: la Cassazione cancella lo stop appeared first on SicurAUTO.it.

Witcheye ricrea l’atmosfera dei classici platform a 16-bit con controlli a misura di smartphone

di Gerardo Orlandin

Witcheye è un platform adventure con una vivace grafica 2D in stile pixel art in cui impersonerete una strega gentile in seguito trasformata in un occhio volante da un cavaliere e un mago che le hanno rubato gli ingredienti per un incantesimo. Il designer del gioco è stato il co-creatore di "The Great Gatsby" per NES, oltre che dei famosi rompicapi d'azione per dispositivi mobili.

L'articolo Witcheye ricrea l’atmosfera dei classici platform a 16-bit con controlli a misura di smartphone proviene da TuttoAndroid.

RAD Recensione, roguelike radioattivo post apocalittico

di Martina Fargnoli
Double Fine Productions ha fatto parlare di sé lo scorso E3 con l’annuncio della sua acquisizione da parte di Microsoft e il conseguente inserimento fra gli Xbox Game Studios. Lo studio di sviluppo fondato dal veterano dell’industria Tim Schafer è al lavoro sull’atteso Psychonauts 2, ma nel frattempo insieme a Bandai Namco Entertainment è pronto […]

Instagram permetterà agli utenti di segnalare i post falsi

di Lucia Massaro
Instagram cerca di contrastare la disinformazione e la diffusione di contenuti falsi. La società ha annunciato di aver introdotto una nuova funzione che consente agli utenti di segnalare i post che vengono considerati “falsi”. Per il momento, il nuovo strumento è disponibile solo negli Stati Uniti. La segnalazione verrà esaminata dai 54 partner di Facebook […]

Autorità USA contro Google e altre aziende: non segnalano gli incroci ferroviari pericolosi

di Alessandro Crea
Forse ad alcuni può sembrare strano, ma negli Stati Uniti gli incroci a raso con le linee ferroviarie sono spesso scena di molti incidenti, anche gravi o mortali. Per questo la National Transportation Safety Board, l’autorità per la sicurezza nei trasporti, chiede da almeno tre anni a Google, Microsoft, Apple e molte altre aziende che […]

Con Mobile Connect addio password in Germania: l’identità univoca passa dal numero di cellulare

di Dario D'Elia
Deutsche Telekom, Telefónica Deutschland e Vodafone Deutschland hanno appena introdotto in Germania il servizio Mobile Connect. Si tratta di una procedura di accesso protetto a servizi online e siti e-commerce basata sul numero di cellulare e il terminale mobile dell’utente. In pratica una volta completata la procedura di registrazione non è più necessario digitare login […]

DuckTales: il coraggio del reboot tra drammi famigliari e disabilità

di Roberto Tavecchia
In un’epoca in cui reboot e remake la fanno da padroni facendo gridare il pubblico alla morte dell’originalità, nell’agosto del 2017, anche Disney sembra voler cedere alla tendenza del momento e lo fa con il suo primo reboot in ambito televisivo scomodando un mostro sacro dell’animazione prossimo proprio a celebrare i suoi trent’anni, DuckTales – […]

FOX: flop per 170 milioni, Disney corre ai ripari cancellando centinaia di film

di Roberto Tavecchia
Disney conferma grandi cambiamenti in arrivo nella divisione cinematografica di 20th Century FOX: nuovi sequel e reboot, ma anche tante cancellazioni. Cosa sta succedendo? Secondo Variety, tutto ha avuto inizio dopo che lo studio ha registrato una perdita del valore di oltre 170 milioni di dollari nel terzo trimestre fiscale. A seguito dell’annuncio tenutosi lo […]

Hamsterdam è un picchiaduro con gli animali che padroneggiano il Kung Fu

di Gerardo Orlandin

Hamsterdam è un gioco di azione in cui controllerete il criceto Pimm padroneggiando le più potenti arti marziali per liberare i vari distretti di Hamsterdam dalle bande di tirapiedi e salvare il nonno. Il gameplay propone un mix unico di frenesia tipica dei picchiaduro con intensi e brutali scontri con nemici e boss di varia natura.

L'articolo Hamsterdam è un picchiaduro con gli animali che padroneggiano il Kung Fu proviene da TuttoAndroid.

Evasione fiscale: l’Agenzia delle Entrate dichiara guerra a suon di big data, IA e machine learning

di Lorenzo Spada
Agenzia delle Entrate intelligenza artificiale evasione fiscale

Machine learning, intelligenza artificiale e big data sono probabilmente le buzz word più comuni del momento in ambito tecnologico, con ogni azienda che ne fa ormai ampio uso per l’analisi e il miglioramento dei propri servizi. Al fine di combattere contro l’evasione fiscale che nega all’Italia miliardi e miliardi di euro ogni anno, sembra proprio che anche l’Agenzia delle […]

L'articolo Evasione fiscale: l’Agenzia delle Entrate dichiara guerra a suon di big data, IA e machine learning proviene da TuttoTech.net.

App Anthem permette di gestire la vostra gilda comodamente dallo smartphone

di Gerardo Orlandin

App Anthem è l'applicazione di Electronic Arts per l'omonimo gioco per PC e console di BioWare che permette di unirsi a una gilda o crearne una propria, per aiutare gli altri Specialisti impegnati nella lotta che imperversa oltre le mura di Fort Tarsis.

L'articolo App Anthem permette di gestire la vostra gilda comodamente dallo smartphone proviene da TuttoAndroid.

Lenovo presenta ThinkSystem SR635 e SR655

di Antonino Caffo
Lenovo ha svelato i nuovi server Lenovo ThinkSystem SR635 e SR655, due potenti single-socket. Le soluzioni presentate da Lenovo offrono prestazioni pari a quelle di server dual-socket al costo di un dispositivo però singolo. I modelli, che si aggiungono al portfolio di prodotti server di Lenovo, sono basati su processori AMD EPYCTM 7002 Series di […]

Con l’app VMOS potete avere un altro sistema Android indipendente sul vostro smartphone

di Gerardo Orlandin

VMOS è un un'applicazione basata su tecnologia Virtual Machine (VM) che può essere installata su sistemi Linux o Android per eseguire un altro sistema Android completo sullo stesso dispositivo, ad esempio per installare due versioni indipendenti di una stessa app sullo stesso dispositivo o possedere due account social per bilanciare vita e lavoro in un unico device.

L'articolo Con l’app VMOS potete avere un altro sistema Android indipendente sul vostro smartphone proviene da TuttoAndroid.

La vita moderna di Rocko: lo special Netflix introduce un personaggio transgender

di Roberto Tavecchia
L’imminente speciale targato Netflix de La Vita Moderna di Rocko: Attrazione Statica non solo metterà fine ad una pausa lunga più di vent’anni dalla sua messa in onda su Rai2, ma presenterà anche una storyline dedicata ad un personaggio transgender. Lo speciale seguirà le avventure di Rocko e dei suoi amici Filburt ed Heffer, dopo […]

Il crossover animato tra OK K.O.! e Sonic fa impazzire i fan

di Roberto Tavecchia
Non c’è cosa che amplifichi di più la curiosità e l’entusiasmo del pubblico di un crossover tra diversi brand che ama, ma se c’è una cosa che invece lo fa proprio impazzire è quando il crossover viene gestito con così tanta cura, rispetto e passione dagli addetti ai lavori. Ed è questo il caso della […]

Date un tocco di Windows ad Android, grazie a Microsoft Launcher (video)

di Alberto Giudice

Abbiamo dato un tocco di Windows 10 al nostro smartphone Android grazie a Microsoft Launcher: produttività estrema e una personalizzazione dedicata con sfondi, widget e icone a tema!

L'articolo Date un tocco di Windows ad Android, grazie a Microsoft Launcher (video) proviene da TuttoAndroid.

La mancanza di strategia in azienda? Ostacola la trasformazione digitale

di Antonino Caffo
NTT ha rilasciato da poco il suo “Digital Means Business Report” per il 2019. Qui si legge come solo l’11% delle organizzazioni sono realmente soddisfatte dei responsabili della trasformazione digitale, sebbene tre quarti di esse abbiano già intrapreso il percorso di trasformazione. Il motivo? Le organizzazioni di tutto il mondo stanno apprezzando i vantaggi della […]
❌