Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Pensate di andare in Cina? Ecco come usare WeChat e AliPay per pagare

di Diego Barbera

WeChat e AliPay sono i sistemi più utilizzati in Cina per pagare direttamente dallo smartphone oppure tramite riconoscimento facciale solamente utilizzando il volto come password biometrica. Come fare per utilizzare questi strumenti di pagamento in modo efficace senza possedere una delle richieste fondamentali ovvero quella di essere un cittadino cinese? In realtà, nulla e nessuno […]

L'articolo Pensate di andare in Cina? Ecco come usare WeChat e AliPay per pagare proviene da TuttoAndroid.

La Cina è già nel futuro: come funzionano i pagamenti tramite riconoscimento facciale

di Diego Barbera

Un fugace sguardo in camera, nemmeno il tempo di individuare il sensore e la transizione è bella che eseguita. Il sistema di pagamento tramite riconoscimento facciale in Cina è ormai parte della quotidianità, si può trovare infatti ovunque dai bancomat per ritirare contante (ormai utilizzato soltanto dai più anziani) ai distributori di cibo o qualsivoglia […]

L'articolo La Cina è già nel futuro: come funzionano i pagamenti tramite riconoscimento facciale proviene da TuttoAndroid.

Le dieci applicazioni da scaricare subito prima di viaggiare in Cina

di Diego Barbera

Quali sono le applicazioni fondamentali da scaricare subito su smartphone Android prima di recarsi in Cina (foto da Pixabay) per un viaggio più o meno lungo? Abbiamo selezionato dieci software che sono a disposizione sia su Google Play (prima della partenza) sia dai vari siti ufficiali o cercando su Baidu o Bing (motori di ricerca […]

L'articolo Le dieci applicazioni da scaricare subito prima di viaggiare in Cina proviene da TuttoAndroid.

WeChat, l’app universale tuttofare in Cina: 10 cose da sapere

di Diego Barbera

WeChat è l’app fulcro della quotidianità in Cina perché serve letteralmente a fare tutto e più di tutto. Dai giovanissimi utenti fino a quelli più anziani, tutti hanno una propria utenza per quella che era un’applicazione nata come normale piattaforma di messaggistica, ma che col tempo ha abbracciato sempre più ambiti, opzioni e funzionalità. Dai […]

L'articolo WeChat, l’app universale tuttofare in Cina: 10 cose da sapere proviene da TuttoAndroid.

Che cosa cambierà con l’USB 4? Molto, soprattutto negli smartphone

di Diego Barbera

L’anno prossimo vedrà il debutto dei primi dispositivi compatibili con lo standard USB 4 che molti scrivono con la denominazione ufficiale USB4. La tecnologia migliorerà soprattutto in tre ambiti ovverosia aumentando in modo generoso la velocità di trasferimento, garantendo una migliorata gestione dei video mettendo sul piatto la compatibilità opzionale con lo standard Thunderbolt 3 facendo convergere le specifiche. Scopriamo tutto su cos’è e come funziona, la data di disponibilità, specifiche e dispositivi compatibili.

Che cos’è e come funziona l’USB 4

Sono dunque tre i principi di questa tecnologia che si presenta come una piattaforma universale in grado di collegare tra loro dispositivi di marche e natura differenti. Una connessione ad alta velocità e stabilità che possa anche trasferire elettricità. Il funzionamento è dunque presto detto: c’è un cavo, un connettore a misura standard o ridotta e si apre al passaggio di dati e corrente. Ricordiamo che con l’USB 4.0 si troverà anche lo standard USB Power Delivery per trasportare più elettricità con fino a 100 Watt. Importantissima la retrocompatibilità fino a USB 2.0 e supporto doppio monitor 4K 60 fps. Il connettore USB 4 sarà di tipo Type-C.

Le specifiche dell’USB 4

Riassumendo i capisaldi dell’USB 4:

  • Velocità di trasferimento dati fino a 40 Gbps con standard che può assestarsi anche a 10 Gbps e da 20 Gbps.
  • Migliore gestione dei video andando a dedicare una banda consona alla qualità richiesta, per esempio per un video 4K si avrà più banda dedicata rispetto a un Full HD se allo stesso momento si sta utilizzando l’interfaccia per altro.
  • Compatibilità con Thunderbolt 3. I due standard saranno basati sulla stessa tecnologia, dunque anche con il nuovo USB si potrà andare a sfruttare una scheda grafica esterna durante le sessioni di gioco.

Soprattutto riguardo quest’ultimo punto è importante notare che l’USB 4 è senza royalty risultando un vero e proprio “Thunderbolt gratis” per produttori che così non dovranno aggiungere spese al budget. Rimane in sospeso la questione della certificazione biunivoca, viste le richieste di Intel comunque da soddisfare.

Dispositivi compatibili con l’USB 4

Ancora presto per parlare di dispositivi compatibili con la nuova interfaccia. I primi dovrebbero fare capolino tra circa un anno, con i primi dispositivi che si dovrebbero vedere da circa metà del 2020 in poi. Ancora nessun nome è trapelato, ma sembra ci siano già qualcosa come 50 società impegnate nello sviluppo, dunque sarà un debutto piuttosto pirotecnico.

L'articolo Che cosa cambierà con l’USB 4? Molto, soprattutto negli smartphone proviene da TuttoAndroid.

L’icona della batteria deforma la percezione di tempo e spazio

di Diego Barbera

L’icona con la percentuale della batteria dello smartphone è così importante che può davvero andare a influenzare la vita quotidiana. Rimanere senza batteria significa non poter utilizzare lo smartphone e, dunque, rimanere scollegati da tutto e da tutti, in ambito lavorativo così come in quello privato. Secondo un recente studio di Cass Business School di […]

L'articolo L’icona della batteria deforma la percezione di tempo e spazio proviene da TuttoAndroid.

Che cos’è e come funziona Galileo? Vediamo perché è importante per gli smartphone

di Diego Barbera

Il sistema Galileo è fondamentale per gli smartphone, non solo Android, e scopriamo come funziona e che cos'è.

L'articolo Che cos’è e come funziona Galileo? Vediamo perché è importante per gli smartphone proviene da TuttoAndroid.

❌