Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 20 Giugno 2019RSS feeds

Apple, richiamo volontario e sostituzione batterie di alcune unità MacBook Pro

di HDblog.it

Apple ha annunciato oggi il richiamo volontario di un numero limitato di unità MacBook Pro da 15" (15 pollici, display Retina, metà 2015), che contengono "una batteria che potrebbe surriscaldarsi e rappresentare un rischio per la sicurezza".

I MacBook Pro in questione sono stati venduti principalmente tra il settembre 2015 e il febbraio 2017 e possono essere identificati tramite il numero di serie del prodotto verificabile direttamente sulla pagina di supporto (link in FONTE). Per controllare il modello posseduto occorre selezionale “Informazioni su questo Mac” dal menu Apple nell’angolo in alto a sinistra dello schermo.

Dal momento che la sicurezza dei clienti è la nostra priorità, Apple chiede di interrompere l’utilizzo delle unità MacBook Pro da 15" interessate. I clienti possono visitare il sito apple.com/support/15-inch-macbook-pro-battery-recall per conoscere i dettagli sui prodotti interessati e su come ottenere la sostituzione gratuita della batteria.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Amazon a 374 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

DoodleLens anima disegni e scarabocchi portandoli dalla carta al mondo reale

di Gerardo Orlandin

DoodleLens è un'applicazione che permette di creare disegni o scarabocchi e usarli per aggiungere un tocco di stile alle foto e ai video sfruttando la realtà aumentata. Il funzionamento dell'app è piuttosto semplice: basta disegnare qualcosa su carta, fotografare il disegno e incollarlo nell'ambiente reale ed eventualmente registrare e condividere il risultato.

L'articolo DoodleLens anima disegni e scarabocchi portandoli dalla carta al mondo reale proviene da TuttoAndroid.

Gmail per Android inizia a integrare la Modalità scura: ecco i primi pezzi

di Marco Grasso

Sembra che qualcosa si stia muovendo anche per Gmail, che con l'ultima versione 2019.06.09 integra un pezzettino di Modalità scura, o Modalità notte o Tema scuro se preferite.

L'articolo Gmail per Android inizia a integrare la Modalità scura: ecco i primi pezzi proviene da TuttoAndroid.

Come cambiare password Gmail

di Alessio Salome
Da qualche giorno state pensando di sostituire la password del vostro account di Gmail poiché vi sembra molto semplice da capire. Per questo volete scoprire quali sono i passaggi da seguire per modificarla. All’interno di leggi di più...

WhatsApp sarà inutilizzabile su Windows Phone da dicembre 2019

di Lorenzo Spada
WhatsApp Windows Phone

Seppur l’obiettivo di essere il sistema di messaggistica istantanea più utilizzato al mondo significhi essere disponibile su quanti più smartphone possibili, anche WhatsApp sta affrontando la dura realtà che mantenere attivo il supporto per piattaforme ormai datate non è economicamente sostenibile, soprattutto perché gli utenti che le utilizzano sono sempre meno. Ed ecco allora che […]

L'articolo WhatsApp sarà inutilizzabile su Windows Phone da dicembre 2019 proviene da TuttoTech.net.

Before Launcher permette di ridurre le distrazioni con un’interfaccia ridotta all’osso

di Gerardo Orlandin

Before Launcher è un'applicazione che permette di personalizzare lo smartphone con un launcher minimale limitato alle funzioni essenziali che ha lo scopo di aiutare l'utente a ridurre le distrazioni causate dal dispositivo. Il launcher consente di creare una schermata principale che presenta un elenco testuale con le 8 app più importanti per l'utente e permette di silenziare le notifiche meno importanti.

L'articolo Before Launcher permette di ridurre le distrazioni con un’interfaccia ridotta all’osso proviene da TuttoAndroid.

Adobe Lightroom disponibile sul Mac App Store

di Lorenzo Spada
Adobe Lightroom Mac App Store

Adobe Lightroom è appena stato reso disponibile al download anche sul Mac App Store. Si tratta della prima applicazione di Adobe a venir pubblicata nel Mac App Store. Per chi non lo sapesse, Adobe Lightroom è un software dedicato a chi ama la fotografia, in quanto permette di avere tutto il necessario per ritoccare, organizzare, […]

L'articolo Adobe Lightroom disponibile sul Mac App Store proviene da TuttoTech.net.

Come clonare le applicazioni su smartphone Xiaomi

di Roberto Cocciolo
Da qualche anno ormai, quasi la totalità degli smartphone Android, presenta una delle funzionalità più comode disponibili su mobile. Stiamo parlando della clonazione delle applicazioni, ovvero la possibilità di creare una copia di un software leggi di più...

Come registrare schermo Android

di Valentino Viscito
Se è vostra intenzione creare un video tutorial oppure riprendere le vostre avventure videoludiche sul vostro dispositivo Android, siete nel posto giusto. In questo articolo vi mostreremo come registrare schermo su Android. Come registrare schermo leggi di più...

Le migliori app per bici

di Alessio Salome
All’interno di questo articolo abbiamo deciso di accontentare gli appassionati di ciclismo proponendovi quelle che sono, secondo noi, le migliori app per bici che permettono di semplificare alcune operazioni. Strava La prima applicazione che vi leggi di più...

The Real Ghostbusters Statue di Chronicle Collectibles

di Matteo Garattoni
Chronicle Collectibles porta sul mercato delle statue dedicate ai personaggi di The Real Ghostbusters “foto realistiche” e realizzate in resina dipinta a mano.  The Real Ghostbusters è una serie animata andata in onda dal 1986 al 1991 basata sul noto film Ghostbusters. La serie, composta da 140 episodi, divisi in 7 stagioni, seguiva la scia del film Ghostbusters […]

Apple al lavoro sulla versione Catalyst di Messaggi e Comandi per macOS | Rumor

di HDblog.it

Con il prossimo macOS 10.15 Catalina Apple compirà il primo passo verso la convergenza tra macOS e iPadOS, grazie all'avvanzamento dei lavori su Project Catalyst.

Precedentemente conosciuto con il nome di Marzipan, Catalyst permette agli sviluppatori di compilare le proprie app sia per iPadOS che per macOS, il tutto senza dover apportare modifiche specifiche al codice in base alla piattaforma. Apple stessa ha già cominciato a sfruttare tale potenzialità a partire dallo scorso anno, quando alcune delle prime app nate su iOS hanno debuttato su Mojave, coma ad esempio Casa, Borsa e Memo Vocali.

Sembra che con Catalina arriveranno tante altre applicazioni, tra cui anche alcune non menzionate nel corso del keynote di apertura della WWDC 2019. A scoprirle è stato lo sviluppatore Steve Toughton-Smith, il quale ha identificato la versione Catalyst delle applicazioni Messaggi e Comandi all'interno della beta di Catalina. Contrariamente a quanto avvenuto sino ad ora, non si tratta di semplici conversioni delle stesse app già presenti su iOS, bensì di applicazioni completamente nuove, basate però sulla UI di Catalyst. Ciò permette, ad esempio, a Messaggi di avere un'interfaccia molto più simile a quella della versione attuale su macOS, pur mantenendo i vantaggi derivanti da Catalyst.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Amazon a 374 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple, fuori dalla Cina fino al 30% della propria produzione?

di Lucia Massaro
Secondo quanto riportato da Nikkei Asian Review, Apple sta considerando di spostare tra il 15% e il 30% della sua capacità produttiva al di fuori della Cina verso il Sud-Est asiatico. A quanto pare il colosso di Cupertino ha chiesto ai suoi principali fornitori di valutare l’impatto economico di una tale operazione. La richiesta sarebbe […]

App Store e Play Store inarrestabili, ma su Apple si guadagna (e si spende) di più

di HDblog.it

App Store e Play Store crescono, e lo fanno a un tasso significativo: lo rivela l'ultimo rapporto pubblicato da SensorTower, in cui si analizzano le differenze tra i negozi virtuali di iOS e Android sotto il profilo del reddito generato dalla vendita di applicazioni da parte dei 100 publisher più importanti. Del resto, che il settore fosse florido lo aveva confermato anche il report di AppAnnie a inizio 2019, in cui si evidenziava una sostenuta crescita dei download di app nel 2018 e si prevedeva un andamento del tutto simile per l'anno in corso. E anche i dati SensorTower del gennaio 2018 dimostravano come il trend fosse già tracciato.

Dallo studio emerge come lo store di Apple abbia generato nel primo trimestre dell'anno un reddito lordo medio circa il 64% superiore rispetto a quello del Google Play Store: 83,8 milioni i dollari per il primo, 51 milioni di dollari per il secondo. I dati sono stati estrapolati prendendo in considerazione la spesa sostenuta dagli utenti sui rispettivi store.

I PRINCIPALI RISULTATI

Questi i risultati più significativi dello studio, ricordandovi che i dati fanno riferimento ai dati relativi ai primi 100 publisher di ciascuna piattaforma:


Fotocamera al top e video 4K a 60fps con tutta la qualità Apple? Apple iPhone XS, in offerta oggi da Techinshop a 879 euro oppure da Media World a 1,099 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

App Store e Play Store inarrestabili, ma su Apple si guadagna (e si spende) di più

di HDblog.it

App Store e Play Store crescono, e lo fanno a un tasso significativo: lo rivela l'ultimo rapporto pubblicato da SensorTower, in cui si analizzano le differenze tra i negozi virtuali di iOS e Android sotto il profilo del reddito generato dalla vendita di applicazioni da parte dei 100 publisher più importanti. Del resto, che il settore fosse florido lo aveva confermato anche il report di AppAnnie a inizio 2019, in cui si evidenziava una sostenuta crescita dei download di app nel 2018 e si prevedeva un andamento del tutto simile per l'anno in corso. E anche i dati SensorTower del gennaio 2018 dimostravano come il trend fosse già tracciato.

Dallo studio emerge come lo store di Apple abbia generato nel primo trimestre dell'anno un reddito lordo medio circa il 64% superiore rispetto a quello del Google Play Store: 83,8 milioni i dollari per il primo, 51 milioni di dollari per il secondo. I dati sono stati estrapolati prendendo in considerazione la spesa sostenuta dagli utenti sui rispettivi store.

I PRINCIPALI RISULTATI

Questi i risultati più significativi dello studio, ricordandovi che i dati fanno riferimento ai dati relativi ai primi 100 publisher di ciascuna piattaforma:


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da 4G Retail Tim a 278 euro oppure da Amazon a 374 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

App Google aggiunge un modo tutto nuovo per condividere le ricerche

di Gerardo Orlandin

Esistono vari modi per condividere una determinata query effettuata tramite la Ricerca Google, come copiare l'URL che di solito risulta piuttosto lungo. L'ultima versione beta dell'App Google per Android ora permette di condividere comodamente l'attuale ricerca con altri utenti tramite un nuovo pulsante dedicato.

L'articolo App Google aggiunge un modo tutto nuovo per condividere le ricerche proviene da TuttoAndroid.

Apple ha in test il porting delle app “Messaggi” e “Shortcut” su macOS 10.15 Catalina sfruttando il Project Catalyst

di Lorenzo Spada
paroject-catalyst

Nonostante le tante novità che Apple sta apportando su macOS 10.15 Catalina, la più importante riguarda un ambito in cui gli utenti consumer non hanno nulla a che fare. Stiamo parlando del Project Catalyst (ex Project Marzapan), framework che permette agli sviluppatori di eseguire il porting delle app di iPad sui Mac. Apple ha già usato […]

L'articolo Apple ha in test il porting delle app “Messaggi” e “Shortcut” su macOS 10.15 Catalina sfruttando il Project Catalyst proviene da TuttoTech.net.

Come trasformare siti Web in app Linux con Nativefier

di Alessio Salome
Ci sono moltissime applicazioni famose che non sono disponibili ufficialmente per Linux. Tuttavia, è possibile risolvere questa cosa portando le versioni Web direttamente sul PC  utilizzando un programma molto potente. In questo nuovo tutorial odierno leggi di più...

Apple espande il test di Apple Card a migliaia di dipendenti

di Lorenzo Spada
Apple Card

Con Apple Card che si appresta essere lanciata da qui a qualche settimana, Apple ha la necessità di testarla quanto più possibile prima di mettere a disposizione dei dipendenti. Ed ecco allora che, dopo averla fatta stare internamente ad alcuni ingegneri e sviluppatori e successivamente ai responsabili di Goldman Sachs, il beta test è stato […]

L'articolo Apple espande il test di Apple Card a migliaia di dipendenti proviene da TuttoTech.net.

Meno recentiRSS feeds

Come usare iCloud su Linux

di Alessio Salome
Come ben sapete, non esiste un client iCloud scaricabile sui PC Linux, quindi i possessori di iPhone e iPad non sono in grado di accedere ai propri dati in maniera ufficiale. All’interno di questa nuova leggi di più...
❌