Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Consent in Gaming: Monte Cook affronta il tema del consenso nei giochi di ruolo

di Mabelle Sasso
Monte Cook Games ha realizzato il supplemento Consent in Gaming, un manuale per giocatori di ruolo che vuole fornire un approccio consapevole su come affrontare argomenti delicati al tavolo di gioco. Consent in Gaming, scritto da Sean K. Reynolds e Shanna Germain, è un pdf di 13 pagine scaricabile gratuitamente dal sito di Monte Cook […]

PS5 e Xbox Series X: ecco il nuovo horror Nascence Anna’s Song

di Marco Padovese
Tutti i videogiocatori del mondo negli ultimi mesi sono curiosi di vedere con i propri occhi PS5. Come sarà? Avrà la retrocompatibilità? Che giochi usciranno? Bene, se un paio di mesi fa Microsoft è riuscirà a rivelare Xbox Series X, per quanto riguarda la console nipponica bisogna aspettare ancora un pochino. Nonostante il mancato reveal, […]

Succulent: da Renegade Game Studios una sfida per il giardino più bello

di Mabelle Sasso
Renegade Game Studios ha annunciato Succulent, un nuovo gioco da tavolo strategico, ideato da J. Alex Kevern e illustrato da Anna Daviscourt. Succulent, sarà un gioco di posizionamento di tessere (tile placement) in cui i giocatori dovranno creare il giardino ornamentale migliore utilizzando, come da titolo, diversi tipi di piante della famiglia delle succulente. Questo […]

Frozen: un film diventato fenomeno POP

di Daniele Rea
Disney, un nome che si associa automaticamente ai sogni e alla loro realizzazione, ma forse nemmeno nelle previsioni più ardite della casa di Topolino c’erano i risultati ottenuti con quello che è un vero e proprio evento di massa: il fenomeno Frozen. La regina dei Ghiacci Il 27 Novembre 2013 esce nella sale cinematografiche Frozen […]

Droga-test al volante: oltre l’80% dei conducenti mente ai controlli

di Donato D'Ambrosi

Mentire ai controlli su strada dopo aver assunto droghe o medicinali che provocano effetti sull’attenzione al volante non è una buona strategia. Anche perché se si viene sottoposti al droga test si rischia grosso. Farsi scoprire al volante sotto effetto di droghe significa perdere la patente e avviare un iter molto lungo sulla disintossicazione. Negli USA però un esperimento su 7 mila volontari ha dimostrato che chi assume droga o medicinali contenenti oppiacei mente anche nell’anonimato.

DROGA TEST ANONIMO NEGLI USA

Il sondaggio dell’IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) è stato realizzato per confrontare le statistiche nazionali con il reale numero di conducenti che ha assunto droga o farmaci nelle ultime 24 ore. La cosa sorprendente è che negli USA anche quando l’assunzione è tollerata c’è una profonda discrepanza tra le risposte degli intervistati e i risultati anonimi dei campioni di sangue e saliva analizzati. “Anche se ci aspettavamo che il consumo di droga fosse sottostimato – spiega Angela Eichelberger, ricercatrice IIHS – è stato sorprendente quanto i risultati fossero incoerenti da un anno all’altro”.

USO DI COCAINA, MARIJUANA E OPPIACEI AL VOLANTE

Per raccogliere risultati, i ricercatori sono assistiti dalla polizia per fermare in sicurezza i conducenti, ai quali viene chiesto di partecipare in forma anonima. I conducenti risultati positivi al droga test non sono stati perseguiti ma gli è stato fornito un mezzo alternativo per tornare a casa. Negli ultimi due sondaggi (2007 e 2014) i ricercatori dell’IIHS hanno raccolto dati di 7 mila automobilisti in 300 località. La ricerca più recente si è concentrata sull’uso di cannabis, oppioidi, cocaina, antidepressivi e benzodiazepine (quindi Valium e Xanax). Meno di 1 intervistato su 5 risultato positivo all’assunzione di cocaina ha riferito di averla consumata nelle ultime 24 ore.

I FARMACI PESANTI PREOCCUPANO MENO CHI GUIDA

L’uso di Marijuana a scopo terapeutico è permesso in Italia e in 31 Stati USA, tuttavia guidare non è consentito se l’assunzione è avvenuta poche ore prima di mettersi al volante. Infatti il numero di conducenti che ha ammesso l’uso di cannabis entro le 24 ore è salito dal 25 al 40%. L’assunzione di farmaci crea meno preoccupazioni ai conducenti anche se gli effetti sulla guida possono essere ugualmente limitanti. Oltre il 40% per gli oppioidi e oltre il 70% per gli antidepressivi ha ammesso l’assunzione, anche se poi le percentuali di positività sono risultate più basse. “Le discrepanze potrebbero indicare che i conducenti si sono sbagliati su quando hanno assunto il farmaco sul tipo di farmaco” ha dichiarato Eichelberger. Analogamente il crescente numero di consumatori di marijuana richiede un impegno maggiore della autorità sulla comprensione dei rischi reali della cannabis al volante.

The post Droga-test al volante: oltre l’80% dei conducenti mente ai controlli appeared first on SicurAUTO.it.

❌