Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 15 Settembre 2019RSS feeds

Lavasciuga AEG: le migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
Le lavasciugatrici non sono più quelle di un tempo: adesso nello stesso spazio occupato da una normale lavatrice è possibile lavare ed asciugare il nostro bucato con una sola operazione, come nel caso delle lavasciuga leggi di più...
Ieri — 14 Settembre 2019RSS feeds

Redmi Note 8: migliori cover e pellicole di vetro

di Valentino Viscito
Sulle orme del suo predecessore Redmi Note 7, il nuovo Redmi Note 8 si candida ad essere un nuovo best buy di questo 2019. Con un pannello IPS in risoluzione FHD+ da 6.3″, il rapporto leggi di più...
Meno recentiRSS feeds

Occhiali per PC: i migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
Avete mai sentito parlare della luce blu, generalmente emessa da display e monitor? Diversi studi hanno dimostrato una correlazione fra l’esposizione alla luce blu e l’alterazione dei ritmi circadiani. Essa soprattutto nelle ore serali diminuisce leggi di più...

Router 4G: i migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
La vostra connessione ADSL di casa fa pena? Le bollette telefoniche sono salate? Usate una vostra SIM dati ed un Router 4G per navigare in Internet ad alta velocità e pagando solo la ricarica telefonica! leggi di più...

Bici Elettrica o pedalata assistita: quale comprare

di Manuel Baldassarre
La bici elettrica – chiamata anche e-bike – sta diventando un vero e proprio fenomeno di massa! Questi veicoli sono pratici, leggeri, di facile manutenzione e a basso costo: insomma, come detto dal New York leggi di più...

Ultrabook: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questa guida costantemente aggiornata vi parleremo del miglior ultrabook sul mercato. Chi non desidera un potente computer portatile con batteria a lunga durata e un case sottile e leggero? L’ultrabook ideale, che altro non leggi di più...

Miglior computer portatile

di Leonardo Zannini
Scegliere il miglior portatile non è semplice a causa delle tantissime variabili, tecniche e non, da mettere in campo quando si fa questa scelta. Molto dipende anche dall’utilizzo che poi si andrà a fare del PC, che leggi di più...

Router gaming: i migliori da comprare

di Fabrizio De Santis
In questa guida costantemente aggiornata vi proporremo il miglior router gaming perfetto per le vostre esigenze. Vi proporremo i migliori modelli disponibili attualmente in commercio e vi aiuteremo ad analizzare gli aspetti da tenere in leggi di più...

Acquisto auto connesse: per il 48% l’assistenza vale più della Marca

di Donato D'Ambrosi

Qual è la Marca auto migliore da acquistare? Oggi la scelta dell’auto nuova è ancora fortemente legata alla riconoscibilità di un brand o una Marca. Si sceglie una Marca specifica per distinguersi e un modello particolare in base a una serie di valutazioni oggettive e soggettive. Nella scelta della marca oggi è ancora fortemente indicativa la classifica USA delle auto migliori, tra qualche anno invece si valuteranno le auto per servizi e assistenza. E’ quanto emerge da un sondaggio sull’importanza del Brand nella scelta di un’auto connessa.

IL COSTO E LA QUALITA’ FARANNO LA DIFFERENZA NELLA SCELTA

Le auto elettriche, ibride e connesse stanno già trasformando il mercato e presto cambieranno anche i criteri di scelta dell’auto nuova. Lo rivela un sondaggio IBM da cui viene fuori che già oggi per il 48% degli intervistati la Marca di un’auto non è fondamentale. Con le economie di scala e gli aggregamenti industriali di Costruttori in Gruppi la distinzione tra auto si baserà sui servizi. “In tutto il mondo le case auto si stanno preparando a un settore in cui meno del 50% considererà il proprio marchio un fattore competitivo differenziante“, ha affermato Ben Stanley (IBM).

COSA DEVE AVERE UN’AUTO PREMIUM PER ESSERE MIGLIORE

Le previsioni dicono che nei prossimi 10 anni acquisteremo meno auto poiché l’uso e la proprietà saranno sempre più distinti. Questo trend per il 48% delle persone intervistate significa valutare costi e convenienza più del brand o della marca auto. In quali casi però il brand vale più dei costi e della convenienza? Sulle auto connesse si sceglie un brand per caratteristiche digitali o fisiche che pongono il prezzo in seconda fila. Queste valutazioni però cambiano in modo considerevole se gli utenti abitano in città o in periferie e zone rurali. La scelta di un brand premium ad esempio passa al 28% nelle zone di periferia. Tra gli altri motivi, la possibilità di scegliere dispositivi particolari (54% in città – 40% periferia) e un servizio privilegiato, spostano l’importanza sul brand premium.

PERCHE’ SCEGLIERE UNA MARCA PREMIUM DIGITALE

Tra le caratteristiche digitali di una scelta Premium invece la sicurezza e la privacy è al primo posto (57% in città – 46% in periferia). Anche se poi con le auto Mercedes in leasing in UK vengono tracciate e i clienti neppure se ne accorgono. Un’auto premium diventa importante per la possibilità di parlare all’infotainment nel 50% dei casi (città e 30% in periferia). Globalmente l’impressione di avere un’esperienza digitale migliore su un’auto premium è importante per il 49% in città e il 32% in periferia. I cloud non sono da meno: quasi le stesse persone (49% e 31%) sceglierebbe un’auto premium per la possibilità di trasferire tutti i dati su un modello diverso ma della stessa marca.

The post Acquisto auto connesse: per il 48% l’assistenza vale più della Marca appeared first on SicurAUTO.it.

Monitor gaming: i migliori da comprare

di Fabrizio De Santis
In questa guida costantemente aggiornata vi aiuteremo a scegliere il miglior monitor gaming adatto alla propria configurazione. Inoltre, vi spiegheremo quali sono gli aspetti e le caratteristiche da valutare al momento dell’acquisto di un prodotto leggi di più...

Sigaretta elettronica: le migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
Il mondo della sigaretta elettronica è in costante sviluppo, così abbiamo pensato di stilare una guida d’acquisto alle migliori sigarette elettroniche di modo che anche i meno esperti possano avvicinarsi ad esse in modo semplice leggi di più...

Stampante laser multifunzione: le migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
Una volta possedere una stampante laser multifunzione era un lusso per pochi eletti. Per gli scopi casalinghi conveniva possedere solamente le stampanti a getto d’inchiostro, il giusto compromesso tra spese di gestione e qualità. In leggi di più...

Stampante Laser: le migliori da comprare

di Manuel Baldassarre
Le stampanti sono ormai presenti in gran parte delle nostre case e dei nostri uffici, ci sembrano passati secoli da quando la stampa era esclusiva delle tipografie e si scriveva tramite macchina da scrivere. Ora leggi di più...

Portatile 15 pollici: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questa guida costantemente aggiornata cercheremo di individuare il miglior portatile 15 pollici per ogni tipo di esigenza, partendo da quelli con prezzi più accessibili fino ad arrivare alla fascia top del mercato. La dimensione leggi di più...

Portatile leggero e non pesante: i migliori da comprare

di Leonardo Zannini
In questa guida costantemente aggiornata vi parleremo dei migliori portatili leggeri e non pesanti. Infatti un notebook può essere usato anche in mobilità, caratteristica principale per moltissimi utenti, che sempre più scelgono computer portatili. La leggi di più...

Acquisto auto elettrica o ibrida? I pro e contro da sapere

di Nicodemo Angì

pro-e-contro-elettriche-ibride-

La rivoluzione elettrica è già fra noi e non pensiamo a costose berline, sportive e SUV a batteria ma alle già conosciute auto ibride. In queste automobili convivono infatti il classico motore a combustione e un powertrain elettrico. Le ibride plug-in hanno persino la presa di ricarica, come le elettriche, ma questa similitudine non deve ingannare: le differenze con le elettriche sono sostanziali. Elettriche e ibride hanno infatti costi e tecnologie molto differenti che è interessante conoscere. Pensiamo all’offerta delle ibride, già ampia e popolata di marchi prestigiosi con un budget fino a qualche decina di migliaia di euro. SicurAUTO.it, per esempio, ha pubblicato i consigli per l’acquisto di auto ibride sotto i 30.000 e sotto i 40.000 euro. Rimanendo entro i 40.000 euro è possibile considerare anche diverse auto elettriche a batteria: quali sono i pro e i contro della scelta?

UNIRE DUE MONDI

Le ibride sono mediamente più economiche delle elettriche comparabili e questo può compensare il minor ecobonus al quale hanno diritto (leggi come prenotarlo). Questo nonostante la loro maggior complicazione meccanica e la spiegazione risiede nelle batterie, ancor oggi molto costose anche se il prezzo per kWh sta scendendo costantemente.  Ma quali possono essere i pro e i contro di un’auto ibrida? Le ibride hanno almeno 2 motori, uno a scoppio e uno o più elettrici, e non è semplice gestire propulsori con caratteristiche così diverse. Ce ne siamo resi conto spiegando le soluzioni tecnologiche indicate dalle sigle P0, P1, P2, P3 e P4. In effetti nel post si parlava con una certa frequenza di innesti e frizioni, necessari per inserire o escludere le diverse unità. Le soluzioni sono molto diverse: Toyota, per esempio, ha inventato il Sinergy Drive: un gruppo epicicloidale che raccorda il motore termico con i 2 elettrici senza bisogno di frizione. La Casa ha anche il Dynamic Force, con un cambio a variazione continua del rapporto (simile a quello degli scooter) e 2 motori elettrici.

COSTI E TECNOLOGIE DIFFERENTI

Per ottenere la trazione integrale, poi, si usa un terzo motore elettrico al retrotreno. Un assale simile sarà usato dalle future PSA e sulla nuova Renault Clio arriveranno powertrain ibridi con cambio a 2 velocità per il motore elettrico. Pensando ai pro e contro delle ibride notiamo che la complessità è quindi alta e la messa a punto implica test approfonditi. Basta pensare che occorre gestire non soltanto il motore elettrico e quello a combustione ma anche l’interazione fra i due e con i freni. Anche la gestione termica non sarà semplice, dato che comprende motori a scoppio, elettrici, magari distanti (al posteriore) e le batterie. Fra i contro dei veicoli ibridi c’è perciò la maggiore complessità che comunque non è detto che vada a detrimento dell’affidabilità. Le ibride sono infatti fra le auto preferite dai tassisti perché si è visto che ci si può “fidare” e hanno una manutenzione non troppo onerosa.

VEDIAMO I PRO E CONTRO

Dobbiamo quindi complimentarci con le Case automobilistiche che riescono a proporre automobili affidabili, anche se complesse, a prezzi non esagerati. In effetti non sembrano esserci grosse lamentele dai costruttori sulla redditività delle ibride, a differenza di quel che accade con le elettriche. Questo, fra parentesi, dimostra quanto sia complicato cambiare una filiera produttiva ormai ben collaudata. Ricordiamo che fra i pro delle auto ibride c’è la guida in città e nell’extraurbano, perché il recupero dell’energia in queste situazioni lavora al meglio. In autostrada la batteria si scarica presto e la velocità praticamente costante non la ricarica. I numerosi componenti possono far salire molto il peso e la complessità (il grafico sotto la confronta per i vari powertrain), un dato sul quale occorre soffermarsi in fase di valutazione.

ACQUISTO UN’AUTO ELETTRICA O IBRIDA?

La Mini Countryman ibrida a trazione integrale, per esempio, pesa quanto la ben più grande Toyota RAV-4. Se volete un confronto fra i costi della manutenzione potete poi leggere l’interessante dossier di SicurAUTO.it. Ma quali sono i pro e contro dell’auto elettrica? Sicuramente l’auto “a batteria” ha un design più lineare: il powertrain è compatto, la trasmissione è ridotta al minimo mentre l’inverter non è certo enorme. Le pesanti batterie possono essere sistemate molto in basso (se il pianale è studiato appositamente) con vantaggi per la posizione del baricentro e l’handling. Anche l’affidabilità promessa è alta, grazie al ridotto numero di componenti, e la gestione dei vari componenti può essere “centralizzata”.

MOLTO PESO MA IN BASSO

Il motore elettrico è infatti molto più “digitale” di quello a scoppio e anche le batterie si gestiscono agevolmente con l’elettronica. Chi sceglie un’elettrica deve sapere che fra i pro e i contro c’è il peso elevato, in rapporto alle dimensioni, e che l’autonomia sarà piuttosto variabile. Se il rendimento è altissimo, la distanza percorribile risente infatti sensibilmente di fattori quali il carico, l’uso del climatizzatore e la temperatura ambiente. Il “rifornimento”, poi, va valutato bene: se si fanno viaggi lunghi occorre pianificarli con attenzione mentre l’impiego quotidiano è molto più gestibile. Se si può ricaricare di notte l’autonomia non sarà mediamente un problema e anche la rete elettrica ringrazierà.

The post Acquisto auto elettrica o ibrida? I pro e contro da sapere appeared first on SicurAUTO.it.

Proiettori per Android: i migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
In questa guida sempre aggiornata raccogliamo i migliori proiettori per Android disponibili attualmente sul mercato. Che sia per un viaggio, per il lavoro, lo studio o lo svago con amici o parenti, un proiettore può leggi di più...

Tablet per guardare film: i migliori da comprare

di Dionisio Ciccarese
In questa guida sempre aggiornata raccogliamo tutti i migliori tablet per guardare film. Si tratta di dispositivi abbastanza comuni, disponibili nella maggior parte degli store fisici ed online nella misura e scelta più variegata. In leggi di più...

Filtri fotografici: cosa sono e come usarli

di Giuseppe Brandi
In questa guida andremo a parlarvi dei migliori filtri fotografici, in particolar modo del loro impiego e di quali valga la pena acquistare. Che siate dei fotografi in erba o dei professionisti nel settore, avrete leggi di più...

Lenti zoom per smartphone: le migliori da comprare

di Giuseppe Brandi
In questa guida sempre aggiornata andremo a mostrarvi le migliori lenti zoom per smartphone. Sebbene sempre più dispositivi adottino una seconda lente che funge da teleobiettivo, solamente i migliori smartphone per scattare foto dispongono di uno leggi di più...
❌