Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Realme esce allo scoperto: ecco le date della ColorOS 7 e Realme X50

di Giovanni Mattei

Il Realme X50 sarà il primo smartphone Realme a montare un modulo 5G dual-mode, mentre si delinea la roadmap circa il rilascio di ColorOS 7 con Android 10

L'articolo Realme esce allo scoperto: ecco le date della ColorOS 7 e Realme X50 proviene da TuttoAndroid.

Realme porta la registrazione video su un altro livello per i suoi nuovi smartphone

di Roberto F.

Realme ha annunciato che tutti i suoi smartphone con 4 fotocamere posteriori possono ora vantare il supporto alla registrazione di video ultra grandangolari

L'articolo Realme porta la registrazione video su un altro livello per i suoi nuovi smartphone proviene da TuttoAndroid.

Realme 5s è ufficiale: schermo da 6,5 pollici e quadrupla fotocamera a buon mercato

di Pietro Paolucci

Dotazione super per Realme 5s, uno smartphone ora ufficiale che riesce a contenere i prezzi nonostante una scheda tecnica da paura che parla di uno schermo da 6,5 pollici, di quattro fotocamere posteriori e di una batteria da ben 5.000 mAh.

L'articolo Realme 5s è ufficiale: schermo da 6,5 pollici e quadrupla fotocamera a buon mercato proviene da TuttoAndroid.

Realme 5s: rivelato il display dello smartphone

di Biagio Petronaci
La scheda tecnica di Realme 5s è stata arricchita con alcune informazioni dedicate al display, solo 5 giorni prima del lancio ufficiale. Abbiamo già parlato di questo prodotto nell’articolo in cui viene annunciata la data di presentazione, ovvero il 20 novembre. Oggi, invece, sono state diffuse alcune informazioni che rivelano la diagonale e la risoluzione […]

Realme 5s, ora è ufficiale: lo smartphone verrà lanciato il 20 novembre

di Biagio Petronaci
Realme 5s verrà ufficialmente presentato in India il prossimo 20 novembre. La notizia è stata diffusa da Flipkart, un noto negozio online. Solo ieri abbiamo parlato di Realme X2 Pro, un top di gamma destinato a regalare soddisfazione ai clienti. La società nata dalla costola di Oppo è ora intenzionata a farsi strada in altri […]

Android 10 piove anche su Mi A3, Moto G5S Plus, LeEco Le 2, Vibe K5 Plus, Galaxy A5 e Mediapad M3 Lite

di Giovanni Pardo

Tante custom ROM, con un numero di bug differenti a seconda del modello, portano Android 10 su Xiaomi Mi A3, Motorola Moto G5S Plus, LeEco Le 2, Lenovo Vibe K5 Plus, Samsung Galaxy A5 (2015) e Huawei Mediapad M3 Lite.

L'articolo Android 10 piove anche su Mi A3, Moto G5S Plus, LeEco Le 2, Vibe K5 Plus, Galaxy A5 e Mediapad M3 Lite proviene da TuttoAndroid.

Governo PD-M5S, il programma è online ma manca la sicurezza stradale

di Redazione

Governo PD-M5S, ci siamo quasi: il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte (foto d’apertura) ha la squadra di ministri da presentare al Quirinale. Il programma dell’esecutivo nascente già esiste, è online, con 26 impegni e puoi scaricarlo in pdf alla fine dell’articolo. Si tratta di una bozza messa in Rete dai pentastellati, su cui Conte dovrà lavorare. Dopodiché, il PD potrebbe essere d’accordo solo su una parte di questi 26 punti, o cambiarne alcuni.

I PUNTI PRINCIPALI DEL PROGRAMMA DI GOVERNO ONLINE

La bozza dei 26 punti del programma prevede, in sintesi, la neutralizzazione dell’aumento dell’IVA: questo interessa anche gli automobilisti, perché un rincaro avrebbe conseguenze pesantissime per i prezzi delle vetture, dei carburanti, dei pezzi di ricambio, delle autostrade e di altri altri beni e servizi. Per il M5S, occorre inoltre ridurre le tasse sul lavoro, a vantaggio dei lavoratori, e individuare una retribuzione giusta (“salario minimo”). Si parla poi di Green New Deal, che comporti un radicale cambio di paradigma culturale e porti a inserire la protezione dell’ambiente tra i princìpi del nostro sistema costituzionale. Si punta a fare una Roma più vivibile.

LE INFRASTRUTTURE NELLE DEL GOVERNO PD-M5S  

Sono necessari, secondo il movimento di Beppe Grillo (foto in alto) investimenti mirati all’ammodernamento delle attuali infrastrutture e alla realizzazione di nuove infrastrutture. Per realizzare un sistema connesso, integrato, più sicuro, che tenga conto degli impatti sociali e ambientali delle opere. Il nuovo governo PD-M5S potenzierà anche l’azione di contrasto delle mafie e per combattere l’evasione fiscale. Ed è indispensabile promuovere una forte risposta europea al problema della gestione dei flussi migratori.

AUTO E SICUREZZA STRADALE NON PRIORITARI PER IL GOVERNO?

C’è solo un generico riferimento alle infrastrutture. Invece, nel programma del M5S (che probabilmente sarà anche quello del nuovo governo PD-M5S), mancano l’auto e la sicurezza stradale. Eppure l’Italia ha bucato clamorosamente i due obiettivi imposti dall’Unione europea in fatto di vittime della strada. Doveva dimezzare i morti sull’asfalto dal 2001 al 2010, e non l’ha fatto. Doveva dimezzare gli incidenti mortali dal 2011 al 2020 e di certo non ce la farà. Di riforma del Codice della strada si parla dal 2011, ma dopo decine di disegni legge che si sono accavallati uno sull’altro, le regole della circolazione restano quelle del 1993. Antiquate. Senza riferimenti a smartphone, car sharing, Uber, guida autonoma, che all’epoca non esistevano. Peccato: un’occasione persa. Con l’auspicio che, in futuro, il nuovo governo PD-M5S prenda in esame quel serio problema chiamato sicurezza stradale. Leggi il programma di governo PD-M5S in allegato pdf qui sotto.

The post Governo PD-M5S, il programma è online ma manca la sicurezza stradale appeared first on SicurAUTO.it.

Revoca concessione Autostrade: il nuovo ponte non cambia le cose

di Donato D'Ambrosi

La prima colata di cemento del nuovo Ponte di Genova ha riportato a galla una promessa-impegno del M5S: la revoca della concessione ad Autostrade. Un annuncio di pancia seguito al crollo del viadotto Polcevera noto anche come Ponte Morandi. La proposta è tornata sul tavolo del Governo che però ha ben altro cui pensare in questo periodo piuttosto che risollevare un polverone fine a sé stesso.

SULLA CONCESSIONE LA LEGA DISERTA

La revoca della concessione ad Autostrade è un percorso così tortuoso e incerto che sembra più una presa di posizione che un impegno di Governo. Lo si capisce da diversi segnali. Il primo, come riporta AdnKronos, è che al vertice a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte, il vice Luigi Di Maio e il ministro Danilo Toninelli, non ha preso parte l’altro vicepremier Matteo Salvini. Il Ministro dell’Interno avrebbe partecipato solo alla prima parte del consiglio inerente alle Autonomie. Tant’è che i lavori si sarebbero conclusi con un nulla di fatto sull’argomento revoca concessione.

NUOVO COMPROMESSO DI GOVERNO

Bisogna considerare poi che oltre ad ASPI (Autostrade per l’Italia che sta dentro Atlantia) gli imprenditori noti per la linea di abbigliamento Benetton sarebbero tra i principali interessati ad entrare in Alitalia. E su questo fronte il M5S fa un altro passo indietro. A riportarlo è l’Huffingtonpost che rivela il crollo ufficiale del veto del M5S sulla partecipazione della famiglia Benetton al salvataggio di Alitalia. Il passo indietro – si spiega – è un altro compromesso per il bene della stabilità del Governo.

CHIODO SCACCIA CHIODO: LA POSSIBILE TRATTATIVA

Le stranezze sono tutte nelle posizioni prese in questi ultimi mesi e fin dal giorno seguente il crollo del ponte Morandi. Si sa che gli annunci pubblici piacciono molto ai politici, ma il M5S rischia di dover mandare giù un altro boccone amaro. Dal voler punire i colpevoli, da cui il Ministro Toninelli per primo ha preso le distanze e ritrovarsi in un colpo solo le stesse persone come possibili alleati dello Stato nell’operazione Alitalia. E molti non escludono che possa essere proprio questa la moneta di scambio per ottenere quello che il M5S reclama da 1 anno: la revoca alla concessione di Autostrade.

The post Revoca concessione Autostrade: il nuovo ponte non cambia le cose appeared first on SicurAUTO.it.

❌