Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 24 Aprile 2019Apple HDblog

Google Fit arriva su iOS con supporto ad Apple Watch

di HDblog.it

Google Fit arriva ufficialmente sui dispositivi iOS, nella sua versione più recente, completamente rivista dall'azienda di Mountain View l'estate scorsa, per offrire una vita più sana ed attiva. La popolare applicazione di activity tracker riprende quindi quanto già visto nella controparte per Android, aggiungendo l'integrazione con Apple Health e tutte le sue app compatibili come Nike Run Club, Sleep Cycle e Headspace, in modo da contribuire al raggiungimento degli obiettivi tramite Google Fit.

La sincronizzazione include poi anche i dispositivi Apple Watch. Il sistema di raccolta dei Punti Cardio e conteggio dei Minuti di Movimento funziona allo stesso modo della versione Android, basandosi sulla quantità di attività fisica quotidiana raccomandata dell'AHA e dall'OMS.

Google Fit rileva automaticamente le attività svolte (camminata, corsa o bicicletta) tramite lo smartphone iOS connesso o tramite i sensori di Apple Watch - come l'accelerometro e il GPS - per calcolare il numero di Punti cardio guadagnati.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple velocizza le riparazioni delle tastiere dei MacBook facendole in loco

di HDblog.it

Apple ha iniziato a riparare le tastiere di MacBook e MacBook Pro in loco, senza bisogno di spedizione in centri specializzati. Nella maggior parte dei casi, significa che i clienti possono ritirare i loro portatili già il giorno dopo. Lo dicono i colleghi di MacRumors, che citano, al solito, fonti provenienti direttamente dagli Apple Store. Nel memo, si legge addirittura che le riparazioni delle tastiere dovrebbero avere la massima priorità possibile, con l'obiettivo di massimizzare le riconsegne il giorno dopo.

La direttiva ha l'obiettivo di aiutare Apple a gestire la complicata situazione delle tastiere dei suoi portatili più recenti (dal MacBook del 2015 e dal MBPro del 2016, per la precisione), per cui si è anche dovuta scusare pubblicamente. In poche parole, il meccanismo a farfalla permette un design estremamente sottile, ma va in crisi molto facilmente se polvere o briciole finiscono sotto ai tasti. Il sistema è già alla terza generazione, ma pare che nonostante i continui affinamenti i problemi non siano del tutto risolti. Il problema è che le riparazioni sono complesse e molto costose: se anche solo un tasto si guasta, va sostituita l'intera tastiera - in alcuni casi l'intera parte superiore della scocca. La riparabilità pressoché nulla è il prezzo che si paga spesso per dispositivi sempre più sottili.

Non è perfettamente chiaro se il MacBook Air di nuova generazione, che ha il meccanismo a farfalla di terza generazione come i MacBook Pro del 2018, sia interessato dal provvedimento. L'articolo della fonte parla espressamente solo di MacBook e MacBook Pro. Tuttavia, lo stralcio del memo mostrato cita solo genericamente "la maggior parte delle riparazioni relative alle tastiere".


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple: il riconoscimento facciale potrebbe aver fatto arrestare la persona sbagliata

di HDblog.it

Apple è stata accusata di aver utilizzato la tecnologia di riconoscimento facciale nei suoi Apple Store determinando l'arresto della persona sbagliata. Si tratta, nello specifico, del diciottenne Ousmane Bah che ha intrapreso un'azione legale nei confronti della Casa di Cupertino chiedendo un risarcimento pari a 1 miliardo di dollari. Bah è stato identificato come l'autore di più furti compiuti presso gli Apple Store, ma ha negato di essere la persona ritratta nella foto allegata al mandato d'arresto.

A rendersi subito conto dell'incongruenza è stato l'ispettore John Reinhold del Dipartimento di Polizia di New York: Reinhold ha rilevato che il sospetto ripreso nel video di sorveglianza dell'Apple Store di Manhattan in cui è stato commesso uno dei furti non somigliava minimamente a Bah. Secondo la versione avvalorata dall'ispettore negli atti processuali, Apple utilizzerebbe la tecnologia di riconoscimento facciale per identificare i sospettati dei furti compiuti negli Apple Store.

La casa di Cupertino ha smentito questa versione dei fatti, ma la verità potrebbe stare nel mezzo. Il secondo imputato della causa intrapresa da Bah coincide con SIS (Security Industry Specialist), una società terza che potrebbe aver usato la tecnologia per il riconoscimento del viso per analizzare i filmati acquisiti negli Apple Store - operazioni di indagine che non necessariamente devono essere svolte nelle strutture di Apple. La società non menzione esplicitamente Apple tra i suoi clienti, ma ha collaborato in passato con la casa di Cupertino.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple AirPods, 2 modelli nel 2019: uno sarà nuovo, anche con cancellazione del rumore

di HDblog.it

Aggiornamento

Anche Ming-Chi Kuo dice la sua sulle cuffie Apple. Le informazioni raccolte dall'analista coincidono con quelle di DigiTimes (vedasi articolo originale a seguire), ma allo stesso tempo riportano un dettaglio inedito: gli Airpods in arrivo entro la fine del 2019 saranno due. In sintesi:

  • la produzione di massa partirà tra l'ultimo trimestre del 2019 e il primo del 2020
  • uno dei due modelli sarà caratterizzato da un design completamente rinnovato e da un prezzo più elevato di quello attuale delle AirPods 2
  • l'altro modello sarà un aggiornamento del modello ora in vendita e manterrà inalterato il prezzo
  • entrambe le versioni avranno un SiP rinnovato che consentirà di ottimizzare gli spazi per le componenti e ridurre i costi
  • nel 2019 saranno 52 milioni gli AirPods spediti, fino a 85 milioni l'anno successivo

Articolo originale


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone 2020, anche Samsung fornirà ad Apple modem 5G | Kuo

di HDblog.it

Anche Samsung produrrà modem 5G per gli iPhone del 2020, naturalmente insieme a Qualcomm. Lo sostiene il noto analista Ming-chi Kuo di TF International Securities. Affidandosi a due fornitori, Apple ridurrà i costi e i rischi, oltre ad avere maggior potere contrattuale; Kuo dice che i chip di Qualcomm saranno ottimizzati per i mercati in cui la tecnologia 5G si basa sulla mmWave, mentre quelli Samsung per quelli sub-6 GHz.

Kuo crede inoltre che i modelli del 2020 venderanno molto bene, specialmente nella fascia alta proprio grazie all'arrivo dei modem 5G; molti utenti saranno invogliati a passare ai nuovi dispositivi. Nel 2019, Apple dovrebbe vendere tra i 188 e i 192 milioni di smartphone; nel 2020, tra i 195 e i 200 milioni. Per fare un paragone, vale la pena osservare che nel 2018 (fiscale) gli iPhone venduti sono stati 217 milioni; successivamente Apple ha confermato che non rilascerà più le cifre precise. L'anno record è stato il 2015, quello di iPhone 6s e 6s Plus, con ben 231 milioni di dispositivi.

Kuo dice inoltre che Apple starebbe riprogettando i PCB degli iPhone 2019 usando un nuovo materiale: dovrebbero così occupare meno spazio, garantendo di conseguenza batterie più capienti.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Chrome 74 in distribuzione su desktop, arriva il tema scuro per Windows 10

di HDblog.it

Google Chrome 74 è in distribuzione per tutte le piattaforme desktop supportate - Windows, macOS e Linux. La novità principale è che su Windows 10 è supportato il tema scuro: non si può impostare manualmente, si attiva/disattiva in automatico in base alle impostazioni del sistema operativo (per chi non lo sapesse, il pulsante per il tema scuro di Windows 10 si trova in Impostazioni > Personalizzazione > Colori > Scegli la modalità predefinita dell'app).

Il tema scuro è già supportato da qualche tempo su macOS, e anche se non avete un device della Mela in casa ci sono ottime possibilità che sostanzialmente l'abbiate già visto: è del tutto identico a quello della modalità in incognito. Proprio per evitare pericolose confusioni, da ora le finestre aperte in incognito lo segnalano anche con una scritta a fianco dell'icona del profilo, a destra della Omnibar.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Ieri — 23 Aprile 2019Apple HDblog

iOS 13: probabile il supporto ai mouse tramite il menù Accessibilità | Rumor

di HDblog.it

Continuano i rumor su iOS 13 e, dopo aver visto le possibili novità che potrebbero arrivare con le prossime API, questa volta parliamo di una notizia estremamente attesa da tantissimi possessori di iPad: Apple potrebbe includere il supporto ai mouse con il rilascio di iOS 13.

La notizia arriva attraverso una dichiarazione del caporedattore di MacRumors Federico Viticci, sostenuta anche da Steve Troughton-Smith. Viticci sostiene di essere venuto a conoscenza di ciò diversi mesi fa, quindi invita alla prudenza. Secondo quanto riportato, pare che Apple abbia intenzione di permettere l'utilizzo di qualsiasi mouse USB sugli iPad, rilegando però l'attivazione della funzione all'interno del menù Accessibilità.

La scelta di non renderla un'opzione di default potrebbe essere giustificata dalla necessità per Apple di mantenere la centralità dell'interazione tramite touch all'interno dell'esperienza d'uso di iOS anche su iPad. Tuttavia, il crescente utilizzo degli iPad Pro - ora anche Air - tramite accessori come la Smart Keyboard e la convergenza del parco app di iOS e macOS - tramite Marzipan - stanno rendendo ormai indispensabile il supporto ad un qualche tipo di puntatore esterno.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple Pencil con feedback aptico e punta a pennello intercambiabile | Brevetto

di HDblog.it

Apple Pencil è arrivata anche su iPad Air e Mini, ma sembra che la casa di Cupertino non si accontenti di renderla compatibile con più iPad possibili, bensì sia intenzionata ad espandere notevolmente le sue capacità.

Le indiscrezioni giungono direttamente tramite un nuovo brevetto recentemente approvato presso le autorità competenti degli Stati Uniti, il quale descrive una Apple Pencil dotata di due funzioni del tutto inedite: un sistema di feedback aptico e punte intercambiabili che possono trasformarla in un vero e proprio pennello digitale.

L'immagine proposta qui sopra raffigura entrambe le novità. Nella prima parte vediamo come Apple stia pensando all'inclusione di punte intercambiabili che permettano alla Pencil di trasformarsi in maniera radicale, passando dall'essere una semplice penna ad un ben più complesso pennello. Secondo quanto riportato nel brevetto, ogni baffo è dotato di sensori e può essere rilevato dall'iPad per riprodurre alla perfezione il verso delle pennellate e emulare quindi il comportamento di un vero pennello.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google Maps: info in tempo reale sulle stazioni di ricarica delle vetture elettriche

di HDblog.it

Una delle preoccupazioni di chi ha scelto di utilizzare una vettura elettrica riguarda la necessità di trovare un punto di ricarica e di procedere con le relative operazioni senza ritardo. Google Maps viene incontro a tali esigenze, ampliando il servizio attivato per la prima volta ad ottobre scorso | Google Maps: inserite informazioni sulle stazioni di ricarica per veicoli elettrici. La novità sta nel fatto che le informazioni sulle stazioni iniziano ad essere fornite in tempo reale, per ora solo negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Ciò rappresenta un vantaggio non da poco perché consente di sapere in anticipo quante sono le porte di ricarica effettivamente disponibili, quante quelle occupate a qual è l'eventuale attesa da mettere in conto prima di poter concretamente dare il via alle operazioni di ripristino della carica. Le nuove informazioni si sommano a quelle già precedentemente disponibili e relative alla tipologia di porta, alla velocità di ricarica, alle foto delle stazioni, alle valutazioni e alle domande degli utenti.

Per accedere a tali informazioni sarà sufficiente effettuare una ricerca nell'app cartografica di Google utilizzando la chiave "stazioni di ricarica ev". Per il momento i circuiti aderenti sono quelli di Chargemaster, EVgo, SemaConnect; presto si aggiungerà anche quello di Chargepoint. La nuova funzionalità può essere sfruttata tramite Google Maps per sistemi Android, Android Auto, desktop e iOS.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iOS 13 più produttivo: accesso alle foto su memorie esterne per le app | Rumor

di HDblog.it

iOS 13 si appresta ad aumentare il livello di produttività del sistema operativo mobile di Apple, stando alle nuove indiscrezioni suggerite da Guilherme Rambo e Steve Troughton-Smith, entrati in contatto con fonti vicine alla casa di Cupertino. Dopo i primi dettagli sul tema scuro e sulle app in finestra per iPad, questa volta si parla delle tante novità che arriveranno attraverso le API che Apple dovrebbe includere con iOS 13, che verrà presentato nel corso della WWDC 2019 che si terrà il 3 giugno.

Secondo quanto riferito, le applicazioni potranno finalmente accedere direttamente alle foto e ai video presenti nelle memorie esterne, senza dover ricorrere all'importazione nell'applicazione Foto. Questo consentirà a dispositivi come gli iPad Pro e ad app come Lightroom - ad esempio - di sfruttare al meglio le potenzialità dell'hardware e del software messo a disposizione, riducendo i passaggi e la macchinosità di questo aspetto di iOS.

Ma le novità non si fermano qui, e l'informatore che ha condiviso questi dettagli ha anche parlato di Marzipan, Siri, AR e tantissime altre API dedicate ai vari aspetti del sistema operativo. Partendo da Marzipan - il progetto che permette di portare le app iOS su macOS - questo verrà arricchito della possibilità di configurare comportamenti specifici per elementi esclusivi dei Mac, come la TouchBar e le scorciatoie da testiera. Non mancano anche miglioramenti per UIKit che consentono l'apertura di diverse finestre anche per queste app e un migliore sistema di ridimensionamento.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Kodi Leia v18.2 con bug fix; sviluppo della v19 "M*" iniziato

di HDblog.it

Il team Kodi porta buone notizie per i suoi utenti : è disponibile al download la versione 18.2 e si annuncia l'inizio dei lavori della versione 19. Il nome in codice dovrebbe essere svelato a breve. Quando? L'indizio è questo:

May the Force be with you - Always

Sembra un riferimento più che ovvio al 4 maggio, lo Star Wars Day ("may the fourth" suona molto simile a "may the Force", no?). Del nome si sa già l'iniziale, M; ma pare che non avrà più a che fare con il franchise inventato da George Lucas tanti anni fa. "Cambieremo universo", dice l'annuncio. E aggiunge che chi ha voglia di rovistare sul GitHub ufficiale della XBMC Foundation dovrebbe già trovare l'informazione che sta cercando.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

  • 23 Aprile 2019 ore 12:20

Apple: disponibili le beta 3 di iOS 12.3, watchOS 5.2.1, tvOS 12.3 e macOS 10.14.5

di HDblog.it

Apple ha rilasciato la terza beta di iOS 12.3 dedicata agli sviluppatori a distanza di due settimane dalla beta 2 che, più che introdurre inedite funzionalità, si era concentrata sulla soluzione di bug. Con l’OS di iPhone e iPad sono state rese disponibili anche le beta 3 di tvOS 12.3, watchOS 5.2.1 e macOS 10.14.5.

Il changelog completo non è ancora stato reso noto per nessuno dei sistemi operativi, ma immaginiamo che anche in questo caso il lavoro degli sviluppatori di Cupertino si sia incentrato più che altro sul miglioramento delle prestazioni delle relative piattaforme.

Ricordiamo che iOS 12.3 e tvOS 12.3 includono la nuova app Apple TV svelata nel corso dell’evento di fine marzo e il supporto a Channels. Come già sappiamo, però, per l’Italia ci sarà ancora da attendere prima di poter accedere al nuovo servizio.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meno recentiApple HDblog

macOS 10.15: in arrivo Tempo di utilizzo e collegamenti Siri | Rumor

di HDblog.it

macOS 10.15 potrebbe ricevere due ulteriori funzioni già presenti in iOS: i Collegamenti Siri e Tempo di utilizzo. Lo sostiene 9to5mac, citando fonti anonime interne all'azienda, e dice che potrebbero arrivarne anche altre.

I collegamenti di Siri sono una funzione introdotta in iOS 12 che permette di creare comandi vocali personalizzati per azioni specifiche delle app. Un esempio piuttosto famoso era emerso qualche mese fa, quando si era scoperto di poter richiamare Google Assistant con i comandi vocali - a patto di accettare di pronunciare ogni volta "Hey Siri, Ok Google". Va da sé che se la funzione sarà disponibile arriverà anche la relativa app Collegamenti - che su iOS non è preinstallata, va scaricata appositamente.

Anche Tempo di utilizzo è stato introdotto con iOS 12, ed è l'emblema della corsa dei colossi degli OS mobile al benessere digitale. Quest'app è preinstallata, al contrario di Collegamenti, e fa esattamente ciò che suggerisce il titolo: analizza quanto tempo l'utente ha trascorso usando lo smartphone, quante volte l'ha sbloccato e molto altro. Ogni settimana invia una notifica riassuntiva, evidenziando eventuali aumenti o riduzione del tempo d'uso. Secondo la fonte, l'app per macOS funzionerà esattamente come la controparte per iPhone e iPad.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Attack on Titan Tactics annunciato per iOS e Android

di HDblog.it

DeNA ha annunciato Attack on Titan Tactics, titolo per iOS e Android basato sulla famosa serie animata creata da Hajime Isayama. Il popolare franchise, dopo essere debuttato su console e PC (Qui la recensione di Attack on Titan 2), si appresta quindi a sbarcare anche sui dispositivi mobile con un gioco di strategia in tempo reale.

Il titolo, prodotto sotto licenza ufficiale Attack on Titan, sarà distribuito in versione free to play e consentirà ai giocatori di creare il proprio "Scout Regiment" per scacciare i temibili titani e proteggere l'umanità.

Con un sistema di battaglia in tempo reale intuitivo e facile da padroneggiare, animazioni ed illustrazioni di personaggi meravigliosi ed una storia originale, siamo fiduciosi che sia i fan della serie sia i giocatori ameranno questo titolo di strategia.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple, l'alto costo della pace con Qualcomm | Rumor

di HDblog.it

Apple avrebbe versato tra i 5 e i 6 miliardi di dollari a Qualcomm per fare pace sulla questione dei brevetti sui modem 5G, e avrebbe acconsentito a pagare royalty più alte di quelle precedenti - tra gli 8 e i 9 dollari per iPhone, mentre prima erano 7,5 dollari. Questi dati non sono, ovviamente, ufficiali, e nessuna delle due società ha voluto commentarli. Sono stati rilasciati dall'analista di UBS Timothy Arcuri, e sostanzialmente evidenziano come ad Apple la battaglia legale, iniziata circa due anni fa con le prime denunce, sia costata piuttosto cara.

È una dimostrazione di quanto Apple fosse ormai a corto di opzioni per i modem 5G dei suoi smartphone, componente cruciale ora che siamo all'inizio della distribuzione della tecnologia di rete di nuova generazione. Come sappiamo, per il 4G Apple aveva deciso di rivolgersi a Intel, ma a quanto pare non è rimasta tanto soddisfatta da fidarsene ciecamente per la generazione futura.

Le altre opzioni erano Samsung, MediaTek e soprattutto Huawei: le prime due sono state vagliate e scartate, mentre per la terza non ci sono mai state azioni concrete. Apple ha anche iniziato i lavori per realizzare i suoi chip proprietari, ma è uno sforzo che richiederà diversi anni prima di concretizzarsi in un chip reale.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

NOW TV abilita il download dei contenuti su smartphone e tablet

di HDblog.it

NOW TV ha inaugurato la funzione "Download & Play" su smartphone e tablet iOS e Android, così come preannunciato la scorsa primavera al lancio della Smart Stick. Per il servizio streaming on demand di Sky si tratta di un'importante novità, che consente di scaricare i titoli sulla memoria interna quando si utilizza una connessione Wi-Fi (l'opzione non è presente quando si sfrutta la connettività mobile).

Download & Play è disponibile per sia per gli abbonati, sia per chi sfrutta il periodo di prova di 14 giorni, ed è abilitato in tutti i Paesi membri dell'Unione Europea. I titoli si possono scaricare un massimo di 2 volte e devono essere visti entro 30 giorni. Per effettuare il download è sufficiente selezionare un contenuto presente all'interno dell'applicazione e toccare l'icona che ritrae una freccia verso il basso.

I titoli vengono memorizzati all'interno della sezione "My TV" sotto la voce "Download". L'utente può controllare la durata, il "peso" in termini di spazio occupato e anche la percentuale già scaricata. Attualmente NOW TV mette a disposizione un catalogo con circa 5.000 contenuti tra cui film, serie TV e spettacoli. Tra le novità disponibili citiamo l'ultima stagione de "Il Trono di Spade" (che record su Sky!) e la quarta stagione di "Gomorra".


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

YouTube Music gratis su Google Home, ma c’è la pubblicità

di HDblog.it

YouTube Music sbarca gratuitamente su Google Home: il servizio di streaming musicale, disponibile in Italia dalla scorsa estate, si prepara a soppiantare Play Music proponendosi sugli smart speaker di Mountain View senza abbonamento e, dunque, senza la necessità di pagare i 9,99 euro al mese previsti dalla versione “standard”.

Sì, perché la possibilità di ascoltare la propria musica preferita in modo completamente gratuito richiede che l’utente accetti alcune condizioni: innanzitutto la pubblicità, che interromperà regolarmente la riproduzione dei brani e delle playlist. E poi non sarà tutto disponibile, nel senso che si potrà chiedere a Google Assistant di farci ascoltare un genere musicale (“Hey Google, fammi ascoltare della musica hip-hop”) ma non un brano o un artista specifico, così come non potremo chiedere di farci riascoltare la canzone o di passare a quella successiva. Per sbloccare tutte le funzionalità sarà dunque necessario abbonarsi a YouTube Music Premium, attraverso cui avremo completo accesso al database e pieno controllo delle funzioni messe a disposizione da Google.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google Chrome desktop (Canary), iniziano i test per la modalità lettura

di HDblog.it

Google Chrome inizia i test pubblici per la modalità lettura su desktop. La funzione, ormai molto diffusa nei browser della concorrenza (Safari, Mozilla Firefox, Microsoft Edge...) "ripulisce" le pagine web da tutti i contenuti di contorno lasciando solo l'essenziale per una lettura più semplice e confortevole.

È comparsa oggi per la prima volta nel browser di Google con l'aggiornamento quotidiano nel canale Canary, il cui uso è però sconsigliato praticamente a chiunque, trattandosi di software estremamente instabile. Anche qui, comunque, la funzione è disattiva per default: bisogna abilitare il flag #enable-reader-mode nella pagina chrome://flags. Il browser va riavviato; dopodiché, nel menu delle impostazioni (tre puntini in alto a destra), dovrebbe comparire una voce per "ripulire" la pagina.

Google Chrome per Android dispone di una funzione simile alla modalità lettura da diverso tempo. Si chiama vista semplificata, e si trova nelle impostazioni di accessibilità. A quanto pare, è proprio questa che Google sta implementando su desktop, anche se le ha assegnato un nome nuovo.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

macOS 10.15: Apple Watch potrebbe sostituire il Touch ID in molte operazioni

di HDblog.it

MacOS 10.15 torna al centro dei rumor e, dopo aver visto che una delle novità potrebbe riguardare la possibilità di utilizzare iPad come display esterno, questa volta si parla dell'interazione tra Mac e Apple Watch.

Secondo delle nuove indiscrezioni, sembra che lo smartwatch di casa Apple potrebbe diventare un sostituto sempre più completo del Touch ID, grazie alla possibilità di utilizzarlo come sistema di autenticazione in un maggior numero di ambiti. Al momento è infatti possibile sfruttarlo per lo sblocco dello schermo, mentre con la prossima release di macOS il supporto potrebbe essere esteso anche alla compilazione automatica di user e password e a tutti quegli aspetti in cui è possibile procedere al completamento di un'azione tramite il Touch ID.

La novità dovrebbe essere supportata anche da watchOS, magari tramite un'interfaccia simile a quella che ora consente di confermare dal polso una transazione su Apple Pay eseguita dal Mac. Insomma, qualora il rumor dovesse essere confermato, sembra che Apple sia sempre più intenzionata ad intensificare l'interazione tra tutti i dispositivi del suo ecosistema. Questa e altre novità dovrebbero essere svelate nel corso della WWDC 2019 del prossimo 3 giugno.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

BBM consumer al capolinea: chiuderà il 31 maggio | Ufficiale

di HDblog.it

BBM per consumer chiuderà il 31 maggio. Il servizio di messaggistica istantanea era ormai finito ai margini del settore da diverso tempo ormai, tanto che BlackBerry aveva affidato a terzi tutti gli oneri di manutenzione e sviluppo - almeno per quanto riguarda i client Android e iOS. Non a caso l'annuncio non proviene da BlackBerry, ma da Emtek, l'azienda indonesiana che l'aveva preso in gestione.

Tre anni fa, ci accingevamo a rinvigorire il servizio consumer BBM, una delle applicazioni di instant messaging più amate, trasformandolo in un servizio cross-platform in cui gli utenti avrebbero potuto non solo chattare e condividere esperienze di vita, ma anche consumare contenuti e usare servizi di pagamento. Abbiamo messo tutto l'impegno possibile per trasformare questa visione in realtà, e siamo fieri di ciò che abbiamo realizzato finora.
Tuttavia, il mondo della tecnologia cambia molto rapidamente, e nonostante i nostri sforzi gli utenti si sono spostati verso altre piattaforme, e attirare nuovi utenti si è rivelato un compito troppo difficile.

Emtek ha approntato anche una serie di FAQ per aiutare gli utenti a orientarsi meglio. Particolarmente importante osservare che se sono stati acquistati degli sticker, è possibile chiedere il rimborso attraverso il Play Store o l'App Store. Inoltre, dal 20 maggio in poi sarà necessario riscattare gli eventuali punti accumulati, altrimenti saranno persi per sempre. Attenzione che le chat e i contenuti multimediali saranno permanentemente cancellati dopo la chiusura dell'app, quindi curatevi di salvare i messaggi importanti.

Nel frattempo, BBMe, ovvero BBM Enterprise, sarà reso disponibile per l'uso individuale. Arriverà entro qualche ora sul Play Store; presto arriverà anche sull'App Store. Sarà gratuito per il primo anno, poi costerà 2,49 dollari ogni sei mesi (al momento non abbiamo dettagli più precisi per il nostro mercato). Avrà le stesse caratteristiche del vecchio BBM consumer, ma includerà anche la crittografia end-to-end. Il sito di BBMe per privati è già online.


Tanta memoria interna e ottimo hardware a prezzo conveniente? Honor View 10 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 239 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

❌