Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiDownload Blog

Campus Party Italia 2019, i numeri di un grande successo

Campus Party Italia 2019 chiude con numeri importanti che testimoniano il successo della manifestazione: 10.000 presenze e oltre 3.000 tende occupate dai campuseros.

Campus Party Italia 2019

Campus Party Italia 2019 ha chiuso con numeri eccellenti che mettono in evidenza un nuovo grande successo della più grande esperienza di innovazione e creatività. La terza edizione italiana di Campus Party è stata realizzata in collaborazione con Regione Lombardia e con Nexi come Main Partner. Inoltre, all'evento hanno partecipato oltre 180 partner tra aziende, istituzioni, università e community.

Numeri, si diceva, decisamente importanti: 10.000 presenze e oltre 3.000 tende occupate dai campuseros, i giovani partecipanti che dormono in tenda all’interno della Fiera, più di 250 speaker che si sono alternati su 6 palchi, 450 ore di contenuti, un’area in cui provare le nuove tecnologie emergenti, una grande Job Factory con oltre 400 posizioni di lavoro aperte e ancora più di 500 partecipanti ai CPHack, lo speciale format di hackathon di Campus Party e numerosi premi assegnati ai vincitori.

Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global, ha commentato:

Campus Party continua a crescere anno dopo anno: questa edizione ha rafforzato ulteriormente il nostro obiettivo di costituire il più importante appuntamento annuale del paese su innovazione e creatività.

L'ospite d'eccezione di Campus Party Italia 2019 è stato Sir Tim Berners-Lee, inventore del World Wide Web. In occasione dei 30 anni del WWW, il 25 luglio, dal palco principale dell’evento, si è confrontato con i giovani partecipanti con uno speech dedicato al futuro della rete presentando Solid, il suo nuovo progetto per cambiare il web del futuro.

Sir Tim Berners-Lee si è così espresso davanti alla giovane platea:

Ci sono una serie di situazioni critiche legate al web oggi. Il web per sua natura rende più facile compiere azioni, sia buone sia cattive. Dobbiamo combattere con determinazione gli usi criminali, per evitare che distruggano tutto ciò che abbiamo costruito finora. Io non ho previsioni sul futuro del web, ho speranze. Possiamo costruire un web migliore, dove verità e spirito costruttivo dominino su odio e fake news e possiamo usarlo per risolvere i problemi del mondo.

L'inventore del World Wide Web ha inoltre ascoltato le proposte per la creazione di un web migliore dei quattro finalisti dell’iniziativa “WORLD WIDE WE_”, una ricerca sviluppata insieme a Kantar che ha coinvolto la community internazionale di 650.000 campuseros, i giovani talenti che campeggiano in tenda negli eventi Campus Party, presenti in 14 paesi. Lo studio è stato effettuato per valutare attitudini, atteggiamenti ed attese in relazione al web e raccogliere input per la co-creation di un miglior ecosistema digitale dove gli individui possano interagire liberamente.

Campus Party Italia 2019 ha visto la partecipazione di altri ospiti internazionali tra cui Uljan Sharka, CEO di iGenius, Guy Peri, vicepresidente di Information Technology presso Procter & Gamble ed Aimee Van Wynsberghe, presidente della Foundation for Responsible Robotics.

Tante anche le eccellenze italiane quali Fabio Sergio, Regional Design Director di Fjord, Giuseppe Stefano Quintarelli, presidente dell’Agenzia per l’Italia Digitale e membro dell’AI High Level Expert Group della Commissione Europea, Roberto Burioni, medico, accademico e divulgatore scientifico, Gino Strada, medico e fondatore di Emergency, Corrado Passera CEO di illimity, Luca Palermo CEO di Edenred, Giampaolo Colletti giornalista, Francesco Baldassarre e Valeria Cagnina, i co-founder e mentor di OFpassiON e Adrian Fartade, uno tra i più famosi divulgatori scientifici italiani in ambito aerospaziale.

A Campus Party Italia 2019 è stata protagonista pure la Job Factory, l’area dedicata al lavoro di Campus Party realizzata in collaborazione con HRC Digital Generation, che ha creato oltre 700 occasioni di incontro tra giovani e aziende “fuori dagli schemi” tra blind interview, speed date, simulazioni di colloquio e attività di team building, e ha messo a disposizione più di 400 posizioni aperte a cui potersi candidare. Ma la Job Factory è stata anche un’importante opportunità di aggiornamento e sviluppo professionale per la platea del Job in stage grazie ai 16 talk dedicati alle tematiche di tendenza del mondo dei millennials e ai 10 professional storytelling, che hanno aperto una finestra sul mondo delle professioni in azienda.

Non potevano mancare nemmeno i CPHack, che hanno coinvolto sviluppatori, designer, esperti e appassionati di business e marketing che hanno messo in campo competenze e creatività per dare risposte innovative alle sfide lanciate dalle aziende partner, tra cui Eni, illimity, Innexta e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Procter & Gamble e Vodafone. I team partecipanti si sono sfidati proponendo alle giurie composte da esperti d’azienda, prototipi e nuove idee per innovare prodotti e servizi e per vincere i numerosi premi a disposizione.

A Campus Party Italia 2019 non solo formazione organizzata, ma pure tantissime anche le attività realizzate all’interno dell’area Experience, in cui era possibile testate le nuove tecnologie e vivere le varie attrazioni tra cui robot, droni, Virtual e Augmented Reality, esport, gaming, simulatori, tornei. Presente anche una voliera per le esibizioni di droni, gare di velocità e spettacolari performance dei campioni del settore, realizzata in collaborazione con Gi Group. Per finire, attività speciali avviate da campuseros, università e community, di giorno fino a tarda notte, tornei di gaming e dj set realizzati in collaborazione con Radio 105, Radio Partner dell’evento. Tantissimi i partners ad aver dato fiducia a questa edizione, tra cui Accenture, Edenred, IGPDecaux, Innexta, Italiaonline, Mastercard, Vodafone e Gruppo 24Ore.

Campus Party Italia 2019, i numeri di un grande successo pubblicato su Downloadblog.it 31 luglio 2019 17:00.

Campus Party lancia i CPHack: come iscriversi e partecipare

Campus Party ha svelato i CPHack dell'edizione 2019, vere e proprie challenge di Open Innovation con ricchi premi finali.

Campus Party

Campus Party ha svelato i CPHack dell'edizione 2019. Trattasi di veri challenge di Open Innovation più che di semplici hackathon. I CPHack (hackathon in formato Campus Party) devono quindi essere visti come un modo per interagire, relazionarsi, arricchire le proprie competenze e offrono la possibilità di continuare a sviluppare il proprio progetto con una delle aziende promotrici.

Per i vincitori sono previsti ricchi premi non solo in termini di denaro ma anche di benefit. Per esempio, ci sarà la possibilità di poter continuare a lavorare sul progetto all’interno della stessa azienda.

I CPHack sono uno speciale format sviluppato da Campus Party e tree. Un’attività in cui innovatori, developers, ingegneri, marketers, social addicted, designer, makers e creativi si incontrano, si scambiano idee, creano.

Di seguito l'elenco dei CPHack a cui i giovani innovatori potranno partecipare durante la prossima edizione italiana del più grande festival internazionale su innovazione e creatività, che avrà luogo a Fiera Milano Rho dal 24 al 27 luglio con il contributo di Regione Lombardia.

Innextable - Innexta Score App Hack - 25-26 luglio 2019

Innexta e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, portano a Campus Party Innextable, la challenge fintech su Innexta Score - piattaforma digitale per la valutazione sintetica e immediata del livello di rischiosità di un’impresa. Cerchiamo esperti di grafica, designer, developer e informatici. Obiettivo? Perfezionare UX, UI e communication strategy della webapp.

Montepremi: 1° classificato 1.000 €; i primi 3 classificati avranno la possibilità di portare il Pitch a SMAU insieme a Innexta, a Milano dal 22 al 24 ottobre.

Per iscriversi basta recarsi su questa pagina.

Vodafone - E-gaming Hack - 26-27 luglio 2019

Quest'anno a Campus Party, Vodafone lancia E-gaming Hack, l'hackathon dedicato ad appassionati di gaming e tecnologia.
L'obiettivo della challenge è quello di sfruttare le potenzialità della tecnologia Vodafone (rete fissa e mobile, 5G, partnership con Electronic Sports League) e ideare game experience uniche.

Montepremi: 1° classificato 2.500€; 2° classificato 1.500 €; 3° classificato 1.000 €, Premi erogati in buoni Amazon.

Per iscriversi basta recarsi su questa pagina.

illimity - OltreHACK Vai oltre la forma 25-26 luglio 2019

Si può fare innovazione in una banca? illimity - startup bancaria ad alto tasso tecnologico - cerca team di innovatori per pensare e realizzare le migliori features per rendere l’app lo strumento perfetto per la customer experience. L’obiettivo di OltreHACK è ripensare, disegnare e realizzare features innovative per l’App e trasformare gli utenti in innovatori, gamechangers, #illimiters.

Montepremi: 1° classificato 2.500 €, 2° classificato 1.500 €, 3° classificato 1.000 €. illimity, inoltre, offre l’opportunità di uno stage in azienda, per la persona che si distinguerà per curiosità, entusiasmo ed intraprendenza e che sarà selezionata dai mentor (Design e Tech Lead).

Per iscriversi basta recarsi su questa pagina.

P&G - GilletteHACK Heated razor: a new retail experience - 25 e 26 luglio 2019

Creare un business model innovativo per una grande azienda come P&G? Il 25 e 26 luglio a Campus Party c'è GilletteHACK. P&G ti sfida a sviluppare in due giorni soluzioni innovative per il lancio di Heated Razor, il nuovo prodotto di punta del brand Gillette. 30h di brainstorming no-stop per ideare il modello di business vincente per Heated Razor e regalare al cliente la migliore esperienza d’acquisto possibile.

Montepremi: premi, prodotti P&G, gadget ma soprattutto training experience in azienda e non solo.

Per iscriversi basta recarsi su questa pagina.

Eni HACK - Eni Station Reloaded - 25-26 luglio 2019

Eni lancia la rivoluzione delle Eni Station. Marketers, innovatori e designer si metteranno alla prova per ridisegnare il concetto di stazione di servizio.

Montepremi: un viaggio a Barcellona per la partecipazione al prossimo MWC (Mobile World Conference), dal 24 al 27 febbraio 2020.

Per iscriversi basta recarsi su questa pagina.

I candidati possono iscriversi come team (da 3 a 5 persone) o come singoli. Maggiori informazioni sui CPHack direttamente all'interno di questa pagina.

Campus Party lancia i CPHack: come iscriversi e partecipare pubblicato su Downloadblog.it 19 luglio 2019 08:00.

Campus Party trasforma Milano nella capitale dell'innovazione

Milano diventa per 4 giorni capitale dell'innovazione grazie alla terza edizione di Campus Party che si terrà dal 24 al 27 luglio negli spazi di Fiera Milano Rho.

Campus Party

Campus Party trasformerà per 4 giorni la città di Milano nella capitale mondiale dell'innovazione. E' stata ufficialmente presentata la terza edizione italiana del più grande evento internazionale su innovazione e creatività. L'evento, realizzato in collaborazione con la Regione Lombardia, si terrà dal 24 al 27 luglio negli spazi di Fiera Milano Rho. Attesa una grande partecipazione, oltre 20 mila visitatori e 4 mila campuseros, i giovani talenti che campeggeranno in loco.

Campus Party 2019 focalizzerà la sua attenzione sulle grandi scoperte dell'umanità. In particolare, si festeggeranno i 30 anni dalla nascita del World Wide Web. Per l'occasione, salirà sul palco niente di meno che Sir Tim Berners-Lee, l’informatico britannico inventore del WWW. Il papà del Web, il 25 luglio alle ore 18:00 dal palco principale dell’evento, si confronterà con i giovani partecipanti sul futuro della rete. Inoltre, ascolterà anche le presentazioni dei quattro finalisti della “call for ideas” globale lanciata nei giorni scorsi da Campus Party e chiamata “WORLD WIDE WE_”: una ricerca sviluppata insieme a Kantar che coinvolgerà tutto il network dei campuseros, 650.000 in 14 Paesi.

L'appuntamento 2019 di Campus Party sarà anche un grande momento di incontro tra talenti e imprese, considerando che nei prossimi 5 anni le imprese e la pubblica amministrazione ricercheranno quasi 300.000 lavoratori con specifiche competenze matematiche e informatiche, digitali o connesse a “Industria 4.0”.

Grazie all'altissima qualità del programma è stato possibile confermare anche quest’anno la partnership con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e avere più di 16 Università partner. In questa edizione gli studenti potranno partecipare alle “Campus Party Masterclass”, ovvero percorsi di formazione verticali che si svolgeranno durante l’evento, ed ottenere un attestato riconosciuto secondo lo standard internazionale Open Badge, che sarà erogato da Cineca attraverso la piattaforma digitale Bestr. Questo attestato, oltre a poter essere utilizzato su tutte le piattaforme che lo supportano come certificazione di soft skills, potrà essere convertito, su richiesta, in Crediti Formativi Universitari (CFU) dalle Università che lo consentiranno.

Campus Party, programma, speaker e spazi


Il programma 2019 di Campus Party prevede la partecipazione di oltre 250 speaker. Oltre al keynote speaker Sir Tim Berners-Lee, i main speaker saranno Aimee van Wynsberghe, co-founder e co-director della Foundation for Responsible Robotics; Daniele Bigi, Visual Effect Supervisor Industrial Light & Magic, Gino Strada, Medico, fondatore di Emergency e Valeria Cagnina, 18 anni, Co–Founder e Mentor “OFpassiON S.n.c.”. Tra gli altri ancora, Mattia Barbarossa, premiato dall’ESA a soli 18 anni per un progetto sullo scambio di carichi spaziali, Elisabetta Liuzzo, ricercatrice dell’Inaf, Istituto Nazionale di Astrofisica, che fa parte del team che ha sviluppato il software per catturare la prima immagine in assoluto di un buco nero, lo YouTuber e divulgatore scientifico Adrian Fartade, Cassia Moraes, Presidente del Youth Climate Leader Programme, organizzazione sostenuta dalle Nazioni Unite per il cambiamento climatico, e tra i Fellows di Obama Foundation.

L’evento sarà articolato in tre spazi distinti: l’Arena, l’Experience e il Village.

L’Arena, con 6 palchi che ospiteranno talk, panel, interviste, l’area Job Factory, 2 aree workshop e 3 BarCamp. L’Experience: ad accesso libero, dove visitatori e curiosi potranno vivere attrazioni che includeranno robot, droni – inclusa una voliera per un’esperienza di volo in First Person View, Virtual ed Augmented Reality, esport, gaming, simulatori, tornei.
Il Village: il più grande geek camping al mondo, luogo di riposo dei campuseros. Si tratta di un vero e proprio campeggio allestito all’interno della fiera con 4 mila tende fornite dall’organizzazione e realizzate in collaborazione con Nexi, Main Partner dell’evento.

Come partecipare e biglietti


Per vivere l’esperienza da “campusero” è possibile acquistare un biglietto a soli €30 (Abbonamento 4 giorni + pernottamento 4 notti e tenda in Area Village).

Ad un mese dall’evento, apre inoltre la prevendita gratuita dei biglietti “Abbonamento 4 giorni” (con accesso alle aree Arena ed Experience). L'acquisto dei biglietti direttamente sul sito ufficiale dell'evento.

Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global, ha dichiarato:

Campus Party intende qualificarsi come punto di riferimento irrinunciabile per l’innovazione in Italia, mettendo insieme personalità di primissimo piano e di livello internazionale, i giovani talenti innovativi e creativi più qualificati e digitalizzati e il tessuto imprenditoriale e istituzionale del Paese. Questa edizione rappresenta un ulteriore passo in avanti per la crescita del progetto e per far emergere idee concrete, che possano trovare una effettiva applicazione in campo imprenditoriale, contribuendo così a rilanciare competitività e sviluppo economico e sociale.

Fabrizio Sala, Vicepresidente di Regione Lombardia e Assessore per la Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione, ha affermato:

L’innovazione rappresenta un punto cardine nelle politiche di Regione Lombardia e Campus party si conferma un’ottima opportunità per far emergere le idee degli studenti. Abbiamo intenzione di coinvolgere attivamente i ragazzi di Campus Party nel progetto di Regione Lombardia “Open Challenge”, la sezione della Piattaforma Open Innovation dedicata all’incontro tra domanda e offerta di innovazione. Qui le imprese che lo desiderano possono già oggi pubblicare le proprie sfide tecnologiche e, a partire da settembre, raccogliere proposte innovative proprio da gruppi di studenti, singoli ricercatori, università e dai centri di ricerca. Si tratta anche di una possibilità concreta di crescita professionale e di inserimento di questi studenti nel mondo del lavoro.

Alessandro Mattinzoli, Assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, ha aggiunto:

Regione Lombardia sostiene le nuove generazioni e le loro capacità, perché un sistema per essere competitivo ha bisogno di innovazione. Campus Party è un’occasione di crescita per valorizzare i giovani, accompagnandoli nelle nuove sfide della tecnologia. In questo modo potranno essere protagonisti nell’individuare soluzioni e proposte nuove rispetto ai problemi socio-economici.

Melania De Nichilo Rizzoli, Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, si è espressa sull'evento con queste parole:

Mi sta particolarmente a cuore il tema dell’innovazione, perché un mondo in continua evoluzione genera problematiche sempre nuove, ma anche opportunità e prospettive di futuro nel lavoro. Per questo vedo con molto favore l’area Job Factory, laboratorio e punto di incontro tra formazione e orientamento.

Erika Fattori, Head of Brand & Communication di Nexi, ha affermato:

A Campus Party si può toccare con mano il futuro così come, da sempre, lo immaginiamo noi di Nexi: fatto di innovazione tecnologica, di idee e di partecipazione attiva da parte di tutti. È per questo abbiamo deciso di essere nuovamente partner dell'area Village di Campus Party, il più grande geek camping al mondo, perché qui, ogni giorno, veri e propri innovatori iniziano il loro viaggio verso il cambiamento, fatto di tecnologia, avanguardia, visione.

Campus Party trasforma Milano nella capitale dell'innovazione pubblicato su Downloadblog.it 10 luglio 2019 08:00.

Campus Party, spazio alle opportunità di lavoro del futuro

A Campus Party 2019 sarà dato un ampio spazio al mondo del lavoro; per l'occasione raddoppia la Job Factory.

Campus Party

Uno dei cardini della terza edizione italiana di Campus Party sarà l'incontro tra giovani talenti e imprese. Sarà, infatti, dato molto spazio ai mestieri del futuro e all’incontro non convenzionale fra domanda e offerta di lavoro, volta a superare le modalità tradizionali di ricerca del personale. Proprio per questo, la Job Factory di Campus Party Italia, targata HRC Digital Generation, crescerà con l’aggiunta di un’area “Skillz workout” dedicata a potenziare il profilo professionale.

Durante la terza edizione italiana della più grande esperienza di innovazione e creatività, i 4.000 campuseros, i giovani partecipanti così soprannominati perché campeggeranno in tenda sul posto, e i visitatori dell’evento potranno capire quali sono le professioni più richieste, con eventi e appuntamenti per approfondire le nuove tendenze del mondo del lavoro. Le aziende, invece, approfittando dell'altissima partecipazione di talenti a questo evento, potranno trovare le nuove figure professionali in grado di soddisfare le esigenze di competitività e innovazione.

Per quanto concerne le novità della Job Factory, sarà offerto il doppio dello spazio rispetto al 2018 e i partecipanti potranno avere accessi a molte più opportunità di job matching, per un laboratorio full-time di formazione, orientamento e sperimentazione. Ci saranno pure momenti di condivisione con manager, job vacancy, interventi di storytelling con testimonial aziendali, simulazioni di colloquio e soluzioni per presentare in maniera innovativa il proprio curriculum.

La Job Factory si caratterizza per la presenza di cinque aree di interesse: una Soft skills gym, un palco dedicato, un job wall per la proiezione delle posizioni ricercate dalle aziende, un’attività di team building per creare il cv di un vero e proprio Ninja ed una company area realizzata in una modalità innovativa che supera il concetto classico della Job Fair in cui saranno presenti Accenture, BNP Paribas, Carrefour, CESOP, Eni, Gi Group, illimity, Innexta - Consorzio Camerale Credito e Finanza, società partecipata da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Italiaonline, Lottomatica, Procter & Gamble e TIM.

All'interno di questo spazio sarà anche possibile visionare i live job posting delle vacancy attive nelle aziende e la presentazione di progetti dedicati ai Millennials. Una vera e propria “Soft skills gym” per potenziare il proprio profilo professionale, ricercare lavoro e affinare le competenze strategiche richieste dal mercato.

Tra le attività in programma: simulazioni di colloquio e consulenza sul bilancio delle competenze e su come revisionare il proprio CV. Incontri individuali per approfondire opportunità di lavoro in relazione alle aspettative e alle potenzialità dei candidati, condividere consigli e informazioni sul tema del lavoro.

Nel Job on stage si susseguiranno interventi dedicati allo storytelling dei trend professionali del futuro e dei profili più richiesti dal mercato del lavoro dalla viva voce di testimonial aziendali d’eccezione e Job talk tematici su topic di tendenza.

Infine, l’High Five, un’attività che permette di abbattere la "barriera" tra manager e ragazzi per creare un momento di incontro fuori dagli schemi, sfidandosi in un gioco a squadre che ha l’obiettivo di mettere insieme i "super power" dei partecipanti per creare il CV di un vero e proprio Ninja.

Job Factory, iscrizione e partecipazione

Per iscriversi alle attività della Job Factory, situata nel cuore dell’area Arena di Campus Party, basterà registrarsi gratuitamente al form disponibile sul sito della manifestazione.

Campus Party, si ricorda, si terrà dal 24 al 27 luglio negli spazi di Fiera Milano Rho.

Disponibili in prevendita gratuita i biglietti “Abbonamento 4 giorni” (con accesso alle aree Arena ed Experience dal 24 al 27 luglio).

Per vivere l’esperienza da “campusero” è possibile acquistare un biglietto a soli 30 euro (Abbonamento 4 giorni con pernottamento 4 notti in tenda in Area Village incluso e tenda in regalo al termine dell’evento).

Campus Party, spazio alle opportunità di lavoro del futuro pubblicato su Downloadblog.it 03 luglio 2019 17:12.

Campus Party: sarà presente Sir Tim Berners-Lee, il papà del Web

Alla terza edizione di Campus Party, parteciperà il papà del Web, Sir Tim Berners-Lee, che parlerà del futuro della rete.

Campus Party

Sir Tim Berners-Lee sarà presente alla terza edizione di Campus Party. Il papà del Web parlerà del futuro della rete come keynote speaker il 25 luglio. La terza edizione italiana del principale evento mondiale dedicato all’innovazione e alla creatività ha voluto festeggiare i 30 anni del World Wide Web portando sul palco chi lo ha inventato.

Campus Party ha pure annunciato il lancio di una "call for ideas" globale: “WORLD WIDE WE_”. Più nello specifico, i giovani potranno portare a Campus Party e a Sir Tim Berners-Lee le loro idee per un Web migliore: dalla lotta contro le fake news e il fenomeno dell’hate speech, alle proposte di nuovi metodi di sostentamento per i siti web, alla difesa della privacy.

I 4 finalisti le cui idee emergeranno sulle altre, potranno portare i loro progetti direttamente a Sir Tim Berners-Lee. Questa particole call permetterà di stimolare i 4 mila giovani campuseros presenti all’evento in termini di progetti.

L'inventore del World Wide Web avrà poi modo di confrontarsi con il pubblico, con i campuseros e con alcuni CEO delle delle aziende più innovative e avanzate d’Italia durante una cena. Si parlerà di idee disruptive e progetti concreti di cambiamento che possano contribuire alla crescita dei leader di domani.

Campus Party, si ricorda, si terrà dal 24 al 27 Luglio negli spazi di Fiera Milano Rho. L'evento è organizzato in collaborazione con la Regione Lombardia.

In occasione della festa dei 30 anni del World Wide Web, Campus Party ha deciso di lanciare una promozione davvero molto speciale: per vivere l’esperienza da “campusero” è possibile acquistare un biglietto a soli €30 (Costo che comprende un abbonamento 4 giorni + pernottamento 4 notti e tenda in Area Village).

Campus Party: sarà presente Sir Tim Berners-Lee, il papà del Web pubblicato su Downloadblog.it 25 giugno 2019 15:25.

Campus Party 2019: campagna Diventa div3rso

Campus Party lancia la campagna “Diventa div3rso” per avvicinare le menti italiane più brillanti per farle partecipare all'edizione 2019 dell'evento.

Campus Party

Campus Party vuole coinvolgere il più alto numero possibile di talenti per farli partecipare all'edizione 2019 dell'evento italiano dedicato all'innovazione e alla creatività. Proprio per questo è stata lanciata la campagna “Diventa div3rso” rivolta alle menti più brillanti di tutta Italia. Obiettivo finale quello di rendere l'edizione 2019 di Campus Party un luogo con la più alta concentrazione di talenti sul territorio nazionale al fine di generare nuove idee e creare nuovi progetti di beneficio per il loro futuro e per quello del Paese intero.

L'evento, si ricorda, è organizzato in collaborazione con la Regione Lombardia e si terrà dal 24 al 27 luglio a Fiera Milano Rho insieme ad aziende, Università e celebrità del mondo dell’innovazione. La terza edizione di Campus Party punta a celebrare le grandi conquiste dell’essere umano. Nel 2019, infatti, ricorrono sia la nascita del World Wide Web nel 1989 che il cinquantesimo anniversario dello sbarco sull'uomo sulla Luna.

A Campus Party 2019 si alterneranno sul palco oltre 250 ospiti. Tra i main speaker si ricordano: Aimee Van Wynsberghe, presidentessa e co-founder della “Foundation for Responsible Robotics”, Daniele Bigi, responsabile degli effetti speciali di Industrial Light&Magic, Valeria Cagnina, 17 anni e già eccellenza italiana nel mondo della robotica, tra le 50 donne più influenti nel mondo tech e Gino Strada, chirurgo e Fondatore di Emergency.

Parteciperanno anche Mattia Barbarossa, diciottenne premiato dall’ESA per il progetto che permette lo scambio di carichi spaziali, Adrian Fartade, divulgatore scientifico e YouTuber, il regista Alessandro Avataneo di Scuola Holden e Alfredo Morresi, Senior Community Manager, Developer Relations di Google.

La campagna di comunicazione di Campus Party fa leva su alcuni dei personaggi che hanno segnato la storia dell'umanità. Si va da da Albert Einstein a Frida Kahlo, passando per Ada Lovelace e Leonardo Da Vinci. Nella campagna queste figure iconiche dell'innovazione mondiale sono ribattezzate “Campus Heroes” per sottolienare il collegamento ideale con i campuseros, i giovani partecipanti che metteranno le loro tende in un vero e proprio villaggio in loco con 4.000 postazioni, fornite dall’organizzazione e realizzate in collaborazione con Nexi, la paytech delle banche, leader in Italia nei pagamenti digitali, Main Partner dell’evento.

Campus Party 2019: campagna Diventa div3rso pubblicato su Downloadblog.it 25 giugno 2019 12:00.

Pokémon Go: come evolvere Tyrogue

tyrogue

Pokémon Go - Ieri, finalmente, dalle Uova da 5 chilometri mi si è schiuso qualcosa che non fosse un Krabby (che fra l'altro dalle mie parti spawna in maniera fastidiosa, quindi grazie Niantic che mi fai trovare sempre nelle Uova i Pokémon che posso tranquillamente trovare in giro e mai quelli rari e introvabili). Si tratta di Tyrogue. A parte essere uno dei Baby di Seconda Generazione, Tyrogue ha qualcosa in comune con Eevee: ha tre evoluzioni disponibili. Se ricordate, nel gioco originale di Pokémon Go, l'evoluzione di Tyrogue era determinata dalle statistiche massime.

Anche in Pokémon Go l'evoluzione si basa su quale sia la statistica massima: Attacco, Difesa o PS/Stamina. Per conosce la statistica massima, basta farsi fare una valutazione dal Capo Squadra. Ecco in che cosa si evolverà Tyrogue:

  • Attacco statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmonlee
  • Difesa statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmonchan
  • PS/Stamina statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmontop

Qualora aveste due o tre statistiche massime, ecco che l'evoluzione sarà a caso fra le due forme. Per esempio, se o Attacco e Stamina massima, Tyrogue potrebbe evolversi o in Hitmonlee o in Hitmontop.

Pokémon Go: come evolvere Tyrogue pubblicato su Downloadblog.it 31 dicembre 2017 18:00.

Pokémon Go: come evolvere Tyrogue

tyrogue

Pokémon Go - Ieri, finalmente, dalle Uova da 5 chilometri mi si è schiuso qualcosa che non fosse un Krabby (che fra l'altro dalle mie parti spawna in maniera fastidiosa, quindi grazie Niantic che mi fai trovare sempre nelle Uova i Pokémon che posso tranquillamente trovare in giro e mai quelli rari e introvabili). Si tratta di Tyrogue. A parte essere uno dei Baby di Seconda Generazione, Tyrogue ha qualcosa in comune con Eevee: ha tre evoluzioni disponibili. Se ricordate, nel gioco originale di Pokémon Go, l'evoluzione di Tyrogue era determinata dalle statistiche massime.

Anche in Pokémon Go l'evoluzione si basa su quale sia la statistica massima: Attacco, Difesa o PS/Stamina. Per conosce la statistica massima, basta farsi fare una valutazione dal Capo Squadra. Ecco in che cosa si evolverà Tyrogue:

  • Attacco statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmonlee
  • Difesa statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmonchan
  • PS/Stamina statistica massima: Tyrogue si evolve in Hitmontop

Qualora aveste due o tre statistiche massime, ecco che l'evoluzione sarà a caso fra le due forme. Per esempio, se o Attacco e Stamina massima, Tyrogue potrebbe evolversi o in Hitmonlee o in Hitmontop.

Pokémon Go: come evolvere Tyrogue pubblicato su Downloadblog.it 31 dicembre 2017 18:00.

YouTube per iPhone: come cercare i video mentre ne guardiamo uno in modalità fullscreen

youtube

YouTube per iPhone - L'applicazione di YouTube offre a volte scorciatoie evidenti per alcune funzioni, altre volte decisamente meno. Sono nascoste e se uno non sa dove andare a cercarle diventa difficile trovarle, a meno di non imbattersi in essere per caso (di solito quello che succede a me, sto cercando altro e invece trovo una scorciatoia). Ecco che in questo breve tutorial andremo a vedere come guardare i video su YouTube per iPhone in modalità fullscreen mentre cerchiamo altri video, senza interrompere la visione:

  1. la prima cosa da fare è assicurarsi che la nostra versione di YouTube per iPhone sia minimo la 12.06.11, su quelle precedenti non funziona. Per visualizzare il numero di versione dell'applicazione, bisogna andare nell'icona del profilo e qui cliccare sulle Impostazioni: l'attuale numero della vostra versione dell'app si trova nella parte inferiore dello schermo
  2. cliccare su un video che vogliamo vedere, quindi entriamo nella modalità a schermo intero premendo l'apposita icona che si trova nell'angolo in basso a destra del video player. L'alternativa è quella di ruotare lo smartphone a testa in giù per attivare la modalità a schermo intero (questo funziona solamente se nel Control Center avete attivato l'interruttore Orientation Lock)
  3. mentre guardate il video in modalità fullscreen, scorrete verso l'alto per tirare su le miniature dei video suggeriti dal canale il cui video state guardando e da altri canali che normalmente seguite
  4. ora potete scorrere le miniature in orizzontale, mentre il vostro video è ancora in riproduzione a schermo intero
  5. per nascondere il carosello, dovete scorrere verso il basso o cliccare a vuoto al di fuori di esso

Via | iDownloadblog

Foto | esthervargasc

YouTube per iPhone: come cercare i video mentre ne guardiamo uno in modalità fullscreen pubblicato su Downloadblog.it 30 dicembre 2017 13:00.

YouTube per iPhone: come cercare i video mentre ne guardiamo uno in modalità fullscreen

youtube

YouTube per iPhone - L'applicazione di YouTube offre a volte scorciatoie evidenti per alcune funzioni, altre volte decisamente meno. Sono nascoste e se uno non sa dove andare a cercarle diventa difficile trovarle, a meno di non imbattersi in essere per caso (di solito quello che succede a me, sto cercando altro e invece trovo una scorciatoia). Ecco che in questo breve tutorial andremo a vedere come guardare i video su YouTube per iPhone in modalità fullscreen mentre cerchiamo altri video, senza interrompere la visione:

  1. la prima cosa da fare è assicurarsi che la nostra versione di YouTube per iPhone sia minimo la 12.06.11, su quelle precedenti non funziona. Per visualizzare il numero di versione dell'applicazione, bisogna andare nell'icona del profilo e qui cliccare sulle Impostazioni: l'attuale numero della vostra versione dell'app si trova nella parte inferiore dello schermo
  2. cliccare su un video che vogliamo vedere, quindi entriamo nella modalità a schermo intero premendo l'apposita icona che si trova nell'angolo in basso a destra del video player. L'alternativa è quella di ruotare lo smartphone a testa in giù per attivare la modalità a schermo intero (questo funziona solamente se nel Control Center avete attivato l'interruttore Orientation Lock)
  3. mentre guardate il video in modalità fullscreen, scorrete verso l'alto per tirare su le miniature dei video suggeriti dal canale il cui video state guardando e da altri canali che normalmente seguite
  4. ora potete scorrere le miniature in orizzontale, mentre il vostro video è ancora in riproduzione a schermo intero
  5. per nascondere il carosello, dovete scorrere verso il basso o cliccare a vuoto al di fuori di esso

Via | iDownloadblog

Foto | esthervargasc

YouTube per iPhone: come cercare i video mentre ne guardiamo uno in modalità fullscreen pubblicato su Downloadblog.it 30 dicembre 2017 13:00.

Spotify: come salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist

spotify

Spotify - Una delle funzioni di Spotify più amate dagli utenti è di sicuro Discover Weekly Playlist in quanto fornisce utili suggerimenti sui brani da seguire. Solo che questa funzione ha un piccolissimo difetto: ogni lunedì, quando arriva quella nuova, quella vecchia viene persa. Tuttavia c'è un sistema per salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist in modo da non perderne neanche una: tutto merito di IFTTT, sito che ospita parecchie applet assai utili (programma di piccole dimensioni eseguito all'interno di un programma più grande per svolgere una determinata funzione).

La prima cosa che dovete fare è registrare un account su IFTTT. Poi dovete andare sull'applet di Spotify. A questo punto bisogna dare all'applet il permesso di accedere all'account di Spotify: grazie a questa mossa automaticamente verrà generata una playlist che conterrà tutte le Discover Weekly Playlist di Spotify. Facile, no?

Via | Gizmodo.com

Foto | mager

Spotify: come salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 18:00.

Spotify: come salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist

spotify

Spotify - Una delle funzioni di Spotify più amate dagli utenti è di sicuro Discover Weekly Playlist in quanto fornisce utili suggerimenti sui brani da seguire. Solo che questa funzione ha un piccolissimo difetto: ogni lunedì, quando arriva quella nuova, quella vecchia viene persa. Tuttavia c'è un sistema per salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist in modo da non perderne neanche una: tutto merito di IFTTT, sito che ospita parecchie applet assai utili (programma di piccole dimensioni eseguito all'interno di un programma più grande per svolgere una determinata funzione).

La prima cosa che dovete fare è registrare un account su IFTTT. Poi dovete andare sull'applet di Spotify. A questo punto bisogna dare all'applet il permesso di accedere all'account di Spotify: grazie a questa mossa automaticamente verrà generata una playlist che conterrà tutte le Discover Weekly Playlist di Spotify. Facile, no?

Via | Gizmodo.com

Foto | mager

Spotify: come salvare e archiviare le Discover Weekly Playlist pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 18:00.

Mark Zuckerberg: come seguirlo sui social network

Mark Zuckerberg D'accordo, può capitare a tutti di farsi hackerare la password, ma... dadada? Sei serio Mark Zuckerberg?
Mark Zuckerberg Il posto migliore dove seguire Mark Zuckerberg è ovviamente il suo account Facebook, lo trovate presso questo indirizzo. Qui trovate aggiornamenti sui prodotti della sua azienda, sui suoi interessi, su pensieri relativi a fatti e news e anche dettagli sulla sia vita personale. Mark Zuckerberg è seguito da 68.976.899 persone.
Mark Zuckerberg Mark Zuckerberg ha anche un account su Twitter, lo trovate presso questo indirizzo. Iscritto da febbraio 2009, praticamente non lo aggiorna mai e ha solo 19 tweet. E' uno degli account vittima dell'hackeraggio e curiosamente non è un account verificato. Ha 418.000 follower e 819 following.
Mark Zuckerberg Questo è l'account verificato di Mark Zuckerberg su Instagram, lo trovate presso questo link e anche qui non è che sia proprio attivissim, ha solo 32 post, comunque sia c'è qualche scatto veramente simpatico. Ha 652mila follower e 357 persone seguite.
Mark Zuckerberg Infine abbiamo l'account Pinterest di Mark Zuckerberg, lo trovate presso questo indirizzo, ma anche qui c'è poco materiale. Ha solo 3 bacheche, 4 Pin, 13.500 follower e 127 following.

Mark Zuckerberg - Vi ricordate di quando gli account di Mark Zuckerberg sui social network sono stati hackerati? Ecco, all'epoca mi era venuta la curiosità di andare a scoprire come seguire Mark Zuckerberg sui social media. Per quanto riguarda l'hackeraggio, esso era avvenuto a seguito di un atto che ha permesso di pubblicare milioni di password di LinkedIn. Nel caso specifico, le password rubate e messe online erano le medesime usate anche su altri social network, ecco perché probabilmente anche Mark Zuckerberg aveva finito per essere hackerato. Beh, per questo e anche perché la sua password ovunque era "dadada", magari anche questo c'entra un pochino. Ma ecco come seguire Mark Zuckerberg su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Foto | Screenshot dagli account di Mark Zuckerberg

Mark Zuckerberg: come seguirlo sui social network pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 16:00.

Mark Zuckerberg: come seguirlo sui social network

Mark Zuckerberg D'accordo, può capitare a tutti di farsi hackerare la password, ma... dadada? Sei serio Mark Zuckerberg?
Mark Zuckerberg Il posto migliore dove seguire Mark Zuckerberg è ovviamente il suo account Facebook, lo trovate presso questo indirizzo. Qui trovate aggiornamenti sui prodotti della sua azienda, sui suoi interessi, su pensieri relativi a fatti e news e anche dettagli sulla sia vita personale. Mark Zuckerberg è seguito da 68.976.899 persone.
Mark Zuckerberg Mark Zuckerberg ha anche un account su Twitter, lo trovate presso questo indirizzo. Iscritto da febbraio 2009, praticamente non lo aggiorna mai e ha solo 19 tweet. E' uno degli account vittima dell'hackeraggio e curiosamente non è un account verificato. Ha 418.000 follower e 819 following.
Mark Zuckerberg Questo è l'account verificato di Mark Zuckerberg su Instagram, lo trovate presso questo link e anche qui non è che sia proprio attivissim, ha solo 32 post, comunque sia c'è qualche scatto veramente simpatico. Ha 652mila follower e 357 persone seguite.
Mark Zuckerberg Infine abbiamo l'account Pinterest di Mark Zuckerberg, lo trovate presso questo indirizzo, ma anche qui c'è poco materiale. Ha solo 3 bacheche, 4 Pin, 13.500 follower e 127 following.

Mark Zuckerberg - Vi ricordate di quando gli account di Mark Zuckerberg sui social network sono stati hackerati? Ecco, all'epoca mi era venuta la curiosità di andare a scoprire come seguire Mark Zuckerberg sui social media. Per quanto riguarda l'hackeraggio, esso era avvenuto a seguito di un atto che ha permesso di pubblicare milioni di password di LinkedIn. Nel caso specifico, le password rubate e messe online erano le medesime usate anche su altri social network, ecco perché probabilmente anche Mark Zuckerberg aveva finito per essere hackerato. Beh, per questo e anche perché la sua password ovunque era "dadada", magari anche questo c'entra un pochino. Ma ecco come seguire Mark Zuckerberg su Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest.

Foto | Screenshot dagli account di Mark Zuckerberg

Mark Zuckerberg: come seguirlo sui social network pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 16:00.

LinkedIn: 8 errori da non fare quando scegliamo la foto del profilo

linkedin

LinkedIn - Se è vero che non bisogna giudicare un libro dalla copertina, è anche vero che mettere una foto sbagliata su LinkedIn potrebbe causare gravi problemi: magari abbiamo il curriculum più fantastico del mondo, ma se il reclutatore vede come prima cosa una foto di noi che balliamo in discoteca mentre beviamo un drink, ecco, diciamo che questo non dà proprio una buona impressione su di noi. Koka Sexton, un ex dipendente di LinkedIn, ci spiega quali siano gli otto errori gravi da non fare quando si usa una foto per il profilo di LinkedIn:

  1. il vecchietto: non si mette una foto vecchia di dieci anni fa come foto del profilo di LinkedIn, anche se è la nostra preferita, i reclutatori vogliono vedere come siete adesso
  2. il festaiolo: tutti amiamo uscire e divertirci, ma le foto delle nostre sbornie o feste non vanno bene per il profilo di LinkedIn, non è il posto giusto dove postarle
  3. l'ombra: va bene le foto artistiche, ma se tutto quello che vedono di noi i potenziali reclutatori e clienti è una romantica ombra su un bel panorama, difficilmente ci prenderanno in considerazione
  4. lo scapolo: dovete attirare potenziali datori di lavoro e clienti, non futuri compagni di vita, LinkedIn non è un sito di incontri, quindi evitate foto scattate per attirare partner
  5. il corrucciato: cercate di mettere una foto dove avete un'espressione serena, distaccata e professionale. Un viso corrucciato o con strane smorfie non attira datori di lavoro
  6. l'amante degli animali: a meno di non essere un veterinario, la foto con il vostro cane o gatto non dà di voi un aspetto professionale
  7. il selfie: quelli lasciateli per Instagram, il vedervi in una foto con braccio allungato per scattare un selfie dà di voi un'immagine da dilettanti su LinkedIn
  8. la silhouette vuota: scegliere di non mettere nessuna foto vi fa perdere punti, non siete credibili agli occhi di un datore di lavoro

Via | UK BusinessInsider

Foto | esthervargasc

LinkedIn: 8 errori da non fare quando scegliamo la foto del profilo pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 13:00.

LinkedIn: 8 errori da non fare quando scegliamo la foto del profilo

linkedin

LinkedIn - Se è vero che non bisogna giudicare un libro dalla copertina, è anche vero che mettere una foto sbagliata su LinkedIn potrebbe causare gravi problemi: magari abbiamo il curriculum più fantastico del mondo, ma se il reclutatore vede come prima cosa una foto di noi che balliamo in discoteca mentre beviamo un drink, ecco, diciamo che questo non dà proprio una buona impressione su di noi. Koka Sexton, un ex dipendente di LinkedIn, ci spiega quali siano gli otto errori gravi da non fare quando si usa una foto per il profilo di LinkedIn:

  1. il vecchietto: non si mette una foto vecchia di dieci anni fa come foto del profilo di LinkedIn, anche se è la nostra preferita, i reclutatori vogliono vedere come siete adesso
  2. il festaiolo: tutti amiamo uscire e divertirci, ma le foto delle nostre sbornie o feste non vanno bene per il profilo di LinkedIn, non è il posto giusto dove postarle
  3. l'ombra: va bene le foto artistiche, ma se tutto quello che vedono di noi i potenziali reclutatori e clienti è una romantica ombra su un bel panorama, difficilmente ci prenderanno in considerazione
  4. lo scapolo: dovete attirare potenziali datori di lavoro e clienti, non futuri compagni di vita, LinkedIn non è un sito di incontri, quindi evitate foto scattate per attirare partner
  5. il corrucciato: cercate di mettere una foto dove avete un'espressione serena, distaccata e professionale. Un viso corrucciato o con strane smorfie non attira datori di lavoro
  6. l'amante degli animali: a meno di non essere un veterinario, la foto con il vostro cane o gatto non dà di voi un aspetto professionale
  7. il selfie: quelli lasciateli per Instagram, il vedervi in una foto con braccio allungato per scattare un selfie dà di voi un'immagine da dilettanti su LinkedIn
  8. la silhouette vuota: scegliere di non mettere nessuna foto vi fa perdere punti, non siete credibili agli occhi di un datore di lavoro

Via | UK BusinessInsider

Foto | esthervargasc

LinkedIn: 8 errori da non fare quando scegliamo la foto del profilo pubblicato su Downloadblog.it 29 dicembre 2017 13:00.

Twitter: come eliminare follower

Twitter, Follower Per eliminare follower da computer, basta entrare nel proprio account Twitter. Nella homepage, a sinistra c'è il box con il numero di tweet, following e follower. Cliccate su Follower. Potete arrivare nell'elenco dei follower anche entrando nel vostro Profilo e sotto la foto di copertina dopo Tweet e Following trovate Follower.
Twitter, Follower Adesso si apre la pagina con l'elenco dei Follower. Non vi rimane che scorrerla fino ad evidenziare il follower o i follower che volete eliminare.
Twitter, Follower Trovato il prescelto, basta cliccare sull'icona con ingranaggio e si apre un menu di opzioni: andate su Blocca ed è fatta. L'utente così bloccato non può aggiungervi alle sue Liste, le sue repliche o commenti non appariranno nei vostri post (ma nelle ricerche sì), non può seguirvi, non può vedere le vostre immagini del Profilo e non riceverà nessuna notifica di blocco. Occhio che però se i vostri post sono pubblici potrà vederli.
Twitter, Follower Se siete da telefonino, la procedura è simile. Entrate nel vostro account, cliccate su Follower, selezionate l'utente da bloccare e cliccate su Blocca.

Twitter - Oggi andremo a vedere un breve tutorial che ci spiega come eliminare follower da Twitter. Lo so, di solito chi bazzica su Twitter vuole veder aumentato il proprio numero di seguaci e non ci pensa neanche a diminuirlo. Tuttavia chi usa Twitter solo per divertirsi e non ha bisogno di aumentare la propria autostima a suon di follower, magari trova che quel follower sia noioso o sia uno stalker o semplicemente faccia troppo spam, per cui ecco che determinati follower si possono eliminare tranquillamente per garantire la nostra pace mentale.

Twitter: come eliminare follower pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 18:00.

Twitter: come eliminare follower

Twitter, Follower Per eliminare follower da computer, basta entrare nel proprio account Twitter. Nella homepage, a sinistra c'è il box con il numero di tweet, following e follower. Cliccate su Follower. Potete arrivare nell'elenco dei follower anche entrando nel vostro Profilo e sotto la foto di copertina dopo Tweet e Following trovate Follower.
Twitter, Follower Adesso si apre la pagina con l'elenco dei Follower. Non vi rimane che scorrerla fino ad evidenziare il follower o i follower che volete eliminare.
Twitter, Follower Trovato il prescelto, basta cliccare sull'icona con ingranaggio e si apre un menu di opzioni: andate su Blocca ed è fatta. L'utente così bloccato non può aggiungervi alle sue Liste, le sue repliche o commenti non appariranno nei vostri post (ma nelle ricerche sì), non può seguirvi, non può vedere le vostre immagini del Profilo e non riceverà nessuna notifica di blocco. Occhio che però se i vostri post sono pubblici potrà vederli.
Twitter, Follower Se siete da telefonino, la procedura è simile. Entrate nel vostro account, cliccate su Follower, selezionate l'utente da bloccare e cliccate su Blocca.

Twitter - Oggi andremo a vedere un breve tutorial che ci spiega come eliminare follower da Twitter. Lo so, di solito chi bazzica su Twitter vuole veder aumentato il proprio numero di seguaci e non ci pensa neanche a diminuirlo. Tuttavia chi usa Twitter solo per divertirsi e non ha bisogno di aumentare la propria autostima a suon di follower, magari trova che quel follower sia noioso o sia uno stalker o semplicemente faccia troppo spam, per cui ecco che determinati follower si possono eliminare tranquillamente per garantire la nostra pace mentale.

Twitter: come eliminare follower pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 18:00.

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper

windows 10

Windows 10 - C'è un fastidioso problema con Windows 10 (solo uno?) che gli utenti stanno segnalando in massa da tempo, ma che Microsoft si ostina a ignorare. Riguarda la risoluzione del wallpaper del desktop: molti utenti hanno notato che anche mettendo uno sfondo al desktop bellissimo, ad alta risoluzione, questo non appare così meraviglioso come dovrebbe essere. Come mai? Semplice: Windows 10 fa di testa sua e in realtà comprime l'immagine, probabilmente per risparmiare spazio. Motivazione nobile e lodevole, ma io volevo lo sfondo dello schermo super mega bellissimo. C'è tuttavia un sistema per far sì che si possa vedere sempre l'immagine sul desktop di Windows 10 con la miglior risoluzione possibile.

Windows 10: come avere sfondi del desktop con la miglior risoluzione

La cosa più semplice da fare è sostituire l'immagine compressa che Windows 10 ha deciso di usare al posto di quella ad alta risoluzione scelta da voi. Dovete:

  1. andare su C:\Users\\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Themes
  2. qui troverete un file senza estensione chiamato TranscodedWallpaper
  3. rinominate questo file in un altro modo
  4. copiate l'immagine ad alta risoluzione che volete mettere in questa cartella, chiamandola a sua volta TranscodedWallpaper, sempre senza estensione
  5. se notate la presenza della cartella CachedFiles, eliminatela

C'è poi però un sistema con qualche passaggio in più per bloccare per sempre questo tipo di compressione dell'immagine dello sfondo del desktop da parte di Windows 10:

  1. andate nell'editore del registro di Windows digitanto regedit nella casella di ricerca del menu Start
  2. scegliete la prima opzione che vi viene data
  3. andate in HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
  4. qui create una nuova chiave cliccando col tasto destro del mouse all'interno del riquadro a festra e scegliendo New (Nuovo), poi DWORD (32-bit) Value
  5. ora chiamate il vostro nuovo valore DWORD "JPEGImportQuality", togliete però le virgolette
  6. fate doppio clic su di esso per modificarlo
  7. impostate la base in decimale e la casella Value data su 100
  8. fate clic su OK

Via | Gizmodo.com

Foto | okubax

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 16:00.

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper

windows 10

Windows 10 - C'è un fastidioso problema con Windows 10 (solo uno?) che gli utenti stanno segnalando in massa da tempo, ma che Microsoft si ostina a ignorare. Riguarda la risoluzione del wallpaper del desktop: molti utenti hanno notato che anche mettendo uno sfondo al desktop bellissimo, ad alta risoluzione, questo non appare così meraviglioso come dovrebbe essere. Come mai? Semplice: Windows 10 fa di testa sua e in realtà comprime l'immagine, probabilmente per risparmiare spazio. Motivazione nobile e lodevole, ma io volevo lo sfondo dello schermo super mega bellissimo. C'è tuttavia un sistema per far sì che si possa vedere sempre l'immagine sul desktop di Windows 10 con la miglior risoluzione possibile.

Windows 10: come avere sfondi del desktop con la miglior risoluzione

La cosa più semplice da fare è sostituire l'immagine compressa che Windows 10 ha deciso di usare al posto di quella ad alta risoluzione scelta da voi. Dovete:

  1. andare su C:\Users\\AppData\Roaming\Microsoft\Windows\Themes
  2. qui troverete un file senza estensione chiamato TranscodedWallpaper
  3. rinominate questo file in un altro modo
  4. copiate l'immagine ad alta risoluzione che volete mettere in questa cartella, chiamandola a sua volta TranscodedWallpaper, sempre senza estensione
  5. se notate la presenza della cartella CachedFiles, eliminatela

C'è poi però un sistema con qualche passaggio in più per bloccare per sempre questo tipo di compressione dell'immagine dello sfondo del desktop da parte di Windows 10:

  1. andate nell'editore del registro di Windows digitanto regedit nella casella di ricerca del menu Start
  2. scegliete la prima opzione che vi viene data
  3. andate in HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop
  4. qui create una nuova chiave cliccando col tasto destro del mouse all'interno del riquadro a festra e scegliendo New (Nuovo), poi DWORD (32-bit) Value
  5. ora chiamate il vostro nuovo valore DWORD "JPEGImportQuality", togliete però le virgolette
  6. fate doppio clic su di esso per modificarlo
  7. impostate la base in decimale e la casella Value data su 100
  8. fate clic su OK

Via | Gizmodo.com

Foto | okubax

Come evitare che Windows 10 blocchi la risoluzione ad alta definizione del wallpaper pubblicato su Downloadblog.it 28 dicembre 2017 16:00.

❌