Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Porsche 930 preparazione 413 CV

di redazione

La Porsche 930 preparata da Buratto Racing e Al.Mar. Sport ha sotto il cofano 413 CV di potenza e 577 Nm di coppia, rivelandosi un vero gioiello per la pista curato in ogni particolare, che è un piacere “tattile” da guidare e una gioia per gli occhi, data la cura anche estetica. Tutto è iniziato cinque anni fa da un annuncio trovato sul web, riguardante la Porsche 930 in questione. La vettura si trovava nel vercellese, nelle mani di un ex campione di sci da sempre innamorato anche delle corse d’auto, Miki Heidenreich, che aveva recuperato in due momenti differenti la scocca e il motore 3.3 boxer, i quali “dormivano” in Sardegna, smontati da un carrozziere.

Motore e trasmissione – Di base è il 930/60, 6 cilindri boxer 3.299 cc con 300 CV. Quando il proprietario ha acquistato la Porsche dall’ex sciatore professionista Miki Heidenreich, è venuto a sapere che era stato smontato dalla vettura, con tutta la trasmissione, e recuperato in Sardegna presso un carrozziere che per fortuna possedeva ancora nel suo deposito sia la scocca della 930 sia lo stesso motore!

Telaio e sospensioni – Il lavoro su telaio e sospensioni è stato portato avanti dallo specialista Porsche Alberto Martini e dalla sua azienda, l’Al.Mar. Sport. Si è trattato di un’operazione meticolosa, iniziata subito dopo la riverniciatura totale della scocca.

Freni e ruote – Per quanto riguarda il sistema frenante, viste le sollecitazioni che può subire in un weekend di pista, il proprietario ha deciso d’installare un sistema idraulico a due pompe AP Racing con tanto di ripartitore di frenata. I tubi in treccia sono stati una scelta pressoché obbligatoria, così come i dischi anteriori da 304 mm con pinze a due pistoncini e posteriori da 309 mm sempre con pinze a doppio pistone. Anche il freno a mano è idraulico con pompa dedicata.

Carrozzeria e abitacolo – Il primo passo della preparazione di questa Porsche 930  ha riguardato la carrozzeria, sverniciata ad acqua; poi l’intera scocca è stata messa in Dima e, dopo il trattamento al telaio, è venuto il momento della verniciatura. Il colore scelto è il nero opaco, mentre le strisce arancioni riprendono i colori dell’Al.Mar. Sport, che ha seguito la preparazione dello stesso telaio.

Scheda tuning Porsche 930
Meccanica
Turbina tipo Garrett K26 (rivista da Buratto Racing)
Intercooler maggiorato artigianale
Albero a camme; radiatore olio maggiorato
Impianto di iniezione Bosch K-Jetronic; impianto alimentazione carburante con pompa primaria di mandata al buriolo e sistema a doppia pompa in cascata

Trasmissione
Cambio Tipo 930/34 meccanico 4 marce
Differenziale autobloccante ZF modificato Buratto Racing

Sospensioni
Anteriori Sistema Mc Pherson dotato di doppie sospensioni a molle Eibach e barre di torsione. Ammortizzatori telescopici Bilstein PSS10
Posteriori sistema a bracci longitudinali oscillanti, trailing arms dotato di doppie sospensioni a molle Eibach e barre di torsione. Ammortizzatori telescopici Bilstein PSS10
Barre stabilizzatrici maggiorate e regolabili all’anteriore e al posteriore
Barre antirollio maggiorate
Leveraggi su uniball

Sistema frenante
Idraulico a due pompe AP Racing con ripartitore di frenata meccanico
Dischi freni anteriori da 304 mm a due pistoni
Dischi freni posteriori da 309 mm a due pistoni
Freno a mano comandato da una terza pompa AP Racing in serie al circuito idraulico posteriore
Pastiglie freni anteriori e posteriori Pagid nere

Cerchi ROIN
Anteriore 9Jx15”
Posteriore 11Jx15”

Pneumatici
Anteriore: Pirelli P7 Corsa Classic 235/45 R15
Posteriore: Pirelli P7 Corsa Classic 305/35 R15

Carrozzeria
Telaio rinforzato in acciaio in più punti
Carrozzeria interamente sverniciata ad acqua e riverniciata nera opaca

Abitacolo
Finestrini e lunotto in lexan
Parabrezza in vetro con sbrinatore
Sedili racing OMP
Cinture Sabelt a sei punti
Volante Al.Mar. Sport a tre razze
Roll-bar OMP Racing conforme alle norme FIA
Quadro strumenti con contagiri Stack
Pedaliera racing
Serbatoio con tappo racing, senza condotto standard, con recupero vapori

Costo totale intervento tuning circa 100.000 Euro

Porsche 930

L’articolo completo con tutti i dettagli, il test e i segreti della Porsche 930 è su Elaborare 234.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 234 Gennaio 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 234

L'articolo Porsche 930 preparazione 413 CV proviene da ELABORARE.

Come sono fatte le bielle del motore

di redazione

Le bielle sono i componenti più stressati in un motore 4 tempi e, per questa ragione, devono abbinare eccellenti doti di leggerezza ad una straordinaria resistenza meccanica. Infatti nel propulsore 4 tempi la biella, il componente meccanico che vincola il pistone all’albero motore, è sottoposta a stress meccanici di notevole entità. Alle fortissime compressioni della fase discendente corrispondono altrettante forti estensioni in quella di risalita verso il PMS.
Durante la fase di incrocio, il pistone risale senza incontrare nessun tipo di resistenza, essendo le valvole contemporaneamente aperte. Lo stress maggiore viene riscontrato poi in scalata, quando si ha un repentino incremento del regime di rotazione. Riuscire a realizzare una biella leggera e resistente è un’impresa tutt’altro che facile…

Le parti della biella – La biella è costituita da una barra metallica con due fori alle estremità: uno destinato ad alloggiare lo spinotto del pistone e uno per essere collegata all’albero motore. La parte vincolata al pistone è detta “piede di biella”, mentre quella unita all’albero è definita “testa di biella”. Il tratto che unisce i due perni è denominato “fusto”. Le bielle monopezzo sono realizzate per gli alberi compositi, ovvero quelli in cui cuscinetto e biella vengono inseriti sul perno di manovella prima di assemblare i due semialberi per interferenza. Le bielle composite, invece, sono quelle dotate di un cappello amovibile, indispensabile per poterle montare su alberi monolitici, in abbinamento a cuscinetti a guscio sottile (bronzine). La separazione del cappello dalla biella può avvenire mediante lavorazioni meccaniche di taglio e successiva rettifica, oppure mediante frattura (lavorazione possibile sulle bielle fuse, forgiate o sinterizzate in acciaio).

Misure e ingombri – I moderni propulsori devono garantire ingombri molto contenuti. Anche le bielle, ovviamente, sono soggette a questa miniaturizzazione intesa soprattutto come lunghezza. Più una biella è lunga, infatti, maggiore sarà l’altezza del blocco cilindri e, conseguentemente, l’ingombro complessivo del motore. È anche vero, però, che una biella lunga permette di ridurre le spinte laterali del pistone verso la canna grazie a un minore angolo di lavoro rispetto all’albero motore.

Materiali e lavorazioni – Nella realizzazione delle bielle vengono impiegati diversi materiali e tipologie di lavorazione. Quelle più economiche sono costruite in ghisa sferoidale fusa, tecnologia abbandonata da “secoli” in campo motociclistico e nei propulsori destinati alle auto sportive. Per le bielle in acciaio si utilizzano leghe 38NCD4 e 39 NDC4 con differenti procedure di lavorazione: la fusione, la forgiatura (deformazione plastica del metallo in stampi sotto l’azione di presse dopo essere stato portato a temperature prossime alla fusione), la sinterizzazione (stampaggio di polveri metalliche ad altissima temperatura) e la forgiatura dopo doppia fusione del grezzo in forni sottovuoto.

Produttori di bielle
Arrow Precision
Pankel
Carrillo
Saenz

Produttori bulloni biella
ARP

L’articolo completo con tutti i dettagli e i segreti della lavorazione delle bielle è su Elaborare 231.

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 231 Ottobre 2017 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

L'articolo Come sono fatte le bielle del motore proviene da ELABORARE.

Calze per pneumatici Autosock by Lampa

di redazione

Le calze per pneumatici Autosock sono dispositivi antislittamento in grado di aumentare l’aderenza delle ruote su strade innevate o ghiacciate e di incrementare l’efficienza dei sistemi elettronici di sicurezza.
Grazie a queste attrezzature la trazione viene migliorata notevolmente in inverno durante situazioni particolari in particolar modo rivolte alle vetture sportive che hanno difficoltà ad ospitare le classiche catene da neve in ferro.
Le calze per pneumatici sono veloci e pratiche da montare (s’installano in appena 60 secondi e si centrano da sole), non necessitano di alcun sforzo e dopo l’utilizzo sono comodamente lavabili in lavatrice.
Prive di parti metalliche, non danneggiano i cerchi e si dimostrano confortevoli durante la guida. L’ingombro minimo rende questi prodotti particolarmente indicati per quei mezzi che presentano spazio limitato tra ruote, carrozzeria e parti metalliche dell’impianto frenante oppure per veicoli non catenabili.
Le calze da neve sono solo uno dei tanti prodotti offerti da Lampa ordinabili sul sito www.lampa.it per affrontare al meglio la stagione invernale.
Info: Tel. 0375/820700

L'articolo Calze per pneumatici Autosock by Lampa proviene da ELABORARE.

Fondini per Fiat Uno Turbo

di redazione

Fondini Fiat Uno Turbo I by Birba racing

Per la piccola e mai doma Fiat Uno Turbo I serie è pronto un nuovo kit di fondini Birba racing, la rinomata azienda campana di accessori per auto sportive, stradali e storiche. Prodotto in tre versioni, oltre al fondino scale originali (Cod. 408307) sono disponibili anche due kit a scale maggiorate, di cui il primo ha solo la scala tachimetrica maggiorata a 260 km/h (Cod. 408308) , mentre il secondo ha scala a 280 km/h, scala del contagiri allungata a 9.000 rpm e scala manometro turbo a 1,5 bar (Cod. 408310). L' illuminazione notturna resta di serie in un diffuso color verdino. Questo kit di fondini va montato sovrapposto agli originali ed è in lexan-film con biadesivo per l'applicazione. Il costo è di Euro 50,00. Info: 081/8371557 - info@birba.com Fiat Uno Turbo I Mod I
❌