Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Ieri — 27 Maggio 2020RSS feeds

Facebook sperimenta l’app CatchUp per migliorare le chiamate di gruppo

di Gerardo Orlandin

CatchUp è un'app sperimentale di Facebook che offre la possibilità di effettuare chiamate private e di gruppo in modo pratico ed efficiente.

L'articolo Facebook sperimenta l’app CatchUp per migliorare le chiamate di gruppo proviene da TuttoAndroid.

Google Maps, due nuove funzioni per le attività commerciali

di HDblog.it

Su Google Maps sono in arrivo due funzioni, molto diverse tra loro, per le imprese e i negozi presenti nei database: ovvero le iniziative di solidarietà per aiutare chi è stato particolarmente colpito dalla quarantena a rimettersi in piedi e delle icone promozionali che permettono di guadagnare visibilità sulla piattaforma.

Le icone promozionali sono di forma quadrata e compaiono nelle vicinanze dell'utente, se disponibili. Sono state osservate da alcuni utenti su Reddit negli ultimi giorni: a quanto pare non si possono eliminare, ma non sembrano nemmeno granché invasive - sono semplicemente lì, a ricordare che un'attività commerciale esiste in modo ragionevolmente discreto. Non è chiaro al momento quanto le icone siano diffuse, ma è lecito assumere che Google stia adottando un approccio piuttosto cauto. Resta da capire se per il momento sono visibili a un numero ristretto di utenti oppure se sono state attivate a un piccolo numero di imprese - o magari una combinazione di entrambe le cose.

Le iniziative solidali, invece, compaiono sia su Maps sia sull'app Search. I ristoranti, le palestre e le altre attività che lo desiderano possono attivare due tipi di offerta - l'acquisto di gift card e le donazioni a fondo perduto. I termini precisi vengono decisi dalle imprese stesse, e Google non ha necessariamente responsabilità dirette nelle transazioni economiche: per esempio, l'acquisto delle gift card potrebbe avvenire dal sito ufficiale mentre le donazioni potrebbero essere raccolte da PayPal o Gofundme.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 171 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Android 11 Beta è ormai dietro l’angolo: ecco come partecipare all’evento live

di Pietro Paolucci

Google ci ricorda che manca una settimana all'evento di lancio di Android 11 Beta. Ecco come e perché partecipare al live.

L'articolo Android 11 Beta è ormai dietro l’angolo: ecco come partecipare all’evento live proviene da TuttoAndroid.

Google Maps, due nuove funzioni per le attività commerciali

di HDblog.it

Su Google Maps sono in arrivo due funzioni, molto diverse tra loro, per le imprese e i negozi presenti nei database: ovvero le iniziative di solidarietà per aiutare chi è stato particolarmente colpito dalla quarantena a rimettersi in piedi e delle icone promozionali che permettono di guadagnare visibilità sulla piattaforma.

Le icone promozionali sono di forma quadrata e compaiono nelle vicinanze dell'utente, se disponibili. Sono state osservate da alcuni utenti su Reddit negli ultimi giorni: a quanto pare non si possono eliminare, ma non sembrano nemmeno granché invasive - sono semplicemente lì, a ricordare che un'attività commerciale esiste in modo ragionevolmente discreto. Non è chiaro al momento quanto le icone siano diffuse, ma è lecito assumere che Google stia adottando un approccio piuttosto cauto. Resta da capire se per il momento sono visibili a un numero ristretto di utenti oppure se sono state attivate a un piccolo numero di imprese - o magari una combinazione di entrambe le cose.

Le iniziative solidali, invece, compaiono sia su Maps sia sull'app Search. I ristoranti, le palestre e le altre attività che lo desiderano possono attivare due tipi di offerta - l'acquisto di gift card e le donazioni a fondo perduto. I termini precisi vengono decisi dalle imprese stesse, e Google non ha necessariamente responsabilità dirette nelle transazioni economiche: per esempio, l'acquisto delle gift card potrebbe avvenire dal sito ufficiale mentre le donazioni potrebbero essere raccolte da PayPal o Gofundme.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

OnePlus, tante segnalazioni di crash e freeze con Chrome e WebView

di HDblog.it

A quanto pare gli smartphone OnePlus non vanno molto d'accordo con Google Chrome e WebView. Secondo la ricostruzione dei colleghi di AndroidPolice, già con la serie 7 i dispositivi tendevano ad incorrere in spiacevoli episodi di crash, freeze e malfunzionamenti durante l'esecuzione delle due applicazioni, con una frequenza che ha spinto numerosi utenti a lamentarsene.

E con i nuovi OnePlus 8 e 8 Pro la situazione si è risolta? Stando ai primi riscontri, pare proprio di no. AndroidPolice, dopo aver raccolto numerose segnalazioni, ha quindi chiesto delucidazioni a proposito di questi arresti anomali sia a OnePlus che a Google, ma al momento dichiara di non aver ancora ricevuto alcuna risposta ufficiale. Chrome è un'applicazione che può notoriamente rivelarsi particolarmente esosa in termini di risorse, e provocare quindi disagi a numerosi dispositivi: ma pare proprio che sugli smartphone OnePlus il problema sia più accentuato.

Nell'attesa di capire se e come l'azienda deciderà di muoversi, diteci la vostra: anche voi avete riscontrato le problematiche in questione?

(aggiornamento del 27 May 2020, ore 10:42)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

YouTube Music: arriva la possibilità di pre-salvare i brani non ancora pubblicati

di HDblog.it

YouTube Music si prepara a prendere definitivamente il posto di Google Play Music: il sorpasso definitivo con l'annessa chiusura di quest'ultimo è previsto entro l'anno, ed intanto l'azienda di Mountain View continua a supportare il suo servizio streaming musicale più recente introducendo nuove funzionalità.

L'ultima in ordine cronologico è stata notata nelle scorse ore da alcuni utenti Reddit e permette di visualizzare e salvare in anteprima i brani musicali non ancora pubblicati ufficialmente. La nuova funzione - già disponibile da diverso tempo sui principali servizi concorrenti come Spotify e Apple Music - è già presente anche in Italia, anche se al momento non tutti gli artisti sembrerebbero averla già adottata.

Un esempio è "Domesticated" di Sébastien Tellier, il cui album completo può essere già ricercato e memorizzato malgrado l'uscita sia prevista soltanto per fine luglio. Attualmente i brani non disponibili possono essere facilmente individuati poiché in grigio: una volta cliccato su uno di essi, YouTube Music riporterà uno strano messaggio di errore "Brano non disponibile".


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Exodus Privacy mostra tutti i tracker e le autorizzazioni delle app installate

di Gerardo Orlandin

L'app Exodus Privacy offre la possibilità di sapere quali tracker e autorizzazioni sono incorporati nelle app installate sullo smartphone.

L'articolo Exodus Privacy mostra tutti i tracker e le autorizzazioni delle app installate proviene da TuttoAndroid.

Samsung Galaxy Fold 2, produzione in serie avviata | Rumor

di HDblog.it

Samsung ha avviato la produzione in serie di Galaxy Fold 2, secondo la testata sudcoreana Hankooki. L'obiettivo è una presentazione nel mese di agosto, probabilmente in tandem con i Galaxy Note di nuova generazione. A quanto pare, il display monterà la pellicola protettiva nota come UTG o Ultra-Thin Glass, sviluppata sempre da una delle controllate di Samsung (Samsung Display, per la precisione) che abbiamo visto debuttare nel pieghevole di inizio anno, il Galaxy Z Flip.

L'UTG è più resistente ai graffi rispetto alla pellicola in plastica del Galaxy Fold originale, ma fino a qualche settimana fa la sua adozione era ancora in dubbio. Si diceva che Samsung Electronics, la controllata che si occupa appunto di elettronica di consumo, non fosse rimasta troppo soddisfatta dalla creazione di Samsung Display, per questione di costi e di effettive performance, e stesse cercando di sviluppare una soluzione per conto proprio. A quanto pare, per il momento tale soluzione ancora non si è materializzata.

Galaxy Fold 2 dovrebbe avere una vita molto più facile del modello precedente - anche al netto dei problemi di affidabilità che ne hanno ritardato il lancio sul mercato di quasi sei mesi. Si prevede che Samsung riuscirà a incrementare la capacità produttiva di ben sei volte rispetto alla prima generazione, passando quindi da 500.000 unità a 3 milioni circa. Per il momento non ci sono molte informazioni sulla scheda tecnica, ma si prevede che il prezzo di listino non sarà tanto diverso da quello dell'originale: forse 100 dollari in meno, ma sempre di quasi 2.000 dollari si parla.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Guida al Google Play Store, trucchi e opzioni da conoscere

di Claudio Pomes
Il Google Play Store è lo store delle app ufficiale presente su tutti gli smartphone e tablet dotati di sistema operativo Android; su di esso possiamo trovare tutte le app che ci interessano ma...

Continua...

Tasks migliora la produttività con elenchi di attività, promemoria e altro

di Gerardo Orlandin

L'app Tasks permette di ottimizzare la produttività organizzando le attività da svolgere e i promemoria tramite lo smartphone.

L'articolo Tasks migliora la produttività con elenchi di attività, promemoria e altro proviene da TuttoAndroid.

Samsung Pay ha 5 anni: negli USA arriva Money, conto digitale con carta di debito

di HDblog.it

Samsung Pay ha spento 5 candeline a inizio mese, e per festeggiare l'evento la società sud coreana ha annunciato un'importante novità per il suo servizio di pagamento da smartphone.

Si chiama Samsung Money, ed è la nuova carta di debito Mastercard creata in collaborazione con la compagnia finanziaria SoFi. Non solo: si tratta infatti di una vera e propria piattaforma di gestione finanziaria integrata all'app Samsung Pay tramite cui accedere a servizi e benefici esclusivi, che unisce in un unico spazio i pagamenti da mobile e il controllo della carta di debito. Non sono previste commissioni né interessi (è previsto anche il rimborso delle commissioni dei bancomat) e sarà lanciata negli Stati Uniti nel corso dell'estate.

Sono disponibili due tipologie di conto: singolo e congiunto. Una volta selezionato, comparirà immediatamente all'interno dell'app Samsung Pay (previa approvazione). La carta di debito fisica si riceverà invece via posta ordinaria, e basterà attivarla rapidamente sempre tramite app. Una volta completato l'iter, si potrà verificare il proprio bilancio, bloccare o sbloccare una carta, cambiare il PIN o segnalare un'attività sospetta. A proposito di sicurezza, Samsung garantisce la protezione Knox sui suoi dispositivi e l'assicurazione FDIC fino a 1,5 milioni di dollari. La carta di debito, poi, non ha impressi in superficie il codice numerico, la data di scadenza e il CVV. Tutti questi dati sono disponibili all'interno dell'app protetta da PIN o sblocco tramite impronte digitali.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Immuni, i primi test pubblici dovrebbero iniziare tra pochi giorni

di HDblog.it

I test pubblici di Immuni, l'app italiana per le notifiche di esposizione legate alla COVID-19, dovrebbero iniziare entro questo venerdì o al massimo lunedì prossimo in Liguria, Abruzzo e Puglia. Lo dice il Corriere della Sera, che cita conferme dal Ministero della Salute di cui però non c'è alcuna traccia su fonti ufficiali, quindi è una notizia che va presa con un minimo di cautela. La notizia segue la pubblicazione di parte del codice sorgente negli scorsi giorni (a cui abbiamo dedicato una video anteprima per capire come funzionerà, a grandi linee).

L'obiettivo del governo è avviare la distribuzione a tutto il Paese entro la metà di giugno. È interessante osservare che appena qualche ora fa abbiamo appreso di una situazione analoga in Svizzera, che però è avanti di qualche giorno rispetto a noi. SwissCovid è infatti già disponibile per un numero limitato di persone, principalmente forze dell'ordine, personale sanitario e altri che svolgono lavori ad alto rischio di contagio. SwissCovid è la prima app al mondo che usa le API di Apple e Google, rilasciate su Android e iOS qualche giorno fa.

Stando a quanto hanno dichiarato Apple e Google, già 22 nazioni e alcuni Stati americani hanno chiesto l'accesso alle API per realizzare la loro app anti-pandemia. La Svizzera è stata la più solerte, dicevamo, e in seconda posizione potrebbe arrivare la Lettonia, con la sua app Apturi Covid (Stop Covid). Ma è facile assumere che nelle prossime settimane notizie di questo genere si propagheranno rapidamente.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 171 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Oppo accelera per il chip proprietario e tenta i talenti di MediaTek e Qualcomm

di HDblog.it

Già a febbraio vi avevamo parlato di come Oppo fosse determinata a sviluppare un processore proprietario: un'intenzione che assume sempre più i contorni della necessità, con la crescente tensione tra USA e Cina - ora esasperata dalla pandemia - e il ban a Huawei a segnare l'orizzonte. La preoccupazione di Oppo è quella di vedere il proprio business bloccato per via di una dipendenza dai produttori statunitensi, da cui vuole smarcarsi il più possibile. E resta valida anche l'intenzione originale, cioè quella di competere frontalmente con Huawei, Apple e Samsung, che già sviluppano chip proprietari.

Perciò sembra che Oppo nell'ultimo periodo abbia spinto sull'acceleratore, con l'intenzione di creare al più presto un team di esperti con sede a Shanghai: avrebbe così cominciato una campagna acquisti molto aggressiva, mettendo sotto contratto alcune figure chiave all'interno di MediaTek come l'ex direttore operativo Jeffrey Ju, con un passato anche in Xiaomi, e pare che nei prossimi mesi sia in arrivo un altro nome importante, sempre da MediaTek, sebbene l'identità al momento sia ancora sconosciuta.

Oppo si è poi aggiudicata vari ingegneri di UNISOC (che è il secondo produttore di chip mobile della Cina), e addirittura si sarebbe spinta a formulare offerte anche per alcuni talentuosi dipendenti di Qualcomm e HiSilicon. D'altra parte, a capo dell'Oppo TMG Technical Committee e anche della piattaforma di sviluppo del chip proprietario sappiamo c'è Chan Yen, che in passato ha lavorato come Technical Director proprio per Qualcomm.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Immuni, i primi test pubblici dovrebbero iniziare tra pochi giorni

di HDblog.it

I test pubblici di Immuni, l'app italiana per le notifiche di esposizione legate alla COVID-19, dovrebbero iniziare entro questo venerdì o al massimo lunedì prossimo in Liguria, Abruzzo e Puglia. Lo dice il Corriere della Sera, che cita conferme dal Ministero della Salute di cui però non c'è alcuna traccia su fonti ufficiali, quindi è una notizia che va presa con un minimo di cautela. La notizia segue la pubblicazione di parte del codice sorgente negli scorsi giorni (a cui abbiamo dedicato una video anteprima per capire come funzionerà, a grandi linee).

L'obiettivo del governo è avviare la distribuzione a tutto il Paese entro la metà di giugno. È interessante osservare che appena qualche ora fa abbiamo appreso di una situazione analoga in Svizzera, che però è avanti di qualche giorno rispetto a noi. SwissCovid è infatti già disponibile per un numero limitato di persone, principalmente forze dell'ordine, personale sanitario e altri che svolgono lavori ad alto rischio di contagio. SwissCovid è la prima app al mondo che usa le API di Apple e Google, rilasciate su Android e iOS qualche giorno fa.

Stando a quanto hanno dichiarato Apple e Google, già 22 nazioni e alcuni Stati americani hanno chiesto l'accesso alle API per realizzare la loro app anti-pandemia. La Svizzera è stata la più solerte, dicevamo, e in seconda posizione potrebbe arrivare la Lettonia, con la sua app Apturi Covid (Stop Covid). Ma è facile assumere che nelle prossime settimane notizie di questo genere si propagheranno rapidamente.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Smartwatch o smartband Huawei o HONOR? Scaricate e installate subito gli HMS 4.0

di Irven Zanolla

Ecco come scaricare e installare gli HMS 4.0 (Huawei Mobile Services) per usare smartband e smartwatch di Huawei e HONOR con Huawei Health.

L'articolo Smartwatch o smartband Huawei o HONOR? Scaricate e installate subito gli HMS 4.0 proviene da TuttoAndroid.

Smartwatch o smartband Huawei o HONOR? Scaricate e installate subito gli HMS 4.0

di Marco Grasso
Ecco come scaricare e installare gli HMS 4.0 (Huawei Mobile Services) per usare smartband e smartwatch di Huawei e HONOR con Huawei Health.

Xiaomi: addio agli smartphone 4G dal 2021, al via lo studio del 6G

di HDblog.it

Xiaomi smetterà di produrre smartphone 4G entro la fine dell'anno: il 5G è il presente e il futuro immediato dell'azienda, che sta però già lavorando sul 6G. Lei Jun, co-fondatore e CEO di Xiaomi, in una recente intervista rilasciata alla testata cinese Xinhua ha rivelato alcuni dei piani e delle prospettive del colosso cinese, e ha parlato delle difficoltà incontrate a causa della pandemia.

L'opinione di Lei Jun è condivisa da molti nel settore: il 5G è destinato a segnare un importante balzo tecnologico, aprendo la strada a cloud gaming, videoconferenze in 4K e 8K, integrando e migliorando sensibilmente i sistemi di guida autonoma, e sviluppando l'anticipato Internet delle Cose, con sempre più dispositivi intelligenti e connessi capaci di comunicare tra di loro.

Per quanto riguarda l'impatto dell'emergenza sanitaria, sappiamo che Xiaomi nonostante tutto se l'è cavata bene, e ha chiuso il primo quarto del 2020 in crescita: il CEO ha comunque parlato di un grave contraccolpo sulla catena di approvvigionamento dell'azienda, che è rimasta a corto di smartphone 5G nei magazzini. Una problematica che Xiaomi ha affrontato sovvenzionando i produttori per 250 milioni di Yuan, al fine di aumentare la produzione di dispositivi 5G: il piano, infatti, è di interrompere la produzione di smartphone 4G entro la fine del 2020. E nel frattempo si è già cominciata la fase di pre-ricerca sul 6G e sulla tecnologia internet via satellite.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Netflix: si potrà vedere un episodio offline anche se il download non è finito | Rumor

di HDblog.it

Netflix potrebbe presto consentire la visione dei contenuti offline anche se solo parzialmente scaricati. La novità sarebbe attualmente in fase di sviluppo, come evidenziato da un teardown dell'app Android in versione 7.58.0 realizzato da XDA.

L'analisi dell'APK ha confermato la presenza di stringhe di codice che fanno riferimento a questa funzione:

  • È necessario scaricare un po' di più per continuare a guardare, oppure si può guardare quello che si è già scaricato dall'inizio.
  • Siete arrivati alla fine di ciò che è stato scaricato finora. Si prega di connettersi a internet per continuare a guardare.
  • È necessario scaricare un po' di più per iniziare a guardare.

La possibilità di effettuare il download dei contenuti è stata introdotta nel novembre 2016, e successivamente è stata rilasciata anche la funzione Smart Download (prima su Android e poi su iOS) che permette di eliminare gli episodi scaricati e già visti, avviando automaticamente il download di quello successivo.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 429 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google, in estate riapertura degli uffici e bonus di 1000$ per lo smart working

di HDblog.it

Anche Google inizia a pensare alla riapertura dei propri uffici: in una mail mandata a tutti i dipendenti, l'amministratore delegato Sundar Pichai dice che il processo sarà graduale e a più fasi, tenendo conto delle necessità sia degli individui sia dei team. La data fatidica è il 6 luglio: se le condizioni lo permetteranno, inizieranno a riaprire gli uffici in più città.

Inizialmente si procederà a rotazione: ognuno potrà andare in ufficio un giorno ogni paio di settimane, in modo da rimanere intorno al 10% della capienza degli edifici. Saranno implementate rigorose misure per prevenire i contagi, dal punto di vista del distanziamento sociale e della sanificazione degli ambienti. La fase due partirà a settembre, con l'obiettivo di raggiungere il 30% della capienza degli edifici - sempre naturalmente che le condizioni lo consentano.

Molte aziende, come Facebook, Square e Twitter, hanno detto che i dipendenti che lo desiderano potranno lavorare da casa per sempre; altre hanno tenuto un approccio più cauto, come Microsoft. Google per ora non si sbilancia ma sembra propendere più per quest'ultima linea di pensiero. "Alcune delle nostre più grandi innovazioni sono il risultato di incontri fortuiti in ufficio", dice Pichai. Per il momento si continueranno a studiare tutti i dati e i feedback ricevuti dai dipendenti cercando di mantenere una mentalità aperta, con la speranza di fornire più flessibilità senza conseguenze negative. Detto questo, ogni Googler riceverà 1.000 dollari (o l'equivalente nel resto del mondo) destinati all'acquisto di equipaggiamento per il lavoro da casa.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 171 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Wallace e Gromit, in arrivo su iOS e Android con The Big Fix Up, un gioco AR

di HDblog.it

Wallace e Gromit, i protagonisti della nota serie animata inglese creata da Nick Park della Aardman Animations, arriveranno su iOS e Android con un gioco mobile in Realtà Aumentata

Wallace e Gromit: The Big Fix Up sarà un'esperienza AR basata sul comparto narrativo e ambientata nella città di Bristol dove si interagirà con l'ambiente e i personaggi del franchise. Il progetto nasce dalla collaborazione tra lo studio di animazione Aardman, Fictioneers e alcune società creative tra cui Potato, Sugar Creative e Tiny Rebel Games, con il supporto dell'Università del South Wales.


Il medio gamma Huawei per eccellenza? Huawei P Smart Z, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 171 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

❌