Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Consigli per stare correttamente davanti al computer

di Aggregator

Uno dei problemi principali di qualiasi utente informatico è come aumentare l’operatività alla propria postazione di lavoro. Esistono ovviamente delle accortezze da prendere, come la postura, una corretta posizione di mouse e tastiera, l’angolatura del monitor, l’illuminazione e quant’altro. Vediamo insieme quindi quali sono le principali linee guida da prendere in seria considerazione per la vostra salute per un vostra piacevole permanenza davanti al computer.

[adv1]

Prima di posizionare corretamente il vostro computer e la tastiera, è importante che voi siate seduti correttamente. Il primo è di stare con la schiena ben dritta con i gomiti in posizione retta. Il secondo è di dotarsi di una sedia comoda, possibilmente girevole e munita di rotelle, in modo da potervi muovere e posizionarvi in modo corretto alla scrivania.

Fonte

LinkedIn raggiunge i 100 milioni di utenti

di Aggregator

Il social network professionale LinkedIn ha annunciato di aver tagliato il traguardo dei 100 milioni di utenti registrati. Fondata nel dicembre 2002 e lanciata nel maggio 2003 (il più popolare Facebook verrà lanciato quasi un anno dopo, nel febbraio del 2004), LinkedIn ha assistito ad una consistente crescita nel corso dell’ultimo periodo.

[adv1]

Attualmente il social network dedicato ai professionisti viene utilizzato in oltre 200 paesi. 44 milioni di utenti provengono dagli Stati Uniti d’America, mentre i restanti 56 milioni sono sparsi attorno al mondo. La maggior crescita si sta verificando proprio nel panorama internazionale: su base annua sono gli utenti brasiliani a crescere in maggiori misura, quadruplicando (+428%) rispetto all’anno precedente. A seguire in classifica vi sono il Messico, l’India e la Francia. Complessivamente si conta un nuovo utente LinkedIn ogni secondo.

Fonte

Consigli e accorgimenti per acquistare su eBay

di Aggregator

Tutti conosciamo eBay, il sito per comprare e vendere on-line più famoso al mondo. Tutti abbiamo comprato qualcosa da eBay, o conosciamo qualcuno che l’abbia fatto. Ovviamente con un gran risparmio se si è stati bravi a fare un ottimo affare. Purtroppo però non sempre sentiamo grandi storie gradevoli su chi frequenta eBay, tra i truffatori e chi vende merce contraffatta verrebbe quasi da smettere di frequentare eBay. Ma forse bastano un po’ si semplici accorgimenti per non incappare in qualche strana situazione.

Feedback

Il punteggio di feedback di un utente non è nient’altro che la percentuale di persone soddisfatte che ha trattato con quell’utente su tutta la totalità di persone. Spiegato così sembra un ottimo strumento per non farsi fregare, ma nel tempo molti furbetti sono riusciti ad arginare il problema. Come? Semplice, creandosi dei feedback ad-hoc.

[adv1]

La procedura che seguono è molto semplice, prima comprano un diverso numero di oggetti di pochissimo valore, in modo da avere un feedback positivo su un consistente numero di oggetti, poi passano alla loro truffa, vendendo oggetti inesistenti utilizzando il vecchio trucco di una svendita incredibile, o chissà quale prezzo stracciato su oggetti di diverse migliaia di euro. Il consiglio è non sono di guardare la percentuale di feedback positivi, ma anche come questi sono stati ottenuti e in che tempistiche.

Pagamenti

eBay offre ormai da diverso tempo la protezione integrale sui pagamenti grazie a PayPal. Purtroppo però i pagamenti tramite PayPal impongono delle percentuali ai venditori, le quali si vanno ad aggiungere alle percentuali di eBay. Per questo può sembrare sconveniente, ma la realtà è che, chi gioca troppo spesso con questo dato di fatto, potrebbe non avere buone intenzioni in caso di controversia. Consiglio? Trovate chi vende il vostro oggetto dei desideri con PayPal, anche se costa qualche euro in più. Nel caso di una controversia avrete un alleato potente come PayPal nelle vostre fila, potendo riavere indietro il vostro denaro.

Spedizioni

Cercate di non risparmiare sulle spedizioni, chiedete anzi di voler spedizioni diverse da quelle indicate se possibile. Ovviamente dipende dal valore dell’oggetto, ma preferite i servizi top di gamma di Poste Italiane, o un qualsiasi altro corriere espresso. Fate in modo che la spedizione sia tracciabile e assicurata. A proposito dell’assicurazione che offre Poste Italiane, non è da intendersi come un risarcimento se il pacco viene smarrito, ma viene applicata una franchigia pari al 10% del valore dichiarato, per un minimo di 26,00€ solo se il pacco viene danneggiato durante il trasporto.

Fonte

Statistiche su come vengono utilizzati i cellulari nel mondo

di Aggregator

Ecco un’interessante infografica che raccoglie diverse informazioni riguardo l’utilizzo di cellulari e smartphone nel mondo, ormai elementi essenziali nella vita quotidiana.

I punti principali che vengono fuori da questa, sono:

• In tutto il mondo ci sono 4 miliardi di telefoni, tra cui 1.08 di questi sono smartphone;

• Nel 2014, l’utilizzo Internet mobile supererà quello desktop;

• 1/4 delle ricerche locali vengono effettuate da dispositivi mobili;

• L’86% degli utenti usano i loro dispositivi mobili mentre guardano la TV;

• Il 29% degli utenti sono disposti a utilizzare i coupon;

• Gli Americani spendono 2.7 ore nell’uso di s. network dai loro telefoni: più del doppio del tempo che si trascorre nel mangiare, e oltre 1/3 del tempo che si trascorre ogni giorno dormendo;

• Il 91% di accesso mobile a Internet è per l’utilizzo di social network (contro il 79% su PC);

• I telefoni sono usati per: giochi (61%), meteo (55%), mappe/ricerche (50%);

• Oltre 200 milioni di visualizzazioni al giorno da dispositivi mobili su YouTube.

[adv1]

Fonte

Servizio Report su Rai Tre: Il prodotto sei TU

di Aggregator

Condividi e connetti sono le parole del momento su tutte le piattaforme sociali: Facebook, Youtube, Twitter, Foursquare, LinkedIn… Ce ne sono ormai a decine e anche chi aveva delle remore si sta iscrivendo. Tra gli Italiani che vanno su internet, 1 su 2 usa Facebook e il suo fondatore Mark Zuckerberg a 26 anni si è fatto un gruzzolo di 7 miliardi di dollari. Anche Larry Page e Sergey Brin avevano 26 anni quando hanno fondato Google e oggi si son messi da parte 15 miliardi di dollari a testa.

E’ una nuova corsa all’oro nel Far West digitale. Milioni di Gigabytes delle nostre informazioni personali scalpitano per uscire dai corral delle fattorie di server californiane. I nostri nomi e cognomi, indirizzi, numero di cellulare, gusti, preferenze sessuali e d’acquisto, vogliono correre liberi nelle praterie della Rete dove i pubblicitari non vedono l’ora di prenderle al lazo e Facebook ha il compito di trattenerli. Ma ci riesce sempre? E Google, cosa sa di noi e cosa se ne fa delle informazioni che raccoglie?

Fonte

Video guida social network con geolocalizzazione Foursquare

di Aggregator

Foursquare è una piattaforma mobile basata sulla posizione che rende le città più facile da vivere e più interessante da esplorare. Facendo check-in tramite un’applicazione per smartphone o un SMS, gli utenti condividono la loro posizione fisica con gli amici e intanto raccolgono punti e collezionano badge virtuali.


Foursquare accompagna le esperienze del mondo reale consentendo agli utenti di annotare informazioni sui luoghi che vogliono visitare e far emergere suggerimenti utili sui luoghi nei dintorni.

[adv1]

Commercianti e marchi sfruttano la piattaforma di foursquare utilizzando un’ampia gamma di strumenti per acquisire, coinvolgere e fidelizzare i clienti e il pubblico.

Fonte

Recensione test e video Samsung Galaxy S 2

di Aggregator

Il nuovo Samsung Galaxy S II unisce potenza e qualità di materiali in un design incredibilmente sottile. Uno dei punti di forza di questo prodotto è soprattutto il processore dual core Tegra 2 di Nvidia da 1.2GHz e una GPU con la quale possiamo registrare e riprodurre video a 1080p a 30 fps. La memoria è abbondante: 1 GB di RAM e 16 o 32 GB di ROM espandibili tramite micro-SD fino a 32 GB. La fotocamera di 8 mpx con autofocus ci permette di scattare foto di grandi dimensioni e sempre nitide anche con luce bassa grazie al flash LED, inoltre possiamo registrare video in Full HD. Per la funzione videochiamata è stata implementata una piccola videocamera frontale da 2 mpx.
Il display è un Super AMOLED Plus con diagonale da 4.3 pollici e risoluzione di 800×480. Il nuovo schermo sviluppato da Samsung aumenta la nitidezza dell’immagine grazie al 50% in più di pixel per pollice (da 8 del Super AMOLED a 12 dell’AMOLED Plus).

Riguardo la connettività, il Samsung Galaxy S II non ci delude: il modulo Wi-fi è completo (a/b/g/n 802.11) e tramite lo stesso chip possiamo scambiare file alla velocità del Wi-fi anche se non siamo coperti da un punto di accesso wireless internet: è la tecnologia Wi-fi Direct. In più troviamo la funzione di condivisione di contenuti tramite DLNA 1.5. Naturalmente non poteva mancare il Bluetooth 3.0 e la porta mini USB 2.0. Il modulo HSDPA consente una velocità di navigazione fino a 21 Mbps in download e 5.6 Mbps in upload. Per completare il quadro, troviamo sensore di prossimità, luce ambientale, GPS, NFC, accelerometro, bussola magnetica e giroscopio. Insomma un’esperienza Android a 360°.
L’audio è abbastanza discreto e la compatibilità è massima, infatti possiamo riprodurre tutti i tipi di file audio (MP3, OGG, AAC, AAC+, eAAC+, AMR-NB, AMR-WB, WMA, WAV, MID, AC3, IMY, FLAC, XMF), il jack da 3.5 mm, infine, si trova nella parte superiore destra.

[adv1]

La batteria è molto capiente (1650mAh) e garantisce un’autonomia di parecchie ore. Tutto questo uno spessore di soli 8.49mm.

Fonte

Comparativa Smartphone Android a meno di 200 euro

di Aggregator

Comparativa di nove modelli di Smartphone Android, venduti a meno di 200 euro. I modelli in comparativa sono: Samsung Galaxy Next, LG Optimus Life e Chat, Sony Ericsson Xperia X10 Mini/Pro, Xperia X8, LG Optimus One, Motorola Dext e Huawei Ideos. Android è un sistema operativo per smartphone democratico. Dalle sue prime incarnazioni in modelli da centinaia di euro, ora è possibile acquistare un telefonino basato sull’OS Google a poco più di 100 euro. Con questi prezzi i produttori di cellulari normali, non smartphone, non hanno vita facile, poiché l’unica fascia di prezzo ancora appetibile è quella molto bassa, al di sotto dei 100 euro. Se potete spendere qualche decina di euro in più, un terminale Android è l’unica scelta consigliabile.

Qual è lo smartphone Android migliore a meno di 200 euro? In una valutazione generale, il Life e il One di LG sono i modelli che guadagnano più punti. Il Life è un terminale equilibrato per quanto concerne le caratteristiche fisiche. La fotocamera non è eccezionale, ma è alla pari con quella degli altri modelli, e Android è presente nella versione 2.2. Cosa più importante, il costo è di solo 150 euro, praticamente è il più economico di questa comparativa.

[adv1]

Optimus One offre 256 MB di memoria in più e gode di uno schermo più grande e risoluzione maggiore. Anche se il maggior quantitativo di memoria è comodo ma non incide troppo sull’uso quotidiano (a patto che si tengano sotto controllo le risorse), la risoluzione maggiore migliora l’ergonomia d’uso. Queste due caratteristiche incidono sul prezzo finale per circa 30 euro, un rincaro più che giustificato.

Fonte

Crea un Avatar in stile manga con: FaceYourManga

di Aggregator

FaceYourManga è uno strumento web gratuito con il quale chiunque può creare facilmente un Avatar in stile manga, da inserire nel profilo del social network e nel sito web. Per iniziare a creare il vostro personaggio dovrete accedere al sito mediante il link sottostante e cliccare su ”Crete!”,
Fonte

Calcola il prezzo di un oggetto in oro

di Aggregator

Se siete curiosi di conoscere il valore di una moneta d’oro, della vostra collana o del vostro bracciale potete affidarvi a questo sito web. GoldCalc è un’applicazione web che ci permette di calcolare il valore dei gioielli in oro. Per utilizzare questo calcolatore online e fare una stima finanziaria sul prezzo, è necessario indicare: il peso ( milligrammi, grammi, ecc.), la purezza del nostro oggetto (da 8 e 24 carati) ed in fine si cliccare sul pulsante Calculate Gold Scrap Value

[adv1]

Fonte

Differenza garanzia commerciale e garanzia legale

di Aggregator

La garanzia offerta dai produttori non è sempre di due anni. Cerchiamo di capire meglio la normativa europea. Quando acquistiamo un computer o un televisore ultimo modello, di norma pensiamo di poter godere di una garanzia di due anni e quindi di avere due anni di tranquillità – ferma restando la scocciatura di non poter usare il nostro amato acquisto per il periodo di tempo, più o meno lungo, necessario per l’eventuale riparazione. La realtà, però, è diversa. Molti produttori concedono due anni di garanzia, altri solo uno. Fra gli ultimi rientrano anche alcuni big del settore hi-tech, come Apple e Sony (che offre un solo anno sulla Playstation 3).

La garanzia detta convenzionale o commerciale viene solitamente offerta dal produttore del bene (negli esempi che abbiamo fatto, Apple e Sony), che s’impegna direttamente a riparare e/o sostituire il bene o suoi componenti entro un determinato periodo, purché i difetti non siano stati causati dalla condotta dell’acquirente (ad esempio perché ha fatto cadere la console oppure perché il telefono cellulare è caduto in acqua). Se il televisore di cui abbiamo detto cessa di funzionare o manifesta altre problematiche durante il periodo di validità della garanzia commerciale, allora il produttore provvederà, di norma, a ripararlo o sostituirlo. Anche un difetto sopravvenuto darà all’acquirente la possibilità di ottenere la riparazione o la sostituzione del bene acquistato (purché il guasto non sia stato una conseguenza di un uso scorretto da parte dell’acquirente stesso!).

[adv1]

Premesso che quando viene venduto un bene trova applicazione anche la disciplina del codice civile in tema di contratto di vendita, assume una fondamentale importanza, per i nostri scopi, la celebre garanzia biennale (spesso confusa con quella commerciale). Tale garanzia è quella oggi prevista dal Codice del consumo, che opera se il bene acquistato presenta un difetto di conformità.

Il difetto di conformità sussiste quando il bene non è conforme a quanto pattuito nel contratto di vendita. Tale difetto, però, deve sussistere ab origine: dunque, anche se il guasto si verifica successivamente, la causa del guasto non deve essere sopravvenuta. Come vedremo, provare che il difetto sia insito nel bene può essere però un compito molto arduo.

Fonte

Pagamenti tramite cellulare con Google Wallet e NFC

di Aggregator

Google prova a farsi spazio nel mondo dei pagamenti presentando Wallet, il proprio servizio di pagamenti basato su tecnologia NFC. In principio erano le banconote, poi venne la carta di credito. Ora è invece il momento di Google Wallet, forse. Google prova così a entrare nel segmento dei pagamenti, presentando in modo ufficiale Wallet, la propria tecnologia destinata a, secondo il colosso di Mountain View, rivoluzionare tale mondo.

[adv1]

Google Wallet è di fatto un servizio di pagamento che si basa sul sistema operativo mobile Android e la tecnologia wireless NFC (Near Field Communication): grazie ad alcuni accordi siglati con Citi e Mastercard, sarà così possible fare acquisti sfruttando il proprio telefono e senza altri componenti aggiuntivi.

Fonte

Confronto e caratteristiche di 12 modelli di tablet

di Aggregator

Da iPad a Xoom, da Galaxy Tab ad Archos 101. Tutti ne parlano, tutti li vogliono. Li abbiamo testati per misurarne prestazioni, capacità, autonomia. E abbiamo scoperto che finalmente iPad ha dei veri concorrenti
Si può davvero dire che l’Apple iPad va via come il pane: in un anno, ne sono stati venduti più di 15 milioni di esemplari. E il successo attira ovviamente i concorrenti: sono sempre di più i produttori che presentano nuovi tablet PC.

[adv1]

Ma sono davvero in grado di competere con l’indiscusso leader di mercato? Abbiamo provato dodici modelli, alcuni già presenti sul mercato italiano altri no, con prezzi a partire da meno di 200 euro: tra gli altri iPad di prima generazione con il nuovo sistema operativo iOS 4.2.1 e il Samsung Galaxy Tab, senza tralasciare le ultime novità come Motorola Xoom e Apple iPad 2.

Il primo posto della nostra classifica spetta al Samsung Galaxy Tab che, rispetto all’Apple iPad di prima generazione ha un display più piccolo, ma in compenso possiede una fotocamera più una videocamera, una memoria ampliabile ed è in grado di visualizzare le pagine Internet con tecnologia Flash. Se analizziamo i risultati dello scontro diretto tra la seconda generazione di iPad e il motorola Xoom, il tablet di Samsung è attualmente in grado di primeggiare anche su questi due agguerriti rivali. La prima posizione è stata conquistata anche grazie alle ottimizzazioni software che Samsung stessa ha apportato al sistema operativo Android mentre gli unici difetti che ci sentiamo di attribuire a questo prodotto sono quelli della necessità di utilizzare tasti fisici per muoversi fra i menu e la mancanza di un ampio parco connessioni.



Fonte

Guida Modem Router ADSL Alice Gate VoIP 2 Plus Wi-Fi

di Aggregator

Il modem di Alice fornito in comodato d’uso da Telecom ai suoi abbonati è sicuramente uno dei dispositivi di networking più diffusi nelle abitazioni. La prima installazione viene eseguita solitamente dal tecnico che si limita alla configurazione minima necessaria per accedere a Internet da un computer collegato via Ethernet.

Se, però, vogliamo sfruttarne tutte le funzionalità, come la condivisione di una stampante o l’apertura delle porte per utilizzare i programmi di file sharing, si dovrà provvedere da soli accedendo all’interfaccia Web del suo pannello di controllo. Abbiamo, così, deciso di realizzare una guida completa sull’ALICE GATE VOIP 2 PLUS WIFI che è attualmente il router più diffuso perché integra anche la funzionalità VoIP, necessaria per chi ha sottoscritto l’abbonamento Alice Casa.

[adv1]

Mostreremo come procedere alla prima installazione e daremo uno sguardo a tutte le funzionalità con informazioni chiare e precise per risolvere i problemi più comuni. In futuro ci riserveremo la possibilità di integrare questa guida col nuovo modello ADSL2+ Wi-Fi N.

Fonte

Scaricare il proprio profilo bacheca foto e messaggi da Facebook

di Aggregator

Sarà che ultimamente parliamo spesso di Facebook, fatto sta che ormai è la web application più utilizzata al mondo e non facciamo a meno, ogni giorno, di trovare nuove chicche che possano rendere più utile o più divertente il suo utilizzo. Ciò che vi indichiamo oggi può essere un modo di conservare i propri ricordi – anche se digitali – e riguardarseli in futuro. Vogliamo infatti mostrarvi come sia possibile con pochi click scaricare tutte le informazioni che avete lasciato su Facebook e salvarle sul proprio pc. In poche parole, come scaricare il vostro profilo integrale.

[adv1]

La procedura è molto semplice:
1- Entrate su Facebook e in alto a destra cliccate sul menu “Account”.
2- Scegliete la voce “Impostazioni Account”.
3- Tra le voci presenti nella pagina che vi apparirà, troverete “Scarica le tue informazioni”.
4- Cliccate su “Ulteriori informazioni” che si trova subito affianco.
5- Vi si presenterà dinanzi la pagina di download, concludete cliccando su “Scarica”
6- Otterrete così un file zip con un elementare e spartana rivisitazione in HTML del vostro profilo, con tanto di post, foto pubblicate, messaggi scambiati e via dicendo.

Fonte

Condividere le proprie casse audio all’interno della rete locale

di Aggregator

SpeakerShare permette di condividere le casse audio di una macchina all’interno della rete locale, così che tutti gli altri computer ne possano beneficiare. Immaginiamo il seguente scenario: in una abitazione, collegati alla medesima rete locale, si trovano tre macchine. Diciamo, per comodità, che si tratta di un PC fisso e di due portatili. Il fisso è collocato in soggiorno ed è, premessa importante, dotato di un impianto stereo, magari di alto livello.

Ora, nel caso in cui i due giovani desiderassero sentire della buona musica tramite l’impianto Hi-Fi, dovrebbero di volta in volta copiarsi i brani desiderati dai computer personali a quello fisso di famiglia. Ma non sarebbe molto più semplice se potessero trasmettere l’audio della loro macchina direttamente al PC fisso, rimanendo comodamente seduti in poltrona e gestendo la riproduzione dal computer portatile? E non sarebbe ancora più speciale se l’audio propagato da un PC fosse intercettabile da più computer, un po’ come una radio?

[adv1]

Bene: con SpeakerShare condividere le casse audio di una macchina all’interno della rete locale diventa possibile e, aggiungerei, anche di particolare semplicità. È una procedura un po’ macchinosa la prima volta, ma assolutamente automatica per le occasioni successive. Nota a margine, ma comunque significativa, è la compatibilità di cui vanta il software, estesa da Windows XP a Windows 7 ma anche al rivale Mac OS X.

Fonte

Regolare utilizzo PC dei bambini con Windows Live Family Safety

di Aggregator

Controllo genitori è una funzionalità inclusa in Windows 7 che permette di regolamentare la disponibilità del computer e dei vari programmi ai figli, arginando le distrazioni e l’accesso a contenuti inadatti. Con Windows Live Family Safety, un componente aggiuntivo gratuito, è invece possibile gestire con grande semplicità le attività on-line.

[adv1]

Tra social network, chat, giochi, media sempre più interattivi e alla portata di tutti, è possibile che un bambino, davanti a questa traboccante e variegata quanto attraente realtà, imbocchi strade sbagliate che lo portino, nelle migliori delle ipotesi, a distrarsi o eccedere con l’utilizzo del PC.

Ai genitori viene però incontro una funzionalità inclusa in Windows battezzata come Controllo genitori, tramite la quale regolare e monitorare l’utilizzo del PC del proprio figlio. Per attivare Controllo genitori dirigiamoci nel Pannello di Controllo, cliccando poi su Account e protezione famiglia, quindi su Controllo genitori

Fonte

I migliori servizi gratuiti di web hosting

di Aggregator

Nel mondo del web hosting gratuito, diverse sono le soluzioni offerte dalle società del settore. Vediamo quali sono le migliori. Il punto nevralgico per la realizzazione di un buon sito Internet è la scelta di un servizio di web hosting adeguato alle proprie necessità. Sul mercato sono presenti diverse offerte, soprattutto a pagamento, ma il problema principale è che molto spesso, almeno agli inizi, gli appassionati non sono disposti o comunque non hanno la disponibilità economica per affrontare la spesa. La scelta dunque ricade sempre più spesso sui servizi di web hosting gratuito, che possono offrire ai webmaster in erba caratteristiche adeguate alle loro esigenze, senza dover spendere alcunché.

Netsons è una società italiana che ha a catalogo di diverse soluzioni per l’hosting web, tra cui un servizio gratuito base che offre diverse caratteristiche molto interessanti:

Un dominio di terzo livello (tuonome.netsons.org)
500 MB di spazio web
1 account FTP, 1 account e-mail@tuonome.netsons.org (con accesso webmail ed antispam inclusi) ed 1 database MySQL
Pannello di amministrazione cPanel (di cui potete trovare una demo qui, se richiede i dati di accesso sono nome utente: demo, password: demo)
Pannello di amministrazione dei database con phpMyAdmin
Supporto a PHP 5
Pannello Installatron per l’installazione automatica di oltre 150 CMS sul proprio sito web
Backup automatici settimanali

Tutte queste funzionalità possono essere incrementate attraverso un sistema di crediti: inizialmente ne vengono forniti 300, che possono essere aumentati pagando una quota, attraverso carta di credito o bonifico bancario. Successivamente, possono essere utilizzati per accrescere le potenzialità del proprio piano di hosting: ad esempio, con 100 crediti mensili possono essere aggiunti 10 account FTP, oppure con 200 10 account e-mail, e via dicendo.

Bisogna però specificare che è obbligatorio inserire dei banner pubblicitari nelle pagine del proprio sito web.

[adv1]

AlterVista nasce con lo scopo di offrire una casa nella grande rete dove pubblicare i propri contenuti: a costo zero e con la possibilità di guadagnare, grazie alla pubblicità, con il proprio traffico web, ed è attualmente uno dei più utilizzati in Italia. Offre diverse caratteristiche di base, tra cui:

Un dominio di terzo livello (tuonome.altervista.org) ed infiniti di quarto livello (tuonome.terzolivello.altervista.org)
1 alias mail@tuonome.altervista.org, 1 account FTP ed 1 database MySQL
Pannello di gestione dei database phpMyAdmin
Supporto a PHP 5
Pannello di amministrazione AlterVista per la gestione dei file, dei database MySQL e di altro
Pannello Applicazioni per l’installazione automatica di applicativi web (WordPress, Joomla, phpBB, ZenPhoto e Drupal)

AlterVista utilizza un sistema di crediti (AlterCents) per l’ampliamento delle funzionalità dell’hosting. Inizialmente ne vengono forniti 250, ma grazie alle pubblicità opzionali inseribili nel proprio sito, o a versamenti tramite carta di credito, possono essere aumentati. Inoltre offre la possibilità di acquistare, sempre con questi crediti, anche domini di secondo e terzo livello.

I backup automatici giornalieri, settimanali o mensili, sono disponibili al costo di 2 AlterCents l’uno.

Fonte

Google+ funzionalità e curiosità del nuovo social network

di Aggregator

A pochi giorni dalla presentazione del nuovo social network firmato Google andiamo ad analizzarne le principali caratteristiche. Una serie di importanti funzionalità rendono Google+ uno strumento interessante, che richiede però una partecipazione da parte dell’utente finale.

Google, con lo sviluppo del proprio servizio, ha deciso di puntare in modo chiaro e diretto sulle funzionalità piuttosto che sull’esperienza di utilizzo: a partire dal processo evolutivo dei due competitor, secondo quanto riporta la stessa azienda, Google+ prende gli errori e gli elementi critici al fine di ottimizzare l’utilizzo del social network.

Per farlo Google si è affidata ad alcune funzionalità che riportiamo a seguire:

+ Circles (cerchie) – permette di distinguere i propri amici. Differenziare i propri amici, non accomunandoli l’uno all’altro ma con la possibilità di impostare diversi ambiti di appartenza è l’obbiettivo di tale funzione. Ecco allora che sarà possibile catalogare amici sotto la rete lavorativa, oppure sotto la sfera familiare. Il riferimento ai servizi di social network già esistenti è evidente nelle stesse parole riportate da Google per cui Il problema è che gli attuali servizi online trasformano l’amicizia in un supermercato: prendono le persone e ci appiccicano sopra l’etichetta amico. E la condivisione ne risente.

+ Sparks (spunti) – sfruttando le ricerche fatte e i vostri propri interessi Google fornirà contenuti inerenti e aggiornati direttamente dal web. Una funzione che sembra essere un crocevia tra Google News e Google Reader, servizi da tempo attivi e ampiamente sfruttati.

[adv1]

+ Hangouts (videoritrovi) – permette di impostare la possibilità di essere contattato. Quel concetto di vedersi con gli amici che per molti è ancora il semplice andare al bar viene preso da Google e portato all’interno del social network. In questo caso, la funzione sembra essere una convergenza del client Skype con Chatroulette.

+ Mobile – questa particolare funzionalità strizza l’occhio ai dispositivi mobile, elemento oramai sempre più protagonista nella fruizione di contenuti e per la fruizione dei social network. Google non si ferma alla sola possibilità di ottimizzare i contenuti per dispositivi mobile ma anche di sfruttare le potenzialità di questi elementi: ecco allora un completo supporto per GPS, fotocamera e mesaggi.

Fonte

Recensione benchmark e test SSD Crucial M4 128 GB

di Aggregator

Il passaggio da un hard disk tradizionale meccanico a un disco allo stato solido è significativo sotto tutti i punti di vista, avvio del sistema in pochi secondi, apertura istantanea delle applicazioni e velocità non solo sulla carta ma tangibile proprio nell’uso pratico. Anche la durata dei dischi è migliorata tantissimo dai primi esemplari: TRIM, garbage collection e altre ottimizzazioni automatiche del sistema operativo rendono gli SSD maturi per il mercato consumer. Quello che ancora non è allineato ai classici dischi meccanici è sicuramente il prezzo per GB. Allo stato attuale il miglior SSD rapporto prezzo/prestazioni/capacità è sicuramente il Crucial M4 nel taglio da 128 GB che può contenere benissimo il sistema operativo e tutti i programmi di uso comune. Ovviamente l’ideale è sempre affiancare al proprio SSD i soliti hard disk con una capacità adeguata allo storage di cui abbiamo bisogno.


Crucial M4 128 GB
PN: CT128M4SSD2
NAND: Micron® MLC 25 nm
Controller: Marvell 9174
Transfer Rate: 6Gb/sec (compatible 3Gb/sec)
Average Access Time:

Nel grafico sopra è possibile vedere la velocità di avvio del sistema operativo, mentre nel grafico sotto un classico esempio di apertura di un’immagine molto pesante con Photoshop:

Fonte

❌