Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Elenco delle migliori applicazioni Android

di Aggregator

In questa pagina vengono raccolte tutte le migliori applicazioni per Android testate e perfettamente funzionanti, cliccando sul nome dell’applicazione è possibile leggere una breve recensione, visualizzare gli screenshot di anteprima e scaricarla direttamente sul proprio cellulare Android.

[adv1]

  • Clean Master Speed Booster : Applicazione con grafica molto curata che facilita la rimozione automatica della cache e tante altre funzioni ultili per alleggerire il sistema.
  • Rai TV : Consente di vedere i canali RAI in diretta direttamente dal proprio tablet o smartphone
  • VLC for Android Beta : Indispensabile lettore che come su pc legge qualsiasi formato anche su Android
  • AnTuTu Benchmark : Questa applicazione può risultare utile per mettere sotto stress il proprio dispositivo per mettere in luce eventuali difetti.
  • Android Device Manager : Consente di localizzare da remoto ed eventualmente cancellare la memoria dei propri dispositivi associati all’account Google.
  • SamyGo Remote : Telecomando remoto per televisori Samsung.
  • App del Giorno – 100% Gratis : Ogni giorno propone un’applicazione a pagamento da scaricare gratis.
  • Multitasking : Con questa applicazione è possibile aprire più applicazioni nella stessa schermata all’interno di popup
  • AppGratis – Cool apps for free : Ogni giorno propone un’applicazione a pagamento da scaricare gratis.
  • VideoMediaset : Consente di rivedere alcuni video e puntate di trasmissioni mediaset.
  • Fing – Network Tools : Analizza la propria rete fornendo l’elenco dei dispositivi attualmente connessi e altre informazioni utili.
  • Framelapse – Time Lapse Camera : Applicazione gratuita per realizzare video in Time Lapse che si caratterizza per essere molto semplice e intuitiva.
  • Runtastic Heart Rate : Appoggiando il dito alla fotocamera con flash led è in grado di monitorare il battito cardiaco.
  • Barcode Scanner : Scanner per i codici QR delle varie applicazioni
  • Microsoft Office Mobile : Versione gratuita di Microsoft Office per Android
  • Wifi Tethering Widget : Widget che consente di attivare/disattivare velocemente il proprio hotspot wifi in tethering.
  • Percentage Calculator : Utile per calcolare subito percentuali di sconti e iva.
  • Twonky Beam : Applicazione molto pratica per visualizzare velocemente foto e video su tv e dispositivi che supportano DLNA, permette anche lo streaming diretto da Youtube.
  • Asphalt 8: Airborne : Grafica molto curata e gameplay arcade coinvolgente che ti spinge a portare a termine tutte le gare
  • tinyCam Monitor FREE : Una delle applicazioni più complete per il monitoraggio video compatibile con tantissime videocamere e IPcam
  • Cloud Print : Dopo aver associato una stampante al servizio consente di stampare in mobilità mantenendo la coda di stampa in rete
  • Italian Blackjack : Gioco di carte tradizionale sette e mezzo che consente anche di giocare in multiplayer
  • Apex Launcher : Launcher alternativo molto leggero e veloce con tante opzioni e configurazioni per personalizzare come si preferisce le schermate gli effetti e le icone
  • The Simpsons™: Tapped Out : Gioco con dettagli molto curati e ripresi con fedeltà dal popolare cartone animato.
  • Walk Band: Piano,Guitar,Drum.. : Pianoforte realistico con possibilità di inserire un accompagnamento
  • Crucidroid Free – Crosswords : Tanti cruciverba divisi per difficoltà
  • MONOPOLY : Il classico gioco da tavolo per tablet
  • My Guitar : Riproduce le corde di una chitarra a schermo con la possibilità di variare il tipo di suono.
  • Cocktail Flow – Drink Recipes : E’ possibile ricavare cocktails a partire dagli ingredienti o viceversa il tutto con una grafica molto ben realizzata.
  • Splashtop 2 Remote Desktop : Consente di comandare pc a distanza e funziona perfettamente con l’interfaccia touch di windows 8 integrando tutte le gesture.
  • DJ Studio 5 – Free music mixer : Lettore mp3 che permette di mixare due brani con una grafica che riproduce due giradischi con i vinili.
  • Flipboard: Your News Magazine : Grazie a questa applicazione è possibile consultare più social network tutti insieme con un’ottima interfaccia
  • feedly : Lettore rss feed molto valido e con una buona interfaccia che permette di sfogliare velocemente i vari siti inseriti
  • TV Guide Italy FREE : Guida TV aggiornata e completa ma allo stesso tempo leggera come applicazione.
  • Prezzi Benzina : Trova i distributori nelle vicinanze con il prezzo più basso
  • Shopfully – Weekly Ads & Deals : Tutti i volantini e offerte raccolti in base alle categorie dei prodotti.
  • Video Editor : Editor video che consente di unire video e altre opzioni utili
  • Star Chart : Mappa stellare con realtà aumentata
  • MyFuelLog : Memorizza i rifornimenti e la manutenzione dell’auto calcolando statistiche automatiche con costi e consumi
  • SwiftKey Keyboard + Emoji : Tastiera che permette di scrivere molto velocemente prevedendo la parola successiva
  • SMS Text Messaging Texting SMS : Se installata sul telefono sincronizza gli SMS anche su tablet e permette anche di rispondere direttamente senza bisogno della sim nel tablet
  • Battery Widget Reborn (BETA) : Widget circolare in stile Holo per monitorare il consumo di batteria
  • Active Apps Ads / Task Manager : Widget che permette di monitorare le applicazioni attive
  • WIFI Signal Strength : Widget per monitorare la potenza del segnale wifi
  • Network Signal Strength : Widget per monitorare la potenza del segnale 3G
  • Easy Clock Widget Lite : Widget orologio molto essenziale in stile holo
  • WiZZ Widget : Widget trasparente per mostrare calendario e agenda
  • Aix Weather Widget : Widget meteo che visualizza un grafico delle ultime 24ore
  • Mini Info+ System Widget App : Widget minimale che mostra uso cpu, ram e spazio di archiviazione
  • Battery HD : Widget HD che mostra la carica della batteria
  • HD Widgets : Widget per meteo e orologio in HD consigliato per i tablet
  • World of Goo : Gioco dell’anno per design e gameplay
  • Cut the Rope: Experiments FREE : Seguito del famoso Cut the Rope
  • Chrome Browser – Google : Chrome in versione ottimizzata per android
  • TripAdvisor Hotels Flights : Applicazione con tantissime recensioni di hotel e ristoranti
  • Touchnote Postcards : Permette di inviare vere cartoline stampando le proprie foto
  • Widgetsoid : Widget molto personalizzabile per attivare/disattivare opzioni velocemente
  • WPS: #1 FREE Mobile Office App : Programma essenziale per leggere i documenti di office
  • My Tracks : Registra la strada fatta col GPS per poi avere traccia dei percorsi nelle mappe di Google con i tempi di percorrenza e velocità.
  • GPS Test : Utile per testare il fix del GPS e il numero di satelliti che aggancia.
  • PagineGialle : PagineGialle ottimizzate per Android
  • Wikipedia : Applicazione ufficiale di Wikipedia per Android
  • Worldscope Webcams : Webcam in tempo reale da tutto il mondo
  • APN Italy : Applicazione molto pratica per impostare i parametri corretti per mms e internet a seconda del proprio operatore
  • TrovaPrezzi prezzi e shopping : Comparatore di prezzi a portata di mano.
  • Angry Birds Space : Angry Birds ambientato nello spazio in assenza di gravità
  • Shield Attack : Consente di usare il telefono come controller per giocare direttamente sulo schermo del pc
  • Facebook Messenger : Sistema di messaggistica studiato appositamente per Facebook
  • X-plore File Manager : Il miglior file manager per android, permette anche di accedere a pc in rete, ftp e servizi cloud
  • Instagram : Applicazione ufficiale Instagram per Android
  • PagineBianche : Utile per cercare l’intestatario di un numero telefonico
  • Alive Video Wallpaper : Permette di impostare uno sfondo live scegliendo da una lista di video
  • Paper Camera : Aggiunge effetti stile disegno a foto e video
  • Pinball Arcade : Il miglior flipper per Android che riprende la struttura dei veri flipper in 3D
  • Naval Clash Battleship : La migliore battaglia navale per Android che consente di giocare anche con amici tramite bluetooth
  • QR Droid Code Scanner : Scanner per codici QR con funzioni di condivisione anche per generarli
  • Train Crisis HD : Gioco con grafica molto curata che consente di guidare diversi treni facendo attenzione a non deragliare
  • Sprinkle : Gioco molto simpatico per aspiranti pompieri
  • Pixlr-o-matic : Buona alternativa a Instagram per Android per aggiungere effetti particolari alle foto
  • AndroZip™ FREE File Manager : Decomprime tutti i files in formato compresso
  • Fancy Widgets : Ottimo widget per visualizzare orologio e meteo con lo stile che si vuole ispirato all’interfaccia HTC Sense
  • CamScanner -Phone PDF Creator : Consente di usare la fotocamera come uno scanner per generare pdf
  • Trains Timetable Italy : Utile per consultare gli orari dei treni, acquistare il biglietto, vedere il binario e i ritardi del treno
  • Candle : Ottima imitazione di una candela
  • Virtual Zippo® Lighter : Ottima imitazione di un accendino
  • Wikitude : Browser tramite fotocamera che fa vedere cosa ci circonda utilizzando wikipedia
  • TeamViewer for Remote Control : Ottimo programma per controllare il proprio pc a distanza
  • Sound Meter : Misura di decibel dei suoni che ci circondano
  • Smart Measure : Applicazione per misurare le distanze usando la fotocamera come mirino
  • WiFi Finder : Motore di ricerca e mappa hotspot wireless gratuiti
  • Barzellette : Tantissime barzellette a portata di cellulare
  • My Beach HD : Screensaver animato ben fatto
  • AirAttack HD : Gioco di aerei con visuale dall’alto
  • ConvertPad – Unit Converter : Applicazione molto completa per qualsiasi tipo di conversione di unità
  • RunKeeper – GPS Track Run Walk : Una delle migliori per monitorare la propria attività fisica
  • Stopwatch All in 1 : Semplice cronometro e timer
  • PicSay Pro – Photo Editor : Ottimo editor di immagini con effetti molto belli
  • Scopa : Grafica ben fatta per uno dei giochi di carte più tradizionali
  • Apparatus : Più che un semplice gioco: un piccolo capolavoro di fisica e ingegno
  • 3G Watchdog – Data Usage : Semplice applicazione per monitorare il consumo di traffico internet relativo al proprio piano telefonico, indispensabile per regolarsi in caso di soglie limite.
  • TouchRetouch Free : Rimuove oggetti indesiderati dalle proprie foto effettuando una ricostruzione dello sfondo
  • Q Traffic : Semplice applicazione per monitorare il traffico stradale
  • Freesmee : La migliore applicazione per inviare sms gratuiti
  • Car Locator : Molto comoda per salvare la posizione gps e poi ritrovarla con un simpatico radar
  • Google+ : Applicazione del nuovo social network di Google, molto efficace e pratica
  • Unified Remote Full : Sicuramente il programma più completo per usare il telefono come un telecomando per il PC
  • App Backup & Restore : Applicazione molto semplice e veloce che permette di salvare per poi ripristinare tutte le applicazioni installate.
  • Timeriffic : Applicazione indispensabile che permette di impostare automaticamente il volume della suoneria e altri parametri come wifi e modalità offline a seconda dell’orario
  • QuickPic : Galleria immagini molto essenziale e veloce
  • ilMeteo Weather : Uno dei programmi per il meteo più completi
  • GO Launcher EX -Most Installed : Launcher alternativo a quello predefinito di android che permette di impostare diverse icone e stili
  • WhatsApp Messenger : Consente di inviare messaggi tramite internet agli altri utenti che usano la stessa applicazione
  • Evernote : Uno dei programmi più completi per segnarsi note e sincronizzarle con diversi dispositivi
  • Handcent SMS Italian Language
  • Handcent SMS : Alternativa alla gestione predefinita dei messaggi con diverse interfacce e funzioni che consentono l’invio di sms a gruppi o programmati a una tale ora
  • aTilt 3D Labyrinth Free : Un classico per tutti i telefoni con accellerometro, ora anche in 3D
  • Glow Hockey : Gioco Air Hockey
  • Angry Birds Seasons : Seguito del famoso Angry Birds basato sulle stagioni
  • Google Gesture Search : Ottima applicazione per cercare velocemente scrivendo a mano
  • Google Drive : Applicazione che permette di creare e modificare documenti online
  • Foursquare : Per condividere la propria posizione con gli amici e ricevere consigli sui posti che ci circondano
  • Paint : Semplice programma comodo per prendere qualche appunto scrivendo a mano libera
  • Google Translate : Ottimo traduttore che si integra con le funzioni vocali
  • vRecorder : Ottimo registratore vocale sia per i promemoria che per le telefonate
  • GPS Navigation & Maps Sygic : Navigatore che si distingue per la grafica 3D molto curata sopratutto per monumenti ed edifici famosi
  • AppBrain App Market : Applicazione molto comoda per sincronizzare le applicazioni e ottenere una lista per condividerle
  • Skype – free IM & video calls : Versione mobile del celebre programma VOIP
  • SoundHound : Applicazione per riconoscere le canzoni anche se cantate o fischiate
  • Dropbox : Indispensabile per sincronizzare files tra vari pc e smartphone
  • SMS Backup + : Ottima per salvare gli sms su Gmail
  • Twitter : Funziona bene ed è ben integrata con il sistema delle notifiche di Android
  • Opera browser for Android : Sicuramente il browser più veloce e comodo anche se quello di android è più completo
  • Google Goggles : Riconosce attraverso la fotocamera monumenti e persone famose, scannerizza anche testo e codici
  • CSBFake Call/SMS/Battery : Manda sms e chiamate fasulle, utile per svincolarsi da situazioni spiacevoli
  • FatBooth : Ingrassa le persone nelle foto
  • FaceGoo Lite : Storpia i visi delle persone nelle foto
  • Maps : Integra streetview e le funzioni di navigazione con comandi vocali
  • Clinometer + bubble level : La migliore livella in circolazione
  • Speedtest.net : Test di velocità della rete
  • Wifi Analyzer : Analizza la potenza del segnale wifi
  • Shazam : Riconosce le canzoni famose
  • BatteryLife : Widget che mostra il consumo della batteria
  • Angry Birds : Gioco molto divertente come gameplay
  • Androidify : Crea avatar stile android
  • Aquarium Free Live Wallpaper : Il miglior sfondo animato con l’acquario
  • Sky Map : Mappa delle stelle
  • eBay : Integra anche il sistema di notifica per le aste
  • Adobe Reader : Acrobat Reader per Android
  • Facebook : Facebook per Android
  • Adobe Flash Player 11 : Flash player per Android
  • APN OnOff : Widget ottimo per attivare e disattivare gli APN
  • TeslaLED Flashlight : Torcia led semplice ma completa con diverse opzioni disponibili
  • Gmail : Ottima versione di Gmail per Android perfettamente integrata e sincronizzata
  • Street View on Google Maps : Street View per Android permette anche la navigazione vedendo le immagini delle strade
  • YouTube : Youtube in versione ottimizzata per cellulare
  • Google Earth : Google Earth per cellulare

Fonte

Diretta TV Canale 5, Italia 1, RAI, DMAX e altri in streaming

di Giuseppe F. Testa

Siete all’estero e volete vedere i canali TV trasmessi in Italia? Purtroppo i canali ufficiali non permettono di usufruire dello streaming al di fuori dei confini italiani, relegando di fatto gli utenti trasferiti all’estero al pagamento di abbonamenti e Pay TV che includano alcuni dei canali italiani.

CR pensa anche a voi, cittadini emigrati all’estero! Ecco i siti da sfruttare ed inserire nei segnalibri per vedere i canali del digitale terrestre gratis, basta una connessione ad Internet decente. Per sfruttare al massimo i siti segnalati consiglio di usare come browser Google Chrome.

DOWNLOAD | Google Chrome

Diretta TV canali italiani: Cloud TIVU

Il primo sito che mi sento di consigliare è Cloud TiVu, che offre un’ottima selezione di canali free.

Abbiamo a disposizione: Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Gulp, Rai YoYo, Rai Sport 1/2, Rai Storia; Mediaset Canale 5, Italia 1, Rete 4, Italia 2, La 5, Top Chrime, Iris, Mediaset Extra e Boing; La 7, La 7d, Cielo, La effe, MTV italia, Dmax, RealTime, Focus, Giallo, Fine, Deejay TV, RSI LA 1, RSI LA 2, SportItalia, Gazzetta TV, Lega Pro Channel e K2.

Nota bene: RSI LA 2 trasmette molti eventi sportivi, inclusa una partita di Champions, ma solo se giocano in quel giorno nella coppa campioni squadre italiane e non svizzere.

LINKcloud-tivu.net

Diretta TV

Diretta TV canali italiani: Hosting TV

Tutti i canali precedenti (o quasi) raccolgono i canali della diretta TV da un unico sito: hostingtv.org. Per fortuna questo sito offre anche una console con tutti i canali disponibili sulla sua piattaforma, basta usare il link in basso per accedervi. La selezione di canali è inferiore, ma è comunque una buona alternativa se il sito precedentemente trattato andasse offline per delle cause legali.

Abbiamo a disposizione in questo caso: Rai 1, Rai 2, Rai 3; Mediaset Canale 5, Italia 1, Rete 4, Italia 2, La 5; La 7, Dmax, RealTime, Focus, Giallo, RSI LA 2.

Nota bene: RSI LA 2 trasmette molti eventi sportivi, inclusa una partita di Champions, ma solo se giocano in quel giorno nella coppa campioni squadre italiane e non svizzere.

LINK | Hosting TV

Diretta TV

L'articolo Diretta TV Canale 5, Italia 1, RAI, DMAX e altri in streaming appare per la prima volta su Chimera Revo - News, guide e recensioni sul Mondo della tecnologia.

Samsung Galaxy S9 e S9 Plus ricevono le patch di sicurezza di febbraio 2019

di Andrea Genovese

Samsung Galaxy S9 e S9 Plus nelle ultime stanno ricevendo un nuovo aggiornamento che introduce le ultime patch di sicurezza relative al mese di febbraio 2019, e tanti fix.

(...)
Continua a leggere Samsung Galaxy S9 e S9 Plus ricevono le patch di sicurezza di febbraio 2019 su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Samsung Galaxy S8 e S8+ ricevono le patch di sicurezza di febbraio 2019

di Andrea Genovese

Samsung Galaxy S8 e S8+ proprio in queste ore stanno ricevendo un nuovo aggiornamento che introduce le ultime patch di sicurezza relative al mese di febbraio 2019.

(...)
Continua a leggere Samsung Galaxy S8 e S8+ ricevono le patch di sicurezza di febbraio 2019 su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Land Rover Discovery_ la Landmark Edition omaggia 30 anni di innovazioni offroad

di Redazione

Land Rover Discovery compie 30 anni. Per festeggiare l’importante anniversario Land Rover lancia la versione speciale Landmark Edition. La nuova edizione della suv inglese, che ha debuttato al Salone di Francoforte nel 1989, è caratterizzata da una ricca dotazione di serie e inediti dettagli estetici.

ESTERNI CON SOLUZIONI INEDITE

L’allestimento SE costituisce la base della nuova Discovery, a cui si somma il Dynamic Pack. L’auto presenta esternamente alcune novità, come il paraurti anteriore, le prese d’aria e le maglie della calandra realizzati in Narvik Black. Una tonalità simile, il Lettering Narvik Black, contraddistingue invece cofano e portellone: quest’ultimo si distingue anche per il disegno del distintivo Landmark. Altri elementi caratterizzanti sono il tetto panoramico fisso, i fendinebbia anteriori e dei nuovi gruppi ottici posteriori, specifici per la nuova edizione. A completare l’allestimento esterno della vettura ci sono i cerchi in lega da 20” e i cristalli Privacy.

NUOVE DOTAZIONI E TRE MOTORIZZAZIONI

Molte le novità presenti anche all’interno dell’abitacolo. La Land Rover Discovery Landmark Edition dispone di tre soluzioni possibili per il colore dei rivestimenti interni in pelle Windsor e bordini a contrasto. La consolle centrale in alluminio spazzolato si caratterizza per le finiture in maglie di titanio e per il sistema audio Meridian da 380 Watt. Passando invece al cuore della vettura, questa è proposta in tre diverse motorizzazioni: la 2.0 benzina da 300 CV e due Diesel, una 2.0 da 240 CV e l’altra 3.0 da 306 CV. Tutte e unità sono abbinate al cambio automatico. cambio automatico.

GIÀ DISPONIBILE IN ITALIA

La Discovery Landmark Edition è già prenotabile anche sul mercato italiano, con un prezzo base a listino di 69.600 euro, e può essere configurata e personalizzata sul sito ufficiale del marchio britannico. Il Vehicle Line Director, Nick Collins, ha dichiarato in occasione del lancio che “La Land Rover Discovery, da trent’anni, è un must dell’avventura e dell’all-terrain. Nella giungla, in montagna o per accompagnare i bimbi a scuola ha sempre soddisfatto ogni aspettativa offrendo la massima capacità all-terrain e la versatilità dei sette posti. La Landmark è un degno tributo a questa inimitabile famiglia di SUV”.

TRENT’ANNI DI INNOVAZIONI

In trent’anni di storia, sono molte le soluzioni tecniche e tecnologiche che hanno fatto il loro debutto proprio grazie alla Discovery. Sulla Serie II del 1998 arrivano le Self Leveling Rear Suspension. Si trattava si sospensioni posteriori autolivellanti. Queste erano dotate di molle ad aria che potevano essere alzate tramite un comando all’interno dell’abitacolo, quando si doveva affrontare un tratto offroad. Ma è con la Serie III, lanciata nel 2004, che sono arrivate le novità più importanti. Su questa generazione debutta il Controllo attivo del rimorchio. Questo monitora i sensori di stabilità dell’auto per capire se il rimorchio non è bilanciato. In tal caso, il sistema interviene automaticamente sui freni per correggere la traiettoria. Tutte nuove sono anche le telecamere perimetrali. Queste permettono di monitorare la strada intorno al veicolo per evitare eventuali ostacoli nella marcia fuoristrada.

PER TUTTI I TERRENI

Ma la soluzione tecnologica più importante introdotta dalla Land Rover Discovery è sicuramente il Terrain Response. Ha fatto il suo esordio sulla terza generazione del modello. Si tratta di un sistema a controllo elettronico che permette al conducente di selezionare diverse modalità di guida in base al terreno sul quale ci si trova a guidare. Ognuna di queste modalità, ottimizza le impostazioni relative a sospensioni, potenza e controllo dello slittamento consentendo all’auto di avere sempre il massimo della trazione in tutte le condizioni. Il Terrain Response ha rappresentato una vera e propria rivoluzione per Land Rover. Oggi, infatti, viene montato (in varie versioni) su tutti i modelli del costruttore inglese.

L'articolo Land Rover Discovery_ la Landmark Edition omaggia 30 anni di innovazioni offroad proviene da SicurAUTO.it.

Nuova Renault ZOE 2019: nuovi interni hi tech e autonomia a 390 km

di Antonio Elia Migliozzi

Renault rinfresca la sua compatta ZOE. La citycar 100% elettrica cambia look e si aggiorna per restare l’auto più venduta in Europa nel suo segmento. Oltre agli affinamenti estetici che includono nuovo frontale, gruppi ottici rivisti ed interni aggiornati in stile Clio, la ZOE cambia a livello tecnico. Potenziata la batteria che ora conta 52kWh e permette di coprire 390km nel ciclo di omologazione WLTP. Nuovo anche il motore che oltre nella versione da 80 kW arriva sul mercato nella variante da 100kW a vantaggio della dinamicità. Con il motore R135, infatti, la Renault ZOE scatta da 0 a 100km/h in meno di 10 secondi con una velocità massima di 140km/h. Non solo prestazioni, nuova ZOE accelera anche la ricarica. Con una colonnina da 50kW si ricaricano 150km in 30 minuti. Vediamo tutti i dettagli.

CITYCAR ELETTRICA

La nuova Renault ZOE si aggiorna e promette di essere più performante che mai. La citiycar cresce in autonomia e potenza proponendo un design più deciso e personale. Renault scommette molto sulla terza generazione dell’auto che, a sette anni dal lancio, è l’elettrica più venduta in Europa. Il potenziamento della powetrain permette alla ZOE di adattarsi a tre situazioni tipiche di utilizzo; casa, città, e autostrada. Possiamo ricaricare la ZOE a casa collegandola alla presa elettrica. In questo caso otteniamo circa 300 chilometri di autonomia in 8 ore. In città una colonnina da 11 kW, possiamo avere 125 chilometri di autonomia in 2 ore. Tempi decisamente corti se si usa una colonnina pubblica da 22 kW; in questo caso ZOE accumula fino a 125 chilometri di autonomia in un’ora. Ancora meglio con il nuovo caricatore DC, da 50kW con il quale si raggiungono i 145km di autonomia in 30 minuti.

RICETTA CHE FUNZIONA

A bordo della nuova Renault ZOE arrivano gli equipaggiamenti innovativi e servizi connessi del pacchetto Easy Connect. Dai dispositivi di assistenza alla guida al display per il conducente da 10”, passando per il sistema multimediale Easy Link. Renault propone una batteria da 52 kWh per una autonomia complessiva di 390 chilometri nel ciclo WLTP. Rispetto al vecchio modello si arriva adn un incremento del 20%. L’aumento della capacità energetica non è legato ad un cambiamento di dimensioni della batteria, per cui abitabilità e comfort restano invariati. La nuova batteria Z.E. 50 fornisce anche corrente di intensità maggiore che da corpo al nuovo motore R135. Interessante la varietà di soluzioni di ricarica che aumenta grazie all’introduzione della ricarica in corrente continua (DC). Le colonnine fino a 50 kW in corrente continua (DC) rendono la Renault ZOE adatta ai lunghi viaggi, soprattutto in autostrada.

NOVITA’ TECNICHE

Renault ZOE arriva in due livelli di motorizzazione: il motore da 80 kW (R110) lanciato appena un anno fa e quello da 100 kW (R135). Il lavoro di ingegneria lega infatti una batteria con maggiore capacità ad una powertrain prestazionale che offre più coppia in basso. Nuova ZOE può, così, contare su migliori performance che facilitano i sorpassi e la guida sulle strade a percorrenza veloce. Il nuovo motore R135 vanta una coppia di 245 Nm che le consente di passare da 80 a 120 km/h in soli 7,1 secondi. Parliamo di ben 2,2 secondi in meno rispetto al motore R110. Numeri alla mano Renault ZOE è in grado di passare da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi e la velocità massima sale a 140 Km/h.

The post Nuova Renault ZOE 2019: nuovi interni hi tech e autonomia a 390 km appeared first on SicurAUTO.it.

Come trainare auto elettriche e ibride: la guida completa

di Donato D'Ambrosi

Quante volte vi siete trovati a dover trainare o essere trainati da un’auto? Molte probabilmente. Ma trainare un’auto elettrica non è così semplice come collegare una fune visibili, mettere in folle, levare il freno a mano e via. Il traino di un’auto elettrica (o ibrida) richiede la conoscenza di informazioni specifiche per evitare rischi alle persone ma soprattutto danni all’auto elettrica da trainare. Ecco come fare con le indicazioni di alcuni Costruttori di auto elettriche.

TRAINARE UN’AUTO ELETTRICA SOLO SUL CARROATTREZZI

Intanto bisogna precisare che non c’è un modo univoco per trainare un’auto elettrica, a meno di richiedere l’intervento di un carroattrezzi con pianale. E’ questo il modo più sicuro per trasportare un’auto elettrica senza rischi, e nel caso della Renault ZOE è anche l’unico ammesso dal Costruttore. Ma badate bene che in caso di guasti, anche l’operatore del carroattrezzi che interviene deve essere preparato e avere l’abilitazione CEI 11-27 o  PES-PAV; leggi qui di cosa si tratta. Per legge vi ricordiamo, a prescindere dalle auto elettriche che è permesso il traino di un’auto solo con carroattrezzi in autostrada o quando il traino avviene con solo due ruote appoggiate a terra. E’ chiaro che non serve necessariamente chiamare un carroattrezzi per spostare semplicemente un’auto elettrica che è rimasta con la batteria scarica o non ha fatto incidenti. Ma un’auto elettrica si può trainare come un’auto normale, legata a un qualsiasi mezzo di soccorso? Dipende dai casi che vediamo qui sotto.

TRAINARE UN’AUTO ELETTRICA CON IL CARROATTREZZI

Assodato che il metodo più sicuro per trainare un’auto è sollevarla su un carroattrezzi con pianale, alcuni Costruttori permettono anche il traino senza pianale. Tesla ad esempio in alternativa al pianale consiglia l’uso dei pattini per evitare che le ruote tocchino a terra. I clienti che hanno le sospensioni pneumatiche però devono ricordarsi di attivare la funzione Jack, altrimenti l’auto-livellamento potrebbe allentare le cinghie di sicurezza. Per tutti gli altri clienti Tesla Model S invece è raccomandata l’attivazione della funzione Tow per evitare che si attivi da sola la modalità Park nelle fasi di carico e traino. Lo stesso vale per la Hyundai Kona EV che può essere trainata solo su carroattrezzi o carrelli sotto le ruote. Ma per fortuna non sempre è così per tutte le auto.

PERCHE’ TRAINARE UN’ELETTRICA E’ COMPLICATO

Il motivo per cui i Costruttori sconsigliano di trainare un’auto elettrica con le ruote a contatto con la strada è che un motore elettrico può funzionare anche al contrario. Nel senso che quando è alimentato dalla batteria HV fa girare le ruote, ma in modo inverso però il motore può generare elettricità proprio come una dinamo. Questo, come si legge praticamente in tutti i manuali d’uso delle auto elettriche può creare molti rischi, di incendio e di danneggiamento del sistema elettrico, del motore e del sistema frenante per il recupero di energia. Ecco perché leggendo sul manuale della Nissan Leaf le uniche ruote che possono toccare la strada durante il traino sono quelle posteriori, in alternativa a trainare l’auto su carroattrezzi con pianale.

TRAINARE SI, MA FINO A 30 KM/H E PER 30 KM

La Citroën C-Zero, l’unica auto elettrica a cambiare freni a 60 mila km (scopri tutti i costi reali di manutenzione delle auto elettriche e ibride nell’indagine di SicurAUTO.it) la fa molto più facile. In caso di traino bisogna ricordare alcune raccomandazioni di Citroën e la C-Zero si può trainare quasi come un’auto tradizionale. Chiaramente come per le atre auto bisogna limitare il rischio di produrre correnti pericolose. Per questo Citroën consiglia di mettere il veicolo in “Ready”, togliere il freno a mano dopo aver collegato l’auto al mezzo di soccorso ma soprattutto non superare la velocità di 30 km/h con le ruote a contatto della strada e trainare l’auto elettrica non oltre 30 km. Vi sarete resi conto come il modo più sicuro per sapere come trainare correttamente l’auto è ricorrere a un carroattrezzi, ma per ogni dubbio aprite il libretto di uso e capirete se sono concesse deroghe e come fare.

The post Come trainare auto elettriche e ibride: la guida completa appeared first on SicurAUTO.it.

Volkswagen ID3: la produzione dell’auto elettrica pezzo per pezzo

di Antonio Elia Migliozzi

Volkswagen si prepara a svelare la ID.3 la sua auto elettrica di seconda generazione. Si tratta di un passo importante per il gruppo tedesco al quale si sta preparando da diversi anni. La presentazione è attesa al prossimo Salone dell’auto di Francoforte ma in casa Volkswagen le linee di produzione sono già all’opera. Dietro la realizzazione dell’auto c’è un lavoro di squadra nella creazione di tutte le singole componenti. Si parte dalla fabbrica di Kassel che produce la powertrain elettrica e il pianale, le parti arrivano a Zwickau per l’assemblaggio e il completamento del corpo del veicolo. In questa grande trasformazione industriale Volkswagen Group Components ha assunto un ruolo centrale. La controllata del gruppo tedesco si occuperà di tutti i processi e in particolare delle batterie. Si parte dalla ricerca e fino ad arrivare al loro processo di riciclaggio. Diamo uno sguardo da vicino al lavoro che c’è dietro la nuova ID.3.

DIVISIONE DEL LAVORO

La produzione in serie della nuova Volkswagen elettrica ID.3 è già iniziata nello stabilimento di Zwickau. Volkswagen Group Components si occupa di tutti i passaggi: il motore elettrico nasce a Kassel mentre lo stabilimento Salzgitter si occupa dei rotori e degli statori. L’impianto di Brunswick sviluppa e produce il sistema di batterie. “La ID.3 segna una pietra miliare per il nostro gruppo. Volkswagen Group Components fornisce componenti di base per questo veicolo. Ci stiamo concentrando sulla modifica dei nostri impianti per la produzione di nuovi prodotti per veicoli elettrici. ha affermato Thomas Schmall di Volkswagen Group Components. Per ridurre i costi e ottimizzare i processi VW vuole sfruttare le sinergie di produzione all’interno dello stesso gruppo. Insomma nulla di diverso da quanto abbia già fatto fino ad oggi.

LE NUOVE LINEE

L’impianto di Kassel produrrà la piattaforma elettrica modulare (MEB) ma anche ammortizzatori, traverse, coperchi per la batteria e tunnel. Tutte le parti della powertrain elettrica vengono assemblate nello stabilimento di Kassel, comprese quelle provenienti dagli stabilimenti di produzione di Salzgitter, Poznań e Hannover. Kassel produce gli azionamenti elettrici per i veicoli basati sulla piattaforma MEB destinati all’Europa e al Nord America. A regime la fabbrica avrà un outut di 500.000 unità all’anno. Kassel, insieme con l’impianto cinese di Tianjin, produrrà fino a 1,4 milioni di motori all’anno a partire dal 2023. Le piattaforme da Kassel vengono consegnate allo stabilimento di Zwickau per il montaggio del corpo del veicolo. A Salzgitter è invece di base la produzione di rotori e statori che si affianca alla produzione di motori convenzionali. In futuro, ogni giorno, verranno prodotti fino a 2.000 rotori e statori.

GLI ALTRI

Il sito Volkswagen di Salzgitter si affiancherà al Centre of Excellence (CoE) un impianto pilota per la produzione di batterie che sarà aperto entro la fine dell’anno. Entro il 2020 nell’area ci sarà anche un punto di riciclaggio per le batterie. Il sistema di batterie per ID.3 sarà prodotto a Brunswick. L’apertura della struttura è prevista per il quarto trimestre 2019 e in futuro verranno prodotte circa 2.000 unità al giorno. La fabbrica di Brunswick lavora sulle batterie dal 2013 per gli attuali veicoli elettrici e ibridi dal marchio Volkswagen e gli autocarri Scania e MAN. Attualmente i nuovi sistemi di batterie che saranno integrati nel nuovo pianale MEB che sono sottoposti a test di durevolezza in laboratorio e su strada. Facile immaginare le dimensioni di questa imponente trasformazione industriale che Volkswagen, come i rivali, è costretta ad affrontare se vuole restare competitiva nell’era dell’auto elettrica.

The post Volkswagen ID3: la produzione dell’auto elettrica pezzo per pezzo appeared first on SicurAUTO.it.

Auto ibride: cosa indicano le sigle P0, P1, P2, P3 e P4?

di Nicodemo Angì

sigle-auto-ibride-

Le auto ibride possono avere molte sigle, P0, P1, P2, P3, P4, ecc. e pensiamo quindi che sia interessante descriverle per sapere cosa si sta per comprare/noleggiare. Questa varietà deriva dalla posizione del motore elettrico nel powertrain ibrido, una scelta dettata da diverse considerazioni. Le sigle P0, P1, P2, P3, P4 identificano in qualche maniera la “distanza” fra il motore elettrico e le ruote, che decresce andando da P0 a P4. Sappiamo che le automobili ibride uniscono motori a scoppio e macchine elettriche, unità complementari in virtù di “caratteri” molto diversi. I motori a combustione hanno infatti meno coppia ai bassissimi regimi mentre quelli elettrici, leggeri e compatti, erogano molta coppia anche a zero giri e creano il loro “carburante” in rilascio/frenata. Il loro lato negativo è che hanno bisogno di pesanti e costose batterie. Occorre inoltre porre attenzione nel caso si debba trainare un’auto elettrica o ibrida in panne.

P0 e P1: IL MOTORE ELETTRICO INCONTRA QUELLO TERMICO

Abbiamo anticipato che i motori elettrici sono poco ingombranti e questo permette una certa libertà di scelta sul “dove” inserirli nelle auto ibride. Le unità più piccole possono essere montate al posto dell’alternatore e quindi collegate al motore con una cinghia in una configurazione identificata con la sigla P0. Si tratta di Belt-driven Starter Generator (BSG) che agiscono anche come motorino d‘avviamento e generatore. La loro potenza arriva a circa 15 kW e danno un contributo tangibile con modifiche limitate ai powertrain esistenti. Inserendo il motore/generatore all’uscita del motore abbiamo la configurazione P1, che vede la macchina elettrica girare alla stessa velocità dell’albero motore e richiede qualche modifica in più. Anche in questo caso la potenza non è molto alta ma c’è il vantaggio di un rendimento che, vista l’assenza della cinghia di azionamento, può superare il 90%.

LA VERSATILITA’ DELLA CONFIGURAZIONE P2

Cosa accade spostando il motore elettrico fra il motore e la trasmissione? Il passaggio dalla sigla P1 a quella P2, che implica una frizione che disconnette il motore termico, apre molte possibilità alle auto ibride. Si possono aggiornare trasmissioni già esistenti, ad esempio sostituendo al convertitore di coppia il gruppo motore elettrico – frizione. In pratica il motore elettrico è collegato all’entrata della trasmissione e eroga energia al posto di quello termico. La frizione permette di avviare il motore a scoppio, partire da fermo e viaggiare in modalità elettrica senza però trascinarlo. Il sistema con la sigla P2 permette inoltre all’auto ibrida di “veleggiare” con il solo motore elettrico e motore termico spento. La configurazione P2 è versatile: la Porsche Panamera usa una trasmissione ZF che incorpora un motore elettrico da ben 100 kW di picco.

P3 E P4 CONTRO GLI ATTRITI 

Questo cambio è ottimizzato per le auto sportive e permette di mantenere i bassi consumi permessi dai diesel, che sono stati abbandonati da PorscheLa configurazione P3 sposta il motore “a valle” del cambio. In questo modo si minimizzano le perdite, dato che il motore elettrico trascina soltanto la parte finale della trasmissione. Questa soluzione è però un po’ costosa perché costringe a riprogettare buona parte della trasmissione. Le auto ibride con la sigla P4  hanno un motore elettrico che agisce esclusivamente sull’asse non collegato al motore termico: questa soluzione è usata per esempio da PSA. In questo modo si può avere una trazione integrale senza collegamento meccanico con il motore termico. Anche il modo elettrico puro è facilmente ottenibile, basta scollegare la trasmissione “principale” e muoversi usando soltanto l’assale collegato al motore elettrico.

SIGLA P5: IL MOTORE NELLE RUOTE

Ricordiamo poi che lo schema meccanico con la sigla P4 massimizza il recupero dell’energia perché gli organi trascinati sono al minimo e quindi anche le perdite meccaniche fino al motore elettrico. Una curiosità: per le auto ibride (e quelle elettrice) esiste la sigla P5 che indica i motori nelle ruote, una soluzione che azzera la “distanza” e nella quale la Cina ha investito molto. Questa sigla, a differenza di quelle P0, P1, P2, P3 e P4, ha un’applicazione ancora limitata nelle auto di serie.

The post Auto ibride: cosa indicano le sigle P0, P1, P2, P3 e P4? appeared first on SicurAUTO.it.

Modificare l’effetto sfocatura dei ritratti su iPhone

di Roberto Cocciolo
Uno dei ruoli fondamentali della doppia fotocamera degli smartphone, e in particolare degli iPhone, è quello relativo allo scatto di “ritratti” con effetto sfocatura sullo sfondo. Questa è stata la scelta che Apple ha deciso leggi di più...

Switch-off digitale terrestre, ecco il piano RAI: in arrivo i canali 4K dal 2021

di Giuseppe
Switch-off digitale terrestre, ecco il piano RAI: in arrivo i canali 4K dal 2021
La roadmap fino al 2022 è chiara: ecco come l'ente si prepara allo switch-off del digitale terrestre e all'adozione del nuovo standard DVB-T2

Com scaricare video da Rai Play

di Gaetano Abatemarco
Quante volte ci avete chiesto come scaricare video Rai Play. Eccovi accontentati, con una guida aggiornata e funzionante al 100%. Rai Play è un servizio offerto dalla Rai che ripropone quasi tutta la programmazione settimanale leggi di più...

I Medici tornano in Ultra HD su Tivùsat!

di Francesco Caputo
Dopo il gran successo riscosso nelle passate stagioni, I Medici tornano ancora una volta alla massima risoluzione possibile, vale a dire il 4K (Ultra HD). Le nuove puntate saranno trasmesse su Tivùsat, al canale 210 (Rai 4K). Leggi anche: I Medici, la scommessa della Rai Innanzitutto, le nuove puntate sono precisamente quattro, e andranno in […]

Nintendo Switch, svelate le dimensioni di Samurai Shodown e altri titoli

di Giacomo Todeschini
Così come abitualmente accade ogni settimana anche questa domenica sono state finalmente svelate con un discreto anticipo le dimensioni di numerosi titoli in arrivo prossimamente su Nintendo Switch, tra cui anche l’attesissimo Samurai Shodown. A fare la figura del leone, per quanto riguarda lo spazio necessario, è questa settimana ovviamente il celebre picchiaduro, con i […]

Rainbow Six Siege, Ubisoft denuncia presunti responsabili degli attacchi ai server

di Luca Salerno
Ubisoft, publisher di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, ha denunciato i proprietari di un sito che avrebbe permesso di compiere alcuni attacchi DDoS nei confronti dei server del gioco. La denuncia, che cita una lunga serie di persone di varia nazionalità, è stata presentata giovedì scorso alle autorità californiane. La notizia viene riportata dal sito Polygon. […]

Mega Man Zero/ZX Legacy Collection: disponibile il trailer

di Ivan Miralli
Ci troviamo spesso, soprattutto negli ultimi tempi, di fronte a numerose collection di titoli del passato riproposti in alta definizione, eventualmente con l’aggiunta di contenuti nuovi per rinfrescare la proposta. Nel corso della giornata di oggi, in particolare, la compagnia di sviluppo Capcom ha pubblicato un nuovo trailer per Mega Man Zero/ZX Legacy Collection, che […]

Samurai Shodown, il director parla del processo creativo alla base dei nuovi personaggi

di Giacomo Todeschini
Uno dei picchiaduro più interessanti degli ultimi tempi è senza ombra di dubbio alcuno Samurai Shodown, con il titolo di SNK che è riuscito a riportare contemporaneamente in auge sia lo storico publisher che la leggendaria saga. Mantenere l’alto livello qualitativo della versione finale dell’opera non è però per nulla semplice. A rivelarlo in un’intervista […]

The Legend of Heroes Trails of Cold Steel III, disponibile un lungo video gameplay della versione per Nintendo Switch

di Giacomo Todeschini
Come vi avevamo raccontato giusto una settimana fa, dopo una lunga attesa NIS America ha finalmente rivelato la data di lancio The Legend of Heroes Trails of Cold Steel III su PC. L’intrigante titolo sbarcherà infatti su tale piattaforma tra poco meno di due mesi, ossia il prossimo 23 marzo. Purtroppo contestualmente non è stata rivelata […]

Rise of the Tomb Raider: analisi della versione Google Stadia

di Nicola Armondi
Google Stadia, il servizio di game streaming del colosso di Mountain View, ha lasciato molti utenti in dubbio fin dal primo giorno. Un test controllato, in una situazione ottimale, può dare buoni risultati, ma quanto è affidabile il gioco in streaming con una connessione domestica? È una domanda lecita che merita una risposta e, per […]

Mi 9T: problemi di batteria dopo l’aggiornamento ad Android 10?

di Lucia Massaro
Mi 9T è uno degli smartphone Xiaomi ad aver ricevuto l’aggiornamento ad Android 10 con interfaccia grafica MIUI 11. Dopo l’entusiasmo iniziale, alcuni utenti hanno cominciato a lamentare su Reddit un consumo anomalo della batteria dopo aver installato l’ultima versione del sistema del robottino verde. Un utente in particolare riporta che – secondo le statistiche […]
❌