Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Differenze sistemi operativi per smartphone

di Aggregator

Se avete intenzione di comprare uno smartphone nuovo, tutti abbiamo il problema della scelta del modello e del budget, ma sorge un altro problema, quale sistema operativo è più congeniale al nostro uso e alle nostre aspettative? Di seguito una lista dei sistemi operativi per symbian più diffusi con la relativa descrizione:


Android, il sistema operativo open source di Google,adotta con le varie case produttrici una politica piuttosto libera, quindi anche se il motore è uguale per tutti, le case produttrici hanno molto spazio per personalizzare funzionalità e grafiche utenti. Quindi gli smartphone Android possono essere molto diversi appena fuori dalla scatola gli un con gli altri, e per di più non dimentichiamo che con l’immenso Store di applicazioni, senza dimenticare la possibilità di modificare e personalizzare ogni suo aspetto della grafica, è praticamente impossibile non riuscire a plasmare il vostro Android phone secondo i vostri gusti


Il sistema operativo di BlackBerry, giunto alla versione OS 6, soffre ancora di piccoli accorgimenti non presi, come la sincronizzazione delle cartelle IMAP nel client predefinito. E’ però un sistema operativo molto fluido e intuitivo, ideale per chi ha soprattutto bisogno di mail, calendario e rubrica. Dopotutto è il sistema operativo preferito dai business man.

Il sistema operativo di Iphone, iOS, invece è unico, perché è unico anche il dispositivo che lo usa. Deve piacervi, altrimenti pensate di prendere un altro smartphone, di iOS non si può cambiare molto, Apple è molto restrittiva su questi discorsi, però l’App Store vi permetterà di rendere il vostro iPhone unico comunque con le migliaia di giochi e applicazioni acquistabili.

[adv1]


Windows Phone 7, il sistema operativo di casa Microsoft, è stato recentemente lanciato sul mercato, anche se per il momento soffre di alcune piccole limitazioni che presto dovrebbero essere rimosse, come il copia incolla, o l’impossibilità di mettere in orizzontale la home screen. Si spera che Microsoft corregga queste particolarità del suo sistema operativo mobile, al più presto, per rendere più appetibile l’acquisto di un Windows Phone.

Symbian è l’unico a potersi vantare una certa longevità coi precedenti, è sul mercato con diverse versioni da molti anni ormai. E in questo campo l’esperienza conta moltissimo. Forse è anche il più neutro tra tutti, nel senso che è già completo così come appena avviate il vostro smartphone, ma se sentite la mancanza di qualcosa in particolare esiste l’Ovi Store. Un altro punto a suo favore è sicuramente Ovi Maps, un vero navigatore satellitare gratuito e performante su tutti gli smartphone.

Fonte

Windows 8 come Windows 7 ma con interfaccia Metro

di Aggregator

Microsoft ha svelato maggiori dettagli su Windows 8 e ha reso disponibile la versione Developer Preview. Tutto ruota attorno all’interfaccia Metro e al concetto di Hub e Tile. Compatibilità con i vecchi standard e nuovi linguaggi la fanno da padrone per un sistema operativo che sarà multi-dispositivo e compatibile non solo con le architetture x86, ma anche quelle ARM.

L’aspetto potrebbe far pensare ben altro, fin dalla cosiddetta lock screen, molto simile a quella di Windows Phone. La schermata iniziale, totalmente personalizzabile e composta dalle cosiddette Tile (i vari box che la compongono), è un inno all’interfaccia Metro. La nuova interfaccia sarà centrale sui tablet, e la casa di Redmond non l’ha sviluppata solo per questi dispositivi, ma anche per i classici computer, sebbene non manchi la possibilità di passare all’occorrenza a quella classica di Windows, con la barra in basso e le icone sul desktop.

[adv1]

Windows 8 utilizza per il login una Picture Password, ovvero un meccanismo per sbloccare il dispositivo mobile, che non prevede più una stringa alfanumerica da inserire, ma aree scelte dall’utente sui punti prescelti di una fotografia, un metodo originale che svela anche come gli input saranno visualizzati a schermo da un cerchio che in base all’azione, singola o multipla, può essere vuoto o pieno (spostamento o selezione).

Passo successivo è l’evoluzione di Windows Defender che protegge il sistema dal malware sin dal boot, anche se presente su una chiavetta USB collegata. Quindi, si passa velocemente al risparmio energetico con consumi praticamente azzerati in stand-by e una nuova interessante modalità, Connected Standby, che permette di mantenere attive le funzioni base di aggiornamento dalla Rete.

Task manager rivisto con possibilità di sospendere le applicazioni Metro Style, limitando l’impatto su memoria e CPU; funzione Refresh per ripristinare il sistema allo stato originario, mantenendo i file personali o Reset per riportarlo allo stato di fabbrica, entrambi accessibili dal Pannello di Controllo; demo di macchina virtuale Hyper-V e Remote Desktop Metro Style con controllo di un device touch remoto; Windows Explorer con l’interfaccia Ribbon; ricerca dei contenuti completamente ripensata (il search inizia appena si inizia a digitare e per lanciare un’applicazione basta digitarne il nome).

Fonte

Caratteristiche e video Windows Phone 7 Mango

di Aggregator

Microsoft ha ufficialmente rilasciato la nuova versione del proprio sistema operativo mobile Windows Phone, ovvero Mango. L’aggiornamento dell’OS mobile di Microsoft giunge quindi in linea con quelle che erano state le tempistiche dichiarate nell’evento di presentazione di luglio e porta con se una serie di importanti novità.

Una delle più rilevanti riguarda la gestione dei contatti con la possibilità di creare gruppi in base a tematiche specifiche come il lavoro, la famiglia o gli amici e di interagire con essi accedendo direttamente dal profilo dei contatti alle varie chat piuttosto che alla mail o agli sms.

[adv1]

Interessante anche l’intenzione di estendere i servizi Zune alle diverse piattaforme tramite cloud con Skydrive, funzione in parte già presente nella prima versione del sistema operativo che verrà però ulteriormente migliorata con Mango. Da segnalare l’introduzione della funzione di multitasking, a cui si ha accesso tenendo premuto il tasto back, e l’aggiunta dello strumento per il tethering WiFi che supporta fino a 5 dispositivi.

Fonte

Caratteristiche Tablet Microsoft Surface con Windows 8

di Aggregator

Microsoft ha presentato Surface, due nuovi tablet corredati da accessori basati su Windows 8 Pro e Windows RT. Il tablet Surface con Windows RT (e Office 15, o meglio Office Home & Student 2013 RT) integra un system on chip Nvidia Tegra 3, è spesso 9,3 millimetri, pesa 676 grammi e ha uno schermo ClearType HD da 10,6 (16:9, 1366 x 768 pixel). Disponibile in versione da 32 e 64 GB, questo prodotto ha un’antenna 2×2 MIMO, uno slot microSD, una USB 2.0 e una HDMI. Non mancano una fotocamera frontale, una posteriore e microfoni. La batteria è da 31,5 Wh.

Il tablet Surface con Windows 8 Pro integra una CPU Intel Core i5 di terza generazione (architettura Ivy Bridge a 22 nm), è spesso 13,5 millimetri, pesa 903 grammi e ha uno schermo ClearType Full HD da 10,6 (16:9, risoluzione 1080p, 1920×1080 pixel). Offerto in capacità di 64 e 128 GB, questo prodotto ha uno slot microSDX, una porta USB 3.0, un’interfaccia miniDisplayPort e un’antenna 2×2 MIMO. Insieme al dispositivo Microsoft mette a disposizione Touch Cover, Type Cover e quello che è stato chiamato Pen with Palm Block, un pennino. La batteria è da 42 Wh.

[adv1]

Microsoft ha anche creato due cover. La prima si chiama Touch Cover ed è una soluzione spessa tre millimetri basata su una tecnologia sensibile alla pressione. Si tratta a tutti gli effetti di una cover con trackpad multitouch e tastiera con tasti virtuali che vi permetterà di interagire più rapidamente rispetto alla tastiera virtuale. La seconda è stata denominata Type Cover, e si tratta di una soluzione più tradizionale con tastiera tattile con touchpad, per uno spessore di circa 5,5 mm.

Fonte

Microsoft Windows Phone 8 basato sul kernel di Windows 8

di Aggregator

La nuova versione del sistema operativo mobile di casa Microsoft, Windows Phone 8 Apollo, porterà con se diverse novità importanti, tra cui un nuovo kernel basato su quello di Windows 8, nuove API, ed un’interfaccia grafica rinnovata più simile a Metro. Apollo introdurrà finalmente il supporto ai processori multi-core, alle schede di memoria esterne SD ed a due nuove risoluzioni per lo schermo, da 1280×768 e 1280×720 pixel, permettendo ai device studiati per questo sistema di competere con i concorrenti Android.

L’interfaccia è stata rinnovata in modo da somigliare maggiormente alla nuova UI di Windows 8 Metro, con le varie piastrelle regolabili maggiormente in altezza e larghezza. Le applicazioni non dovranno più essere scaricate per forza dallo Store Microsoft, ma sarà possibile installarle anche da sorgenti esterne.

[adv1]

Tra quelle preinstallate, troveremo la stessa versione di Windows Internet Explorer 10 presente in Windows 8 (naturalmente solo nella declinazione studiata per Metro), ed un nuovo sistema di portafoglio virtuale, il quale sfrutta l’avanzata tecnologia NFC.

Fonte

Differenze versioni Microsoft Windows 8 e Windows RT

di Aggregator

Windows 8 è la nuova versione del sistema operativo più diffuso al mondo, le cui due caratteristiche peculiari sono il carattere multidevice “nativo” e la nuova interfaccia (Modern UI, basata su Metro UI di Windows Phone) ottimizzata per il controllo touch. Ma qui c’è subito il rischio di fare confusione: Windows 8 è formalmente solo il sistema operativo per i PC, in tutte le loro varianti (desktop, all-in-one, notebook, ultrabook, “convertibili”…) e per i tablet dotati di processore con architettura x86. Fine.

È disponibile in tre versioni, “regolare”, pro ed Enterprise, ma non funziona su tablet con processore ARM né tantomeno sui telefoni: per i primi è stato realizzato Windows RT, per i secondi Windows Phone 8. Questi, pur facendo parte dell’ecosistema Microsoft di ultima generazione e condividendo l’interfaccia Modern UI, NON sono Windows 8. La cosa ha ripercussioni pratiche: mentre Windows 8 è compatibile con le app del Windows Store ma anche con tutti i programmi desktop passati (i programmi “legacy”), Windows RT è compatibile solo con le app del Windows Store, pur disponendo anch’esso di una modalità desktop per la gestione dei file e per alcuni specifici programmi compatibili (come Office 2013 RT). Attenzione, dunque, a non far confusione: con l’arrivo di molti tablet “convertibili”, dotati cioè di tastiera fisica collegabile, il rischio di acquistare un Windows RT pensando di poterci installare di tutto e di più è quanto meno fondato.

Interfaccia touch e “modern”, la novità N.1
Fermo restando che il desktop tradizionale è comunque disponibile, la principale novità di Windows 8 è l’eliminazione del pulsante Start, al cui posto arriva la schermata Start, in chiaro stile Windows Phone. I programmi diventano app e sono le tradizionali “mattonelle” (tile) ben conosciute agli appassionati di smartphone, ampie, colorate e animate: molte sono preinstallate, come quelle relative ai contatti, alla posta, al desktop (che attiva la modalità desktop “tradizionale”) e ai contenuti multimediali, ma per scaricarne di altre è stato creato appositamente il Windows Store. Seguendo un’impostazione comune nel mercato mobile, anche quest’ultimo è formalmente un’app. I contenuti del Windows Store non sono compatibili con le versioni precedenti di Windows e sono realizzati per essere riprodotti a schermo pieno e per sfruttare con semplicità il touchscreen: il successo di queste app e la semplicità di utilizzo su diversi strumenti e piattaforme sarà alla base del successo dell’intero sistema operativo.

Windows 8 è stato concepito fin dagli albori per essere usato indifferentemente su display touch o con la tradizionale accoppiata di mouse e tastiera: per accedere a opzioni avanzate, configurazioni e funzionalità extra, è sufficiente scorrere un dito dal bordo di uno dei lati del tablet verso l’interno. A seconda del lato, compariranno opzioni specifiche, e lo stesso si può fare (pur con più difficoltà) con il mouse e la tastiera. Per ritornare alla schermata Start basta premere l’apposito pulsante sulla tastiera oppure, nel caso dei tablet, il tasto fisico presente nella cornice dell’apparecchio.

Fonte

Guida e recensione del sistema operativo Microsoft Windows 8

di Aggregator

Windows 8 funzionerà su tutti i sistemi capaci di eseguire Windows Vista o Windows 7. I requisiti minimi sono: Processore da 1 Ghz o più veloce, RAM 1 GB (32-bit) o 2 GB (64 bit), Spazio su hard disk: 16 GB (32 bit) o 20 GB (64 bit), Grafica: scheda compatibile con Microsoft DX 9 con driver WDDM

I requisiti aggiuntivi includono poi uno schermo tattile multitouch. Per accedere al Windows Store, dove comprare applicazioni aggiuntive, sarà necessario un collegamento a Internet e una risoluzione minima pari a 1024×768 pixel. Per visualizzare due applicazioni a schermo con la funzione integrata di Windows invece la risoluzione minima sale a 1366×768. Aggiungiamo, se fosse necessario, che per acquistare software sul Windows Store ci vuole anche un account Microsoft.

Le differenze tra Windows 8 e Windows 8 Pro includono BitLocker, Client Hyper-V (prima disponibile in Windows Server), crittografia del file system, policy dei gruppi, gestione del desktop remoto, possibilità di avviare da dischi virtuali e accesso ai domini.

[adv1]

Il modo di navigare nella Windows 8 UI è del tutto differente rispetto a tutte le versioni precedenti di Windows. Windows 8 è progettato per i dispositivi con touch-screen, per i quali la tradizionale barra delle applicazioni non è la scelta migliore; ecco allora che Windows usa quattro diverse barre a scomparsa su ogni lato dello schermo, rappresentate nell’immagine sottostante.

I pulsanti per ingrandire o ridurre a icona una finestra non ci sono più, perché la finestra attiva è a schermo intero per impostazione predefinita, mentre quelle non attive sono semplicemente nascoste. Un comportamento del tutto simile a quello di sistemi operativi mobile come Android, iOS o WebOS. Ciò non significa che Windows 8 torna all’epoca del single-tasking. Questo sistema operativo permette di passare da un’applicazione all’altra in modo simile a Windows 7, infatti, con le funzioni Snap e Switcher. Basta muovere il mouse nell’angolo in alto a sinistra, in ogni applicazione (anche in Desktop), per vedere le applicazioni attive e sceglierne una.

Nello Schermo Start non si vedono tutte le applicazioni installate, perché mancano quelle tradizionali. Calcolatrice, Paint, Desktop Remoto e altre però ci sono ancora. Si trovano in Tutte le Applicazioni, una schermata accessibile con un semplice click destro su un’area libera dello Schermo Start. Si aprirà una barra contestuale (Barra dell’Applicazione), e in basso a destra c’è il pulsante per raggiungere la collezione di software più completa. È una schermata un po’ più simile al vecchio stile di Windows, ma non certo il modo migliore di raggiungere le nostre applicazioni preferite.



Fonte

Recensione video e test Tablet Microsoft Surface Pro 3

di Aggregator

Microsoft Surface Pro 3 è un tablet equipaggiato con sistema operativo Windows 8.1 Pro. La scheda tecnica vede la presenza di un display da 12 pollici (risoluzione 2160×1440 pixel, 216 ppi, aspect ratio 3:2), processore Intel Core (a partire da Core i3 fino a Core i7), 4 o 8 GB di RAM, memoria interna da 64 a 512 GB, slot per la lettura di schede microSD, Mini DisplayPort, porta USB 3.0, pennino per l’interazione con lo schermo, due fotocamere da 5 megapixel (anteriore e posteriore), modulo WiFi e Bluetooth 4.0. Disponibile anche la nuova tastiera Type Cover, che di fatto trasforma il dispositivo in un notebook. Le dimensioni sono pari a 292x201x9 mm, il peso è 798 grammi. Il prezzo di vendita al lancio è di 799 nella configurazione base.
surfacepro3

[adv1]

Fonte

Presentazione e caratteristiche Microsoft Windows 10

di Aggregator

Windows 10 sarà presente su device mobile, anche smartphone, su tablet, PC desktop e notebook. Questo dettaglio si traduce per l’utente finale in un unico modo di interagire e utilizzare il sistema operativo, indipendentemente da dispositivo utilizzato. Si concretizza quindi anche il concetto di Universal App, cioè di applicazioni eseguibili su più dispositivi, un notevole vantaggio anche per gli sviluppatori che vedranno il proprio lavoro usabile su più piattaforme.

Sono molte le innovazioni introdotte da Microsoft in Windows 10 e in particolare nell’interfaccia grafica del sistema operativo. La prima novità di rilievo riguarda il menu Start che fa il suo ritorno con caratteristiche e funzionalità che dovrebbero placare l’insoddisfazione e le critiche sollevate da parecchi utenti in occasione del lancio di Windows 8. Si tratta all’atto pratico di un pannello personalizzabile dall’utente: troviamo infatti la possibilità di inserire nel menu Start una tile di dimensioni variabili che permette di lanciare in modo diretto l’applicazione. Le modalità di inserimento e di scelta delle dimensioni dell’icona sono molto simili a quanto previsto per la personalizzazione del menu Start sui dispositivi Windows Phone, il che conferma la tendenza verso una grafica e un’esperienza d’uso comune anche tra dispositivi diversi.

Per gestire molte applicazioni o anche più attività contemporaneamente può rivelarsi utile poter contare su più di un desktop. Proprio per questa ragione nella release di anteprima di Windows 10 è possibile avere a propria disposizione più Desktop virtuali sui quali posizionare icone, aprire applicazioni e servizi in modo indipendente. Per la gestione di più Desktop virtuali è prevista un’apposita icona nella barra di stato e cliccando su di essa si può accedere a uno dei Desktop già in uso o attivarne uno nuovo.

[adv1]

Con Windows 8 è stato introdotto il nuovo ambiente Modern UI ottimizzato per l’utilizzo in modalità touch e in grado di accogliere una serie di app scaricabili da un apposito marketplace; purtroppo questo nuovo approccio ha per il momento convinto solo marginalmente gli utenti che preferiscono ancora l’ambiente di lavoro standard, quindi utilizzando mouse e tastiera. Con Windows 10 sono state rimosse le barriere tra i due ambienti grafici ed è possibile avviare sul desktop una specifica app contemporaneamente all’esecuzione di un’applicazione tradizionale. Si tratta di un netto passo indietro per Microsoft e la scelta non potrà che accontentare gli utenti più conservatori e scettici; al tempo stesso per l’azienda di Redmond questo approccio ibrido e più morbido rappresenta una nuova opportunità per mostrare le caratteristiche di Modern UI a un più ampio pubblico.

Fonte

Evoluzione e storia di Windows negli ultimi 30 anni

di Aggregator

Il 21 gennaio di quest’anno, Microsoft ha presentato ufficialmente la Consumer Preview di Windows 10, svelando le funzionalità che caratterizzeranno la nuova versione del suo storico sistema operativo. L’evento ci ha servito su un piatto d’argento l’occasione per dare uno sguardo a quella che è stata l’evoluzione di Windows, visto anche che quest’anno cade il 30ennale del suo primo rilascio ufficiale.

SOMMARIO
1. La storia di Windows, un’evoluzione lunga 30 anni
2. Le Origini e il ruolo centrale di Tandy Trower
3. Lo spettro OS/2 e la rinascita della fenice
4. Windows al centro della strategia della casa di Redmond
5. La nascita di “New Technology”
6. Windows 95 e la filosofia “document centric”
7. Obiettivo convergenza!
8. Obiettivo raggiunto: Windows XP!
9. L’evoluzione della specie prima del nuovo corso
10. Il nuovo corso multipiattaforma, Windows 8 e (one)Windows 10

[adv1]

Fonte

Microsoft Lumia 550, low cost con Windows 10

di Luca Colantuoni

I Lumia 950 e 950 XL sono stati i protagonisti principali dell’evento di ieri sera. Microsoft ha però presentato un terzo smartphone con Windows 10 indirizzato alla fascia bassa, ovvero il Lumia 550. Il nuovo modello dovrebbe sostituire l’attuale Lumia 540, che comunque offre fotocamere migliori. Il prezzo per l’Italia è 139 euro.

Leggi il resto dell’articolo

Il nuovo Microsoft Surface Pro 4 con Windows 10

di Cristiano Ghidotti

Pensato per soddisfare i più esigenti sia nell’ambito lavorativo che per quanto riguarda l’intrattenimento multimediale, il nuovo Surface Pro 4 di Microsoft è progettato su misura per sfruttare al meglio le funzionalità del sistema operativo Windows 10. Dal punto di vista del comparto hardware è presente un display PixelSense da 12,3 pollici con risoluzione 2763×1824 pixel, processori Intel con architettura Skylake, fino a 16 GB di RAM e storage massimo da 1 TB. Già avviata la fase di pre-ordine in Italia, con prezzi a partire da 1.029 euro per la configurazione base, fino ai 2.499 dollari di quella più avanzata. Le consegne prenderanno il via il 19 novembre.

Leggi il resto dell’articolo

Guida sistema operativo Microsoft Windows 10

di Aggregator

Windows 10 è il primo sistema operativo multi-piattaforma in grado di adattarsi dinamicamente a PC desktop, notebook, tablet, smartphone, Xbox e HoloLens. Sviluppato usando come base di partenza il meglio di Windows 7 e Windows 8.1, include centinaia di migliorie e nuove funzioni ma, soprattutto, introduce le Universal Windows Apps, ovvero applicazioni e giochi finalmente in grado di funzionare su tutti i dispositivi compatibili con Windows 10.

Microsoft, con Windows 10, ha fatto un passo indietro e ha ridisegnato un menu Start più familiare per gli utenti provenienti dalle versioni del sistema operativo precedenti a Windows 8 – caratterizzato, invece, dalla odiata Start screen. Quest’ultima, in realtà, è ancora presente: è stata perfezionata e arricchita di funzioni, ed è attiva di default su tablet e slate (è comunque attivabile manualmente anche su computer con altri form-factor).

I tablet convertibili, come il Surface, possono invece beneficiare di Continuum: in modalità tablet godranno della schermata Start in stile Windows 8, mentre passando alla modalità notebook avverrà automaticamente lo switch al menu Start in stile Windows 7.

Quest’ultimo, attivo di default su PC desktop e notebook, ovviamente non è proprio quello del vecchio sistema operativo, ma è arricchito di live tile, pulsanti personalizzabili e tante altre funzioni tutte da scoprire.

Fonte

Elenco comandi vocali disponibili per Cortana

di Aggregator

Con Windows 10, Microsoft ha deciso di lanciare il suo assistente vocale anche su PC e tablet. Cortana rende le cose più semplici e si assicura che siate sempre aggiornati sui vostri interessi – ma ha bisogno di conoscervi per potervi aiutare al massimo delle sue capacità.

cortana

[adv1]

Parlale e Cortana vi aiuterà a fare qualsiasi cosa desideriate sul vostro dispositivo Windows: può ricordarvi di passare in lavanderia, rispondervi su punteggi di partite, quotazioni in borsa o a domande di cultura generale, tutto quello che volete.
Potrà anche chattare con voi. Potete iniziare parlando a Cortana in modo naturale di tutto quello che vi passa per la testa. Se non sapete ancora cosa dire, niente paura: vi capirà come farebbe una persona con cui parlereste normalmente.
Se Cortana non è sicura di cosa intendete, vi aiuterà a individuare il modo di dire le cose in un modo che lei possa comprendere. A questo proposito vediamo una lista di possibili comandi:

  • Come ti chiami?
  • Cosa significa Cortana?
  • Cosa è Halo?
  • Quanti anni hai?
  • Quando sei nata?
  • Da dove vieni?
  • Ti piace il tuo nome?
  • Sei maschio o femmina?
  • Prova
  • Brava
  • Cortana
  • Ci sei?/Parlami
  • Buongiorno/Buonanotte/Buona giornata/Sogni d’oro
  • Ti piacciano gli animali?
  • Fammi una imitazione/un indovinello
  • Avada kedavra
  • Oblivion
  • Cantami una canzone
  • Fammi un caffè
  • Lancia una moneta/un dado
  • Come fa il gatto/cane/pesce/mucca/pecora/leone/papera/…?
  • Vattene/Sparisci/Sei licenziata
  • Ho bevuto
  • Sei fantastica
  • Chi è il tuo capo?
  • Sono bello?
  • Riconosci la musica/Che brano sto ascoltando?
  • Riproduci TITOLO di AUTORE (esempio: riproduci Boulevard Of Broken Dreams dei Green Day)
  • Riproduci artista/playlist
  • Che film ti piace?
  • Dove posso nascondere un cadavere?
  • Cosa ne pensi di Microsoft/Google/Apple?
  • Cosa ne pensi di Bill Gates/Joe Belfiore/Steve Jobs?
  • Ti piace la mela?
  • Fammi ridere
  • Mi vuoi sposare?
  • Mi ami?
  • Ti amo
  • Chi sono?
  • Cosa pensi di me/Clippy/…?
  • Balla
  • Esisti?
  • Chi è tuo padre/tua madre?
  • Raccontami una storia/una barzelletta
  • Sono triste/felice
  • Ho bisogno di un cappotto?
  • Qual è il tuo sport preferito?
  • Cosa ne pensi di Surface/Xbox/Windows/Windows Phone?
  • Sto male/bene
  • Hai fame?
  • Cosa mangi?
  • Sasso carta forbici
  • Morra cinese
  • Sei grassa
  • Dammi le indicazioni stradali per NOME CITTÀ (esempio: dammi le indicazioni stradali per Bari)
  • Quanto ci vuole per arrivare DESTINAZIONE? (esempio: quanto ci vuole per arrivare a Corato?)
  • Dove mi trovo?
  • Quanto è distante DESTINAZIONE? (esempio: quanto è distante il Parco Nazionale dello Stelvio?)
  • Com’è il traffico sulla strada per arrivare a DESTINAZIONE? (esempio: com’è il traffico sulla strada per arrivare a Lecce?)
  • Avvia NOME APP (esempio: avvia Windows Blog Italia)
  • Inserisci EVENTO sul calendario DATA (esempio: inserisci nuoto sul calendario per domani)
  • Sposta l’evento delle 15:00 alle 16:00
  • Cosa devo fare dopo?
  • Cosa è in programma questo fine settimana?
  • Ricordami di EVENTO, LUOGO, QUANDO (esempio: ricordami di ritirare i vestiti dalla lavanderia domani)
  • La prossima volta che sono LUOGO, ricordami di EVENTO (esempio: La prossima volta che sono al lavoro, ricordami di compilare la richiesta ferie)
  • Svegliami alle ORARIO (esempio: svegliami alle 10)
  • Disattiva la sveglia delle ORARIO (esempio: disisattiva la sveglia delle 10)
  • Svegliami tra ORARIO (esempio: svegliami tra 20 minuti)
  • Pioverà questo fine settimana?
  • Fa freddo fuori?
  • Che tempo farà oggi?
  • Ultimo risultato dell’Inter/Milan/Juventus/…
  • Convertire PREZZO in VALUTA (esempio: converti 60 euro in yen)
  • Quanto vale un’azione di AZIENDA? (esempio: quanto vale un’azione di Microsoft?)
  • Che la forza sia con te
  • Che ore sono?
  • Accendi/Spegni Wifi/Bluetooth/Modalità Aereo/Non Disturbare
  • Fo***ti, pu***na, vaf*******
  • Dimmi la definizione di PAROA (esempio: dimmi la definizione di browser)
  • Siri/Google Now

Fonte

La storia di Windows in una semplice infografica

di Aggregator

Da ‘Interface Manager’ a Windows 10, ecco un piccolo viaggio alla scoperta delle tappe più importanti che hanno fatto la storia del sistema operativo! Ma come nasce Windows? Quale è stato l’anello di incontro tra MS-DOS e l’interfaccia a finestre “punta-e-clicca”? Ce lo spiega questa eloquente infografica che, pur non scendendo nei minimi dettagli, offre un soddisfacente racconto di come Windows si sia evoluto nel tempo, trasformandosi da “Interface Manager” a Windows 10 e scrivendo praticamente la storia!

Fonte

Recensione e guida completa cloud storage OneDrive

di Aggregator

OneDrive è uno spazio di archiviazione online gratuito fornito con il tuo account Microsoft. È come un altro disco rigido disponibile da tutti i dispositivi che usi. Non devi più inviare a te stesso i file tramite email o portare in giro (con il rischio di perderla) un’unità flash USB. Che tu stia usando il laptop per lavorare a una presentazione, il tuo nuovo tablet per visualizzare le foto dell’ultima vacanza o il telefono per controllare la lista della spesa, puoi accedere ai tuoi file in OneDrive.

Iniziare a usare OneDrive è facile. Puoi aggiungere file già presenti nel tuo PC copiandoli o spostandoli in OneDrive. Quando salvi i nuovi file, puoi scegliere di salvarli in OneDrive per potervi accedere da qualsiasi dispositivo e condividerli con altre persone. Se nel tuo PC è presente una fotocamera integrata, puoi salvare automaticamente le copie delle foto presenti nel rullino in OneDrive, per avere sempre una copia di backup.

Fonte

[video] Tutte le novità di Windows 10 Anniversary Update

di Biagio Catalano

Anniversary Update, da qualcuno conosciuto con il nome in codice Redstone 1, è il più grande aggiornamento rilasciato a un anno dal lancio di Windows 10. Dopo una lunga gestazione resa possibile grazie anche al programma Windows Insider, il 2 agosto è stato rilasciato al pubblico come upgrade gratuito. Qui di seguito elenchiamo tutte le […]

Puoi leggere l'articolo [video] Tutte le novità di Windows 10 Anniversary Update in versione integrale su WindowsBlogItalia.
Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

PROMOZIONI | Lumia 950 a -138€ | Lumia 950 XL a -138€ | Lumia 650 a -40€ | Lumia 550 a -26€ | Band 2 a -50£ | Surface Pro 3 a -547€

❌