Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiWebnews

Android N, novità e caratteristiche

di Cristiano Ghidotti

L’ultima incarnazione della piattaforma mobile più diffusa al mondo ha un nome, sebbene non ancora definitivo: Android N. Il sistema operativo mobile, curato da Google, rappresenta l’ennesima evoluzione di un percorso passato negli ultimi anni da Jelly Bean a KitKat, da Lollipop a Marshmallow. La nuova major release è costruita sulla base dei feedback ricevuti da utenti e sviluppatori, con un’attenzione particolare alle performance e alla versatilità dei dispositivi di ultima generazione, che spesso uniscono alla praticità del touchscreen la comodità dell’interazione tramite pennino, tastiere fisiche o altre periferiche di input.

Leggi il resto dell’articolo

Google abolirà arbitrato forzato per i dipendenti

di Matteo Tontini

Google ha annunciato che a partire da oggi abolirà l’arbitrato forzato per i suoi dipendenti, in seguito alle loro critiche sulla policy aziendale. Con l’arbitrato forzato, una società chiede a chi assume di presentare qualsiasi controversia in un arbitrato come condizione di impiego: ciò significa che il dipendente è tenuto a rinunciare al proprio diritto di intentare causa o di partecipare a un’azione legale collettiva, cercando di risolvere la disputa attraverso un sistema privato (affidandosi a uno o più soggetti terzi, gli arbitri) e senza passare per il tribunale.

Leggi il resto dell’articolo

Google, primi dettagli sulla città intelligente

di Matteo Tontini

Sidewalk Labs è un gruppo facente parte di Alphabet, società proprietaria di Google, che si occupa di “immaginare, progettare, collaudare e costruire strutture urbane per sostenere le città nelle più grandi sfide”. Nel 2017, Sidewalk Labs ha annunciato di voler realizzare la sua prima città “connessa”, un quartiere chiamato Quayside sulla costa di Toronto, in Canada.

Leggi il resto dell’articolo

Da Google nuovi requisiti per le API di Android

di Antonino Caffo

Google ha confermato che la China’s Telecommunications Terminal Industry Association, un’associazione sostenuta dal governo di Pechino, richiederà che le app Android nei principali store di produttori di terze parti, come Huawei, Oppo, Vivo, Xiaomi, Baidu, Alibaba e Tencent, abbiano almeno il Livello API 26 (Android 8.0) o superiore entro il 2019, col fine di “migliorare la sicurezza dell’ecosistema”.

Leggi il resto dell’articolo

Google Fit abbandona il web: sarà solo un’app

di Marco Locatelli

Google Fit dice addio al web. Il servizio dedicato al fitness del colosso di Mountain View abbandona infatti in maniera definitiva il suo sito ufficiale diventando una piattaforma fruibile solo tramite app.

Leggi il resto dell’articolo

Pedofilia e YouTube, Epic Games toglie pubblicità

di Marco Locatelli

Dopo l’esplosione del nuovo scandalo legato alla presenza di commenti e contenuti legati alla pedofilia in alcuni video di YouTube che hanno come protagonisti i bambini, diverse multinazionali hanno rimosso dal tubo i loro contenuti video pubblicitari che ritraggono infanti. Tra questi si aggiunge anche Epic Games, publisher di Fortnite.

Leggi il resto dell’articolo

Google Digital Wellbeing su altri smartphone

di Marco Locatelli

Lo strumento del Digital Wellbeing, in italiano “Benessere Digitale” ha contribuito a bilanciare l’utilizzo degli smartphone Android One e Pixel, ma Google sta lavorando per estendere questa sua tecnologia anche al di fuori del suo ecosistema hardware.

Leggi il resto dell’articolo

Assistente Google, spot mostrati agli Oscar 2019

di Matteo Tontini

Alcuni nuovi spot pubblicitari di Assistente Google sono andati in onda durante la 91ª edizione degli Oscar, che ha visto come vincitore a sorpresa il drammatico Green Book, e reimmaginano il modo in cui alcuni cult e film recenti avrebbero potuto essere con l’aiuto dell’intelligenza artificiale di BigG.

Leggi il resto dell’articolo

MWC 2019, Assistente Google anche su feature phone

di Matteo Tontini

Nel corso del MWC 2019, il colosso della ricerca ha annunciato che l’Assistente Google verrà aggiornato con Voice Typing su KaiOS, il sistema operativo che unisce la potenza di uno smartphone alla convenienza dei feature phone (o telefoni economici). Così, gli utenti avranno la possibilità di dettare messaggi, ricerche sul web e qualsiasi altra operazione utilizzi una casella di testo.

Leggi il resto dell’articolo

Google con Yeti alla GDC: console per cloud gaming

di Marco Locatelli

Tornano nuove indiscrezioni sul binomio Google e gaming alla GDC 2019 in programma a marzo. Dopo l’annuncio della stessa società che ha dato poi adito a tantissime illazioni e ipotesi (molte delle quali suggestive), prende sempre più corpo il rumor secondo il quale bigG porterà, sul palco della GDC 2019, una nuova console da gioco chiamata con il nome in codice Project Yeti Streaming.

Leggi il resto dell’articolo

Google, Pixel low-cost rivelati nei documenti FCC?

di Matteo Tontini

Sembrerebbe che Google non soltanto abbia in cantiere due nuovi smartphone, molto probabilmente Pixel 3 Lite e Pixel 3 XL Lite (di cui si vocifera ormai da mesi), ma che potrebbe annunciarli prima dell’evento Made by Google 2019. Pare che la società li abbia registrati presso la Federal Communications Commission (FCC), o almeno così lasciano intendere i documenti dell’agenzia governativa che citano due dispositivi del colosso della ricerca – ma non specificano quali.

Leggi il resto dell’articolo

Assistente Google abbraccia l’app Messaggi

di Matteo Tontini

L’Assistente Google è compatibile con un numero sempre maggiore di servizi e il colosso della ricerca fa un nuovo annuncio al riguardo: presto sarà infatti disponibile nell’app Messaggi per Android e in altre lingue su Maps.

Leggi il resto dell’articolo

Apple Music compatibile con Google Home

di Marco Grigis

Apple Music, il servizio di streaming musicale del gruppo di Cupertino, pare sia ora compatibile con i servizi di Google Home e di Assistente Google. È quanto ha scoperto da un lettore di MacRumors, nell’analizzare l’ultima release dell’applicazione di Big G.

Leggi il resto dell’articolo

Google Duo, ecco la versione web

di Marco Locatelli

Rilasciato ormai oltre due anni fa, Google Duo, servizio per le videochiamate del colosso di Mountian View che si contrappone a Skype e fino ad oggi era disponibile solo in versione app, sbarca su web browser.

Leggi il resto dell’articolo

Il prossimo Snapdragon avrà un modem 5G integrato

di Antonino Caffo

In un futuro non così lontano, Qualcomm lancerà un processore di punta con un modem 5G integrato, aprendo la strada a dispositivi 5G più sottili, leggeri ed economici. Allo stato attuale, praticamente tutti gli smartphone con supporto al 5G, tra cui il Galaxy S10 5G e il Mi Mix 3 5G, poggiano su uno Snapdragon 855, che ha un modem solo LTE. Ciò vuol dire che i modelli di cui sopra devono essere affiancati da un modem dedicato e separato dalla parte centrale, lo Snapdragon X50.

Leggi il resto dell’articolo

Google Maps, la Satellite mode aveva un altro nome

di Matteo Tontini

Chi utilizza Google Maps saprà probabilmente che l’app di navigazione contiene la modalità Satellite, il cui nome non si addice perfettamente a quanto in realtà offre: infatti molte delle foto visualizzabili sono scattate da aerei in alta quota e non da satelliti. Veniamo adesso a sapere che il nome della modalità avrebbe pertanto dovuto essere diverso.

Leggi il resto dell’articolo

MWC 2019: l’app di YouTube per feature phone

di Marco Locatelli

Dopo aver investito 22 milioni lo scorso anno, diventa sempre più forte il binomio Google e KaiOS. Al Mobile World Congress 2019 di Barcellona, infatti, KaiOS Technologies ha presentato le novità della partnership con il colosso di Mountain View che includono l’arrivo di un’app nativa per YouTube e il potenziamento di Google Assistant, di cui abbiamo già scritto.

Leggi il resto dell’articolo

Google Home, app cambia colore delle luci smart

di Matteo Tontini

L’app di Google Home, fino a questo momento, permetteva soltanto di regolare la luminosità delle lampadine intelligenti della propria abitazione, e di accenderle e spegnerle, ma non di cambiarne il colore. Tuttavia l’ultimo aggiornamento dell’applicazione aggiunge una tavolozza di colori da cui scegliere, a patto che si possiedano delle luci smart RGB ovviamente.

Leggi il resto dell’articolo

Google Traduttore negli ospedali per comunicare

di Matteo Tontini

I medici che lavorano in grandi ospedali degli Stati Uniti spesso affrontano la sfida di comunicare efficacemente con i pazienti che non parlano la loro lingua. Alcuni dottori stanno colmando questa lacuna con l’aiuto di Google Traduttore, l’app guidata dall’IA di BigG sempre più precisa e sofisticata. Ma sebbene un nuovo studio dalla California dimostri che l’applicazione può aiutare i pazienti a dialogare con i loro medici, Traduttore non è impeccabile e, anzi, a volte potrebbe causare persino danni.

Leggi il resto dell’articolo

Apple Music in Google Home? Solo un bug

di Marco Grigis

Si sono già spente le speranze per l’integrazione di Apple Music in Google Home e, conseguentemente, con gli speaker compatibili con il servizio. È la stessa Big G a confermarlo: l’apparizione del servizio di streaming all’interno dell’applicazione, scovata da alcuni utenti qualche giorno fa, è derivata da un bug software.

Leggi il resto dell’articolo

❌