Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Martina Meneghini

di redazione

Fascinosa, vulcanica e determinatissima, Martina Meneghini è nata a Marostica, una pittoresca cittadina veneta vicino a Bassano Del Grappa (BL), famosa per la Piazza degli Scacchi. Diplomata in lingue, parla correntemente inglese, tedesco e spagnolo. Martina ha frequentato la Facoltà di Lettere all’Università di Verona per diventare giornalista. Essendo cresciuta in una famiglia di artisti, dedica il tempo libero a disegno, pittura, make-up e coltiva la passione per la scrittura; inoltre ha recitato a teatro e lavorato nella radio web universitaria, dove conduceva il giornale online. Quali altri interessi coltivi? Sono un'appassionata di arte, amo il disegno, la pittura e il make-up che studio a livello professionale, anche se il lavoro di modella mi assorbe molto. Che rapporto hai con il tuo corpo e la parte di te che trovi più sexy? Ho un rapporto di amore-odio. A volte mi guardo allo specchio e mi vedo bellissima, altre no. Però sarei un'ipocrita se dicessi che non mi piaccio. La parte di me che trovo più sexy è l’addome, anche se mi dicono che ho un bel lato B e un bel profilo del viso. Vorrei però una taglia in più di seno! Come ti piace vestire? Mi piace creare un look tutto mio, ogni volta diverso e per questo mi porto sempre dietro le forbici. Taglio e ritaglio continuamente vestiti, maglie e jeans, trasformandoli in nuovi out-fit alla moda. Preferisco essere un po' rock e stare comoda, ma con stile. Non amo i vestiti eleganti o troppo da bambolina, sono più da body top e shorts. Le borse però mi piacciono firmate, non riesco a usare le cianfrusaglie. Progetti per il futuro? Dopo aver concluso l'accademia di makeup e trucco teatrale, mi piacerebbe diventare una vera makeup artist professionista e stare dietro le quinte. Sono uno spirito libero e vorrei trasformare in lavoro le mie passioni, non è facile ma ci provo! Scheda Martina Meneghini Nome e cognome: Martina Meneghini Anni: 26 Occhi: castano-verde Altezza: 170 Misure: 87-62-87 Segno zodiacale: Leone Hobby: fotografia, make-up, pittura, ballo Sport: ginnastica artistica Temperamento: vulcanica, forte e passionale Segni particolari: occhi allungati, microdermal sopra le clavicole e tatuaggi sul corpo Auto posseduta: Citroën C1 colore grigio Sogno nel cassetto: trasferirsi a Cuba Sito o blog: Mendy Tyna Italian Model https://m.facebook.com/mendytyna/ Insta: Mendy_fashion_tyna Foto di: Alessandro Caramagna L'intervista completa a Martina Meneghini è su Elaborare 229. ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 229 Luglio-Agosto 2017 QUI  ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri) ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Migliori smartphone cinesi

di Giuseppe Testa
migliori smartphone cinesi

Tra gli smartphone più venduti quest’anno spiccano molti smartphone provenienti dalla Cina, patria di dispositivi con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Finita l’era dei “cinesoni” con scarse performance e dalla rottura facile, i nuovi smartphone cinesi sono pronti per conquistare il grande pubblico non solo per il prezzo basso ma anche per caratteristiche tecniche di prim’ordine. […]

Migliori smartphone cinesi

Pneumatici invernali delle auto, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti

di redazione

Dal 15 novembre scatta l’obbligo di montare sulle auto pneumatici invernali, per scegliere quelli giusti occorre conoscere bene norme e caratteristiche, per non incorre in sanzioni. I cartelli all’ingresso di autostrade e statali, il cui tracciato tocca località collinari o montuose, ricordano dunque che dalla metà di novembre sono obbligatori sulle auto e tutti i mezzi di trasporto, in alcuni tratti, di montare pneumatici invernali o di portare le catene a bordo.
La norma sulle gomme invernali sarà in vigore fino al 15 aprile dell’anno successivo, ma per il cambio gomme prevede un mese di tolleranza prima e dopo tali scadenze, ma in presenza di neve e ghiaccio le coperture invernali restano indispensabili.

Pneumatici invernali, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti – I segnali stradali
I segnali stradali che indicano le disposizioni per l’inverno hanno sfondo verde per le autostrade, blu per le strade extraurbane e bianco per quelle urbane. Da sottolineare che il mancato rispetto di questo obbligo comporta una sanzione amministrativa da 85,00 a 338,00 Euro; inoltre, se la marcia del veicolo senza dispositivi invernali dovesse rappresentare un grave pericolo per la sicurezza stradale, gli organi di Polizia possono impedire al mezzo di proseguire il viaggio finché non ne sarà dotato.

Pneumatici invernali delle auto, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti

Pneumatici invernali, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti – Uso delle catene
Per quanto riguarda le catene da neve è fondamentale consultare il libretto di uso e manutenzione della propria auto per verificare cosa abbia previsto il costruttore in tal senso: in alcuni casi infatti è necessario l’utilizzo di dispositivi dallo spessore ridotto, mentre in altri non è affatto possibile montare le catene.

Pneumatici invernali delle auto, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti

Pneumatici invernali, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti – La montagna con tre cime
La sigla “TPMSW”, acronimo di “Three Pick Mountain Snow Flake” ovvero il disegno di una montagna con tre cime e un fiocco di neve, si riferisce al simbolo appena descritto, che è possibile individuare sul fianco delle coperture invernali, le cosiddette “termiche”. Questo marchio non è obbligatorio, ma indica che il costruttore ha svolto dei specifici test su strada innevata e il pneumatico generalmente adotta una mescola con una particolare formulazione che ne ottimizza il comportamento in queste condizioni. La scritta obbligatoria per identificare le gomme termiche è “M+S” (Mud & Snow).

Pneumatici invernali, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti – I “4 stagioni”
Come già accennato, il simbolo del fiocco di neve con la montagna a tre cime indica che la copertura è stata provata in condizioni invernali; infatti possiamo trovarlo anche sulle “All Seasons”, ovvero le gomme che possono essere usate tutto l’anno senza l’obbligo di sostituirle al cambio di stagione. Le prove di confronto con le classiche “invernali” hanno evidenziato che le “4 stagioni” offrono sicuramente un grip maggiore su fondi bagnati e innevati rispetto a quelle “estive”, ma non raggiungono le prestazioni delle “termiche”.

L’articolo completo con tutti i dettagli sui pneumatici invernali è su Elaborare 243.

Pneumatici invernali delle auto, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti

ACQUISTA E RICEVI ELABORARE n° 243 Novembre 2018 QUI
ACQUISTA VERSIONE DIGITALE a 2,99 € PC, iOS, Android unico accesso QUI
ABBONATI E RICEVI ELABORARE QUI (diverse opzioni 3/6/11 numeri)
ABBONATI ALLA VERSIONE DIGITALE a solo 22,99€ 

Cover Elaborare 243 magazine novembre 2018

L'articolo Pneumatici invernali delle auto, quali sono le norme e come scegliere quelli giusti proviene da ELABORARE.

Dell torna sul mercato pubblico dopo 6 anni

di Antonino Caffo

Era il 2012 e Michael Dell, CEO di Dell, trasformava l’omonima compagnia in un gigante privato. Dopo 6 anni, il 28 novembre del 2018, il colosso americano torna ad essere un soggetto con azioni pubbliche, dando vita a un cambiamento che comporterà di sicuro delle rivoluzioni dal punto di vista del mercato interno.

Leggi il resto dell’articolo

Dell Latitude 7400 2-in-1, convertibile aziendale

di Luca Colantuoni

Il CES 2019 di Las Vegas non è ancora ufficialmente iniziato, ma diversi produttori hanno già svelato alcune novità hardware. Dell ha annunciato il nuovo Latitude 7400 2-in-1, un notebook convertibile per l’utenza aziendale con interessanti caratteristiche e funzionalità.

Leggi il resto dell’articolo

CES 2019: Alienware m17 con NVIDIA GeForce RTX 20

di Luca Colantuoni

NVIDIA ha annunciato le GeForce RTX 2080/2070/2060 per notebook, quindi i principali produttori mondiali hanno svelato i loro gaming laptop equipaggiati con queste GPU. Dell ha mostrato al CES 2019 di Las Vegas il nuovo Alienware m17, fratello maggiore del precedente Alienware m15, aggiornato a sua volta con le stesse schede video.

Leggi il resto dell’articolo

[CES 2019] Dell e Alienware alzano l’asticella dei PC professionali e da gaming

di Filippo Molinini

Durante il CES 2019, Dell e Alienware hanno mostrato nuovi PC che alzano ulteriormente l’asticella dei PC professionali e da gaming. Nuovi PC Dell Dell Latitude 7400 2-in-1 Il nuovo Dell Latitude 7400 2-in-1 è il convertibile con schermo da 14“ più piccolo in commercio. È in grado di riprendere l’esecuzione di Windows 10 prima […]

Puoi leggere l'articolo [CES 2019] Dell e Alienware alzano l’asticella dei PC professionali e da gaming in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

Dell Latitude 7400 2-in-1, riconosce chi lo guarda

di Antonino Caffo

Direttamente dal CES 2019, Dell ha confermato quanto sapevamo già, un laptop di nuova generazione, che è capace di rilevare la presenza dell’utente, per accendersi da solo all’occorrenza. Si tratta del Latitude 7400, un 2-in-1 che monta hardware recente, in linea con quanto fatto dall’americana lungo tutto il 2018.

Leggi il resto dell’articolo

CES 2019: Dell XPS 13, Inspiron 7000 e Alienware

di Luca Colantuoni

Dell ha già annunciato i Latitude 7400 2-in-1 e Alienware m17, ma il produttore ha svelato al CES 2019 anche la versione aggiornata del popolare XPS 13, due Inspiron 7000 2-in-1 per l’utenza professionale, mentre per il mercato gaming sono arrivati i Dell G5/G7 e il desktop replacement Alienware Area-51m.

Leggi il resto dell’articolo

Le vendite dei PC tornano a deludere a fine 2018

di Filippo Molinini

Dopo una breve ripresa, la vendita dei PC è tornata in negativo. Il quarto trimestre del 2018 ha segnato un –4,3 % nella vendita dei computer rispetto all’anno precedente. Q4 2018 deludente per il mercato PC Secondo Gartner sono stati spediti 68,6 milioni di PC nell’ultimo trimestre del 2018, con un calo del 4,3 % […]

Puoi leggere l'articolo Le vendite dei PC tornano a deludere a fine 2018 in versione integrale su WindowsBlogItalia. Non dimenticare di scaricare la nostra app per Windows e Windows Mobile, per Android, per iOS, di seguirci su Facebook, Twitter, Google+, YouTube, Instagram e di iscriverti al Forum di supporto tecnico, in modo da essere sempre aggiornato su tutte le ultimissime notizie dal mondo Microsoft.

Satya Nadella vuole una GDPR globale

di Filippo Vendrame

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, è sempre stato uno dei principali sostenitori del recente regolamento europeo GDPR sulla protezione dei dati entrato in vigore nel maggio 2018. Al World Economic Forum di Davos, in Svizzera, il CEO di Microsoft ha elogiato nuovamente la GDPR come punto di partenza per considerare la privacy come un diritto umano. Nadella si è detto poi fiducioso che anche l’America segua la stesa strada tracciata dall’Unione Europa in materia di protezione dei dati.

Leggi il resto dell’articolo

TicWatch S2: Sfrutta (quasi) bene ciò che ha | Recensione

di Stefano Volponi

Mobvoi è forse una delle poche aziende che ancora punta sugli smartwatch Android. Lo scorso anno abbiamo provato le prime versioni dotate di Android Wear e destinate al mercato occidentale. Quest’oggi vi proponiamo la recensione di TicWatch S2, versione aggiornata del precedente modello.

(...)
Continua a leggere TicWatch S2: Sfrutta (quasi) bene ciò che ha | Recensione su Androidiani.Com


© Stefano-Volponi for Androidiani.com, 2019. | Permalink |
Scopri qui i migliori smartwatch android scelti da Androidiani.com! Classifica aggiornata a febbraio - 2019!
Tags del post: , , ,

HoloLens, Nadella difende l’accordo con l’esercito

di Filippo Vendrame

Il CEO di Microsoft Satya Nadella ha difeso il contratto multimilionario della società con il Pentagono per offrire i visori HoloLens ai soldati. La scorsa settimana dozzine di dipendenti della società avevano criticato pubblicamente questo contratto e avevano chiesto alla loro compagnia di porre fine ai legami con l’esercito americano. Più nello specifico, venerdì, un gruppo di circa 50 dipendenti Microsoft aveva pubblicato una lettera in cui chiedeva alla compagnia di stracciare il contratto da quasi 480 milioni di dollari per fornire fino a 100.000 dispositivi HoloLens alle forze armate statunitensi.

Leggi il resto dell’articolo

Il tasto Bixby è ufficialmente riprogrammabile su tutti i Samsung Galaxy

di Andrea Genovese

Samsung ha mantenuto la promessa e da oggi il tasto Bixby è diventato ufficialmente programmabile anche su gli altri ex top di gamma 2018 e 2019, oltre che sui nuovi Galaxy S10.

(...)
Continua a leggere Il tasto Bixby è ufficialmente riprogrammabile su tutti i Samsung Galaxy su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , ,

Google Maps: in Italia arriva la realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5

di Andrea Genovese

Google come precedentemente annunciato, ha rilasciato su Google Maps la possibilità di testare la modalità realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5 o superiore. Scopriamo la funzione nel dettaglio.

(...)
Continua a leggere Google Maps: in Italia arriva la realtà aumentata per le Guide Locali di livello 5 su Androidiani.Com


© andreagenovese for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Vodafone: giga illimitati a tutti per la Festa della Donna

di Alessio Sensi

In occasione della Festa della Donna, Vodafone ha deciso di regalare a tutti i suoi clienti giga illimitati di traffico internet. L’8 Marzo chi è in possesso quindi di una SIM dell’operatore rosso potrà navigare tutto il giorno senza pensieri.

(...)
Continua a leggere Vodafone: giga illimitati a tutti per la Festa della Donna su Androidiani.Com


© Alessio Sensi for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , , , ,

Android Q è ufficiale: tutte le novità e DOWNLOAD

di Francesco Ciannamea

La prima anteprima per sviluppatori di Android Q è finalmente arrivata. Scoprite tutti i dettagli sulla nuova versione di Android e come scaricarlo nel nostro articolo.

(...)
Continua a leggere Android Q è ufficiale: tutte le novità e DOWNLOAD su Androidiani.Com


© francescociannamea for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

Huawei Mate X: il nostro hands-on con il foldable più atteso

di Federico Gualdi

Huawei Mate X è probabilmente uno dei dispositivi più attesi al mondo: si tratta di un “foldable” ovvero uno smartphone pieghevole che può trasformarsi in un tablet. Graze a Huawei abbiamo avuto la possibilità di testarlo in anteprima e ne siamo rimasti piacevolmente stupiti.

(...)
Continua a leggere Huawei Mate X: il nostro hands-on con il foldable più atteso su Androidiani.Com


© Federico Gualdi for Androidiani.com, 2019. | Permalink |
Scopri qui i migliori smartphone android scelti da Androidiani.com! Classifica aggiornata a Marzo - 2019!
Tags del post: , , ,

Metano al Self: pubblicato il Decreto sul rifornimento con la “Patente”

di Donato D'Ambrosi

Dopo una serie di ritardi rispetto all’Europa è finalmente stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che predispone le modalità per il rifornimento del metano in Self Service. Una novità attesa in Italia di cui vi abbiamo anticipato qui estratti della bozza che renderà felici gli automobilisti “metanizzati” e i gestori delle flotte, poiché si potrà fare rifornimento oltre l’orario di esercizio (anche di notte) ma con non poche condizioni. Il decreto, infatti, da una parte dà la facoltà (non l’obbligo) ai distributori di adeguare l’impianto per il rifornimento dei consumatori in autonomia. Dall’altra però stabilisce dei paletti sulla formazione degli automobilisti e la responsabilità in caso di negligenze o false dichiarazioni. Ecco cosa dice il decreto sul metano al Self Service e quali potrebbero essere le criticità per gestori e automobilisti.

IL SELF SERVICE SARA’ FACOLTATIVO

Il Decreto sul rifornimento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.67 del 20 marzo 2019, entrerà in vigore il trentesimo giorno successivo a tale data. La parte più rilevante per i gestori riguarda cosa devono fare per consentire il rifornimento di metano. Quella che interessa gli automobilisti invece obblighi e responsabilità per poter fare metano, ma di questo ne parliamo più avanti. Partendo dalle disposizioni tecniche per i gestori, bisogna sottolineare che le novità non costituiscono un obbligo di adeguamento, e forse è un bene. Perché da un lato il numero di auto circolanti a metano è passato da 911.246 a 926.704 tra il 2016 e il 2017 secondo il report dell’Osservatorio ACI. Dall’altro si stanno rimescolando le carte sulle le immatricolazioni di auto nuove a metano in Europa con numeri altalenanti. E poi non si può sottovalutare anche la proposta di auto nuove dei Costruttori, che vede il passaggio recente del testimone da Fiat a Volkswagen nella classifica delle vendite.

GLI OBBLIGHI (FACOLTATIVI) DEI GESTORI

I gestori però che volessero aggiornare gli impianti offrendo anche il metano in modalità Selfservice dovranno rispettare non pochi obblighi. Molti, soprattutto riguardo alla formazione dei clienti non ancora chiari dal punto di vista dei costi. Conoscerli anche per gli automobilisti è un vantaggio poiché aiuterà a capire in pochi istanti se ci si trova in un distributore dotato di self service:

1) I gestori potranno predisporre il rifornimento in impianti a multi erogazione di diversi prodotti, ma non deve essere possibili rifornire più carburanti sulla stessa auto.
2) I gestori dovranno attivare un sistema di videosorveglianza e di una linea di chiamata di emergenza tramite pulsante collegata a un centralino. Il centralino deve essere presidiato da un addetto specializzato a rispondere alle possibili emergenze che si possono verificare.
3) Oltre alle varie disposizioni tecniche di sicurezza devono esserci chiare indicazioni visive su cosa l’automobilista può fare, come deve farlo e cosa non può fare, almeno in italiano e inglese, sia riguardo al rifornimento sia riguardo alla messa in sicurezza.
4) Il corso di istruzione agli utenti, propedeutico per ottenere la “licenza al self” a carico del Gestore, in alternativa ai video tutorial.

IL CORSO E LA LICENZA PER GLI AUTOMOBILISTI

E con il corso obbligatorio dell’utente per poter accedere al rifornimento  quando la pompa non è presidiata, entriamo nel vivo degli obblighi degli automobilisti. L’utente infatti deve seguire un corso organizzato dal Gestore o tramite un tutorial video che spiega come utilizzare il distributore in self service ma senza alcuna prova finale. Basta semplicemente registrarsi su un portale (che sarà attivato dal Ministero) e con una serie di autocertificazioni entra in possesso della Card elettronica per attivare la pompa e della Licenza sul rifornimento del metano in Self. L’utente infatti:

1) Dovrà dichiarare di essere stato adeguatamente istruito sulle modalità di effettuazione del rifornimento self-service e dei rischi connessi,sulle avvertenze, limitazioni, divieti e comportamento da tenere incaso di emergenza.
2) Dovrà dichiarare che i veicoli destinati al rifornimento devono essere in possesso dei requisiti per la circolazione nel rispetto delle disposizioni vigenti, compresi gli aspetti relativi all’omologazione delle bombole installate e alle relative verifiche periodiche, assumendosi ogni responsabilita’ in merito al corretto uso di tale sistema di rifornimento.

IL RISCHIO DI AIUTARE AUTOMOBILISTI INESPERTI

Ora se consideriamo l’impegno in termini di costi e organizzazione per un Gestore a offrire i corsi per gli utenti, è prevedibile che la maggior parte degli automobilisti si orienterà sui tutorial online, se e quando saranno disponibili. E viene da pensare che, con queste previsioni, non pochi automobilisti potrebbero non essere così precisi sulla legalità dell’impianto e sull’osservanza dei termini di collaudo delle bombole. Inoltre, il divieto di rifornire altri utenti che non siano già stati abilitati può esporre gli automobilisti con licenza al rischio di rifornire auto illegalmente. Non è raro infatti trovarsi davanti il vicino di pompa che chiede aiuto e prodigarsi pensando di fare la cosa giusta. Ma vedremo come il Ministero limiterà i rischi attraverso tutorial chiari e, soprattutto, attività di controllo per prevenire incidenti.

L'articolo Metano al Self: pubblicato il Decreto sul rifornimento con la “Patente” proviene da SicurAUTO.it.

Google Stadia: Cos’è, Cosa fa, Quanto costa e Perchè piacerà tantissimo

di Niccolò Proietti Savina

Presentata pochi giorni fa, Google Stadia si pone l’ambizioso obiettivo di rivoluzionare il mondo del gaming. Ma in cosa consiste il nuovo progetto del colosso di Mountain View? Scopriamolo insieme!

(...)
Continua a leggere Google Stadia: Cos’è, Cosa fa, Quanto costa e Perchè piacerà tantissimo su Androidiani.Com


© niccoloproietti for Androidiani.com, 2019. | Permalink |

Tags del post: , , ,

❌