Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Scaricare interi siti internet sul computer per conservarli o modificarli

di Claudio Pomes
In un altro articolo avevamo parlato di come sia possibile studiare la storia di internet, vedendo come si sono evoluti e come sono cambiati tutti i siti del passato, quali esistono ancora, quali...

Continua...

Firma digitale online per documenti e contratti scritta a mano su PC e cellulari

di Claudio Pomes
Il discorso sulla firma digitale dei documenti è piuttosto vecchio e se fino a qualche tempo fa eera difficile trovare reali esempi di applicazione della firma digitale, ossia, sia in ambito...

Continua...

LinkedIn raggiunge i 100 milioni di utenti

di Aggregator

Il social network professionale LinkedIn ha annunciato di aver tagliato il traguardo dei 100 milioni di utenti registrati. Fondata nel dicembre 2002 e lanciata nel maggio 2003 (il più popolare Facebook verrà lanciato quasi un anno dopo, nel febbraio del 2004), LinkedIn ha assistito ad una consistente crescita nel corso dell’ultimo periodo.

[adv1]

Attualmente il social network dedicato ai professionisti viene utilizzato in oltre 200 paesi. 44 milioni di utenti provengono dagli Stati Uniti d’America, mentre i restanti 56 milioni sono sparsi attorno al mondo. La maggior crescita si sta verificando proprio nel panorama internazionale: su base annua sono gli utenti brasiliani a crescere in maggiori misura, quadruplicando (+428%) rispetto all’anno precedente. A seguire in classifica vi sono il Messico, l’India e la Francia. Complessivamente si conta un nuovo utente LinkedIn ogni secondo.

Fonte

Nuova versione del browser di navigazione internet Google Chrome 10

di Aggregator

Correzioni di sicurezza, prestazioni ottimizzate ed alcuni ritocchi vari a tutte le altre caratteristiche distintive sono il biglietto da visita della decima versione maggiore del browser multicolore di Google. Google Chrome 10 stabile è dotato di una versione ulteriormente potenziata di V8, chiamata Crankshaft. Il motore Javascript risulta così ancora più rapido (+66%, nei test condotti dall’azienda) nell’eseguire taluni script, con vantaggi particolarmente evidenti nei casi in cui il browser sia chiamato a gestire listati particolarmente corposi.

Sempre in termini di ottimizzazioni prestazionali, si segnala inoltre l’accelerazione hardware per la riproduzione dei filmati.

[adv1]

Per quanto riguarda gli aspetti direttamente a contatto con l’utente, la pagina delle opzioni è stata trasformata in una scheda (prima era proposta come finestra di dialogo) ed è ora possibile sincronizzare automaticamente anche le password fra più installazioni.

Fonte

I desktop manager piu diffusi e utilizzati su Linux

di Aggregator

Nei sistemi operativi Linux esistono diversi Desktop Manager (ovvero interfacce grafiche) che rispondono a gusti ed esigenze molto diverse. Possiamo essere minimalisti e quindi installare Openbox o Awesome, oppure voler una grafica più accattivante e usare KDE e Gnome. Ma quali sono le differenze e i più utilizzati?

Gnome è senz’altro il più diffuso, offre un’interfaccia semplice e personalizzabile a piacimento in ogni sua forma, si basa su librerie grafiche GTK+, e ha raggiunto in versione stabile la 2.32, mentre la prossima release, la tanto aspettata versione 3.0 dovrebbe essere rilasciata in aprile 2011 .

Presenta anche del software per le più svariate operazioni, tra cui ovviamente un browser file Nautilus, che sicuramente molti di voi conosceranno per la sua espandibilità grazie ai numerosi script che si trovano in giro per la rete.

E’ particolarmente leggero, quindi il suo utilizzo non crea problemi su nessuna macchina, anche se un po’ datata. Per chi poi volesse esagerare c’è sempre Compiz.

[adv1]

KDE è un altro desktop manager molto diffuso, presenta una grafica più Windows-Style, e per questo di solito viene preferita da molti utenti che vengono da quel mondo. E’ basato sulle librerie grafiche Qt e l’ultima versione stabile è stata rilasciata da pochi giorni (per la precisione il 4 Marzo) ed è la 4.6. Anch’èsso è personalizzabile in ogni aspetto, come tutto del resto in Linux, e presenta numerosi pacchetti software inclusi. E’ disponibile in modo predefinito in numerose distribuzioni Linux.



Fonte

Consigli e accorgimenti per acquistare su eBay

di Aggregator

Tutti conosciamo eBay, il sito per comprare e vendere on-line più famoso al mondo. Tutti abbiamo comprato qualcosa da eBay, o conosciamo qualcuno che l’abbia fatto. Ovviamente con un gran risparmio se si è stati bravi a fare un ottimo affare. Purtroppo però non sempre sentiamo grandi storie gradevoli su chi frequenta eBay, tra i truffatori e chi vende merce contraffatta verrebbe quasi da smettere di frequentare eBay. Ma forse bastano un po’ si semplici accorgimenti per non incappare in qualche strana situazione.

Feedback

Il punteggio di feedback di un utente non è nient’altro che la percentuale di persone soddisfatte che ha trattato con quell’utente su tutta la totalità di persone. Spiegato così sembra un ottimo strumento per non farsi fregare, ma nel tempo molti furbetti sono riusciti ad arginare il problema. Come? Semplice, creandosi dei feedback ad-hoc.

[adv1]

La procedura che seguono è molto semplice, prima comprano un diverso numero di oggetti di pochissimo valore, in modo da avere un feedback positivo su un consistente numero di oggetti, poi passano alla loro truffa, vendendo oggetti inesistenti utilizzando il vecchio trucco di una svendita incredibile, o chissà quale prezzo stracciato su oggetti di diverse migliaia di euro. Il consiglio è non sono di guardare la percentuale di feedback positivi, ma anche come questi sono stati ottenuti e in che tempistiche.

Pagamenti

eBay offre ormai da diverso tempo la protezione integrale sui pagamenti grazie a PayPal. Purtroppo però i pagamenti tramite PayPal impongono delle percentuali ai venditori, le quali si vanno ad aggiungere alle percentuali di eBay. Per questo può sembrare sconveniente, ma la realtà è che, chi gioca troppo spesso con questo dato di fatto, potrebbe non avere buone intenzioni in caso di controversia. Consiglio? Trovate chi vende il vostro oggetto dei desideri con PayPal, anche se costa qualche euro in più. Nel caso di una controversia avrete un alleato potente come PayPal nelle vostre fila, potendo riavere indietro il vostro denaro.

Spedizioni

Cercate di non risparmiare sulle spedizioni, chiedete anzi di voler spedizioni diverse da quelle indicate se possibile. Ovviamente dipende dal valore dell’oggetto, ma preferite i servizi top di gamma di Poste Italiane, o un qualsiasi altro corriere espresso. Fate in modo che la spedizione sia tracciabile e assicurata. A proposito dell’assicurazione che offre Poste Italiane, non è da intendersi come un risarcimento se il pacco viene smarrito, ma viene applicata una franchigia pari al 10% del valore dichiarato, per un minimo di 26,00€ solo se il pacco viene danneggiato durante il trasporto.

Fonte

Monitorare il sistema con il Gadget Multi Meter per Windows Sidebar

di Aggregator

Questo gadget per Windows ti da la possibilità di monitorare molti parametri del tuo computer per mostrare in tempo reale come si comportanto i core del processore, la memoria occupata/disponibile, la velocità della rete, i processi in esecuzione e altro. Inoltre offre tantissime possibilità di configurazione, puoi personalizzare gli elementi mostrati per visualizzare grafici e contatori tutto in un unico gadget comodo per tenere sotto controllo il proprio sistema.

[adv1]

Fonte

Differenze sistemi operativi per smartphone

di Aggregator

Se avete intenzione di comprare uno smartphone nuovo, tutti abbiamo il problema della scelta del modello e del budget, ma sorge un altro problema, quale sistema operativo è più congeniale al nostro uso e alle nostre aspettative? Di seguito una lista dei sistemi operativi per symbian più diffusi con la relativa descrizione:


Android, il sistema operativo open source di Google,adotta con le varie case produttrici una politica piuttosto libera, quindi anche se il motore è uguale per tutti, le case produttrici hanno molto spazio per personalizzare funzionalità e grafiche utenti. Quindi gli smartphone Android possono essere molto diversi appena fuori dalla scatola gli un con gli altri, e per di più non dimentichiamo che con l’immenso Store di applicazioni, senza dimenticare la possibilità di modificare e personalizzare ogni suo aspetto della grafica, è praticamente impossibile non riuscire a plasmare il vostro Android phone secondo i vostri gusti


Il sistema operativo di BlackBerry, giunto alla versione OS 6, soffre ancora di piccoli accorgimenti non presi, come la sincronizzazione delle cartelle IMAP nel client predefinito. E’ però un sistema operativo molto fluido e intuitivo, ideale per chi ha soprattutto bisogno di mail, calendario e rubrica. Dopotutto è il sistema operativo preferito dai business man.

Il sistema operativo di Iphone, iOS, invece è unico, perché è unico anche il dispositivo che lo usa. Deve piacervi, altrimenti pensate di prendere un altro smartphone, di iOS non si può cambiare molto, Apple è molto restrittiva su questi discorsi, però l’App Store vi permetterà di rendere il vostro iPhone unico comunque con le migliaia di giochi e applicazioni acquistabili.

[adv1]


Windows Phone 7, il sistema operativo di casa Microsoft, è stato recentemente lanciato sul mercato, anche se per il momento soffre di alcune piccole limitazioni che presto dovrebbero essere rimosse, come il copia incolla, o l’impossibilità di mettere in orizzontale la home screen. Si spera che Microsoft corregga queste particolarità del suo sistema operativo mobile, al più presto, per rendere più appetibile l’acquisto di un Windows Phone.

Symbian è l’unico a potersi vantare una certa longevità coi precedenti, è sul mercato con diverse versioni da molti anni ormai. E in questo campo l’esperienza conta moltissimo. Forse è anche il più neutro tra tutti, nel senso che è già completo così come appena avviate il vostro smartphone, ma se sentite la mancanza di qualcosa in particolare esiste l’Ovi Store. Un altro punto a suo favore è sicuramente Ovi Maps, un vero navigatore satellitare gratuito e performante su tutti gli smartphone.

Fonte

Servizio Report su Rai Tre: Il prodotto sei TU

di Aggregator

Condividi e connetti sono le parole del momento su tutte le piattaforme sociali: Facebook, Youtube, Twitter, Foursquare, LinkedIn… Ce ne sono ormai a decine e anche chi aveva delle remore si sta iscrivendo. Tra gli Italiani che vanno su internet, 1 su 2 usa Facebook e il suo fondatore Mark Zuckerberg a 26 anni si è fatto un gruzzolo di 7 miliardi di dollari. Anche Larry Page e Sergey Brin avevano 26 anni quando hanno fondato Google e oggi si son messi da parte 15 miliardi di dollari a testa.

E’ una nuova corsa all’oro nel Far West digitale. Milioni di Gigabytes delle nostre informazioni personali scalpitano per uscire dai corral delle fattorie di server californiane. I nostri nomi e cognomi, indirizzi, numero di cellulare, gusti, preferenze sessuali e d’acquisto, vogliono correre liberi nelle praterie della Rete dove i pubblicitari non vedono l’ora di prenderle al lazo e Facebook ha il compito di trattenerli. Ma ci riesce sempre? E Google, cosa sa di noi e cosa se ne fa delle informazioni che raccoglie?

Fonte

Recensione benchmark e test SSD OCZ Vertex 3

di Aggregator

Con il nuovo Vertex 3 ed i controller SandForce della serie 2000 si compie un ulteriore passo in avanti nel mondo dello storage allo stato solido, grazie all’aumentata banda passante che l’interfaccia SATA3 ha messo a disposizione, per mezzo della quale possiamo raggiungere prestazioni, sia in lettura che in scrittura, addirittura doppie rispetto a quanto visto in precedenza e livelli di IOPS impressionanti, il tutto con un Overprovisioning inferiore al 7% della capacità complessiva.

Specifiche tecniche
Velocità sequenziale: 550MB/sec. in lettura; 520MB/sec. in scrittura
Random Write: 60000 Iops (aligned), 20000 (sustained)
Capacità: 120GB, 240GB, 480GB
Interfaccia: SATA 6Gbs (SATA 3)
Supporto TRIM: Si
Supporto S.M.A.R.T: Si
Garanzia: 3 anni, assistenza tecnica gratuita 24/7
Consumo: 2,0 W (TYP) attivo / 0,5 W (TYP) stand by
Temperatura di storage: da -44° C a 85° C
Temperatura operativa: da 0°C a 55° C
Dimensioni: 99.8 mm x 69.63 mm x 9,3 mm
Peso: 77 grammi
Shock operativo: 1500G
Durata prevista: 2 milioni di ore MTBF

[adv1]

Il Vertex 3 è veramente il miglior SSD, al momento, presente sul mercato; sotto ogni punto di vista è in grado di competere e prevalere anche sui prodotti di impronta più professionale come le unità allo stato solido su slot PCI-Express di cui la linea RevoDrive, della stessa OCZ, è la soluzione più diffusa.

Fonte

Recensione Asus Eee Pad Transformer tablet e netbook insieme

di Aggregator

Asus Eee Pad Transformer ha un disco da 16Gb, WiFi, Bluetooth, GPS, un display 1280×800 px, due fotocamere da 1.2 e 5 megapixel, porta HDMI, lettore microSD e una batteria che promette 9.5 ore di autonomia. 1Gb di RAM e il chipset Nvidia Tegra 2 dualcore assicurano una certa flessibilità; si riesce a giocare a titoli 3D, a guardare filmati HD, a replicarli su una TV esterna e a tenere aperti diversi programmi.

Si tratta di un interessante dispositivo la cui peculiarità è quella di poter essere connesso ad una tastiera che lo trasforma in netbook.

[adv1]

Fonte

Recensione e caratteristiche Acer Iconia Tab W500 con Windows 7

di Aggregator

Iconia Tab W500 è il primo tablet, propriamente detto, sviluppato e commercializzato da Acer. Che il 2011 rappresenti l’anno di affermazione per le soluzioni tablet è assodato e non manca nessun produttore all’appello: chi prima chi dopo proporanno sul mercato le rispettive soluzioni tablet, andando ad arricchire questo segmento di mercato che al momento conta poche alternative reali all’iPad di Apple.

CPU: AMD C-50 (1 GHz)
Memoria RAM: fino a 2 GB DDR3
Hard disk: 32GB tecnologia flash
Schermo: 10,1 LCD con tecnologia capacitiva
Risoluzione: 1280×800 pixel
Dimensioni: 275 x 190 x 15,95 mm
Peso: 970 grammi
Connessioni Wireless: Wi-Fi 802.11 b/g/n
USB: 1 (USB 2.0)
Fotocamera anteriore: (VGA) e posteriore (1280×1024 pixel)
Bluetooth: Sì
Batteria: 3 celle 3260mAh
GPS: Sì
Sistema operativo: Windows 7 Home premium

[adv1]

La docking station è stata studiata per poter rappresentare anche la base d’appoggio del tablet: grazie ad una cerniera magnetica ed una clip di aggancio rapido il dispositivo può essere unito alla base, prendendo la caratteristica forma di un netbook.

Fonte

Recensione test e video Samsung Galaxy S 2

di Aggregator

Il nuovo Samsung Galaxy S II unisce potenza e qualità di materiali in un design incredibilmente sottile. Uno dei punti di forza di questo prodotto è soprattutto il processore dual core Tegra 2 di Nvidia da 1.2GHz e una GPU con la quale possiamo registrare e riprodurre video a 1080p a 30 fps. La memoria è abbondante: 1 GB di RAM e 16 o 32 GB di ROM espandibili tramite micro-SD fino a 32 GB. La fotocamera di 8 mpx con autofocus ci permette di scattare foto di grandi dimensioni e sempre nitide anche con luce bassa grazie al flash LED, inoltre possiamo registrare video in Full HD. Per la funzione videochiamata è stata implementata una piccola videocamera frontale da 2 mpx.
Il display è un Super AMOLED Plus con diagonale da 4.3 pollici e risoluzione di 800×480. Il nuovo schermo sviluppato da Samsung aumenta la nitidezza dell’immagine grazie al 50% in più di pixel per pollice (da 8 del Super AMOLED a 12 dell’AMOLED Plus).

Riguardo la connettività, il Samsung Galaxy S II non ci delude: il modulo Wi-fi è completo (a/b/g/n 802.11) e tramite lo stesso chip possiamo scambiare file alla velocità del Wi-fi anche se non siamo coperti da un punto di accesso wireless internet: è la tecnologia Wi-fi Direct. In più troviamo la funzione di condivisione di contenuti tramite DLNA 1.5. Naturalmente non poteva mancare il Bluetooth 3.0 e la porta mini USB 2.0. Il modulo HSDPA consente una velocità di navigazione fino a 21 Mbps in download e 5.6 Mbps in upload. Per completare il quadro, troviamo sensore di prossimità, luce ambientale, GPS, NFC, accelerometro, bussola magnetica e giroscopio. Insomma un’esperienza Android a 360°.
L’audio è abbastanza discreto e la compatibilità è massima, infatti possiamo riprodurre tutti i tipi di file audio (MP3, OGG, AAC, AAC+, eAAC+, AMR-NB, AMR-WB, WMA, WAV, MID, AC3, IMY, FLAC, XMF), il jack da 3.5 mm, infine, si trova nella parte superiore destra.

[adv1]

La batteria è molto capiente (1650mAh) e garantisce un’autonomia di parecchie ore. Tutto questo uno spessore di soli 8.49mm.

Fonte

Google Music, Google TV, Film, Domotica e Aggiornamenti Android

di Aggregator

Google, in soli 55 minuti di conferenza di questa edizione del Google I/O ha annunciato non pochi cambiamenti e non altrettante novità: Google Music, Google TV, Google Movies, Domotica e interazione tra oggetti e dispositivi Android e una rete di aggiornamenti più fiscale.

Ecco riassunte le novità principali presentate:

Google Music: verrà introdotta un’applicazione per Smartphone, Tablet, PC, Mac e una pagina Web dalla quale si potrà cercare la propria musica preferita in base ad Autore, Genere e quant’altro e creare librerie e playlist che saranno automaticamente sincronizzate su tutti i nostri dispositivi in modo gratuito. Il servizio è temporaneamente disponibile solo negli USA.
Google TV: riceverà l’aggiornamento ad Android Honeycomb 3.1 e sarà disponibile l’Android Market anche per questa pattaforma.
Google Movies: il nuovo servizio cloud di noleggio di film sarà disponibile direttamente dall’Android Market. Anche in questo caso verranno rilasciate applicazione per Smartphone e Tablet. Saranno disponibili migliaia di film aggiornati a partire da 1.99$.
Domotica ed interazione con oggetti: Tramite il nostro dispositivo Android e il movimento del nostro corpo ora potremo comandare oggetti presenti nella nostra stanza. Durante la conferenza hanno fatto vedere come sarà possibile accendere o spegnere una lampada semplicemente muovendo il nostro corpo.
Nuove linee guida per gli aggiornamenti: Google ha predisposto che le più conosciute case produttrici di dispositivi Android dovranno garantire gli aggiornamenti per almeno 18 mesi dalla data di rilascio. Tra le case abbiamo: Verizon, HTC, Samsung, Sprint, Sony Ericsson, LG, T-Mobile, Vodafone, Motorola, AT&T e ovviamente la stessa Google.

[adv1]

Fonte

Un tipo di computer del tutto nuovo: Chromebook

di Aggregator

Non si tratta dei soliti notebook. Con un Chromebook, non dovrai perdere minuti preziosi aspettando l’avvio del computer e del browser e potrai leggere le email in pochi secondi. Grazie agli aggiornamenti automatici, il software installato sul tuo Chromebook diventerà sempre più veloce. Potrai accedere alle tue applicazioni e foto, nonché alla tua musica e ai tuoi film o documenti ovunque e non dovrai temere di perdere il computer o di dimenticarti di eseguire il backup dei file. La batteria dei Chromebook dura un’intera giornata con un’unica ricarica, quindi potrai evitare di portare sempre con te il cavo di alimentazione. E con il servizio facoltativo 3G, analogo a quello presente sul tuo cellulare, il Web sarà sempre a portata di mano.

[adv1]

Dal momento che i Chromebook dispongono di più livelli di sicurezza integrati, potrai evitare l’acquisto e la manutenzione di un software antivirus. E, cosa ancora più importante, non sarà necessario impiegare ore per configurare il computer e mantenerlo aggiornato.

Fonte

Calcola il prezzo di un oggetto in oro

di Aggregator

Se siete curiosi di conoscere il valore di una moneta d’oro, della vostra collana o del vostro bracciale potete affidarvi a questo sito web. GoldCalc è un’applicazione web che ci permette di calcolare il valore dei gioielli in oro. Per utilizzare questo calcolatore online e fare una stima finanziaria sul prezzo, è necessario indicare: il peso ( milligrammi, grammi, ecc.), la purezza del nostro oggetto (da 8 e 24 carati) ed in fine si cliccare sul pulsante Calculate Gold Scrap Value

[adv1]

Fonte

Accedere a tutte le chat con un solo programma

di Aggregator

Trillian è un accessoriatissimo client di messaggistica istantanea multi-protocollo. Se cercate un client di instant messaging che supporta tutte le chat più diffuse e vi evita di tenere aperti tanti programmi diversi con ovvio risparmio di risorse, Trillian è il programma giusto. Ricco di funzionalità, tra cui spiccano:

Supporto ai protocolli MSN, AOL, Yahoo, Google Talk, ICQ, Facebook, MySpaceIM, Skype, IRC e Twitter
Gestione email POP3/IMAP
Supporto alle Emoticon e Animoticon
Integrazione con Windows Aero
Temi personalizzabili
Supporto Widget

[adv1]

Il programma è gratuito, ed è compatibile con Windows 2000, Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Mac OS X.

Fonte

Benchmark e test SSD Intel SSD 510, OCZ Vertex 3 e Crucial m4

di Aggregator

Analisi comparativa fra tre dischi Solid State con interfaccia 6Gbps, nata per superare il collo di bottiglia costituito dalla SATA 3Gbps ormai stretta per questa tipologia di soluzione storage. Presi in esame i modelli Intel 510, OCZ Vertex 3 e Crucial m4.

È nostra convinzione che, installando una delle tre unità all’interno di un PC dotato di porta SATA 6Gbps, difficilmente ci si accorgerebbe delle differenze fra l’una e l’altra, in scenari reali, vista la variabilità di comportamento osservata in ambiti volutamente diversi fra loro. Ancora una volta emerge come sia superficiale giudicare un disco dal solo transfer rate dichiarato, esattamente come è sbagliato giudicare una fotocamera dal numero di megapixel del sensore.

Analizzando il comportamento con dischi pieni per il 75% della capienza, spicca il valore dell’unità OCZ Vertex 3 per pacchetti 4k in scrittura a 64 thread, decisamente inferiore agli scenari precedenti. OCZ Vertex 3 lascia sul campo quasi 50MB al secondo nello scenario più gravoso, mentre è praticamente invariato quello che prende in esame il singolo thread.

[adv1]

Traendo un bilancio di quanto osservato, il nostro consiglio è quello di rivolgere le proprie attenzioni preferibilmente sui modelli OCZ Vertex 3 e Crucial m4, anche in considerazione del prezzo inferiore rispetto al concorrente Intel 510. Pur con alcuni nei, come una certa degradazione delle prestazioni all’aumento dei dati presenti su disco e velocità di scrittura non all’altezza delle attese, OCZ Vertex 3 rimane un’unità molto performante. Del Crucial m4 abbiamo apprezzato la costanza nei risultati ottenuti a prescindere dal livello di riempimento, così come i test real life che lo avvicinano al modello OCZ in misura maggiore di quanto possa emergere da uno sguardo sommario ai benchmark sintetici. Il prezzo inferiore fra quello dei modelli analizzati, inoltre, accresce la nostra stima nei confronti di questa unità.


Crucial M4 128 GB
PN: CT128M4SSD2
NAND: Micron® MLC 25 nm
Controller: Marvell 9174
Transfer Rate: 6Gb/sec (compatible 3Gb/sec)
Average Access Time: Fonte

Sincronizzare Google Chrome fra più computer in pochi click

di Aggregator

Mantenere allineati segnalibri, password e tutte le altre informazioni personali fra più computer è davvero semplicissimo con Google Chrome. Il browser integra tutto il necessario e attivare la caratteristica richiede solo poche cliccate. Per iniziare la configurazione, spostatevi su uno qualsiasi dei vostri computer ed avviate Google Chrome.

Cliccate quindi sulla chiave inglese in alto a destra e selezionate Opzioni (sotto Linux si legge Preferenze).
Cliccate ora sul gruppo Impostazioni personali nella colonna di sinistra, poi sul pulsante Imposta sincronizzazione.

[adv1]

In poche parole, funziona così: una volta aver configurato il tutto, potrete aggiungere siti ai preferiti, memorizzare nuove password e cambiare liberamente le preferenze d’uso su un determinato PC o Mac. La funzionalità di sincronizzazione si occuperà poi, in maniera del tutto automatica, di distribuire tali modifiche anche a tutte le altre installazioni, evitandovi la scocciatura di dover fare, rifare e ri-rifare le cose su ogni postazione che volete utilizzare.

Fonte

Eliminare in un colpo solo tutte le toolbar installate nei browser

di Aggregator

Il tuo browser è infestato da varie ed inutili toolbar che non fanno altro che rallentare il programma? Grazie ad un piccolo software freeware possiamo eliminarle tutte in pochi secondi. Alcuni software ci propongono l’installazione di diverse toolbar e non sempre un utente presta attenzione a tutti i passaggi del setup. Il risultato è un browser sovraccaricato da inutili e ripetitive barre che, oltre ad appesantire graficamente la finestra del browser, rallentano notevolmente il programma stesso

[adv1]

Toolbar Cleaner è un software freeware che, una volta installato, consente di rimuovere le toolbar funzionanti su Internet Explorer, Google Chrome e Firefox. Al termine dell’instazione togliete le due spunte prima di cliccare su Finish, per evitare variazioni di homepage o installazione di altro software.

Fonte

❌