Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Recensione video e test Samsung Galaxy S III S3 i9300

di Aggregator

Il Samsung Galaxy SIII è dotato di un processore Exynos quad core da 1.4 GHz, 1GB di memoria RAM e supporta le reti quadribanda GSM/EDGE ed UMTS/HSPA+ fino a 21mbps in download e 5.76 in upload. 16GB o 32GB sono i tagli di memoria previsti inizialmente. In futuro potrebbe arrivare sul mercato anche la versione da 64GB.

Per quanto riguarda la connettività troviamo il bluetooth stereo 4.0 (per trasferimenti velocissimi), il WiFi dual band (a-b-g-n), WiFi Direct, DLNA ed NFC con Android Beam che permette di scambiare dati semplicemente appoggiando i dorsi di due modelli dotati di questa tecnologia.

[adv1]

La microUSB è sia USB Host, che permette la connessione diretta di periferiche esterne, sia MHL 1.0 per la connessione diretta ad una TV HD tramite porta HDMI. Tanti i sensori presenti: accelerometro, geo-magnetic, giroscopio, RGB Light e barometro. Non manca il ricevitore GPS assistito e GLONASS.

Il display è un HD Super AMOLED da 4.8 pollici con risoluzione di 720 x 1280 pixel a 16 milioni di colori e matrice Pentile. La fotocamera posteriore è da 8 megapixel con autofocus, flash a LED ed HDR mentre quella anteriore è da 1.9 megapixel. La batteria è da 2100 mAh.

Fonte

ASUS ROG TYTAN CG8890 GeForce GTX 690 e Intel Core i7-3960X

di Aggregator

ASUS ha presentato il nuovo PC desktop ROG TYTAN CG8890, destinato ad un pubblico gaming ed agli appassionati di overclock. Il nuovo PC è basato sul processore Intel Core i7-3960X con Turbo Gear e sulla scheda grafica NVIDIA GeForce GTX 690.

Il ROG TYTAN CG8890 supporta fino a quattro monitor, dispone di due SSD SATA3 da 128 GB in configurazione RAID 0 e l’ audio è gestito dalla scheda ASUS Xonar DX.

Il PC sfoggia uno chassis dall’aspetto poligonale e aerodinamico, che si trasforma letteralmente quando il desktop è in overclock, con un cambio nella colorazione da blu a rosso delle luci LED della griglia posta alla base per rilevare istantaneamente lo stato del sistema. Grazie alla funzione Turbo Gear, il TYTAN CG8890 è in grado di eseguire un overclock dinamico del processore Intel Core i7-3960X fino a raggiungere la frequenza massima di 4,2 GHZ senza alcuna necessità di riavvio.

[adv1]

Il TYTAN CG8890 è dotato di un sistema di raffreddamento a liquido della CPU e di dieci ventole aggiuntive che si attivano durante l’overclock.

Fonte

Sistema di videosorveglianza completo con IPcam Foscam

di Aggregator

Il modello Foscam FI8910W è una Network camera IP motorizzata molto semplice da usare grazie al software di gestione installato direttamente nella ipcam (Webserver) che permette di controllare quello che succede a distanza tramite smartphone, come iPhone, Blackberry e Android. La ipcam è compatibile anche con i tablet e ovviamente con qualsiasi computer (supporta tutti i browser standard come Internet Explorer, Firefox e Safari). La ipcam è inoltre dotata di controllo remoto Pan /Tilt (Pan: 300° & Tilt: 120°) e con il quale è possibile girarla in modo da avere la visione completa della stanza della vostra casa o ufficio.
La ipcam FI8910WB permette oltre alla visualizzazione anche la registrazione da remoto.

Foscam FI8910W ha una doppia possibilità di connessione alla rete, attraverso porta Ethernet oppure tramite connessione Wi-Fi, compatibile con reti 802.11 b/g/n e protezione WEP, WPA & WPA2. Grazie alla tecnologia wireless l’unico cablaggio sarà quello di alimentazione, collegando semplicemente lo spinotto dell’alimentatore fornito nella confezione (spina Italiana) oltre ad avere il cavo di rete se preferite collegarlo per avere la massima resa.

[adv1]

E’ dotata di audio a doppia via (parla-ascolta) e quindi funziona perfettamente anche come baby monitor oppure per sorvegliare gli anziani. Inoltre è dotata di motion detection con avvisi via e-mail oppure upload tramite area FTP delle immagini rilevate e la gestione Multi-utente con protezione tramite password.

E’ presente anche l’illuminazione ad infrarosso automatica o con un semplice controllo on/off che consente la visione notturna con portata fino a 8 metri. Con il nuovo filtro IR-Cut la telecamera riprende ora immagini molto più vivide, riproducendo fedelmente i colori naturali rendendola uno dei prodotti più validi per la videosorveglianza e il monitoraggio dei propri beni. Il filtro IR-Cut regola automaticamente l’esposizione di illuminazione tramite un filtro elettronico, rendendo quindi le immagini più realistiche.

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy S IV S4 i9500

di Aggregator

Il Galaxy S4 è dotato di un processore Exynos 5 Octa da 1.6GHz (Qualcomm in alcuni mercati), 2GB di memoria RAM, un display FullHD Super AMOLED da 5 pollici con una densità di 441ppi e protetto da un Gorilla Glass 3, 16/32/64GB di memoria integrata espandibile, fotocamera posteriore da 13 megapixel con sensore BSI, fotocamera anteriore da 2 megapixel, supporto alle reti GSM/EDGE ed UMTS/DC-HSPA+/LTE, WiFi 802.11 a/ac/b/g/n, HT80, Bluetooth 4.0 LE, GPS/GLONASS, NFC/MHL 2.0/IR LED e batteria da 2600mAh. Le dimensioni sono di 136.6 x 69.8 x 7.9mm per 130 grammi di peso.

[adv1]

Fonte

AMD FX-9590 il primo processore 8 core a 5 GHz

di Aggregator

AMD ha presentato oggi il processore FX-9590, il più potente della famiglia AMD FX e il primo al mondo caratterizzato da una frequenza di 5 GHz. Questa CPU dispone di 8 core ed inizialmente sarà disponibile all’interno di PC realizzati dai system integrator.

[adv1]

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy Note 3

di Aggregator

Il Galaxy Note 3 è dotato di un processore Qualcomm Snapdragon 800 (N9005) quad core Krait 400 da 2.3GHz, 3GB di memoria RAM e 32GB di memoria integrata (24,96 disponibili) espandibile tramite microSD. Ottima la velocità e la fluidità del sistema. Sono supportate le reti quadribanda GSM/GPRS/EDGE e quadribanda UMTS/HSPA+ a 42Mbps ed LTE Cat 4 (150/50Mbps). Presente il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual-band, DLNA, Wi-Fi Direct, Wi-Fi hotspot, NFC S Beam, Bluetooth 4.0 low energy, USB 3.0 high speed (MHL2) ed USB Host. Il Galaxy Note 3 integra inoltre un accelerometro, giroscopio, sensore di prossimità, bussola, barometro, temperatura, umidità ed un ottimo ricevitore aGPS/Glonass. Manca la radio FM.

Il Galaxy Note 3 si rinnova anche nell’estetica. Il design, infatti, è più squadrato rispetto al Galaxy Note II ed è caratterizzato da una cover posteriore in policarbonato con effetto finta pelle e finte cuciture, piacevole al tatto ma meno alla vista. Abbastanza buona l’ergonomia grazie alle diverse opzioni software che facilitano l’utilizzo con una sola mano. Le dimensioni sono di 151.2 x 79.2 x 8.3 mm. Il peso è di 168 grammi. Ottimo l’assemblaggio.

[adv1]

Il display ha una diagonale da 5.7 pollici ed è un Full HD Super AMOLED super sensitive con risoluzione di 1080 x 1920 pixels ed una densità di 386ppi. Buona, non ottima, la visibilità alla luce diretta del sole. Buoni i bianchi e neri assoluti. Grazie alle diverse regolazioni è possibile personalizzare la tonalità in base ai nostri gusti. La fotocamera posteriore è da 13 megapixel con sensore BSI, autofocus, Flash LED (High CRI), Zero Shutter Lag, geo-tagging, touch focus, rilevamento del volto e del sorriso, stabilizzatore d’immagine ed HDR qui chiamato Colore ricco. La fotocamera anteriore da 2 megapixel con sensore BSI è in grado di registrare video in FullHD a 30fps ed è utilizzabile sia per videochiamate standard che tramite applicazioni VoIP.

CARATTERISTICHE:

Display
Tipo: Full HD Super AMOLED
Dimensione: 5.7
Risoluzione: 1920 x 1080 pixel 386 ppi
Colori: 16 M
Touchscreen: Capacitivo/Multi-Touch Screen
Uscita Video: 1920 x 1080 (1080p) HD

Dimensioni
Altezza: 151.2 mm
Larghezza: 79.2 mm
Spessore: 8.3 mm
Peso: 168 g

Caratteristiche hardware
Modello CPU: Qualcomm Snapdragon 800 MSM8974
CPU Core: 4x Qualcomm Krait 400 (Quad-Core)
GPU Controller Video: Qualcomm Adreno 330
Frequenza CPU: 2.3 Ghz
Memoria Ram: 3 GB
Memoria Interna: 32 GB
Memoria Espandibile: Micro SD, Micro SDHC, microSDXC, SD 2.0 / HC, Espandibile fino a 64 GB aggiuntivi

Audio
Uscita Audio: Jack Audio Stereo 3.5 mm
Microfono: Stereo
Altoparlante: Stereo
Formati audio supportati: MP3, M4A, 3GA, AAC, OGG, OGA, WAV, WMA, AMR, AWB, FLAC, MIDI, XMF, MXMF, IMY, RTTTL, RTX, OTA
Codec Audio: MP3, AAC, AAC+, eAAC+, AMR-WB, AMR-NB, Vorbis, FLAC, WMA, WAV

Fotocamera
Camera Primaria: 13 Megapixel – Risoluzione Massima (4160×3120) Pixel
Autofocus
Flash: Led
Modalità Macro
Zoom Ottico: 1 X
Zoom Digitale: 4 X
Camera Secondaria: 2 Megapixel – Risoluzione Max (1920×1080) Pixel
Opzioni: Geo-Tagging, Riconoscimento Facciale, Stabilizzatore Immagine,Video Geo-Tagging
Risoluzione Registrazione Video: 1920 x 1080 (1080p) HD pixel e risoluzione video a 4K a 30fps
Formati video supportati: M4V, 3GP, WMV, ASF, AVI, FLV, MKV, WEBM
Codec video supportati: MPEG4, H.263, H.264, VC-1, VP8, WMV7/8, MP43, Sorenson Spark, HEVC

Rete
Rete Cellulare: GSM 850 / 900 / 1800 / 1900 Mhz UMTS
Rete Dati: GPRS, EDGE, UMTS, HSDPA, HSUPA, HSPA+, LTE
Velocità Connessione: HSDPA 42 Mbps, EDGE 135 / 473 Kbps, GPRS 32 / 48 Kbps, HSUPA 5.76 Mbps
Tipo SIM: Micro SIM

Connettività
Wi-Fi: 802.11a, 802.11b, 802.11g, 802.11n, 802.11i, 802.11ac HT80
Tethering e Router Wi-Fi
Bluetooth: Bluetooth 4.0
GPS: A-Gps, GLONASS
Connettore: Micro USB 3.0
NFC
DLNA
Porta Infrarossi

Batteria
Tipo: Litio
Capacità: 3200 mAh

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy S5

di Aggregator

Il Samsung Galaxy S5 è basato su sistema operativo Android 4.4.2 KitKat con interfaccia TouchWiz rinnovata, misura 142.0×72.5×8.1mm per 145g di peso ed è dotato di uno schermo Super AMOLED di 5.1” FHD, un processore Qualcomm Snapdragon 801 con LTE integrato quad core da 2.5GHz Krait 400, GPU Adreno 330, 2GB di RAM, 16 e 32GB di memoria interna espandibile fino a 64GB tramite microSD, una fotocamera posteriore da 16 megapixel in grado di registrare video UHD a 30 fps con video stabilizzazione, una fotocamera anteriore da 2.1 megapixel ed una batteria da 2800mAh.

Samsung Galaxy S5

Con il Galaxy S5 continua l’evoluzione della serie Galaxy di Samsung. Vengono ulteriormente migliorati quasi tutti gli aspetti del modello precedente in modo particolare processore, display e fotocamera che raggiunge dei risultati qualitativi davvero elevati pur avendo ancora qualche piccolissima pecca. A tutto questo va ad aggiungersi anche la resistenza ad acqua e polvere ed il sensore biometrico.

[adv1]

Restano invariati quasi del tutto il design, almeno nella parte anteriore, ed i materiali, prevalentemente policarbonato, a cui Samsung ha dato un tocco di eleganza con questa back cover “morbida” che a molti piace ed a altri no. Sarebbe forse il caso che Samsung iniziasse a prendere in considerazione anche materiali più nobili dato che generalmente il mercato percepisce come “economico” un prodotto realizzato in plastica. Un device del genere, inoltre, forse meritava una qualità audio migliore, magari con due altoparlanti stereo.

Fonte

Recensione e test Quad GPU Radeon R9 295X2 CrossFire

di Aggregator

Quali sono le prestazioni di due Radeon R9 295X2 in CrossFire? Quasi venticinque miliardi di transistor (24,8 miliardi). 11264 unità shader. 16 GB di memoria GDR5. 23 teraflops di potenza. Mille watt di richiesta energetica. Non importa quale specifica usiate per descrivere due Radeon R9 295X2 in CrossFire… fa semplicemente impressione. Due R9 295X2, coadiuvate da un Core i7-4960X overcloccato a 4.2 GHz, 32 GB di memoria in configurazione quad-channel e un alimentatore da 1350 W. Assemblato in modo impeccabile, questo computer ci ha permesso di vedere come si comportano quattro GPU Hawaii che lavorano insieme.

Radeon-R9Fan-WaterCooler-Birdseye-570w

La prestazioni non sono quelle attese, soprattutto se si parla di due schede da 1500 euro. E il calore…beh, il sistema di raffreddamento a liquido ad anello chiuso di AMD è abbastanza elegante, e nella recensione a singola scheda ci siamo complimentati con l’azienda. Nonostante la soluzione termica efficace, due schede assorbono quasi 1000 watt.

[adv1]

Forse un giorno approntare configurazioni simili avrà più senso, ma fino ad allora continueremo a guardare con maggiore interesse le soluzioni a singola GPU, che combinate possono gestire risoluzione 4K e tre monitor QHD con frame rate fluidi. D’altronde stiamo parlando di un’esperienza con i fiocchi per qualunque videogiocatore.

Fonte

Recensione benchmark e test Gigabyte Z97X-UD5H

di Aggregator

Le specifiche tecniche del modello Z97X-UD5H sono molto interessanti tanto per l’utente appassionato come per chi cerca una soluzione solida e stabile lasciando le impostazioni di default. Troviamo 3 slot PCI Express 16x meccanici, con i primi 2 collegati al controller integrato nel processore e il terzo, dotato di solo segnale 4x elettrico, che è abbinato al controller integrato nel chipset. Completano la dotazione due slot PCI Express 1x e due PCI tradizionali. A dispetto dell’elevato numero di componenti accessorie presenti onboard il layout della scheda è ordinato e non presenta particolari limitazioni nell’installazione dei componenti. I due slot PCI Express 16x principali sono distanziati da due slot, così da permettere l’installazione anche di schede video sistemi di raffreddamento particolarmente ingombranti, e adeguata è la distanza dei 4 slot memoria sia dal socket del processore sia dal primo slot PCI Express 16x.

Gigabyte Z97X-UD5H

Sulla circuiteria di alimentazione è montato un sistema di dissipazione termica completamente passivo, semplice nel design ma tale da ben svolgere il proprio lavoro; altro dissipatore passivo è quello montato sul chipset, posizionato dietro i primi slot. Gigabyte ha utilizzato condensatori di tipo Durable Black, mentre il PCB è impreziosito dalla presenza di uno strato di rame tra i layer che è pari al doppio della norma così da assicurare un segnale più stabile anche in presenza di carico fuori standard. Particolarmente interessante la presenza di un connettore SATA Express oltre a uno slot M.2: questo lascia ampio spazio di configurazione per lo storage locale, sfruttando entrambe le nuove tipologie di connessione a più ampia bandwidth per gli SSD. Il tutto è affiancato dai 6 canali SATA del controller Intel integrato nel chipset, accanto ai quali troviamo 2 canali SATA 6 Gbps collegati ad un controller Marvell.

[adv1]

Gigabyte ha scelto di integrare in questa scheda alcune funzionalità specifiche per il pubblico degli appassionati di overclock. Ecco quindi il pulsante di accensione, di reset del sistema e di ripristino delle impostazioni di default del bios assieme a punti di rilevazione delle principali tensioni di alimentazione con un multimetro. Sul PCB scorgiamo i due chip del bios oltre ad un piccolo display che fornisce indicazioni numeriche sul funzionamento dei vari componenti della scheda, utile per operazioni di debug in caso di malfunzionamento.

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy Note 4

di Aggregator

Samsung Galaxy Note 4 è uno smartphone Android con caratteristiche all’avanguardia che lo rendono una scelta eccellente per ogni tipo di utilizzo, rappresentando uno dei migliori dispositivi mobili mai realizzati. Dispone di un grande display da 5.7 pollici e di una risoluzione da 2560×1440 pixel, fra le più elevate attualmente in circolazione. Le funzionalità offerte da questo Samsung Galaxy Note 4 sono innumerevoli e tutte al top di gamma. A cominciare dal modulo LTE 4G che permette un trasferimento dati e una navigazione in internet eccellente, passando per la connettività Wi-fi e il GPS.

L’eccellenza di questo Samsung Galaxy Note 4 è completata da una fotocamera con un sensore da ben 16 megapixel che permette di scattare foto di alta qualità con una risoluzione di 4608×3456 pixel e di registrare video in 4K alla sorprendente risoluzione di 3840×2160 pixel. Lo spessore di 8.5mm è contenuto e rende questo Samsung Galaxy Note 4 molto interessante.

[adv1]

CARATTERISTICHE:

Sistema
Android 5 (Lollipop)

Reti

Tipo scheda SIM: Micro-SIM (3FF)
Tipo rete: 2G GSM, 3G WCDMA, 4G LTE FDD
2G GSM: GSM850, GSM900, DCS1800, PCS1900
3G UMTS: B1 (2100), B2 (1900), B5 (850), B8 (900)
4G FDD LTE: B1 (2100), B2 (1900), B3 (1800), B4 (AWS), B5 (850), B7 (2600), B8 (900), B17 (700), B20 (800)

Connettività

ANT+: Sì
Versione USB: USB 2.0
Tecnologia di localizzazione: GPS, Glonass, Beidou
Ingresso per auricolari stereo: 3.5mm Stereo
MHL: Sì
Wi-Fi: 802.11 a/b/g/n/ac 2.4G+5GHz, VHT80 MIMO
Wi-Fi Direct: Sì
Wi-Fi hotspot: Si
Supporto DLNA: Si
Versione Bluetooth: Bluetooth v4.1
NFC: Sì
Profili Bluetooth: A2DP, AVRCP, DI, HFP, HID, HOGP, HSP, MAP, OPP, PAN, PBAP, SAP
PC Sync.: KIES

Display

Tecnologia: Super AMOLED Capacitivo
Dimensioni: 5.7″ (143,9mm)
Risoluzione: 2560 x 1440 (Quad HD)
Profondità dei colori: 16M
Supporto S Pen: Sì
Densita Pixel: 515 ppi
Protezione: Gorilla Glass 4

Processore

CPU: Qualcomm Snapdragon 805 APQ8084 2.7 GHz Quad Core
GPU: Adreno 420

Memoria

Dimesione memoria RAM: 3 GB
Dimensione memoria ROM: 32 GB
Supporto memoria esterna: microSD (fino a 128GB)

Fotocamera

Risoluzione registrazione video: UHD 4K (3840 x 2160) @30fps
Fotocamera principale – Risoluzione: CMOS 16.0 MP
Fotocamera Frontale – Risoluzione: CMOS 3.7 MP
Fotocamera Principale – Flash: Sì
Fotocamera Principale – Auto Focus: Sì
Aperture Size: F 2.2
Stabilizzazione: Ottico / Digitale
Funzioni foto: HDR, Dual Shot, Geo Tagging, Face Detection, Smile Detection
Funzioni video: Video Auto Focus, Video Stabilizer, Slow Motion, Video HDR, Dual Rec, Stereo Sound Rec, Foto in Video

Sensori

Accelerometro, Barometro, Sensore impronte digitali, Giroscopio, Campo magnetico, Sensore movimenti, Sensore Hall, Sensore HR, Sensore di prossimità, Sensore RGB, Sensore UV, Mic. di Riduzione Rumore

Specifiche fisiche

Dimensioni: 153.5 x 78.6 x 8.5 (AxLxP, mm)
Peso: 176g

Batteria

Tecnologia: Li-ion, Fast Charging (Adaptive Fast Charging & QC2.0)
Durata in navigazione internet (3G) (ore): Fino a 10
Durata in navigazione internet (LTE) (ore): Fino a 11
Durata in navigazione internet (Wi-Fi) (ore): Fino a 12
Durata in riproduzione video (ore): Fino a 14
Capacità batteria standard (mAh): 3220
Durata in riproduzione audio (ore): Fino a 82
Durata in conversazione (3G WCDMA) (ore): Fino a 20

Audio e Video

Formati riproduzione video: MP4, M4V, 3GP, 3G2, WMV, ASF, AVI, FLV, MKV, WEBM
Risoluzione riproduzione video: UHD 4K (3840 x 2160) @30fps
Formati riproduzione audio: MP3, M4A, 3GA, AAC, OGG, OGA, WAV, WMA, AMR, AWB, FLAC, MID, MIDI, XMF, MXMF, IMY, RTTTL, RTX, OTA

SAR

SAR testa: 0.366 W/Kg
SAR corpo: 0.382 W/Kg

Fonte

Recensione video e test Tablet Google Nexus 9

di Aggregator

Google Nexus 9 è un tablet realizzato in collaborazione con HTC, equipaggiato al lancio con il sistema operativo Android 5.0 Lollipop. La scheda tecnica vede la presenza di un display da 8,9 pollici con risoluzione 2048×1536 (288 ppi) e tecnologia IPS, processore NVIDIA Tegra K1 da 2,3 GHz con architettura 64-bit, GPU Kepler DX1, 2 GB di RAM, memoria interna da 32 GB, slot per la lettura di schede microSD fino a 128 GB, fotocamera da 8 megapixel con flash LED posizionata sul retro della scocca, secondo obiettivo frontale da 1,6 megapixel per le videochiamate, modulo WiFi, Bluetooth 4.0, GPS, NFC e batteria da 6.700 mAh.

Nexus 9 è un ottimo esempio di ciò che si può ottenere quando due aziende, legate tra loro dalla passione per la tecnologia e l’innovazione, si uniscono per creare un prodotto che pone l’esperienza d’uso al cuore del processo di progettazione. L’impareggiabile design di HTC si combina al meglio con le più recenti innovazioni software per offrire un tablet eccezionale, dentro e fuori. Siamo entusiasti di portare questo prodotto sul mercato Peter Chou, CEO HTC


Google sottolinea che la scelta di adottare un form factor da 8,9 pollici è dovuta al fatto che il Nexus 9 è abbastanza piccolo da poter essere trasportato con facilità, ma abbastanza grande per poter lavorare tranquillamente. Google pone l’accento sulla produttività del Nexus 9 anche con un particolare accessorio, una tastiera cover ripiegabile in grado di trasformare il tablet pc in una sorta di mini notebook.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

Size
153.68mm x 228.25mm x 7.95mm

Weight

425g (Wi-Fi), 436g (LTE)

Color

Indigo Black, Lunar White, Sand

Battery & Charging

6700 mAh
Wi-Fi Browsing: Up to 9.5 hours
LTE Browsing: Up to 8.5 hours
Video Playback: Up to 9.5 hours
Wi-Fi Standby: Up to 30 days
LTE Standby: Up to 30 days

Display

8.9″ IPS LCD
4:3 aspect ratio
QXGA (2048×1536)
Corning® Gorilla® Glass 3
Double tap to wake

CPU

64-bit NVIDIA Tegra K1 Dual Denver @ 2.3GHz

GPU

192-core Kepler GPU

Memory

2GB RAM
16GB & 32GB storage

Network

Quad-band GSM, CDMA, Penta-band HSPA, LTE

Wireless

802.11ac 2×2 (MIMO)
NFC Bluetooth 4.1

Camera

8MP Rear camera
f/2.4 aperture
Auto-focus, LED flash
1.6MP Front camera
f/2.4 aperture

Sensors

GPS
Ambient light sensor
Gyroscope
Accelerometer
Magnetometer

Ports & Connections

Micro-USB 2.0
3.5mm audio
Dual front-facing speakers with HTC BoomSoundTM
Dual microphones

Software

Android 5.0 Lollipop

Fonte

Recensione benchmark e test Asus M5A99X EVO

di Aggregator

La scheda madre Asus M5A99X EVO R2.0, in formato ATX, dispone del chipset AMD 990X / SB950 compatibile con i processori FX / Phenom II / Athlon II / Sempron su socket AMD AM3+. Asus M5A99X EVO R2.0 supporta memorie Dual Channel DDR3 2133 (O. C.) / 1866/1600/1333/1066 MHz ECC, Non-ECC, Un-buffered fino ad un massimo di 32 GB. La scheda madre, sul pannello posteriore, è equipaggiata con 2 porte USB 3.0, 8 porte USB 2.0, 6 Audio jack e 1 porta LAN (RJ45) . Completano la dotazione, i seguenti slot di espansione: 2 x PCIe 2.0 x16 (x16 or dual x8) , 1 x PCIe 2.0 x16 (x4 mode, black) , 2 x PCIe 2.0 x1 e 1 x PCI. In più è fornita delle tecnologie proprietarie ASUS di rilievo come ASUS Q-LED (CPU, DRAM, VGA, Boot Device LED) , ASUS UEFI BIOS EZ, ASUS Q-Shield e Remote GO!.

M5A99X EVO, promette un notevole parco features quali un controller aggiuntivo, PWM Digitali, e tante altre, che permettono a questa soluzione, di offrire in un mercato più accessibile, caratteristiche spesso riscontrabili solo nella fascia alta. Il comparto di alimentazione, è progettato per supportare CPU da 140W , ed il dissipatore utilizzato si fa apprezzare per le generose dimensioni, e per l’estetica assolutamente apprezzabile. Lo stesso è collegato al dissipatore relativo al northbridge tramite una heatpipe che collega le due masse radianti, peraltro molto ravvicinate in virtù del posizionamento del northbridge particolarmente decentrato rispetto al layout standard della maggior parte delle soluzioni AMD-Based. Le fasi di alimentazione sono organizzate con topologia 6+2, DIGI VRM+ che a dispetto del dimensionamento meno importante rispetto alle soluzioni top di gamma, non dovrebbe patire particolari problemi nel permettere buoni margini di overclock con le CPU FX.

Gli slot relativi alle memorie, supportano fino a 32Gb di RAM DDR3 a 1866Mhz, con la possibilità di superare queste frequenze in overclock. In linea con le soluzioni di fascia più elevata della gamma Asus, troviamo il tasto MemOK! che permette di reimpostare i settings relativi alla ram, qualora delle impostazioni troppo “spinte” dovessero impedire l’avvio del sistema. Il comparto storage, è costituito da ben 8 porte SATA, di cui 6 gestite dal southbridge SB950, e due gestite dal controller supplementare Jmicron JMB362, al quale sono affidate anche le porte eSATA posizionate nell’ I/O Panel della scheda. Il posizionamento a 90° rispetto al piano della scheda, permette un accessibilità garantita anche in presenza di schede grafiche particolarmente lunghe.

Gli slot PCI Express sono 3, di tipo 2.0 come in tutte le soluzioni attualmente commercializzate per piattaforma AMD. Le caratteristiche del chipset 990X, permettono una configurazione multi-gpu, che prevede attraverso i primi due slot in toni di bianco e di azzurro, di utilizzare due schede grafiche in modalità 8x/8x. il terzo slot, invece lavora in modalità 4x. Apprezzabile la scelta del produttore, di distanziare opportunamente i due slot principali, permettendo un areazione sufficiente tra le due schede grafiche che andremo a installare. A completare il comparto degli slot di espansione, troviamo due slot PCI Express 1x e uno slot PCI Legacy.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

CPU

AMD AM3+ FX™/Phenom™ II/Athlon™ II/Sempron™ 100 Series Processors
Supports AM3+ 32 nm CPU
Supports CPU up to 8 cores
Supports CPU up to 140 W
AMD Cool ‘n’ Quiet™ Technology

Chipset

AMD 990X/SB950

Memory

4 x DIMM, Max. 32GB, DDR3 2133(O.C.)/1866/1600/1333/1066 MHz ECC, Non-ECC, Un-buffered Memory
Dual Channel Memory Architecture
* Refer to www.asus.com for the Memory QVL (Qualified Vendors Lists).
* Due to OS limitation, when installing total memory of 4GB capacity or more, Windows® 32-bit operation system may only recognize less than 3GB. Install a 64-bit Windows® OS when you want to install 4GB or more memory on the motherboard.
* Due to CPU spec., AMD 100 series CPUs support up to DDR3 1066MHz. With ASUS design, this motherboard can support up to DDR3 1333MHz.

System Bus

Up to 5.2 GT/s HyperTransport™ 3.0

Multi-GPU Support

Supports NVIDIA® Quad-GPU SLI™ Technology
Supports AMD Quad-GPU CrossFireX™ Technology

Expansion Slots

2 x PCIe 2.0 x16 (x16 or dual x8)
1 x PCIe 2.0 x16 (x4 mode, black)
2 x PCIe 2.0 x1
1 x PCI

Storage

AMD SB950 controller :
6 x SATA 6Gb/s port(s), gray
Support Raid 0, 1, 5, 10
ASMedia® PCIe SATA controller :
2 x eSATA 6Gb/s port(s), red

LAN

Realtek® 8111F, 1 x Gigabit LAN Controller(s)

Audio

Realtek® ALC892 8-Channel High Definition Audio CODEC
– Supports : Jack-detection, Multi-streaming, Front Panel Jack-retasking
Audio Feature :
– Absolute Pitch 192kHz/ 24-bit True BD Lossless Sound
– Blu-ray audio layer Content Protection
– DTS Ultra PC II
– DTS Connect
– ASUS Noise Filter
– Optical S/PDIF out port(s) at back panel

USB Ports

ASMedia® USB 3.0 controller :
4 x USB 3.0/2.0 port(s) (2 at back panel, blue, 2 at mid-board)
AMD SB950 controller :
14 x USB 2.0/1.1 port(s) (8 at back panel, black+red, 6 at mid-board)

ROG Exclusive Features

Overclocking Protection :
– ASUS C.P.R.(CPU Parameter Recall)

Special Features

ASUS Dual Intelligent Processors 3 with New DIGI+ Power Control :
SMART DIGI+ :
– Smart DIGI+ Key- Quickly delivers optimized VRM frequency, voltage and current for superior CPU/DRAM overclocking performance with one click.
ASUS TPU :
– Auto Tuning
– TurboV
– TPU switch
ASUS EPU :
– EPU
– EPU switch
ASUS Digital Power Design :
– Industry leading Digital 6 +2 Phase Power Design
– Industry leading Digital 2 Phase DRAM Power Design
– CPU Power Utility
– DRAM Power Utility
ASUS Exclusive Features :
– Remote GO!
– USB BIOS Flashback
– MemOK!
– AI Suite II
– Ai Charger+
– Front Panel USB 3.0 Support
– ASUS UEFI BIOS EZ Mode featuring friendly graphics user interface
– Network iControl
– USB 3.0 Boost
ASUS Quiet Thermal Solution :
– Stylish Fanless Design Heat-pipe solution
– ASUS Fan Xpert
ASUS EZ DIY :
– DirectKey
– Precision Tweaker 2
– ASUS O.C. Profile
– ASUS EZ Flash 2
– ASUS MyLogo 2
– Multi-language BIOS
ASUS Q-Design :
– ASUS Q-Shield
– ASUS Q-LED (CPU, DRAM, VGA, Boot Device LED)
– ASUS Q-Slot
– ASUS Q-DIMM
– ASUS Q-Connector

Operating System Support

Windows® 8.1
Windows® 8
Windows® 7
Windows® Vista
Windows® XP

Back I/O Ports

1 x PS/2 keyboard/mouse combo port(s)
2 x eSATA 6Gb/s
1 x LAN (RJ45) port(s)
2 x USB 3.0
8 x USB 2.0 (one port can be switched to USB BIOS Flashback)
1 x Optical S/PDIF out
6 x Audio jack(s)

Internal I/O Ports

1 x USB 3.0 connector(s) support(s) additional 2 USB 3.0 port(s) (19-pin)
3 x USB 2.0 connector(s) support(s) additional 6 USB 2.0 port(s)
1 x TPM connector(s)
1 x COM port(s) connector(s)
6 x SATA 6Gb/s connector(s)
1 x CPU Fan connector(s) (1 x 4 -pin)
1 x CPU OPT Fan connector(s) (1 x 4 -pin)
3 x Chassis Fan connector(s) (3 x 4 -pin)
1 x S/PDIF out header(s)
1 x 24-pin EATX Power connector(s)
1 x 8-pin ATX 12V Power connector(s)
1 x Front panel audio connector(s) (AAFP)
1 x System panel(s) (Q-Connector)
1 x DirectKey Button(s)
1 x DRCT header(s)
1 x MemOK! button(s)
1 x TPU switch(es)
1 x EPU switch(es)
1 x Clear CMOS jumper(s)
1 x USB BIOS Flashback button(s)

Accessories

User’s manual
I/O Shield
4 x SATA 6Gb/s cable(s)
1 x SLI bridge(s)
1 x Q-connector(s) (2 in 1)

BIOS

64 Mb Flash ROM, UEFI BIOS, PnP, DMI2.0, WfM2.0, SM BIOS 2.7, ACPI 2.0a, Multi-language BIOS, ASUS EZ Flash 2, F12 PrintScreen, F3 Shortcut Function and ASUS DRAM SPD (Serial Presence Detect) memory information
Manageability
WfM 2.0, DMI 2.0, WOL by PME, WOR by PME, PXE

Support Disc

Drivers
ASUS Utilities
ASUS Update
Anti-virus software (OEM version)

Form Factor

ATX Form Factor
12 inch x 9.6 inch ( 30.5 cm x 24.4 cm )

Fonte

Recensione benchmark e test Sapphire R9 280X Vapor-X Tri-X OC

di Aggregator

La scheda Sapphire R9 280X Vapor-X Tri-X OC è dotata di 2048 Stream Processors operanti alla frequenza di 1100 MHz, quindi +100MHz rispetto alla soluzione stock, mentre le memorie non sono overcloccate di fabbrica e sono operanti a 1500 MHz (6000 MHz effettivi). Le 128 TMU, le 32 ROPs e la bandwidth di 288GB/s rendono questa scheda perfetta per il gioco in Full-HD. A differenza delle altre schede reference, questa scheda richiede due connettori di alimentazione 8-Pin, ciò è dovuto all’overclock di fabbrica che fa raggiungere a questa scheda un TDP di circa 300W quando utilizziamo la scheda al massimo delle sue potenzialità.

Il dissipatore è composto inoltre da un radiatore in lamelle di alluminio accoppiato con 5 heatpipes, 3 da 8mm e 2 da 6mm, sfortunatamente non nichelate. Queste heatpipes vanno a confluire nella camera di vapore che si può intravedere dalle foto tra le lamelle di alluminio sulla parte sinistra del radiatore. La camera di vapore possiede un liquido a basso punto di ebollizione che accelera il trasferimento di calore dalla GPU al radiatore in alluminio. Le restanti componenti del PCB non sono dissipate da semplici dissipatori in alluminio stand-alone, ma sono refrigerati da un’unica placca in alluminio che è unita completamente al radiatore lamellare, ciò assicura temperature di esercizio minori per questi componenti.

Per quanto riguarda la connettività, Sapphire mette a disposizione1 DVI-D Dual Link, 1 DVI-I Dual Link, 1 DisplayPort 1.2 e 1 HDMI 1.4a (con supporto ai contenuti 3D), permettendo di utilizzare configurazioni a 4 monitor. Tramite le connessioni DisplayPort sarà possibile visualizzare contenuti con risoluzioni fino a 4K, oppure contenuti 1080p 3D (fino a 60 Hz per occhio), tipici dei formati Blu-Ray. La massima risoluzione supportata dalla DVI-I è invece di 2560×1600.

La 280X Vapor-X Tri-X dopo il test di 3DMark 2013 ha raggiunto una temperatura di 57°C, una temperatura molto buona se consideriamo che le ventole hanno toccato una velocità massima del 33%. Eseguendo lo stesso test senza overcloccare la scheda abbiamo ottenuto una temperatura massima di 56°C con ventole sul 33%. Per stressare al massimo il dissipatore montato su questo prodotto abbiamo giocato per 3 ore consecutive a Battlefield 4 online ottenendo una temperatura massima senza overclock di 68°C, mentre impostando l’overclock dello screen precedente la temperatura massima raggiunta è stata di 70°C, in entrambi i casi le ventole giravano al massimo al 41%. In Idle la scheda viaggia sui 30°C con una TAMB di 22°C all’interno del case con paratia laterale aperta. In conclusione possiamo affermare che la scheda mentre giochiamo rimane abbastanza fresca e parecchio silenziosa, davvero un ottimo dissipatore da parte di Sapphire.

La Sapphire Radeon R9 280X Vapor-X Tri-X OC è un’ottima scheda per il gaming Full-HD e un po’ meno per l’overclock a causa del voltaggio bloccato. E’ possibile che Sapphire abbia introdotto questa limitazione per distinguerla dalla soluzione Toxic, che permette un overclock più spinto ma dall’altra parte tende a scaldare di più rispetto alla soluzione che oggi stiamo recensendo. E’ comunque possibile che in futuro vengano rilasciati software in grado di controllare anche questo parametro. La qualità costruttiva è eccellente, difatti il dissipatore è uno tra i migliori mai provati, in grado di raffreddare adeguatamente sia GPU, RAM e VRM. Le tre ventole da 90mm sono molto prestanti e silenziose e assicurano temperature di esercizio davvero basse anche dopo molte ore di attività. Il prezzo è davvero ottimo per le prestazioni che questo prodotto offre, inoltre viene accompagnato da un bundle davvero ricco che comprende addirittura un cavo HDMI.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

Display Support
supports up to 3 display monitor(s) without DisplayPort
4 x Maximum Display Monitor(s) support
To support 3rd monitor without DisplayPort cable connected, 2 of the 3 monitors should be the same model with DVI ports connected. The driver version should be v13.12 or above.

Output
1 x HDMI (with 3D)
1 x DisplayPort 1.2
1 x Dual-Link DVI-D
1 x Dual-Link DVI-I

GPU
870/Boost:1020 MHz Core Clock
28 nm Chip
2048 x Stream Processors

Video Memory
3072 MB Size
384 -bit GDDR5
6000 MHz Effective

Dimension
262(L)X112(W)X34(H) mm Size.
2 x slot

Fonte

Case Mid Tower Corsair Carbide Series SPEC-01

di Aggregator

Il Carbide Series SPEC-01 è la prova che un look elegante, un design intelligente ed una struttura resistente non devono necessariamente essere costosi e che la semplicità non è detto che sia noiosa. Il pacchetto comprende uno stile grintoso, un’enorme finestra sul pannello laterale per poter ammirare i componenti interni ed una ventola d’aspirazione frontale con illuminazione a LED che indirizza l’aria fresca direttamente sulle schede grafiche.

All’interno c’è spazio sufficiente per cinque ventole, e i quattro vani con combinazione disco rigido/SSD rendono l’installazione e l’aggiornamento delle memorie semplici e rapidi. Gli intagli di instradamento dei cavi ti aiutano a ridurre l’ingombro interno e i filtri antipolvere integrati garantiscono una protezione per i componenti interni. Sulla parte frontale, il connettore USB 3.0 garantisce una velocità ad altissime prestazioni dei dispositivi di storage.

Come tutti i Case Corsair, SPEC-01 è progettato per offrire il massimo raffreddamento anche in caso di overclocking, GPU multiple o semplicemente la necessità di una maggiore aerazione. Sono disponibili punti di montaggio per l’installazione fino a cinque ventole, incluse due frontali da 140mm o 120mm, due da 120mm in alto ed una ventola sempre da 120mm nella parte posteriore.

In aggiunta ai due alloggiamenti per unità ottiche standard da 5,25 pollici, ci sono quattro alloggiamenti integrati combo per unità da 3,5/2,5 pollici (dischi rigidi meccanici o unità a stato solido). L’installazione delle unità da 3,5 pollici non necessita di attrezzi e si dispone di fori per l’instradamento dei cavi per creare assemblaggi dall’aspetto gradevole e con una migliore circolazione dell’aria. Senza contare che c’è un apposito intaglio per CPU per consente di aggiornare il sistema di raffreddamento senza dover rimuovere la scheda madre. I filtri delle ventole frontali aiutano a tenere la polvere lontano dalle parti interne e il pannello frontale ha una porta USB 3.0 per prestazioni più veloci di unità flash USB e dischi rigidi portatili.

[adv1]

CARATTERISTICHE TECNICHE

Garanzia: 2 anni
Peso: 4.8kg
Colore: Black
Fattore di forma case: Mid-Tower
Dimensioni: 447mm x 200mm x 428mm
Supporto scheda madre nel case: Mini-ITX, MicroATX, ATX
Lunghezza massima GPU: 414mm
Altezza massima dissipatore di calore CPU: 150mm
Lunghezza massima PSU: 230mm
Slot di espansione case: 7
Alloggiamenti per unità case: (x2) 5.25 (x4) Combo 3.5/2.5
Materiali case: Acciaio
Alimentatore case ATX (not included)
Connessioni esterne: (x1) USB 2.0 (x1) USB 3.0 (x1) Cuffie (x1) Micropono
Posizioni di montaggio delle ventole Frontali: (x2) 120/140mm Top: (x2) 120mm Retro: (x1) 120mm
Ventole incluse: (x1) 120mm
Posizioni di montaggio radiatore: retro 120mm
Compatibile con dissipatori di calore a liquido: Corsair H55, H60, H75, H80i

Fonte

Come allungare la vita di un pc portatile

di Aggregator

La principale causa di guasto dei computer portatili è rappresentata dal surriscaldamento dei componenti. Spesso i sistemi di dissipazione sono inadeguati rispetto al calore prodotto da CPU e schede video dovendosi adattare agli spazi ridotti presenti negli chassis sempre più sottili. Inoltre vengono sempre adottate ventoline piccole o poco potenti per evitare un’eccessiva rumorosità. Solo nei modelli di fascia alta lo chassis è completamente in alluminio favorendo così la dissipazione di tutti i componenti hardware all’interno, ma il più delle volte vengono comunque utilizzati materiali plastici per questioni di costi produttivi.

Per risolvere tutte mancanze è possibile utilizzare delle basi dissipanti che tengono sollevato il computer portatile permettendo una maggiore areazione dalle forature previste. La migliore base dissipante per notebook è sicuramente Cooler Master NotePal U2 Plus in quanto oltre a funzionare da rialzo come tutte le altre è completamente in alluminio traforato favorendo al massimo la dissipazione del calore.

Inoltre, altra caratteristica degna di nota che fa la differenza con tutti gli altri modelli, è la possibilità di sganciare le ventole per posizionarle dove si vuole magari in prossimità dei fori di areazione già presenti sulla base del portatile. Le ventole sono USB e hanno attacco maschio/femmina in modo da restituire la porta USB occupata.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Model: R9-NBC-U2PK-GP(Black) R9-NBC-U2PS-GP(Sliver) R9-NBC-U2PT-GP (Titanium)
Color: Black / Silver / Titanium
Materials: Aluminum, metal mesh, plastic, rubber
Weight: 0.65 kg (1.43 lbs)
Dimension: 346 x 282 x 60mm (13.6 X 11.1 x 2.4 inch) (W x H x D)
Fan Dimension: 80 x 80 x 10mm (3.2 x 3.2 x 0.4 inch) (W / H / D)
Fan Speed: 2000 ± 10% RPM
Fan Airflow: 31 CFM (each fan)
Fan Noise Level: 21 dBA
Power: USB 5V DC
USB: USB 2.0/1.1 x 1 (for power input)
Power Consumption: 0.36A, 1.8W
Compatibility: Supports up to 17″ laptops

Fonte

Evoluzione e storia di Windows negli ultimi 30 anni

di Aggregator

Il 21 gennaio di quest’anno, Microsoft ha presentato ufficialmente la Consumer Preview di Windows 10, svelando le funzionalità che caratterizzeranno la nuova versione del suo storico sistema operativo. L’evento ci ha servito su un piatto d’argento l’occasione per dare uno sguardo a quella che è stata l’evoluzione di Windows, visto anche che quest’anno cade il 30ennale del suo primo rilascio ufficiale.

SOMMARIO
1. La storia di Windows, un’evoluzione lunga 30 anni
2. Le Origini e il ruolo centrale di Tandy Trower
3. Lo spettro OS/2 e la rinascita della fenice
4. Windows al centro della strategia della casa di Redmond
5. La nascita di “New Technology”
6. Windows 95 e la filosofia “document centric”
7. Obiettivo convergenza!
8. Obiettivo raggiunto: Windows XP!
9. L’evoluzione della specie prima del nuovo corso
10. Il nuovo corso multipiattaforma, Windows 8 e (one)Windows 10

[adv1]

Fonte

Recensione video e test Samsung Galaxy S6

di Aggregator

Samsung Galaxy S6 è uno smartphone Android con caratteristiche all’avanguardia che lo rendono una scelta eccellente per ogni tipo di utilizzo, rappresentando uno dei migliori dispositivi mobili mai realizzati. Dispone di un grande display da 5.1 pollici e di una risoluzione da 2560×1440 pixel, fra le più elevate attualmente in circolazione. Le funzionalità offerte da questo Samsung Galaxy S6 sono innumerevoli e tutte al top di gamma. A cominciare dal modulo LTE 4G che permette un trasferimento dati e una navigazione in internet eccellente, passando per la connettività Wi-fi e il GPS.

Samsung Galaxy S6

[adv1]

L’eccellenza di questo Samsung Galaxy S6 è completata da una fotocamera con un sensore da ben 16 megapixel che permette di scattare foto di alta qualità con una risoluzione di 3456×4608 pixel e di registrare video in 4K alla sorprendente risoluzione di 3840×2160 pixel. Lo spessore di appena 6.8mm rende questo Samsung Galaxy S6 un prodotto completo e tra i più sottili sul mercato.

Fonte

La storia di Windows in una semplice infografica

di Aggregator

Da ‘Interface Manager’ a Windows 10, ecco un piccolo viaggio alla scoperta delle tappe più importanti che hanno fatto la storia del sistema operativo! Ma come nasce Windows? Quale è stato l’anello di incontro tra MS-DOS e l’interfaccia a finestre “punta-e-clicca”? Ce lo spiega questa eloquente infografica che, pur non scendendo nei minimi dettagli, offre un soddisfacente racconto di come Windows si sia evoluto nel tempo, trasformandosi da “Interface Manager” a Windows 10 e scrivendo praticamente la storia!

Fonte

Peugeot 308 R Hybrid Elaborare Febbraio 2016 in edicola

di redazione

Cover-Elaborare-213

ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI - PREVIEW QUI SCARICA l'APP per IPAD - ANDROID QUI (la puoi consultare anche on line da PocketMags) app-digitali-magazine-tuning-elaborare Test esclusivo Peugeot 308 R Hybrid 500 CV by Peugeot Sport Peugeot 308 R Hybrid Top Tuning Ferrari 488 GTB 1.000 CV by xXx Performance Ferrari 488 GTB xXx performance NEWS Shop I migliori accessori per la tua auto selezionati questo mese. Tuning test (auto preparate provate questo mese) Mitsubishi Lancer Evo IX GSR 375 CV Volkswagen Scirocco R TSI by Abbasciano 335 CV Abarth 695 Tributo Ferrari Auto del lettore 190 CV Citroën Saxo VTS 130 CV Alfa Romeo Giulietta 2.0 JTDm by Tecnoone 171 CV Fiat 127 Sport 90 CV by OMC System VS Autobianchi A112 Abarth 78 CV Mitsubishi Lancer Evo IXVW Scirocco RAbarth-695-T.F.Citroen Saxo VTSAlfa Romeo GiuliettaFiat 127 Sport e A112 AbarthGARAGE Mappa Banchi a rulli in Italia aggiornata, dove provare la potenza della tua auto. Top tuner Carburatori Bergamo Carburatori Bergamo Tecnica  Pastiglie freno Tecnica pastiglie freno Long Run Tester 10.000 Km con Yokohama Parada! Posta I consigli dell’esperto Preparazioni Novità dai professionisti del tuning EVENTI Tuning Salento Challenge Race con intervista a Patrizio Imperiale, presidente Salento Tuning Club, Raduno “Christmas Tuning”, Raduno Tuning Land QUI FORUM Patrizio-Imperiale-salento-club-cerchi La mia supercar, le auto segnalate dai lettori. Miss Officina Ileana MacriIleana Macri Calendario Appuntamenti Club Febbraio 2016 aggiornato + "Last Minute" La mia supercar, le auto selezionate dei nostri lettori. "Riflessioni"- Il libro del mese "Piloti che gente..." di Siegfried Stohr ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover-Elaborare-213

Abarth 695 Tributo Ferrari test in pista Modena

di redazione

Abarth 695 Tributo Ferrari

L’elaborazione dell’Abarth 695 Tributo Ferrari del nostro test sulla pista di Modena è anchela vettura ideale per affrontare un tipo di percorso con chilometri di strade tortuose che salgono e scendono con tornanti e allunghi su cui poter fare, come si diceva una volta, “una bella guidata”. Di base ci sono circa 180 CV (la rullata ne dichiarava 175 CV), 250 Nm di coppia e un cambio elettroattuato con paddle al volante da far rimpiangere quelli delle biciclette anni Ottanta piazzati sul telaio. (...) Abarth 695 Tributo Ferrari Motore - Il piccolo 1.4 Abarth turbo quattro cilindri da 180 CV è stato oggetto di una cura maniacale per ricavarne la giusta coppia, migliorando sia la fase dell’erogazione sia quella della pura spinta. Per questo motivo anche lo scarico originale Record Monza ha subito una rivisitazione: è sparito il catalizzatore, innanzitutto, e la valvola è stata rinforzata in modo da aumentare la contropressione a tutto vantaggio, ancora una volta, della curva di coppia. (...) Abarth 695 Tributo Ferrari Trasmissione e sterzo - Merita un capitolo a parte la quasi totale risoluzione del problema sterzo e cambio elettroattuato a cinque rapporti. Sulla velocità di quest’ultimo c’è poco da fare... l’unica strada percorribile sarebbe quella di sostituirlo, questa è la verità! (...) Abarth 695 Tributo Ferrari Assetto - Qui viene il bello! Che ne siate convinti o meno, il retrotreno della 500 Abarth non si comporta mai molto bene. E nelle situazioni limite potrebbe reagire così male da farvi trovare sottosopra. Il motivo? Perché là dietro le sospensioni lavorano sempre “a tampone”, causando rimbalzi poco piacevoli di tutto l’assale posteriore. Ecco allora la geniale soluzione di questa 695 Tributo Ferrari, studiata da Öhlins Italia, in fase ancora sperimentale, e messa a punto proprio sulla vettura del nostro test. Nelle Abarth standard ammortizzatori e molle posteriori non sono coassiali, mentre sulla Tributo del nostro test sì: praticamente sono gli uni dentro le altre. Scheda tuning Abarth 695 Tributo Ferrari  Motore Kit aspirazione in carbonio 500 Abarth Trofeo Filtro aria BMC Candela NGK-R Intercooler maggiorati e saldati Eliminazione catalizzatore con downpipe in inox Modifica valvola dello scarico Record Monza Rimappatura centralina Frizione Kit AP Racing Freni Pastiglie PFC Z-Rated Assetto Öhlins Road&Track con valvola DFV con specifiche per 500 Abarth al posteriore. Coassiali, regolabili in altezza, compressione ed estensione Scatola sterzo “ravvicinata” Esterni Cofano modificato con prese d’aria derivazione 500 Abarth Trofeo Verniciatura plafoniera posteriore per eliminare logo 500 Costo totale intervento tuning circa 10.000 Euro L'articolo completo con tutti i dettagli, i dati strumentali e la pagella dell'Abarth 695 Tributo Ferrari è su Elaborare 213. ABBONATI alla rivista per riceverla a casa QUI (diverse opzioni a partire da 9 Euro) ACQUISTA la VERSIONE DIGITALE (abbonamento o singolo numero) su - Elaborare SHOP link QUI - PocketMags link QUI (la puoi consultare anche da tablet Ipad o Android) - EzPress link QUI

Cover-Elaborare-213

❌