Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiRSS feeds

Patente digitale: in Polonia i documenti in auto non serviranno più

di Donato D'Ambrosi

La patente digitale come la dematerializzazione dei documenti da tenere in auto è uno dei programmi di cui si parla da tempo anche in Italia. La Polonia però è tra i Paesi che stanno attivamente approvando i controlli su strada della Polizia tramite lo smartphone che conterrà la Patente digitale e altri documenti di identità. Ecco cosa cambierà con la patente digitale e in che modo la Polonia si è preparata alla Patente digitale.

LA PATENTE DIGITALE COME ALTRI DOCUMENTI DI IDENTITA’ E DELL’AUTO

In Polonia la patente digitale attende solo l’approvazione del Governo e poi potrà essere ufficialmente  dematerializzata come avviene già per la carta d’identità e il libretto di circolazione dell’auto. In caso di controlli infatti la Polizia può accedere al database per risalire ai dati dell’auto e del proprietario. Nulla di tecnologicamente più evoluto di quanto sarebbe già nelle disponibilità anche delle forze dell’ordine in Italia. Quello che invece è tecnologicamente legato alla patente digitale in Polonia, è l’applicazione ufficiale del Governo “mObywatel”. Lo smartphone potrà memorizzare la patente di guida e tramite lo stesso si potrà mostrare il documento in caso di richiesta di un pubblico ufficiale.  

I DOCUMENTI AUTO OBBLIGATORI IN ITALIA

Quante volte vi è successo di dimenticare a casa la patente o i documenti da tenere in auto? Ad oggi l’unica innovazione ai documenti dell’auto da esibire riguarda solo l’esposizione del tagliando dell’assicurazione. Una situazione che ha generato non poco caos, ed è per questo che tanti automobilisti continuano ad esibirlo sul parabrezza. In realtà le forze dell’ordine sono già in grado di controllare nel database se l’assicurazione è attiva oppure no. Ma resta valido l’obbligo di mostrare il Certificato di assicurazione, il Libretto dell’auto e la Patente di guida (o equivalente/integrativa licenza a condurre il veicolo).

DIMENTICARE LA PATENTE A CASA: MULTA E OBBLIGO DI VISIONE

Dimenticare a casa la patente o il libretto di circolazione dell’auto, secondo l’art.180 del CdS, può costare una multa da 42 a 173 euro, con l’obbligo di esibire comunque i documenti presso gli uffici di polizia. Se ci si dimentica di portare i documenti auto in caserma per mostrane l’effettiva validità, la multa cresce fino a un importo da  431 a 1.734 euro. Un rischio che se la patente e il libretto dell’auto fossero digitali o non obbligatori in auto semplificherebbe non poco la vita degli automobilisti. Intanto che la legge si adegui alla tecnologia, Google ha annunciato che entro la fine del 2020 il nuovo sistema operativo Android avrà una funzionalità di Identity Credential. Lo smartphone potrà memorizzare la patente digitale, la carta d’identità e i documenti dell’auto, ma prima occorre una legge che ne approvi la dematerializzazione.

The post Patente digitale: in Polonia i documenti in auto non serviranno più appeared first on SicurAUTO.it.

Telegram, tutte le novità per San Valentino: ci sono anche le emoji animate

di HDblog.it

È tempo di aggiornamenti anche per Telegram: la popolare app di messaggistica istantanea festeggia San Valentino rilasciando la versione 5.15 dell'app per Android e iOS.

Le novità integrate sono come da tradizione piuttosto numerose: i cambiamenti sono stati dettagliati all'interno del blog ufficiale e includono un nuovo layout per le pagine profilo, la visualizzazione rapida dei media e nuove emoji animate. Evolve anche la funzionalità "Persone nelle vicinanze" introdotta per la prima volta la scorsa estate con la versione 5.8.

Di seguito tutti i dettagli:


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 512 euro oppure da ePrice a 564 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mercato smart speaker Q4 2019: Amazon è sempre in testa

di HDblog.it

L'ultimo rapporto di Strategy Analytics sul mercato smart speaker racconta un po' la solita storia: Amazon regna, Google insegue, i cinesi sono in rimonta e Apple fa il fanalino di coda con il suo HomePod.

L'analisi si concentra sulle spedizioni globali del quarto trimestre del 2019, comparate a quelle dello stesso periodo dell'anno scorso. Con quasi 16 milioni di unità, Amazon è ancora la società che ha venduto di più, incrementando quindi ulteriormente la propria posizione di dominio sul mercato con i suoi Echo; Google segue con quasi 14 milioni con quello che oggi è diventato il marchio Nest Home. Entrambe le società sono cresciute rispetto all'anno precedente: Google un pochino più di Amazon, ma più o meno il range è quello.

Di seguito troviamo un trio cinese: Alibaba, Baidu e Xiaomi. Tutte e tre insieme totalizzano poco più di quanto è riuscita a spedire Amazon da sola (16,1 milioni di unità contro 15,8). Tuttavia, la crescita su base annua è nettamente superiore rispetto ai +16-20% totalizzati dalle due società americane: qui si parte da un minimo di +94% di Alibaba e si arriva fino al +170% circa delle altre due. Questa importante crescita ha inevitabilmente eroso le quote di mercato di Amazon e Google, che scendono (rispettivamente) dal 35,5 al 28,3% e dal 30 al 24,9%.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 512 euro oppure da ePrice a 564 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

GitHub CLI è in beta

di Claudio Davide Ferrara
E' disponibile la beta release di GitHub CLI, interfaccia da shell che consente di interagire da linea di comando con la piattaforma di code hosting Leggi GitHub CLI è in beta

Creare Bot

di Giuseppe Maggi
Impariamo a realizzare un Telegram Bot sfruttando le API di programmazione messe a nostra disposizione dalla piattaforma di messaggistica. Leggi Creare Bot

Arriva il social dove i bot ti ricoprono di complimenti

di Marco Grigis
Arriva Botnet, il social network dove milioni di botnet adoranti fanno a gara per complimentarsi con gli utenti: un esperimento interessante. Leggi Arriva il social dove i bot ti ricoprono di complimenti

Apple lancia Swift Playgrounds per Mac: l’app che ti insegna a programmare

di Claudio Davide Ferrara
Swift Playgrounds per MacOS è una piattaforma che insegna la programmazione ai più piccoli Leggi Apple lancia Swift Playgrounds per Mac: l’app che ti insegna a programmare

Weekend San Valentino 2020: le previsioni meteo e traffico in autostrada

di Donato D'Ambrosi

Il Weekend di San Valentino 2020 non creerà particolari problemi a chi deciderà di festeggiare la festa degli innamorati senza spostarsi troppo dalla città. Per chi invece ha programmato una gita fuoriporta per festeggiare San Valentino dal 14 al 16 febbraio 2020 lontano da casa, abbiamo raccolto alcuni consigli utili sul traffico. Ecco le previsioni del traffico in autostradale e meteo per la festa di San Valentino 2020.

I CONSIGLI PER GUIDARE IN SICUREZZA ANCHE NEL WEEKEND DI SAN VALENTINO

Prima di mettersi in viaggio per il weekend di San Valentino 2020 è bene ricordare che oltre alla fuga d’amore bisogna essere informati sul traffico in autostrada. Viaggiare con l’auto a San Valentino, non vi solleva infatti dagli obblighi delle ordinanze invernali e in base al meteo previsto a San Valentino vogliamo ricordarvi i consigli alla guida. Chi viaggia nelle regioni centrali potrebbe incontrare rilevanti precipitazioni nevose e raffiche di vento. Avere le catene a bordo potrebbe non bastare in caso di necessità, per cui guarda gli errori da non fare con le catene da neve. Il vento accompagnerà da nord a sud il weekend di San Valentino, con fenomeni di mareggiate anche lungo le coste. Ecco i consigli e gli errori da non fare per guidare con vento forte in autostrada in sicurezza.

PREVISIONI METEO A SAN VALENTINO: NEVE E VENTO IN ARRIVO

Le previsioni del meteo per San Valentino, secondo l’ultimo bollettino ANAS dicono che dal pomeriggio di giovedì 13 febbraio 2020, e per le successive 18-24 ore, si prevedono venti da forti a burrasca. Le raffiche di vento fino a burrasca forte monteranno su Emilia Romagna, Toscana, Marche ed Umbria, in particolare su settori appenninici e costieri. Il giorno di San Valentino, venerdì 14 febbraio 2020, e per le successive 24-30 ore, si prevedono venti da forti a burrasca, con raffiche fino a burrasca forte su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, in particolare su settori appenninici e costieri.

PREVISIONI, CODE E TRAFFICO IN AUTOSTRADA A SAN VALENTINO

Viaggiare in autostrada richiederà più tempo del solito su alcune tratte dove sono previsti dei rallentamenti. Le previsioni del traffico in autostrada a San Valentino di Autostrade per l’Italia riguardano le seguenti tratte e uscite:

– Coda in uscita a Modena Nord dalle ore 09:00 alle ore 11:00 dal giorno 14/02/2020 al giorno 16/02/2020 per Fiera.
– Traffico in uscita a Bergamo dalle ore 19:00 alle ore 21:00 dal giorno 15/02/2020 al giorno 15/02/2020 per Importante manifestazione sportiva.
– Coda in entrata a Bergamo dalle ore 23:00 alle ore 00:00 dal giorno 15/02/2020 al giorno 16/02/2020 per Importante manifestazione sportiva.
– Traffico su Svincolo 1 Nuova Bazzanese dalle ore 15:00 alle ore 18:00 dal giorno 15/02/2020 al giorno 15/02/2020 provenendo da Autostrada Bologna-Taranto verso Bologna per traffico intenso.
– Coda su Svincolo 1 Nuova Bazzanese dalle ore 15:00 alle ore 18:00 dal giorno 15/02/2020 al giorno 15/02/2020 provenendo da Autostrada Bologna-Taranto verso Vignola per traffico intenso.

Prima di partire e durante il viaggio vi consigliamo di tenervi aggiornati sull’evolversi delle condizioni di traffico e meteo. Leggete le indicazioni sulle tabelle luminose autostradali o chiamate il numero 1518 (CCISS) per avere informazioni sulla viabilità ordinaria e autostradale.

The post Weekend San Valentino 2020: le previsioni meteo e traffico in autostrada appeared first on SicurAUTO.it.

OCR, ABBYY FineReader per riconoscere testo da scanner o da file PDF

I software OCR (Optical Character Recognition) consentono di sottoporre al riconoscimento automatico del testo i documenti cartacei acquisiti tramite scanner o, addirittura, con la fotocamera digitale installata sul proprio smartphone.
A questo proposito abbiamo pubblicato due articoli dedicati (vedere OCR, quali i migliori per riconoscere il testo acquisito da scanner o da smartphone e Scanner documenti cellulare: le migliori applicazioni) nei quali abbiamo presentato le migliori soluzioni OCR gratuite.

Oggi concentriamoci su un OCR commerciale, ABBYY FineReader che può essere considerato, senza esagerazioni, come un vero e proprio punto di riferimento per il riconoscimento ottico dei caratteri.


ABBYY FineReader, infatti, permette di riconoscere i documenti scannerizzati direttamente ma anche i testi non modificabili contenuti nei file PDF.

5 errori da non fare con la scelta delle gomme invernali

di Donato D'Ambrosi

La scelta delle gomme invernali è spesso basata sul costo delle gomme soprattutto sulla seconda auto di famiglia, quella di battaglia affidata ai figli per impratichirsi. Ma è la scelta migliore? Vediamo come scegliere le gomme invernali, in 5 punti chiave da non dimenticare ma soprattutto qual è la larghezza più adatta alle gomme invernali, meglio strette o larghe. Ecco i consigli e gli errori da non fare con le gomme invernali.

1 PNEUMATICI INVERNALI FATTI PER L’EUROPA

Alle gomme invernali basterebbe avere sul fianco il simbolo del fiocco di neve e rispettare i criteri minimi imposti dalla legge per poter essere omologate. In realtà tra una gomma lowcost e una sviluppata e testata in condizioni climatiche mutevoli ma pur sempre frequenti in un continente specifico è la scelta più sicura che si possa fare (Leggi qui il test delle gomme Nokia WR 4 lungo 10 mila km).

2 QUANDO VANNO CAMBIATE LE GOMME INVERNALI

Con le gomme stagionali è facile dimenticare quando risale la prima installazione degli pneumatici invernali. Nokian consiglia di sostituirle dopo 6 anni di uso attivo.  Anche se il battistrada residuo sembra ancora legale, non bisogna dimenticare che il lavoro maggiore lo fanno i tasselli e la capacità di adattarsi alla superficie di asfalto invernale che va dall’asciutto alla neve, passando per il fondo bagnato e quello ghiacciato.

3 L’ETA’ DELLE GOMME INVERNALI

A prescindere da quanto spesso si usa l’auto, controllare la sigla DOT degli pneumatici e assicurarsi che non abbiano più di 10 anni. Si può controllare sul fianco della gomma il DOT corrispondente alla data di produzione della gomma fatta di 4 numeri (le prime 2 cifre indicano la settimana e le seconde l’anno di produzione).

4 LO SPESSORE OTTIMALE DEGLI PNEUMATICI PER L’INVERNO

Negli ultimi anni – secodno Nokian Tyres – gli pneumatici sono stati un fattore di rischio ogni sette incidenti mortali causati da un’auto o da un furgone. Anche se spesso queste statistiche sono molto influenzate da una grande quantità di variabili, NokianTyres raccomanda di guidare  con uno spessore del battistrada non inferiore ai 4 mm per tutti gli pneumatici. Una convinzione che non vede tutti i Costruttori di pneumatici d’accordo e di questo ne abbiamo parlato in questo video “Perché usare le gomme fino a 1,6 mm?“.

5 LA PRESSIONE CORRETTA DELLE GOMME IN INVERNO

Attenzione al mito molto diffuso anche tra alcuni installatori che la pressione delle gomme invernali debba essere più alta di 0,5 bar: è sbagliato! Nel long test delle gomme invernali Nokian WR 4 qui, l’auto si è mostrata subito nervosa e poco bilanciata. Se è vero che in inverno la pressione delle gomme scende per tutti, scopri qui perché, Nokian ricorda che la pressione corretta di gonfi aggio delle gomme invernali va aumentata di 0,2 bar in più rispetto a quella standard estiva consigliata dal costruttore dell’auto.

The post 5 errori da non fare con la scelta delle gomme invernali appeared first on SicurAUTO.it.

Shadowgun War Games, lo sparatutto 5v5, è disponibile su iOS e Android

di HDblog.it

Shadowgun War Games, lo sparatutto che sfida Overwatch su mobile - e che abbiamo analizzato nella nostra anteprima - è disponibile su iOS e Android.

Sviluppato da Madfinger, Shadowgun War Games è un FPS multiplayer distribuito su App Store e Google Play in versione free to play. Basato su scontri 5 contro 5, il nuovo sparatutto propone eroi dotati di abilità specifiche e personalizzabili con skin ed emote.

Fai squadra con gli amici e combatti contro giocatori provenienti da tutto il mondo in arene, mappe ed esclusivi eventi dell’Universo Shadowgun. È divertente ed accessibile ai principianti e offre un’infinità di sfide entusiasmanti ai gamer più esperti. Chiunque può competere nelle modalità di gioco Ruba la bandiera e Deathmatch a squadre!


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 529 euro oppure da Unieuro a 899 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Pneumatici Goodyear EfficientGrip Performance 2: 50% di durata in più

di Donato D'Ambrosi

I nuovi pneumatici Goodyear EfficientGrip Performance 2 puntano tutto sull’efficienza chilometrica. Arrivano sul mercato europeo le nuove gomme Goodyear 2020 per auto da 15 a 18 pollici. Nei test indipendenti le nuove gomme Goodyear durano di più e frenano prima anche rispetto ai principali concorrenti.

QUANTO DURANO LE GOMME GOODYEAR 2020

Le nuove gomme auto Goodyear EfficientGrip Performance 2 sono migliorate in durata chilometrica e frenata rispetto alla precedente EfficientGrip Performance del 2013 e anche rispetto alle gomme equivalenti di concorrenti. A riportare la notizia è PneusNews, che anticipa le novità dei nuovi pneumatici Goodyear High Performance destinati alle auto più diffuse in Europa. La durata chilometrica che promette Goodyear è del 50% superiore a quella del modello precedente. Nei test indipendenti le gomme Goodyear 2020 avrebbero una durata maggiore del 20% anche rispetto ai concorrenti diretti. Bisogna però dire anche che oltre alla durata, Michelin in particolare sta investendo ingenti risorse nella filosofia “Pneumatici sicuri dal primo all’ultimo chilometro”, guarda il video qui sotto per scoprire di cosa si tratta.

COME SONO LE NUOVE GOMME ESTIVE GOODYEAR EGP 2

Le anticipazioni della rivista specializzata in pneumatici parlano di come sono le nuove gomme Goodyear EfficientGrip Performance 2. Tra le novità delle gomme che saranno disponibili nelle dimensioni da 15 a 18 pollici, lasciando quindi fuori le super-utilitarie al lancio, ci sono:

– Maggiore elasticità e flessibilità del battistrada
– Intagli più lunghi e una mescola meno rigido del predecessore
– Costolature più larghe al centro del battistrada aumentano la rigidità e la stabilità in situazioni di emergenza.

PNEUMATICI ESTIVI GOODYEAR 2020 IN 45 MISURE

Le gomme estive Goodyear EfficientGrip Performance 2 arriveranno nel corso del 2020 in 45 misure diverse facendo breccia sulla potenziale maggiore durata delle gomme. E’ importante precisare che la durata del +50% è stata ottenuta in un test interno effettuato con gomme 205/55R16 Volkswagen Golf VII tra Lussemburgo e Francia. Ma le prestazioni a lungo termine potrebbero variare in base alla dimensione della ruota e soprattutto della strada percorsa. Ecco perché oltre al risparmio, consigliamo sempre di non lesinare sulla sicurezza e sui controlli periodici delle gomme.

The post Pneumatici Goodyear EfficientGrip Performance 2: 50% di durata in più appeared first on SicurAUTO.it.

Apple lancia Swift Playgrounds per Mac: l’app che ti insegna a programmare

di Claudio Davide Ferrara

Swift Playgrounds per MacOS è una piattaforma che insegna la programmazione ai più piccoli

Leggi Apple lancia Swift Playgrounds per Mac: l’app che ti insegna a programmare

Nomi a dominio .com: prezzi senza limiti?

di Claudio Davide Ferrara

Negli Stati Uniti si discute della possibilità di rimuovere il price cap dei nomi a dominio .com. Aumento dei prezzi in vista?

Leggi Nomi a dominio .com: prezzi senza limiti?

Coronavirus: come nascono le fake news (e perché)

di Marco Grigis

Sui social network le notizie false sul coronavirus superano di gran lunga l'informazione ufficiali: le ragioni potrebbero essere economiche e politiche.

Leggi Coronavirus: come nascono le fake news (e perché)

Ztl Napoli: orari, permessi e mappa

di Raffaele Dambra

Ztl Napoli

Le Ztl di Napoli sono 6, a cui vanno aggiunte altrettante aree pedonali e, dal 2019, il parziale divieto di circolazione e di transito veicolare (eccetto i residenti) in alcune strade del Vomero. In questa mini guida ci occuperemo prevalentemente delle zone a traffico limitato del capoluogo partenopeo con le relative mappe e le informazioni su orari, permessi, deroghe e quant’altro.

ZTL NAPOLI: TARSIA – PIGNASECCA – DANTE

La Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante di Napoli è delimitata dai varchi posti in piazza Gesù e Maria, via Domenico Soriano (area pedonale urbana), via Toledo all’altezza di via dei Pellegrini in direzione via Pessina e piazza Dante in direzione via Toledo. Un ulteriore varco elettronico è posizionato via Brombeis, a protezione dell’area pedonale. Comprende le seguenti strade: corso Vittorio Emanuele, via Montemiletto, salita Tarsia, via Cotugno, piazza Gesù e Maria, via F. S. Correra, via Brombeis, tratto da via F. S. Correra e via Avvocata, via Avvocata, via Pessina nel tratto tra via Avvocata e piazza Dante, piazza Dante, via Toledo nel tratto tra piazza Dante e via dei Pellegrini, via dei Pellegrini, via Giovanni Ninni, piazza Montesanto e via Montesanto.

Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante: orari

La Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante di Napoli è attiva tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00. Possono accedervi solo i veicoli autorizzati e che espongono l’apposito contrassegno.

Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante: permessi e deroghe

Sono liberamente autorizzati ad accedere nella Ztl i motocicli e i ciclomotori (tranne in via Brombeis), i veicoli al servizio di diversamente abili (previa comunicazione del numero di targa), gli autoveicoli e i motoveicoli adibiti a servizio di polizia e antincendio, le autoambulanze in servizio di pronto intervento, i veicoli per l’espletamento dei servizi di trasporto di pubblica utilità, i veicoli per la raccolta dei rifiuti e quelli per la pulizia delle strade.

Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante: contrassegni

Ci sono numerose categorie di persone e/o veicoli che possono richiedere il rilascio del contrassegno a pagamento per l’accesso alla Ztl. Sono i residenti, i domiciliati e i non residenti titolari di posto auto fuori dalla sede stradale. I veicoli per il trasporto merci (in determinati orari), le società e le aziende erogatrici di pubblici servizi, i clienti degli alberghi, delle autorimesse e delle autofficine. I medici con obbligo di visita domiciliare a pazienti residenti all’interno della Ztl, i veicoli per funzioni di interesse pubblico, nonché i veicoli che trasportano soggetti portatori di malattie gravi o che richiedono l’espletamento di trattamenti terapeutici sistematici, per recarsi in centri medici e paramedici all’interno della Ztl.

Ulteriori informazioni: Ztl Napoli Tarsia – Pignasecca – Dante

ZTL NAPOLI: CENTRO ANTICO

La Ztl del Centro Antico di Napoli racchiude a sua volta tre zone a traffico limitato più piccole (Centro Antico, Mezzocannone e Piazza del Gesù) ed è delimitata dai varchi posti in via del Sole (dopo l’ingresso dell’Ospedale), via Miroballo, via Duomo (all’altezza di piazza Museo Filangieri) e via Santa Sofia (all’altezza di via Oronzio Costa). In particolare la Ztl Centro Antico comprende le aree Decumano superiore, San Biagio dei Librai, Forcella-Tribunali e SS. Apostoli-Donna Regina; la Ztl Mezzocannone va da via Mezzocannone a vico Santi Filippo e Giacomo; infine la Ztl Piazza del Gesù parte da calata Trinità Maggiore e arriva a Vico III Cisterna.

Ztl del Centro Antico: orari

La Ztl del Centro Antico è attiva tutti i giorni dalle ore 9:00 alle ore 17:00. La Ztl Mezzocannone è attiva dal lunedì al giovedì dalle ore 9:00 alle ore 22:00 e il venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi infrasettimanali dalle ore 9:00 fino alle ore 2:00 del giorno successivo. E la Ztl di Piazza del Gesù è attiva tutti i giorni dell’anno 24 ore su 24.

Ztl del Centro Antico: permessi e deroghe

Motocicli e ciclomotori possono liberamente accedere solo nella Ztl Mezzocannone. Nella Ztl Centro Antico è consentito l’ingresso soltanto ai ciclomotori, mentre nella Ztl Piazza del Gesù non possono accedere né motocicli e né ciclomotori. Nelle tre zone a traffico limitato sono inoltre autorizzati a entrare le stesse categorie di veicoli che hanno libero accesso nella Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante.

Ztl del Centro Antico: contrassegni

Possono richiedere il rilascio del contrassegno a pagamento per l’accesso nella Ztl del Centro Antico le stesse categorie di persone e/o veicoli che possono richiederlo per la Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante.

Ulteriori informazioni: Ztl del Centro Antico.

ZTL NAPOLI: BELLEDONNE – MARTIRI – POERIO

La Ztl di Napoli Belledonne – Martiri – Poerio è controllata dai varchi posti in vico Belledonne e via della Cavallerizza e comprende le seguenti strade: vico Belledonne, piazza Rodinò, via Alabardieri, via Bisignano, via Calabritto, via Cavallerizza, piazza dei Martiri (nell’area compresa tra le fioriere e la carreggiata di collegamento tra via Alabardieri e via Carlo Poerio, lato palazzo Partanna), via Carlo Poerio (nel tratto tra piazza dei Martiri e via Fiorelli), vico II Alabardieri, vico Satriano, vicoletto Belledonne, via G. Ferrigni e vico dei Sospiri.

Ztl Belledonne – Martiri – Poerio: orari

La Ztl Belledonne – Martiri – Poerio è attiva dalle ore 19:00 alle ore 7:00 tutti i giorni della settimana.

Ztl Belledonne – Martiri – Poerio: permessi, deroghe e contrassegni

Le norme relativi ai permessi e alle deroghe per l’accesso in Ztl e per il rilascio dei contrassegni sono le medesime della Ztl Tarsia – Pignasecca – Dante.

Ulteriori informazioni: Ztl Belledonne – Martiri – Poerio.

ZTL NAPOLI: MORELLI – FILANGIERI – MILLE

La Ztl Morelli – Filangieri – Mille è una zona a traffico limitato “natalizia” in quanto viene attivata solo in quel periodo. Comprende via Morelli, vico Santa Maria Cappella Vecchia, piazza dei Martiri nella carreggiata esterna alle fioriere, di collegamento tra via Morelli con via S. Caterina a Chiaia.

Ztl Morelli – Filangieri – Mille: orari

La Ztl Morelli – Filangieri – Mille è attiva ogni anno dall’8 dicembre al 6 gennaio tutti i sabati, domeniche, festivi e prefestivi dalle ore 10:00 alle ore 14:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00.

Ztl Morelli – Filangieri – Mille: permessi e deroghe

Possono circolare nella Ztl i mezzi pubblici non di linea (bus, taxi, autovetture pubbliche a noleggio con conducente), i veicoli delle Forze dell’ordine, di soccorso e della protezione civile, i veicoli intestati ad enti pubblici locali e quelli delle società controllate dal Comune di Napoli. Possono inoltre circolare le seguenti categorie in possesso di formale autorizzazione: residenti; domiciliati; non residenti titolari di posto auto fuori dalla sede stradale; veicoli per il trasporto merci (in determinati orari); società e aziende erogatrici di pubblici servizi; clienti degli alberghi e delle autorimesse; medici con obbligo di visita domiciliare a pazienti residenti all’interno della Ztl; veicoli per funzioni di interesse pubblico; ciclomotori e motocicli.

Ulteriori informazioni: Ztl Morelli – Filangieri – Mille.

ZTL NAPOLI: CHIAIA

La Ztl di Chiaia a Napoli comprende via dei Mille dall’intersezione di via Nisco alla confluenza di via Filangieri, via Filangieri, via S. Caterina a Chiaia, piazza dei Martiri nella carreggiata esterna alle fioriere, via Morelli dall’intersezione di piazza dei Martiri a quella di via Vannella Gaetani, via S. Maria a Cappella Vecchia e rampa Caprioli.

Ztl di Chiaia: orari

La Ztl è attiva ogni sabato dalle ore 10:00 alle 13:30 e dalle ore 16:00 alle ore 22:00.

Ulteriori informazioni: Ztl di Chiaia.

ZTL NAPOLI: MARECHIARO

La Ztl Marechiaro di Napoli è una zona a traffico limitato primaverile ed estiva ed è situata a Posillipo, precisamente in via Marechiaro e in via Alfano. I varchi di accesso sono posti in via Marechiaro lato via Coroglio e in via Marechiaro lato via Alfano.

Ztl Marechiaro: orari

La Ztl è attiva dal 1° maggio al 31 maggio nei giorni festivi e prefestivi per 24 ore in via Marechiaro nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; dal 1° giugno al 30 giugno nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 8:00 alle ore 19:00 nel tratto tra via Coroglio e Via Alfano, e per 24 ore in via Marechiaro nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; dal 1° luglio al 30 agosto tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 19:00 nel tratto tra via Coroglio e Via Alfano, e per 24 ore in via Marechiaro nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro; infine dal 31 agosto al 30 settembre nei giorni festivi e prefestivi per 24 ore in via Marechiaro nel tratto tra via Alfano e piazzetta Marechiaro.

Ztl Marechiaro: permessi e deroghe

Sono liberamente autorizzati ad accedere nella Ztl Marechiaro i veicoli al servizio di diversamente abili (previa comunicazione del numero di targa), i veicoli delle Forze dell’ordine, di emergenza e di soccorso, i mezzi pubblici di linea e non di linea. Ciclomotori e motocicli non possono accedere se non espressamente autorizzati-

Ztl Marechiaro: contrassegni

Persone e/o categorie di veicoli che possono richiedere il rilascio del contrassegno per l’accesso nella Ztl Marechiaro: residenti, domiciliati, veicoli diretti ad aree di sosta private e pubbliche. Veicoli diretti ai garage e alle aree di sosta private che si trovano all’interno della Ztl; veicoli intestati a enti pubblici locali e veicoli delle società controllate dal Comune di Napoli; i veicoli intestati a società e aziende erogatrici di pubblici servizi; veicoli con a bordo un medico con obbligo di visita domiciliare a pazienti residenti all’interno della Ztl; veicoli che trasportano merce deperibile e veicoli che trasportano merci generiche (in determinati orari).

Ulteriori informazioni: Ztl Marechiaro.

The post Ztl Napoli: orari, permessi e mappa appeared first on SicurAUTO.it.

TweakPower ottimizza e ripara il sistema operativo

TweakPower è una interessante raccolta di utility, disponibili in versione portable e in lingua inglese, degli stessi sviluppatori di HD cleaner, in grado di apportare numerose modifiche (tweak) al sistema operativo, disattivare funzioni particolari, ripstinare app non più funzionanti, fare pulizia del sistema e tante altre cose, potenzialmente, utili.

›› Leggi tutto

  • 14 Febbraio 2020 ore 00:00

iPhone e iPad Pro 5G in arrivo in autunno; potrebbero scarseggiare causa coronavirus

di HDblog.it

Apple a tutto 5G nella seconda metà del 2020: non solo gli iPhone, ma anche gli iPad Pro di nuova generazione monteranno modem in grado di connettersi alle nuovissime reti cellulari. La fonte che lo sostiene è DigiTimes in due report separati, ma non è la prima volta che se ne parla, neanche riguardo ai tablet. Una conferma in più fa comunque bene, soprattutto per gli iPad, che rispetto agli iPhone generano inevitabilmente meno attenzione a livello mediatico.

La fonte ritiene che soprattutto gli iPhone potrebbero avere alcuni intoppi e problemi di disponibilità, almeno nelle fasi iniziali, a causa dell'epidemia del coronavirus. Tuttavia, la situazione non dovrebbe essere così grave da costringere la Mela a rimandare l'evento di presentazione (vero è che l'OMS ha detto che è ancora troppo presto per fare previsioni attendibili). Di sicuro c'è che Apple ha sospeso i voli dei suoi dipendenti in Cina, quindi diciamo che lo sviluppo dello smartphone è in un certo senso fermo, se non almeno rallentato. Lo scenario più plausibile è che la disponibilità di qualche modello sarà fissata più verso l'inverno, come d'altra parte è già successo in passato.

I fornitori contattati dalla testata taiwanese osservano inoltre che la richiesta di chip A14 (il successore dell'A13 Bionic che si trova su iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max) è incrementata del 50% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Ulteriore indizio a favore di una formazione di iPhone particolarmente vasta - la più vasta di sempre, potremmo dire. Secondo le ultime indiscrezioni ci saranno quattro modelli: due "normali" e due "Pro", ulteriormente suddivisi in varianti di dimensioni standard e "Max". È possibile che anche l'iPhone economico del 2021, probabilmente la versione "Plus" di quello che dovrebbe uscire tra poche settimane ormai, sarà basato sull'A14. Quello di quest'anno difficilmente: Apple vorrà far debuttare i suoi SoC di nuova generazione sui modelli di punta. Naturalmente saranno parte della famiglia A14 anche gli iPad Pro nuovi, anche se nella versione potenziata "X".


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 529 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Linux Mint: la distribuzione Linux alla portata di tutti

di Claudio Pomes
Ogni volta che si parla di Linux molti utenti pensano a sistemi operativi difficili da utilizzare, riservati solo ad utenti esperti in grado di utilizzare i comandi da terminale per far funzionare...

Continua...
❌