Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Meno recentiApple HDblog

Apple App Store, settimana di fine 2018 record e inizio 2019 col botto

di HDblog.it

L'Apple App Store sfonda tutti i record nell'ultima settimana del 2018: tra il 24 e il 31 dicembre gli utenti hanno speso in tutto il mondo ben 1,22 miliardi di dollari. In aggiunta, l'1 gennaio 2019 sono stati spesi altri 322 milioni di dollari, segnando il record assoluto per la singola giornata. Commenta con giustificatissima soddisfazione il responsabile marketing Phil Schiller:

È stata la settimana più grande di sempre. Grazie al lavoro ispirato dei nostri talentuosi sviluppatori e al supporto dei nostri incredibili clienti in tutto il mondo, l'App Store ha concluso un 2018 fenomenale e ha iniziato un 2019 col botto.

Apple osserva che hanno avuto molto successo i videogiochi e le app per la cura di sé; particolarmente redditizi giochi multiplayer come PUBG, Fortnite, Asphalt 9, Brawl Stars e Monster Strike (action RPG che spopola in Giappone e Asia). Tra le app si fanno notare Lumosity (rompicapo per allenare la mente), Sweat (allenamenti personalizzati per tornare in forma) e 1Password (gestore password per incrementare la propria sicurezza digitale semplificando al tempo stesso l'esperienza d'uso).


Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 553 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Il creatore di Hearthstone al lavoro su un nuovo gioco Marvel

di HDblog.it

Ben Brode, il papà di Hearthstone, alcune mesi fa ha lasciato Blizzard per aprire Second Dinner, una piccola software che ha recentemente annunciato di essere al lavoro su un nuovo gioco Marvel, di aver aperto un ufficio a Irvine, in California, e di aver raccolto finanziamenti per 30 milioni di dollari da NetEase, società cinese nota per aver collaborato con Blizzard alla realizzazione del tanto discusso Diablo Immortal.

Al momento non sono trapelati dettagli significativi sul progetto. Il gioco si trova infatti nelle prime fasi di sviluppo considerando che i lavori sono cominciati da circa sei mesi. Di seguito le parole di Ben Brode ...

Abbiamo lavorato ad un gioco Marvel per circa sei mesi. Stiamo facendo un prototipo e presto inizieremo i test. Penso che sia super divertente.


Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 553 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple ancora leader del mercato smartwatch, ma la concorrenza incalza

di HDblog.it

Nel mercato dei dispositivi indossabili gli smartwatch occupano un posto di primo piano ed Apple è l'azienda che guida lo specifico sotto-segmento. Un'istantanea dell'attuale situazione del settore, tuttavia, non permette di valutare in prospettiva le quote di mercato dei singoli brand e di evidenziare i trend che hanno caratterizzato gli ultimi trimestri. Un recente studio di ABIresearch offre nuovi spunti di riflessione sottolineando, in primo luogo, come di supremazia della casa di Cupertino se da un lato è indiscutibile, dall'altro viene sempre più contrastata da una concorrenza che affila le unghie per conquistare nuove quote di mercato.

Nel contesto in cui, secondo ABIresearch, le consegne di smartwatch passeranno dai 40 milioni di pezzi del 2018 ai 99 milioni nel 2023, Apple deve fare i conti con una quota di mercato che nella seconda metà del 2018, in particolare nel corso del secondo e terzo trimestre, è scesa sotto la soglia del 45% (43,35% per l'esattezza). Si tratta, dice lo studio, del valore più basso registrato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ad incalzare sono aziende come Fitbit, Huawei e Samsung, ciascuna delle quali può vantare un quota di mercato pari all'8%. Gli altri brand confluiscono nella categoria residuale others, in espansione.

Non si può parlare di crisi per Apple, ma si tratta di segnali di cui l'azienda dovrà tenere conto nei prossimi mesi, visto che la concorrenza dimostra di non restare inerte, proponendo un'offerta articolata, spesso a prezzi più contenuti. I ricercatori di ABIresearch sottolineano al riguardo: Apple continuerà a consegnare un gran numero di smartwatch sia ai nuovi, sia ai clienti fedeli al marchio. In ogni caso, con così tanti smartwatch disponibili, dotati della maggior parte delle funzioni di Apple Watch, a un prezzo inferiore, con una durata della batteria maggiore e una più estesa compatibilità con un gli OS per smarthone, è probabile che i consumatori si allontanino da Apple scegliendo tali dispositivi.


Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro è in offerta oggi su a 290 euro oppure da ePrice a 471 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Qualcomm vuole bloccare iPhone 7 e 8 in Germania: depositata cauzione di 1.3 mld

di HDblog.it

Qualcomm Incorporated ha annunciato oggi di aver depositato la cauzione a copertura dei potenziali danni sostenuti da Apple per un totale di € 1,34 miliardi (Euro). La cauzione è necessaria affinché Qualcomm sia in grado di far rispettare l’ingiunzione stabilita dalla Corte lo scorso 20 dicembre 2018, che ha dichiarato Apple colpevole di aver violato il brevetto di Qualcomm sulla tecnologia di risparmio energetico utilizzata negli smartphone.

La Corte ha ordinato a Apple di cessare la vendita, la commercializzazione e l'importazione ai fini di vendita in Germania di tutti gli iPhone (7 e 8) che violano il brevetto. Ha inoltre ordinato a Apple di ritirare questi iPhone da rivenditori terze parti in Germania.

Non è quindi un periodo facile per Apple viste anche le recenti dichiarazioni di Cook: Apple: stime al ribasso dei ricavi del primo trimestre fiscale 2019.


Fotocamera Wide per eccellenza? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Tigershopit a 305 euro oppure da ePrice a 397 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iOS 13, individuati i primi segni del nuovo sistema operativo

di HDblog.it

Sebbene non ci siano mai stati dubbi in proposito, i primi segni tangibili dello sviluppo di iOS 13 cominciano ad apparire online. Lo rende noto il sito MacRumors, che sulla base degli indirizzi IP che visitano le sue pagine, ha individuato un incremento dei dispositivi con installata l'ultima versione del sistema operativo Apple.

Sebbene questa sia ancora lontano dall'essere pronta, si tratta di un segno inequivocabile che i lavori di sviluppo sono entrati nel pieno del loro svolgimento.

E' consuetudine che diversi mesi prima della WWDC, appuntamento durante il quale solitamente vengono svelati gli ultima aggiornamenti software, Apple lasci nel web i segni del suo passaggio con dispositivi caratterizzati da firmware inediti.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 390 euro oppure da ePrice a 859 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iOS 12 sul 75 per cento dei dispositivi iOS attivi | Dati ufficiali

di HDblog.it

Tre dispositivi iOS su quattro sono già stati aggiornati alla versione 12 del sistema operativo. Le statistiche sono ufficiali Apple, e quindi più precise di quelle diffuse da MixPanel, secondo cui questo traguardo era già stato raggiunto a fine novembre (tra l'altro la stima era già stata smentita dalle statistiche ufficiali di dicembre, che indicavano una diffusione al 70 per cento).

Ricordiamo che Apple raccoglie queste informazioni tracciando il numero di dispositivi che si connettono all'App Store, quindi viene lasciata fuori una minoranza di device che non sono mai stati collegati e associati a un ID Apple. Guardando invece i soli dispositivi compatibili con iOS 12, quindi tutti gli iPhone, iPad e iPod Touch rilasciati negli ultimi quattro anni, la percentuale sale al 78 per cento.

È l'ennesima conferma di un fatto ormai assodato: la scelta di Apple di concentrarsi su ottimizzazione di prestazioni e risoluzione di bug ha pagato - anche se, paradossalmente potrebbe essere uno dei motivi che hanno costretto Tim Cook a rivedere al ribasso le stime dei ricavi per il trimestre in corso.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 390 euro oppure da ePrice a 859 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple: stime al ribasso dei ricavi del primo trimestre fiscale 2019

di HDblog.it

Il 2019 non si apre nel migliore dei modi per Apple: in una lettera agli investitori, Tim Cook comunica una revisione al ribasso delle stime dei ricavi relativi al primo trimestre fiscale 2019, conclusosi il 29 dicembre scorso.

L'Amministratore Delegato della casa di Cupertino comunica che le entrate stimate sono pari a 84 miliardi di dollari, a fronte degli 89-93 miliardi di dollari della precedente valutazione. Sino a 9 miliardi di dollari di entrate in meno, quindi, determinati da una serie di fattori che il numero uno di Apple ha illustrato in maniera dettagliata.

DIFFICOLTA' IN CINA

Le difficoltà riscontrate nel mercato cinese, già evidenziate dalle precedenti stime degli analisti, vengono ora confermate da Apple che dichiara: la maggior parte dell'ammanco rispetto alle nostre previsioni e oltre il 100% del declino anno su anno delle entrate è avvenuto nella regione della Grande Cina.


Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, in offerta oggi da Computer Shop Pisa a 399 euro oppure da Amazon a 454 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

USB Type-C, in arrivo l'autenticazione per aumentare la sicurezza

di HDblog.it

Il protocollo USB Type-C dovrebbe arricchirsi in futuro di un proprio programma di certificazione e autenticazione per i dispositivi e caricatori che sfruttano questa porta. I lavori sono appena iniziati e a livello teorico, ma hanno implicazioni lato sicurezza molto importanti, perché potrebbero arginare il fenomeno degli attacchi informatici attraverso periferiche e dispositivi bogus.

Il programma è stato realizzato dall'USB Implementers Forum, o USB-IF, l'associazione che si occupa di far progredire la tecnologia USB. Un dispositivo ospite, come un computer, un tablet o uno smartphone, potrebbero essere in grado di riconoscere le periferiche certificate non appena vengono connesse, confrontando i dati che questa invia con un proprio database criptato. Pensiamo per esempio a un portatile aziendale: potrebbe essere configurato per riconoscere solo le chiavette USB definite sicure. Uno smartphone potrebbe implementare una policy per evitare connessioni dati da caricatori non certificati.

Al momento l'implementazione del programma è solo raccomandata, non obbligatoria; ma con l'adozione sempre più estesa del protocollo USB-C, e le sue velleità di "cavo universale per il futuro", è lecito aspettarsi che tra qualche anno diventerà un must - anche perché un solo protocollo concentrerà le attenzioni di tutti gli hacker in circolazione.


La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Tigershopit a 338 euro oppure da Amazon a 587 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

  • 2 Gennaio 2019 ore 18:05

AirPower, Apple avrebbe finalmente risolto tutti i problemi del caricabatterie wireless

di HDblog.it

AirPower, il primo caricatore wireless multi-dispositivo di Apple, è ufficialmente in ritardo da ieri: era previsto entro il 2018, ma chiaramente non è andata così. La buona notizia è che gli ostacoli più difficili sembrerebbero essere stati superati. Questo, almeno, è quanto riportato da Steve Troughton-Smith‏, sviluppatore che spesso in passato si è rivelato una fonte di informazioni precisa e accurata in merito alle vicende di Apple.

Where is AirPower? 🤷‍♂️ All I’ve been hearing is ‘they’ve finally fixed it’, so, if true, it could ship as a product whenever Apple wants. Hopefully alongside the smart battery case for the XS?

— Steve Troughton-Smith (@stroughtonsmith) 31 dicembre 2018

Se queste indiscrezioni si rivelassero esatte, è possibile che l'attesa per AirPower sia ancora relativamente breve. Ming-Chi Kuo ne aveva previsto il rilascio entro il primo trimestre del 2019 - sempre che non salti fuori qualche altro imprevisto.


La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T, in offerta oggi da Tigershopit a 338 euro oppure da Amazon a 587 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple e Samsung guidano il mercato degli smartphone premium

di HDblog.it

Se il mercato smartphone attraversa, nel complesso, una fase di stagnazione, per il segmento premium la storia è profondamente diversa. Lo rivelano i dati di Counterpoint Research relativi al terzo trimestre del 2018, anche se c'è una premessa importante: per la società di ricerca, "premium" equivale a "prezzo di listino superiore ai 400 dollari". È una definizione un po' diversa da quella comunemente accettata nei mercati più maturi e ricchi, come il nostro, ma più rappresentativa considerando l'intero mondo.

L'informazione più importante è che il segmento premium continua a crescere molto: di ben il 19 per cento su base annua, laddove l'intero mercato è sceso del 5 per cento (sempre riferendosi ai dati della stessa società). Counterpoint attribuisce il merito di questa crescita principalmente ad Apple, coi suoi nuovi iPhone, e ai flagship di alcuni produttori cinesi come Oppo e Vivo. Apple comanda di gran lunga sul settore, con circa il 47 per cento di share; segue Samsung, con il 22 per cento, e Huawei con il 12 - per la prima volta sopra il 10 per cento. Seguono Vivo e Oppo, entrambi al 5 per cento; chiude il gruppo di testa Xiaomi con il 3.

Counterpoint osserva che ci sono intorno ai 40 marchi che competono nel settore, ma che i primi cinque da soli rappresentano l'89 per cento delle spedizioni; agli altri rimangono poche briciole. Ciò non toglie che queste "briciole" valgano milioni di dollari, e che ci siano storie interessanti da raccontare ridimensionando un po' le premesse; per esempio, OnePlus è tra le società che crescono più rapidamente nel segmento tra i 400 e i 600 dollari in India, Regno Unito e Cina. In India, rappresenta addirittura il 30 per cento dell'intero mercato premium, grazie al suo OnePlus 6; e si è posizionata quarta anche in diversi stati europei, tra cui l'Italia. E poi c'è Google, che è entrata nella top 5 dei produttori in due mercati importanti come quello nordamericano e quello dell'Europa occidentale. Per il marchio Pixel è la prima volta in Europa.


Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, in offerta oggi da Computer Shop Pisa a 399 euro oppure da Amazon a 454 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

OS desktop, Windows 10 supera Windows 7 | NetMarketShare

di HDblog.it

Windows 10 ha finalmente superato Windows 7 come quote di mercato, secondo le statistiche (ufficiose) di NetMarketShare. Lo storico traguardo per l'ultimo OS di Microsoft è stato raggiunto proprio all'ultimo mese del 2018; ci sono voluti poco meno di tre anni e mezzo - Windows 10 fu rilasciato sul mercato a luglio 2015.

Secondo gli ultimi dati raccolti, quindi, Windows 10 rappresenta il 39,22 per cento di tutti i sistemi operativi per computer desktop che si collegano a internet (dettagli più approfonditi sulla metodologia sono qui). Windows 7 scende invece al 36,9 per cento. Rispetto al mese precedente, la variazione è stata notevole: i sistemi erano praticamente a pari merito, con una distanza di appena 0,75 punti percentuali a favore di Windows 7 (38,89 contro 38,14); ciò significa che Windows 10 ha guadagnato in un solo mese il 3 per cento del mercato. È lecito aspettarsi che il Natale abbia avuto un ruolo significativo in tutto ciò, con tanti nuovi computer sotto l'albero.

Più in generale, l'ecosistema Windows si mantiene saldamente in vantaggio sul mercato, anche se c'è da dire che conclude il 2018 con le quote di mercato più basse dell'anno: è all'86,20 per cento, la prima volta in tutto l'anno che scende sotto l'87. Il picco si è raggiunto a marzo, con l'88,8 per cento. Il resto del mercato è occupato principalmente da macOS, in leggera crescita, al 10,65 per cento; Linux è terzo con il 2,78 per cento. Chrome OS non solo continua a rimanere fondamentalmente marginale, ma non è nemmeno cresciuto in modo significativo. Aveva iniziato l'anno allo 0,31 per cento, e lo conclude allo 0,32.


Battery Phone a meno di 200€? Xiaomi Mi A2 Lite, compralo al miglior prezzo da ePrice a 161 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Le pagelle 2018 di HDblog | Video

di HDblog.it

Si chiude l'anno e arriva il momento di tirare le somme, analizzare i principali trend e aziende che si sono distinte per innovazione e risultati. Per restringere il cerchio ne abbiamo scelte 10, le abbiamo discusse in video e le argomentiamo in questo articolo conclusivo che riserva diverse sorprese. Oltre ai nostri tradizionali voti abbiamo infatti deciso di dare la parola anche a voi, lettori assidui che ogni giorno ci seguite con tanta partecipazione, attraverso il sondaggio sui migliori smartphone proposto qualche giorno fa.

Nel 2018 del mobile è stato l'anno del notch, o meglio, della sua consacrazione (e crocifissione) definitiva. Elemento amato (poco) e odiato (molto) che ha fatto il bello e il cattivo tempo a seconda delle sue dimensioni e invasività. Se ne sono accorti i principali produttori, alcuni hanno infatti tirato dritto e saltato a piè pari questa soluzione e altri cercato invece delle soluzioni alternative: pop-up camera (Oppo Find X), Slider (Xiaomi Mi Mix 3 e Honor Magic 2) e, in chiusura, il foro (vedi Honor View 20). Quest'ultimo sembra il più accreditato a prendere il posto della tacca, ritenuto meno ingombrante e capace di mimetizzarsi meglio tra gli elementi della UI. Non dimentichiamo anche il lettore d'impronte sotto al display, ormai un "must" per i nuovi top in arrivo.

Ma non si è parlato di soli smartphone, anzi, i notebook stanno riemergendo pian piano dalla crisi degli scorsi anni a discapito dei tablet puri, praticamente scomparsi dal mercato ad eccezione dei soliti highlander Apple iPad e iPad Pro. Anno particolarmente interessante anche per il mondo dei TV, con i primi modelli 8K commercializzati da Samsung e Sharp e tecnologie sempre più avanzate. E poi ci sono gli indossabili, con smartwatch che rimangono sempre interessanti e più avanzati, penso soprattutto all'ottimo Watch Series 4, al Gear Watch ed altri pochi indipendenti come TicWatch. Una delle poche soluzione Android Wear interessanti, il sistema Google non ha infatti brillato per supporto (ormai da anni).


Battery Phone a meno di 200€? Xiaomi Mi A2 Lite, compralo al miglior prezzo da ePrice a 161 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

  • 31 Dicembre 2018 ore 18:08

Netflix elimina l'abbonamento in app su iOS

di HDblog.it

Sono oramai diversi mesi che Netflix offre ai nuovi clienti, in giro per il mondo, la possibilità di sottoscrivere un abbonamento su iOS evitando il pagamento tramite iTunes. Ora però il distaccamento dalla fatturazione iTunes è definitivo. La società ha infatti annunciato di aver concluso i suoi test e di aver disabilitato a livello globale gli acquisti in App di iOS per i nuovi clienti. I vecchi clienti non percepiranno invece alcuna variazione.

Le ragioni sono chiare: considerando che Apple impone una quota del 30% sugli acquisti in app, quota che scende al 15% per abbonamenti a lungo termine, tale scelta consentirà a Netflix di incrementare notevolmente gli introiti su ogni nuovo abbonamento.

I nuovi utenti Netflix con iPhone o iPad dovranno dunque registrarsi, e pagare, visitando il sito Web. Nell'universo Android la fatturazione Google Play, ricordiamo, è stata abbandonata già dal mese di maggio.


Medio gamma senza compromessi? Samsung Galaxy A7 2018, compralo al miglior prezzo da Amazon a 269 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

iPhone XR ‘fa spazio al colore’: online nuovo video per spingere le vendite

di HDblog.it

iPhone XR è il protagonista di un nuovo spot pubblicato da Apple sul canale ufficiale YouTube interamente dedicato ai colori o, meglio, al “fiume di colori” come viene suggerito dal titolo della clip.

Con “Come Along” di Cosmo Sheldrake in sottofondo, centinaia e centinaia di persone vestite con tute colorate corrono in una città deserta, fondendosi poi in un’unica immagine che vuole richiamare le variegate tinte della scocca di iPhone XR - “Make room for color” (“Fai spazio al colore”), viene detto - e la qualità del display Retina da 6,1 pollici.

Curioso il fotogramma in cui viene mostrata la targa di un furgone: I-XR0941 fa riferimento ovviamente al nome del dispositivo, nonché all’orario con cui viene dato solitamente il via alle vendite dei nuovi prodotti sullo store USA - 9:41, appunto.

(aggiornamento del 08 January 2019, ore 18:31)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple ha scelto i sensori ToF di Sony per la fotocamera dei prossimi iPhone?

di HDblog.it

Ming-Chi Kuo l’aveva predetto, e probabilmente aveva ragione: gli iPhone di prossima generazione si affideranno ai sensori Sony con tecnologia Time of Flight per fare un salto generazionale nel comparto fotografico. A riferirlo è Bloomberg, secondo cui la società giapponese avrebbe già incrementato la produzione dei sensori 3D per soddisfare la crescente domanda - Apple inclusa.

La testata riporta le parole del responsabile Sony Satoshi Yoshihara che, pur non citando direttamente i nomi dei clienti, fa capire piuttosto eloquentemente che nel 2019 saranno diversi gli OEM che si affideranno alla loro soluzione per le fotocamere 3D. Chissà che non si tratti di un fattore in grado di risollevare le sorti di un settore in calo (qui gli ultimi dati IDC) in cui gli utenti cambiano sempre meno il loro smartphone, disincentivati dall’assenza di novità significative tra una generazione e l’altra.

“Le fotocamere hanno rivoluzionato i telefoni, e sulla base di ciò che ho visto ho le stesse aspettative per il 3D”, spiega Yoshihara.


Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, compralo al miglior prezzo da Amazon a 553 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple brevetta un particolare rivestimento da utilizzare su display flessibili

di HDblog.it

Il Patent & Trademark Office degli Stati Uniti ha pubblicato una domanda di brevetto di Apple che riguarda i rivestimenti con pigmenti a scaglie necessari per "preservare la visualizzazione di display in grado di di piegarsi senza riportare danni".

Tali rivestimenti utilizzano un polimero con pigmenti a scaglie da applicare a substrati curvi offrendo uno spessore uniforme e in grado di adattarsi alla flessione del display senza causare incrinature o delaminazione.

Più nel dettaglio, i brevetti di Apple illustrano come possa essere un futuro iPhone pieghevole con display flessibile. La struttura potrà consentire, ad esempio, il piegamento per una visualizzazione su una facciata unica o su entrambi i lati. Queste configurazioni vengono chiamate "fold-in" e "fold-out".


La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 486 euro oppure da Amazon a 584 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

HDblog Smartphone AWARD 2018: LA CLASSIFICA LA FATE VOI | Sondaggio

di HDblog.it

In attesa del 31 dicembre, giorno in cui pubblicheremo le nostre pagelle 2018, quest'anno abbiamo deciso di lasciare a voi utenti il compito di scegliere lo smartphone migliore dell'anno. Anche se una nostra indicazione sarà data quando pubblicheremo i risultati di questo sondaggio, vogliamo lasciare a voi la classifica e gli Smartphone Award 2018.

Per raccogliere le vostre preferenze e riuscire a farvi votare in modo rapido, veloce e graficamente gradevole, abbiamo deciso di selezionare 10 smartphone per ogni fascia di prezzo dividendo le classifiche in 6 macro gruppi. Abbiamo selezionato tutti i prodotti più significativi, interessanti e di maggior successo di questo 2018. Al fine di limitare il numero di dispositivi, abbiamo dovuto eliminare qualche produttore e prodotto che avrebbe comunque occupato sicuramente la parte bassa della classifica.

NOTA BENE: vi ricordiamo che nella selezione sono presenti solo i prodotti 2018. Le categorie di prezzo sono state stabilite in base alla media dei prezzi di novembre/dicembre in modo da avere un paramentro simile di riferimento e non prendendo i listini ufficiali che avrebbero reso ancor più caotica l'impaginazione.


Medio gamma senza compromessi? Samsung Galaxy A7 2018, compralo al miglior prezzo da Amazon a 269 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

  • 30 Dicembre 2018 ore 09:50

Apple: anche gli iPhone di fascia alta assemblati in India da Foxconn?

di HDblog.it

Apple inizierà a far assemblare in India anche gli iPhone di fascia alta. Questo, almeno, è quanto riportato da Reuters che cita alcune "fonti a conoscenza dei fatti". All'inizio dello scorso anno, Apple aveva già avviato la produzione in India di iPhone SE. Successivamente, negli stabilimenti della Wistron di Bangalore è iniziata anche la produzione di iPhone 6s.

Producendo localmente gli iPhone, Apple può essere più competitiva evitando di pagare i cospicui dazi applicati dal governo indiano sull'importazione sia degli smartphone che dei loro componenti, volti a promuovere la produzione locale per incentivare gli investimenti delle aziende estere.

Gli iPhone di fascia alta, tra cui anche quelli della famiglia "X", saranno assemblati dalla Foxconn già a partire dal prossimo anno presso lo stabilimento di Sriperumbudur nello stato meridionale del Tamil Nadu. Per l'espansione di questo impianto produttivo, Foxconn investirà 25 miliardi di rupie indiane, circa 310 milioni di euro. Questo investimento, secondo quanto affermato dal ministero dell'industria indiano, potrà creare fino a 25.000 nuovi posti di lavoro.


La riconferma di un'azienda che cerca l'equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 486 euro oppure da Amazon a 584 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Apple preme sulle vendite di iPhone XR e XS: al via la permuta anche in Italia

di HDblog.it

Apple ha esteso a diversi Paesi - Italia inclusa - una promozione finora dedicata al solo mercato statunitense, tramite cui è possibile ricevere uno sconto per passare a iPhone XR o a iPhone XS con la permuta di un modello di melafonino meno recente.

Sul sito ufficiale (link in FONTE) è possibile consultare tutti i dettagli e i prezzi dei due dispositivi annunciati a settembre in caso di adesione al programma GiveBack.

IPHONE XR

  • Da 619€ con iPhone 7 Plus, da 639€ con iPhone 7, da 719€ con iPhone 6s Plus, da 739€ con iPhone 6s e 6 Plus, da 759€ con iPhone 6

IPHONE XS

  • Da 919€ con iPhone 7 Plus, da 939€ con iPhone 7, da 1019€ con iPhone 6s Plus, da 1039€ con iPhone 6s e 6 Plus, da 1059€ con iPhone 6

(aggiornamento del 07 January 2019, ore 16:41)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Telegram: sì o no? Arrivano i sondaggi

di HDblog.it

Arrivano i sondaggi su Telegram: lo strumento - che siamo certi verrà particolarmente apprezzato da tutti coloro che utilizzano regolarmente l’app di instant messaging - sarà disponibile sia nei gruppi che nei canali.

L’opzione è ora accessibile a tutti, e permette di evitare l’escamotage di affidarsi al bot @vote per creare e partecipare ai sondaggi (il bot resterà comunque ancora attivo). Insomma, si tratta di una funzionalità davvero comoda per chi sfrutta Telegram per coordinare le proprie attività.

I sondaggi possono poi essere inoltrati e fissati in alto per essere più visibili. Saranno (almeno in questo primo momento) anonimi, ma in futuro non è escluso che vengano introdotti sondaggi in cui i voti degli utenti sono resi pubblici. Doverosa la nota sul blog ufficiale:


Battery Phone a meno di 200€? Xiaomi Mi A2 Lite, compralo al miglior prezzo da ePrice a 169 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

  • 23 Dicembre 2018 ore 10:10
❌