Feed RSS Reader

🔒
❌ Gestione sottoscrizioni⤓
Sono disponibili nuovi articoli, clicca qui per caricarli.
Oggi — 24 Marzo 2019Android HDBlog

Google app 9.51: si lavora su raccolte condivise e nuove funzionalità di Bisto

di HDblog.it

Google ha rilasciato una nuova versione della propria app su Android, introducendo come al solito migliorie generali all'interno del codice e ponendo nuove basi per alcune funzionalità che ancora necessitano di ulteriore lavoro prima di essere definitivamente attivate.

La versione 9.51 nasconde riferimenti a nuove feature di Bisto e a nuove azioni relative alle Collections.

BISTO

Bisto, ricordiamo, è il modo in cui l'azienda di Mountain View fa riferimento alle cuffie con Google Assistant. In particolare fino ad oggi era presente l'opzione "Risposte dell'output tramite HFP" e che si riferiva al Bluetooth Hands-Free Profile (HFP) utilizzato dai telefoni per comunicare con le automobili. Con l'ultimo rilascio gli sviluppatori hanno ridefinito questa stringa in “Pronuncia le risposte come se fosse una telefonata” aggiungendo poi una descrizione per indicare che l'utente dovrebbe "Provare questa feature nel caso in cui si riscontrino problemi ad ascoltare l'Assistente".


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Motorola One Vision: nuovo render, stesso design

di HDblog.it

Torniamo a parlare di Motorola One Vision a distanza di pochi giorni dalla certificazione WiFi ricevuta dallo smartphone con codice XT1970-1 che ha confermato la presenza di Android 9 Pie come sistema operativo.

Tigermobiles ha pubblicato un nuovo render del dispositivo, questa volta nella versione dedicata al mercato internazionale: non ci sono particolari differenze estetiche rispetto all’immagine apparsa in rete in precedenza, se non l’assenza del marchio Motorola nella cornice inferiore della parte frontale e il nuovo logo Android One introdotto da Google a febbraio.

Confermate anche le specifiche tecniche dello smartphone, che sia nella versione P40 destinata al mercato cinese che in quella One Vision (globale) sarà dotato di un SoC Exynos 9610 (dunque non Qualcomm), un display da 6,2” con foro per ospitare la fotocamera anteriore e una doppia cam posteriore, di cui una (la principale) da 48MP con QCFA (Quad Color Filter Array) per la riduzione del rumore.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Substratum Lite: più veloce e leggero (ma incompleto)

di HDblog.it

Nonostante Google abbia deciso di bloccarne le funzionalità su Android P, lasciando libero accesso all'Overlay Manager Service ai produttori, lo sviluppo di Substratum nel corso dei mesi non si è fermato. Il team di sviluppo di Projekt ha infatti rilasciato una versione lite del noto theme engine Android, integrando esclusivamente le funzioni essenziali di Substratum e dunque più leggera, più veloce e più stabile.

La versione Lite è stata presentata dagli sviluppatori prendendo come esempio Telegram e Telegram X. Rispetto alla versione full, questa release è, sì, più snella, ma perde alcune funzionalità, incluse il supporto alla maggior parte dei temi creati fino ad oggi e a Samsung Sungstromeda. Una nota positiva è invece la compatibilità con la prima Beta di Android Q.

Honor View 10 Lite: in distribuzione Android 9 Pie con EMUI 9 in Italia

di HDblog.it

Honor View 10 Lite no brand si aggiorna ad Android 9 Pie anche in Italia: si tratta dello stesso update già arrivato su Honor 10 e Honor View 10 a dicembre, e ci vorrà qualche giorno prima che tutti possano ricevere la notifica di disponibilità. Con l'ultima versione del sistema operativo di Google, View 10 Lite riceve anche la personalizzazione EMUI 9.

Di seguito il changelog ufficiale:

EMUI 9.0 è arrivato. Basata su Android Pie, questa versione conserva lo stile Android, con un tocco di natura e semplicità. È piena di meraviglie tecniche e operazioni semplificate. Siamo certi che il nostro design migliorato e intuitivo renderà l'uso del dispositivo più facile, salvaguarderà i tuoi dati e aiuterà a capire le tue abitudini digitali. Siamo lieti e fieri di presentare EMUI 9.0 sul palmo della tua mano.

(aggiornamento del 24 March 2019, ore 12:16)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Huawei P30 Pro, anche oggi non mancano nuove immagini (e un breve video)

di HDblog.it

Dopo le innumerevoli anticipazioni che si sono susseguite nei giorni precedenti (QUI trovate il nostro super-riassunto), oggi siamo in grado di mostrare anche le prime foto unboxing di Huawei P30 Pro. Le immagini riprendono lo smartphone con una colorazione a gradiente sia nella parte frontale che in quella posteriore, mostrando nel dettaglio le linee del nuovo top gamma Huawei.

Gli scatti lasciano quindi pochi dubbi e confermano tutto quello che era già stato anticipato. P30 Pro sarà dotato di un display con notch a goccia e 4 fotocamere, mentre dal punto di vista software l'esperienza utente dell'interfaccia Huawei non dovrebbe differire da quella già vista sui modelli attualmente disponibili in commercio.

Oltre alle foto che ritraggono lo smartphone vicino alla confezione di vendita, il leaker @UniverseIce ha condiviso su Twitter un breve video del P30 Pro in fase di accensione. Qui la presenza delle luci fa particolarmente apprezzare la colorazione a gradiente scelta da Huawei.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Xperia 10 e 10 Plus entrano nel programma Sony Open Devices

di HDblog.it

Sony Xperia 10 ed Xperia 10 Plus, i nuovi mediogamma presentati al MWC 2019, fanno ora parte del programma Sony Open Devices, attraverso il quale sarà possibile realizzare e flashare ROM basate sul codice AOSP di Android 9 Pie.

Un progetto portato avanti da molti anni attraverso le numerose risorse open messe a disposizione sul canale Github della società, incoraggiando utenti esperti e sviluppatori non solo a creare e testare nuove ROM, ma anche per provare tutta l'esperienza software di Android puro senza alcuna personalizzazione.

Sulla pagina dedicata sono inoltre disponibili una serie di guide per aiutare utenti e sviluppatori a compiere i primi passi all'interno del progetto. Per maggiori informazioni e download potete consultare i link dedicati a seguire:


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Ieri — 23 Marzo 2019Android HDBlog

Il Huawei Mate 30 potrebbe essere il primo smartphone con un chipset EUV a 7 nm

di HDblog.it

Il Huawei Mate 30 potrebbe essere il primo smartphone basato su un chipset realizzato con un processo Extreme UltraViolet (EUV). Il chipset in questione dovrebbe essere il Kirin 985, il nuovo SoC proprietario di Huawei prodotto in collaborazione con le fonderie TSMC.

Il nuovo Kirin 985 sarà ancora una volta un sistema su circuito integrato con un processo produttivo a 7 nm, così come l'attuale Kirin 980, ma sfruttando la litografia EUV Huawei dovrebbe essere in grado di garantire una maggiore densità del transistor del 20%. Il SoC sarà quindi commercializzato come un chipset a 7+ nm.

In generale rispetto ai SoC attualmente in commercio i vantaggi in termini di prestazioni e consumo energetico non mancheranno, nel secondo caso si parla di un miglioramento fra il 10 e il 30%, tuttavia gli effetti di un processo EUV saranno ancora più elevati man mano che i nodi dei chipset saranno ulteriormente ridotti (ad esempio già a partire dai 5 nm).


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

MIUI 10: la Global Beta si aggiorna alla versione 9.3.21

di HDblog.it

Xiaomi ha da qualche ora rilasciato nel ramo Global Beta una nuova versione della MIUI. Quest'ultima release, numerata come 9.3.21, include diversi bugfix e novità, come ad esempio l'aggiunta delle icone di notifica permanenti nella barra di stato su Mi 9 e Redmi Note 7, ma ha al tempo stesso riscontrato problemi dell'ultimo secondo con alcuni terminali, rallentandone il rilascio.

Changelog a seguire.

  • Bugfix per gli elementi che si sovrapponevano nel menu delle notifiche
  • Sbloccando il terminale in modalità landscape (Mi 9, Mi 8 Pro) non dovrebbero esserci più errori
  • Aggiunta un'opzione per il livellamento delle curve del notch su dispositivi full screen (Mi 9, Redmi Note7)
  • Risolto un errore che impediva in alcuni casi la scomparsa del Face unlock
  • Aggiornato il Game Turbo, che include ora l'auto play e lo switch tra le SIM card (Redmi Note 5, Redmi Note7)
  • Aggiornata la funzione di pulizia delle app recenti che ora è più veloce e più affidabile
  • L'icona del GPS è ora nella status bar
  • Le Floating Notifications relative alla batteria sono ora visualizzate correttamente in modalità landscape
  • Aggiunte le icone di notifica permanenti nella barra di stato (Mi 9, Redmi Note 7)
  • Risolto un bug che impediva la registrazione dello schermo quando il notch era impostato come nascosto (Mi 8 Pro, Mi 8 Lite)

L'aggiornamento è in fase di rollout ma, come già detto, a causa di errori o test interni il rilascio su Redmi Note 4 Qualcomm / Redmi Note 4X, Redmi 5 Plus, Redmi S2, Redmi Note 5/Pro, Redmi 5 e Mi 9 è stato posticipato.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meno recentiAndroid HDBlog

Google Chrome Beta 74 arriva sul Play Store con il tema scuro

di HDblog.it

Google Chrome Beta 74 permette di attivare il tema scuro tramite un'opzione apposita nella pagina chrome://flags. L'indirizzo completo da immettere è il seguente:

  • chrome://flags#enable-android-night-mode

Attivando questa flag e riavviando Chrome, comparirà nel menu delle impostazioni una nuova voce, chiamata Dark Mode e con un solo switch. Attivandolo, tutta l'interfaccia - vale a dire le barre degli strumenti, i menu contestuali e delle impostazioni e gli sfondi delle pagine di sistema (come "nuova scheda" e "multitasking") - si tingerà di nero, o meglio varie sfumature di grigio scuro.

Da notare che esiste "un altro" tema scuro, corrispondente al flag chrome://flags/#enable-android-web-contents-dark-mode; è già noto da qualche tempo, e si rivolge ai contenuti, altrimenti detti i siti web: naturalmente i webmaster devono supportarlo espressamente.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Archos Play Tab: un mega tablet Android da 21,5" travestito da gioco da tavolo

di HDblog.it

Dopo aver preso parte al MWC 2019 con diverse novità in ambito smartphone, Archos torna a far parlare di se presentando un nuovo tablet Android, decisamente fuori misura. Archos Play Tab, questo il nome commerciale con la quale debutterà sul mercato europeo, è un tablet di dimensioni piuttosto notevoli, addirittura più grande del vecchio Galaxy View di Samsung.

L'essenza di proporre un dispositivo di questo tipo si concretizza in un prodotto a metà strada tra tablet e gioco da tavolo. Archos Play Tab integra infatti un'interfaccia dedicata che permette di scegliere tra diverse categorie - strategia, guerra, educativo, fantasy - in un compendio di oltre 1000 titoli freemium, che in versione digitale permettono di tornare a giocare ad alcuni board-game come Monopoly o Scrabble, sfruttando un display da 21,5" FHD.

Tutto lo schermo è inoltre protetto da un vetro di 6 mm laminato e temperato per resistere agli urti, il processore è un octa-core non meglio specificato, il software a bordo è Android 9 Pie con Play Store preinstallato, infine, non mancano 3GB di RAM, 32GB di memoria interna e una batteria da 5000 mAh.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

LG G7 ThinQ anche su Amazon a 299 euro: da filo da torcere alla fascia media 2019

di HDblog.it

LG G7 ThinQ continua ad essere protagonista. Se già ad inizio febbraio vi suggerimmo i 299€ sul sito TIM, per alcune ore qualche fortunatissimo acquirente riuscì, nelle settimane scorse, a trovare scorte rimanenti da Mediaworld a 179€ (pochissimi pezzi e non riuscimmo neanche a segnalarveli).

Oggi, nonostante LG G7 inizi ad avere sulle spalle dieci mesi di vita (è stato presentato a maggio dello scorso anno) torniamo a suggerirvelo venduto e spedito da Amazon.

(aggiornamento del 24 March 2019, ore 18:05)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

YouTube Music v3.0.7: miniature video su iOS e suggerimenti migliorati su Android

di HDblog.it

Google ha avviato al distribuzione di un nuovo aggiornamento per le versioni Android e iOS di YouTube Music, il recente servizio attivo anche nel nostro Paese da metà giugno 2018.

Entrambe le varianti dell'app, giunte alla release 3.0.7, si distinguono tra di loro per l'introduzione di differenti novità. La versione Android, in particolare, si caratterizza per la presenza di una nuova possibilità offerta in fase di configurazione iniziale, che consente agli utenti di selezionare i propri artisti preferiti per ricevere dei suggerimenti più accurati. Non mancano, secondo quanto emerso dal teardown, nuove stringhe di codice facenti riferimento alla riproduzione di file sul dispositivo.

Su sistema operativo iOS, infine, Google ha introdotto le miniature animate per i video musicali nella scheda home. La nuova funzionalità, che potrebbe arrivare anche su Android in un secondo momento, potrà essere disattivata o attivata a proprio piacimento dalle impostazioni dell'app.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Meitu come BlackBerry: la gestione del marchio passa a Xiaomi

di HDblog.it

Meitu esce dal mercato degli smartphone e fa come BlackBerry, concedendo il proprio nome in licenza a terzi. Questo "terzi" è, nello specifico, la connazionale Xiaomi, che aggiunge quindi al suo già vastissimo portfolio (Redmi, Mi, Poco, Black Shark) un nuovo marchio da gestire. Xiaomi si occuperà di tutto quanto - progettazione, costruzione, distribuzione, vendita, supporto, software - e Meitu otterrà una percentuale sui ricavi.

L'annuncio arriva in occasione della pubblicazione dei risultati fiscali del 2018; basta dare una rapida occhiata alle cifre per capire le motivazioni della scelta. Il fatturato della divisione smart hardware, che include gli smartphone, è calato del 50,7 per cento rispetto all'anno precedente, causando all'intera società un calo del 37,8 per cento, sempre su base annua.

Meitu (da non confondersi con Meizu!) ha gettato la spugna nell'affollatissimo, iper-competitivo e ormai saturo mercato del mobile a circa 10 anni di distanza dalla sua apertura, ma non intende chiudere. Anzi, ha già in mente una strategia per il prossimo decennio: si chiama Beauty and Social Media.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Di Huawei P30 Lite sappiamo già tutto: è Nova 4e, ce lo dice Huawei stessa

di HDblog.it

Di P30 e P30 Pro sappiamo ormai tutto, forse anche di più. Mancava all’appello la versione Lite, e puntuale arriva il leak definitivo anche per questo modello. Il “merito” va all’attento Roland Quandt che, sbirciando all’interno dell’URL delle immagini di Nova 4e (presentato la settimana scorsa) pubblicate sul sito ufficiale Huawei Malaysia, ha scoperto un dettaglio curioso: pur mostrando Nova 4e, l’URL cita proprio P30 Lite. Insomma, senza farla troppo lunga: Huawei 4e e Huawei P30 Lite sono esattamente lo stesso smartphone.

Huawei Malaysia: P30 Lite is the Nova 4e.
Look at these URLs:https://t.co/uHUp9C9dEWhttps://t.co/JrxKwoaB8Shttps://t.co/KXlzZf8RYc
From here: https://t.co/wDxZuMmbKM pic.twitter.com/lCCtev3qWH


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Galaxy Fold: Snapdragon 855 anche sulla variante internazionale

di HDblog.it

Samsung Galaxy Fold arriverà in commercio il prossimo 26 aprile, e il primo pieghevole di casa comincia a mostrarsi sui benchmark confermando un dettaglio molto importante: il SoC che verrà adottato su tutte le varianti.

A darci questa informazione ci pensa proprio Geekbench, dove il Fold è stato avvistato con il numero prodotto SM-F900F - che identifica la variante internazionale - e un SoC Qualcomm Snapdragon 855 sotto al cofano. Questo vuol dire che è molto probabile che Samsung non abbia realizzato una variante Exynos, come invece è accaduto per i tre Galaxy S10, S10e e S10+.

Il benchmark ci permette di confermare anche la presenza di 12GB di RAM, ovvero l'unico taglio di memoria disponibile per il pieghevole, dotato di ben 512GB di spazio di archiviazione. Ricordiamo che Samsung dovrebbe commercializzare anche una variante 5G del suo Galaxy Fold, ma la versione avvistata potrebbe essere quella LTE dotata di modem Snapdragon X24.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Razer Raiju Mobile: è un ottimo pad già pronto per Stadia, ma costa! | Recensione

di HDblog.it

Quando si parla di gaming mobile, una delle principali domande che ci ponete è questa: che controller posso comprare? Il mercato offre una serie di proposte collocate su fasce di prezzo molto variegate tra loro, ma se siete alla ricerca di un accessorio che vi metta davanti a (quasi) zero compromessi e il budget non è un problema, Razer Raiju Mobile può essere il prodotto che state cercando.

Le sue caratteristiche principali risiedono in uno schema di controlli molto completo, un supporto per smartphone integrato, circa 23 ore di autonomia con una singola carica, LED frontale di notifica della carica e dell'abbinamento, connettore USB Type-C e compatibilità anche con l'ambiente PC (anche se questo è più un plus secondario che uno dei principali target di questo dispositivo), mentre è assente il feedback dato dalla vibrazione. Ma andiamo a scoprire i suoi pregi e difetti nella recensione completa.

SOLIDO E ROBUSTO, UN CONTROLLER DI QUALITÀ

La prima cosa che salta all'occhio una volta estratto il Raiju Mobile dalla sua confezione è il peso e la qualità costruttiva della periferica. Con i suoi circa 306 grammi di peso e dimensioni pari a 125 x 159,4 x 66mm, il pad garantisce una presa solida e affidabile e offre un buon contrappeso una volta che avrete inserito lo smartphone nell'alloggiamento dedicato.


L'unico vero Note.? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Mobzilla a 579 euro oppure da Media World a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Xiaomi Mint Launcher compare sul Play Store: simile a quello di POCO F1 | APK

di HDblog.it

Xiaomi Mint Launcher è disponibile da qualche ora sul Play Store, anche se per il momento non è compatibile con nessun dispositivo. In altre parole, non si può installare, anche se qualcuno è già riuscito a recuperare l'APK (il link per il download è più avanti).

Mint Launcher assomiglia molto a quello di Poco F1, anche se da una nostra prima analisi ci sono delle differenze sostanziali come dimensioni dei pacchetti (9,7 MB Mint, circa 15 Poco) e organizzazione delle Impostazioni (screenshot comparativi a seguire). È possibile che Xiaomi abbia deciso di espandere il progetto del Poco Launcher all'esterno del suo marchio.

Mint rispecchia filosoficamente i launcher a cui siamo abituati qui in occidente, con un drawer delle applicazioni - laddove la MIUI e in generale le interfacce cinesi preferiscono rifarsi alle dinamiche di iOS, in cui le icone di tutte le app installate compaiono direttamente nella Home. Come per tutti i launcher di terze parti che si rispettino, Mint offre diverse opportunità di personalizzazione:

(aggiornamento del 24 March 2019, ore 18:11)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

XiaoMiTool v2 è il compagno ideale per il modding Xiaomi | Solo Windows

di HDblog.it

Gli smartphone Xiaomi sono particolarmente apprezzati dagli amanti del modding, nonostante la Casa non faccia nulla per favorirlo: basti pensare al polverone sollevato dai rumor sullo stop alla procedura di sblocco bootloader.

Al netto di ciò, non si può certo dire che sia difficile moddare il proprio Xiaomi, tuttavia se volete semplificare ulteriormente il procedimento arriva il programma XiaoMiTool v2 di Francesco Tescari, al momento compatibile solo con i PC Windows. Il programma, che si trova ancora in fase alpha, riconosce automaticamente il dispositivo collegato, quali ROM sono compatibili e che sistema di installazione utilizzare.

Insomma, si tratta di un'applicazione che semplifica notevolmente molti dei passaggi più comuni, anche se in alcuni casi sarà necessario eseguire lo stesso qualche passaggio manuale. Tra le funzionalità supportate troviamo la possibilità di installare ROM ufficiali o custom pescate direttamente da Xiaomi.eu, e non mancano consigli per lo sblocco del bootloader, procedure per l'installazione delle recovery e molto altro ancora.


Uno smartphone concreto, veloce e con un display eccellente? Asus Zenfone 5Z, compralo al miglior prezzo da Amazon a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Google Lens integrato nell'app fotocamera di POCO F1, Redmi Note 7 e Note 7 Pro

di HDblog.it

Google Lens espande ulteriormente la propria compatibilità introducendo il supporto all'app MIUI Camera presente su alcuni smartphone a marchio Redmi e Pocophone, tra cui Redmi Note 7, Note 7 Pro, Y2 (in beta) e POCO F1.

Ad annunciare la nuova integrazione ci ha pensato la stessa azienda cinese che, in un post sul forum, ha confermato che l'arrivo di Google Lens nell'app fotocamera fa parte dei cambiamenti in corso di attuazione nella personalizzazione software MIUI.

Grazie a questa nuova funzionalità che utilizza gli algoritmi AI proprietari dell'azienda di Mountain View, gli utenti potranno dunque utilizzare la cam del proprio dispositivo per:

(aggiornamento del 24 March 2019, ore 09:15)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Android Auto: supporto schermi widescreen e nuova UI per le chiamate

di HDblog.it

Android Auto torna ad aggiornarsi sul Play Store di Android introducendo interessanti novità. L'app passa alla versione 4.1 introducendo il supporto agli schermi widescreen disponibili su determinati veicoli, migliorie alla tastiera, correzioni di bug e una nuova interfaccia utente per le chiamate. Di seguito il changelog ufficiale e le novità nel dettaglio.

Changelog ufficiale:

NOVITÀ

  • Supporto degli schermi widescreen per determinati veicoli
  • Tastiera migliorata
  • Nuova interfaccia utente per le chiamate
  • Correzioni di bug e altri miglioramenti
  • Vogliamo conoscere la tua opinione. Partecipa alla nostra community all'indirizzo https://productforums.google.com/forum/#!forum/android-auto

SUPPORTO WIDESCREEN

Grazie al recente update le automobili dotate un'unità principale con display widescreen potranno godere di un'interfaccia grafica migliorata che ne migliora la visualizzazione. Come mostrato nelle immagini, gli elementi della UI vengono ora divisi in due differenti sezioni:


Battery Phone a meno di 200€? Xiaomi Mi A2 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 145 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

❌